ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta sorgenti geotermali. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta sorgenti geotermali. Mostra tutti i post

mercoledì 25 gennaio 2017

GLI SCIENZIATI NEOZELANDESI ESPLORANO SPETTACOLARI VULCANI SOTTOMARINI


Una missione congiunta tra la Nuova Zelanda e la Germania ha analizzato i vulcani sottomarini che si estendono in un arco dalla Bay of Plenty a Tonga.

Ci sono 80 vulcani in questo arco, di cui quattro sporgono sopra l'acqua, formando le isole Kermadec.
Trenta di loro sono grandi e gli scienziati GNS, si sono uniti ad una squadra a bordo della nave tedesca RV Sonne, indagando cinque di loro: Rumble III, Brothers, Kibblewhite, Haungaroa e Macauley Cone.
Hanno trovato camini sottomarini di altezza superiore ai 20 metri, tali camini vengono formati da materiale caldo dal centro della terra, eruttato a oltre 300 ° C in acqua appena sopra lo zero.
Le colonne sono ricche di minerali, ferro, zinco, oro e, in alcuni punti, sono risultati pompare fumi densi nell'acqua.
Mentre le temperature calde, spesso uccidono la vita, in altri luoghi vi era una profusione di essa, comprese le foreste di cirripedi e cozze che crescono ad una profondità maggiore di quanto era stato visto prima.
La spedizione congiunta ha trascorso quattro settimane in mare nello studio di questi vulcani sottomarini con un mini sommergibile controllato a distanza.
IL geochimico Marine Cornel de Ronde, di GNS Science, ha detto che era uno dei tratti più attivi del vulcanismo sul fondo marino in tutto il mondo, e molti dei vulcani avevano molteplici sorgenti idrotermali dove caldi fluidi ricchi di minerali si gonfiavano continuamente nell'oceano.

"Questa spedizione ha aggiunto molto alla nostra conoscenza relativa ai sistemi idrotermali del fondo marino del Kermadec Arc", ha detto il dottor de Ronde.
Mentre alcune delle ciminiere erano alte fino a 20 m, la loro crescita ha avuto un punto finale.
"I camini alti alla fine diventano instabili e si rovesciano e vengono sostituiti da quelli nuovi che crescono costantemente in un ciclo naturale.
"La chimica dei fluidi da sfiato di diversi vulcani era ampiamente divergenti, con alcuni fluidi che avebano un livello di pH simile all'acido batteria".

"Non ho mai visto una tale gamma diversificata e affascinante di sorgenti idrotermali del fondo marino in oltre 25 anni che faccio questo lavoro. E 'stato veramente sorprendente."


Fonte:http://www.radionz.co.nz/news/environment/323024/nz-scientists-explore-spectacular-underwater-volcanoes

venerdì 2 dicembre 2016

ISLANDA: SUL KATLA SEGNALI DI FRATTURAZIONE NELLA CALDERA


Il 29 novembre 2016 un nuovo terremoto di magnitudo 3,2 ha avuto luogo sulla caldera del vulcano Katla.
La scossa di assestamento più forte finora ha avuto la grandezza di 2,7.

I trremoti in vulcano Katla accadere a causa di cambiamenti della pressione della massa magma, per lo più variazioni di pressione nelle camere magmatiche che hanno gonfiato il vulcano per un lungo periodo di tempo. Il recente aumento di attività sismica suggerisce che nuovo magma fluisce nelle camere magmatiche in profondità all'interno della caldera. Che aumenta i livelli di pressione e l'attività sismica allo stesso tempo.
Dalla fine di novembre l'attività sismica è nuovamente in aumento.
La conducibilità nei pochi fiumi glaciali intorno Mýrdalsjökull ghiacciaio continua ad essere elevato, il che suggerisce che le nuove sorgenti idrotermali si sono formate sotto il ghiacciaio all'interno della caldera. Questo tipo di riscaldamento nel vulcano, non è un buon segno ed è un chiaro segno che il magma è ora poco profonda nella caldera.
Il magma per riscaldare l'acqua a terra fino a questo livello, ha bisogno di essere a meno di 1 km nella sotto la caldera crosta.

Dal 1 dicembre 2016 l'attività sismica ha iniziato a concentrarsi in un area lineare all'interno della caldera, il che sembra indicare che la pressione della massa magmatica sottostante potrebbe aver iniziato la fratturazione dell'ultimo strato roccioso che la divide dalla base del ghiacciaio.



Fonti:
http://www.jonfr.com/volcano/?p=6534
http://www.jonfr.com/volcano/?p=6528

NUOVA ZELANDA: ERUZIONE IDROTERMALE SULLA CALDERA DI ROTORUA

Una nuova eruzione idrotermale è stata osservata in Nuova Zelanda sul Lago Rotorua alle 15:30 UTC del 27 Novembre 2016, spingendo l'evacuazione di almeno una casa vicino al lago.
Lo stile della eruzione fu quella che era stata vista a Rotorua nel 2000 o nel 2001 ed è stata un po 'anomala, riferisce GeoNet.
La massa d'acqua espulsa è stata riferito essere stata alta almeno 30 m (100 piedi).

Lani Kereopa, che si trova sul Ohinemutu Village, sul bordo del lago, ha riportato sei o sette tonfi rumorosi seguiti dal suono degli spruzzi alle 15:30.
C'erano state diverse segnalazioni di eruzione da parte di persone che vivono nel villaggio che erano state svegliato dal rumore, riferisce GeoNet.
Kereopa inizialmente ha pensato che potessero essere lavori stradali o fuochi d'artificio, 'ma erano le 04:30 quindi ho pensato che non poteva essere. "

La caldera Rotorua caldera di 22 km di larghezza è una caldera a nor ovest della zona vulcanica Taupo.
E 'l'unica caldera causata da un singolo grande evento eruttivo nella zona vulcanica di Taupo e si è formata circa 220.000 anni fa a seguito dell'eruzione di 340 km cu riolitica Mamaku Ignimbrite. Anche se il collasso della caldera si è verificato in un unico evento, il processo è stato complesso e ha coinvolto più di un singolo fenomeno di collasso.
Forse un fenomeno indirettamente causato dal terremoto di novembre oppure semplicemente un'aumento della temperatura geotermica, in passato

Fonte:https://watchers.news/2016/11/28/lake-rotorua-eruption-november-2016/



venerdì 18 novembre 2016

FENOMENI DI VULCANISMO RESPONSABILI DEL RITIRO DI ALCUNI GHIACCIAI OCCIDENTALI DELL'ANTARTIDE


Alcuni dei ghiacciai dell Antartide occidentale che si trovano direttamente sopra il West Antarctic Rif lungo 5.000 miglia una continua fonte di calore geotermico si stanno ritirando dal basso a causa del calore geotermico.

-La massa di ghiaccio complesso e la portata della massa glaciale dell'Antartide è aumentata per 35 anni.
-Altri vicini ghiacciai antartici occidentali sono in crescita.
-Alcuni ghiacciai dell'Antartide occidentale che non sono sulla parte superiore del acqua dell'oceano sono anche qui in ritiro dagli strati inferiori.
Questo indica ancora una volta che qualche altra forza naturale è in gioco in regioni localizzate dell'Antartide occidentale.

Prendendo uno sguardo più da vicino a questa immagine si può osservare qualcosa di molto interessante. C'è un complesso vulcanico appena a est dell'area il cui si verifica un parziale ritiro dei fronti glaciali.
Molto probabilmente i fronti glaciali in ritirata si trovano sopra quelli che possono essere definiti dei "Campi Flegrei Antartici."

La figura sopra mostra un taglio trasversale del lago Vostok, un lago subglaciale forato e ricercato da numerosi gruppi scientifici.
È importante sottolineare notare che il fondo glaciale del lago Vostok è classificato con "attività geotermica" che si estende lateralmente per 26 miglia.
C'è una quantità assolutamente impressionante di informazioni geologiche che conferma la Antarctic Fault / Rift West System emette calore geotermico e acqua riscaldata sulla base dei ghiacciai dell'Antartide occidentale sovrastanti.

In primo luogo, ci sono 61 vulcani attivi o semi-attivi lungo il sistema di Rift dell'Antartico occidentale.
E' chiaro che il ritiro di alcuni di questi fronti glaciali in questa regione è causato da fenomeni di vulcanismo secondario, presenti del continente più freddo della terra.

Fonte:http://climatechangedispatch.com/west-antarctic-glacial-melting-from-deep-earth-geological-heat-flow-not-global-warming/

mercoledì 13 aprile 2016

LA GROENLANDIA SI SCIOGLIE ALLA BASE A CAUSA DELL'HOTSPOT ISLANDESE


Per capire il comportamento della calotta glaciale della Groenlandia gli scienziati del centro di ricerca GFZ / tedesco per Geoscience hanno usato la storia geologica della regione dell'Atlantico settentrionale.
I segreti del passato della Groenlandia sono sepolti sotto una calotta di spessore fino a 5 km.
Combinando i dati gravimetrici, indagini radar sismiche, analisi dei carotaggi di ghiaccio, terra e satellitari le osservazioni hanno individuato un'area di flusso geotermico della traversata della Groenlandia sopra il "pennacchio islandese".
Questa zona di anomalia termica, orientato est-ovest, corrispondente ad una fusione diffusa sotto la calotta glaciale dal più alto punto della copertura di ghiaccio della Groenlandia nella direzione del Nord Atlantico.


Posizione attuale delle aree del pennacchio islandese e dove ha indotto un'assottigliamento litosferico la fusione della base attiva del ghiaccio che ricopre la Groenlandia

Modello basale di temperatura del ghiaccio sulla calotta di ghiaccio che copre l'area sommitale della Groenlandia - GRIP & GISP2 indica i luoghi di perforazione - doc. A.Petrunin / GFZ
Tra 80 e 35 milioni di anni fa, i processi tettonici si sposteranno sulla Groenlandia su un pennacchio caldo del mantello caldo, ora collocato sull'Islanda.
Il manto di fusi materiali hanno assottigliato la litosfera profondo meno di un quarto della superficie della Groenlandia, e ha creato un disgelo subglaciale zona dove sono abbondanti, lubrificare la base del tappo e farlo correre più veloce.

Lo studio indica che circa la metà del ghiaccio del centro-nord della Groenlandia si scioglie a causa di fenomeni geotermici e l'acqua di fusione viene incanalata verso l'oceano attraverso una rete idrologica fitta sotto il ghiaccio.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/04/melting-at-the-base-of-the-greenland-ice-sheet-explained-by-the-history-of-the-icelandic-mantle-plume.html

giovedì 31 marzo 2016

IN ISLANDA SI PREPARA UN NUOVO "LAKI"?

Quello che si è assistito in Islanda, nel periodo tra il 2014-2015, è stata un'eruzione legata al Bardarbunga la quale ha emesso la più grande quantità di lava dai tempi della grande eruzione islandese del Laki-Grismvotn, 1783-1784 il quale contribuì ad alterare il clima mondiale grazie all'eccezionale quantità di anidride solforosa (SO2) emessa nell'atmosfera che oscurò la radiazione solare per diversi anni, oltre al fatto che si trattava di un periodo di bassa attività solare.

L'eruzione del Bardarbunga fortunatamente è stata di intensità molto inferiore a quella del Laki, ma se fosse avvenuta sotto la calotta glaciale del Vatnajokull, avrebbe potuto andare molto peggio in quanto l'acqua a contatto con il magma è in grado di produrre eruzioni freato-magmatiche con forti emissioni di cenere nell'alta atmosfera, un fatto che invece avvenne durante la fase eruttiva del Laki-Grimsvotn.

Oggi a un'anno di distanza dalla fine della fase eruttiva del Bardarbunga, potrebbe sembrare che il vulcano si stia di nuovo stabilizzando e che per molto tempo non sentiremmo più parlare di questo strano nome, così simile al Bunga-bunga di Berlusconi, eppure questo è un'errore che non va sottovalutato.
L'immagine soprastante evidenzia come l'attività sismica nel corso dei mesi sulla caldera del Bardarbunga sia di nuovo in aumento quanto in rapido aumento è la massa e il volume di magma che il sistema vulcanico è in grado di contenere fino alla prossima eruzione.
Un'aumento dell'attività sismica e geotermica nell'arco degli ultimi mesi è stato osservato anche nei pressi della caldera del vulcano Grimsvotn e del vulcano subglaciale Hamariin.

Una chiara intrusione magmatica ha avuto luogo nell'area del vulcano Hamarinn il 17 Febbraio 2016, con terremoti alla profondità di 12 - 13 km.
Questa è la prima attività magmatica in questo vulcano da un po 'di tempo.
La massa magmatica è poco profonda nell'area di Hamarinn il che lo rende sensibile alle variazioni di pressione e soggetto a possibili eruzioni.
Il gennaio 2016 un'altra forte scossa di magnitudo 3.2 è avvenuta sempre nel settore del vulcano Hamariin, segnalando un chiaro aumento dell'attività.

Il terremoto di magnitudo 3.2 ha avuto luogo su di esso, non lontano dai calderoni Skaftárkötlum, a profondità era 0,7 km.
Hamariin, noto anche con il nome di Loki-Fögrufjöll vulcano è un vulcano complesso con camere magmatiche superficiali.

Dopo l'ultima imponente inondazione glaciale è chiaro che l'attività idrotermale dei calderoni Skaftárkatlar sta aumentando e le aree idrotermali stanno crescendo in dimensioni.
Ciò significa che c'è più energia che fluisce nei sistemi idrotermali e l'unico modo che spieghi tutto ciò l'afflusso di nuove masse magmatiche all'interno del vulcano. Questo sviluppo è preoccupante, sia nel breve e lungo termine. Questo aumenta il rischio di minore eruzione del vulcano Loki-Fögrufjöll notevole, a mio avviso. Rischio di grande eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano è anche aumentato. L'ultima eruzione del Loki-Fögrufjöll che era grande ha avuto luogo nel 1910 e durò da giugno a ottobre dello stesso anno.
Un'ipotesi su quanto sta avvenendo nel settore orientale del Vatnajokll è che il problema di base non è il fatto che il Bardarbunga si stia rapidamente preparando per una nuova fase eruttiva, ne tantomeno che possa iniziarne una nuova sul vulcano Grismvotn oppure sul vulcano Hamariin, piuttosto è preoccupante che tre grandi vulcani su un settore così vasto sotto il Vatnajokull, stiano manifestando di per se segnali di crescente inquietudine.
Tornando al fatto che il Bardarbunga ha recentemente eruttato una quantità di lava che non si vedeva dal 1783, questa fase eruttiva era stata preceduta da simili segnali a quelli che si osservano oggi sui vulcani Hamariin-Grismvotn e ovviamente il Bardarbunga.

Un'anno prima della fase eruttiva del Bardarbunga il sistema vulcanico Kverkfjöll ha manifestato un forte aumento dell'attività geotermica accompagnato addirittura da un'esplosione freatica e poco tempo dopo lo stesso fenomeno avvenne nella regione del vulcano Hamariin quando un'aumento dell'attività sismica e dell'attività geotermica portò alla fusione di grandi quantità di ghiaccio.

Secondo uno scienziato la fase eruttiva del vulcano Bardarbunga è tutt'altro che finita.
In tutto l'eruzione di lava ha eruttato 1400 miliardi di litri di lava che ora coprono 85 chilometri quadrati.
I problemi maggiori potrebbero persino ancora a venire, conferma Kristín Jónsdóttir, scienziato senior di IMO: Il vulcano non era stanco, di grandi quantità di magma soggette ancora in prossimità della superficie.
Ora probabilmente le masse di roccia fusa starebbero cercando un nuovo sfogo.
"Ci saranno probabilmente più eruzioni, di solito sono di serie", ha detto l'esperto della stazione televisiva "RUV" . E 'possibile un'eruzione sotto il ghiacciaio, che è vicino al precedente eruzione. Il contatto di lava e ghiaccio potrebbe esplodere grandi nubi di cenere -le conseguenze per il traffico aereo potrebbero essere gravi.
Che si stia preparando un'altra grande eruzione simile a quella del Laki-Grimsvotn?

lunedì 11 gennaio 2016

ISLANDA: INTENSA ATTIVITA' SISMICA SCUOTE IL BARDARBUNGA E IL VULCANO LOKI-FOGRUFJOLL


L'attività sismica attuale nel vulcano Bárðarbunga vulcano sta per essere una caratteristica regolare fino alla prossima eruzione.
La situazione nel complesso del Bárðarbunga e zone limitrofe sta diventando sempre più complessa a causa della crescente massa magmatica in profondità e un'alto numero di terremoti stanno creando percorsi per la risalita del magma verso la crosta superficiale.
Dal momento che l'eruzione a Holuhraun si è conclusa c'è stato aumento dell'attività sismica nel Bárðarbunga, questo è meglio visto da quasi ogni settimana con terremoti di magnitudo 3.0 o più forti. Ciò che è apparso nel corso delle ultime settimane è l'attività nel profondo del complesso vulcanico Trölladyngja, l'attività è iniziata a 28 km di profondità e fino a 20 km di profondità attualmente. Tale processo ha preso solo circa 1.5 - 2.5 mesi per accadere (breve lasso di tempo).

L'attività in Trölladyngja è preoccupante dal momento che se il magma riesce a creare un percorso verso la superficie sta per iniziare a un'eruzione in quella zona.
Il magma sotto Trölladyngja potrebbe anche fermarsi in esso se si arriva abbastanza vicino alla superficie senza eruzione potrebbe creare una nuova collina o una nuova area idrotermale.
Qualunque cosa accada, alla fine, sarà interessante.

La seconda questione che ora sta cominciando a mostrare in sé è il vulcano Loki-Fögrufjöll, noto anche come Hamarinn.
Oggi, un terremoto di magnitudo 3.2 ha avuto luogo su di esso, non lontano dai calderoni Skaftárkötlum, a profondità era 0,7 km.
Il terremoto oggi nel vulcano Bárðarbunga aveva la magnitudo di 3.2 con la profondità di 0,1 km.
Loki-Fögrufjöll vulcano è un vulcano complesso con camere magmatiche superficiali.
Dopo l'ultima imponente inondazione glaciale è chiaro che l'attività idrotermale dei calderoni Skaftárkatlar sta aumentando e le aree idrotermali stanno crescendo in dimensioni.
Ciò significa che c'è più energia che fluisce nei sistemi idrotermali e l'unico modo che spieghi tutto ciò l'afflusso di nuove masse magmatiche all'interno del vulcano. Questo sviluppo è preoccupante, sia nel breve e lungo termine. Questo aumenta il rischio di minore eruzione del vulcano Loki-Fögrufjöll notevole, a mio avviso. Rischio di grande eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano è anche aumentato. Ultima eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano che era grande ha avuto luogo nel 1910 e durò da giugno a ottobre dello stesso anno. Ultima eruzione minore a mio avviso, ha avuto luogo nel luglio 2011, della durata di poche ore. Quella eruzione non è stata confermata dai geologi ma, non so perché. Un fiume ghiacciaio seguito quella eruzione.

Altre complessità in tutto questo sono fessure casuali che potrebbero aprirsi sotto argini ignoti, e iniziare una eruzione in aree che potrebbero non avervisto un'eruzione da lungo tempo.
Per il Bárðarbunga, dal momento che avvia un ciclo eruttivo potrebbe continuare fino a 20 anni per finire una volta che è iniziato.
Il ciclo eruttivo che è iniziato nel 1862 non è finita fino al 1910. Un nuovo ciclo eruttivo iniziato nel 2014 è in corso.
Il più lungo ciclo eruttivo chenei dati GVP è un ciclo eruttivo che è iniziato nel 1697, e non è finita fino all'anno 1797.

Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5995

domenica 30 agosto 2015

NUOVA ZELANDA: AUMENTA LO SCIOGLIMENTO GLACIALE DEL RUAPHEU


Una serie di valanghe sul monte Ruapehu ha messo sugli avvisi i vulcanologi quando hanno notato che il lago del cratereera stato disturbato nella notte.
Fino a 50.000 metri cubi di ghiaccio e neve si sono sciolti sulla cima della montagna, precipitando nel lago e provocando un calo della temperatura di 7 gradi centigradi.
Gli esperti sospettano che la causa sia un blocco di calore geotermica che si verifica nel lago, causando il crollo.
Questo significa che c'è un rischio di piccole eruzioni "come geyser" vicino al lago, hannpo detto gli esperti di vulcanologia del Dipartimento di Conservazione.
I vvulcanologia hanno volato fino al lago del cratere la mattina successiva affermando che la valanga era "spettacolare".
"Ciò che rimane è una crepa o un muro crollato nella parte superiore della valanga in cui la valanga si è staccata."
Il lago era pieno e fortemente traboccante.
"Sono stato sul lago del cratere molte volte e non mi ricordo di aver mai visto tante valanghe nel cratere."
Secondo alcuni questo aumento delle fasi di scioglimento sono il preludio a un'eruzione vulcanica.

Fonte:http://www.stuff.co.nz/environment/71528634/mt-ruapehu-avalanches-spark-volcano-worries

mercoledì 26 agosto 2015

DA YELLOWSTONE ALLO STATO DELL'IDAHO


Challis Idaho è una posizione causa di un grande sciame sismico che sta accadendo nella zona.
Questo punto di sorgenti calde è il luogo colpito dal sciame di terremoti negli ultimi mesi!
L'uomo e i cani sono rimasti bruciati vicino a Challis Salmon Idaho lungo il bordo occidentale profondo della camera magmatica dello Yellowstone.
La camera magmatica è stato confermato arrivare giù per più di 30 miglia, e copre un'area delle dimensioni di 11 Grand Canyon (pieni di magma).

La camera magmatica per Yellowstone è confermata raggiungere il lontano Occidente in Idaho centrale e Nord in Montana.
In primo luogo in cui gli sciami di terremoto hanno colpito, ora le sorgenti calde sono bollenti dove sono normalmente appena tiepide.
Questi sono segni di movimento del magma associato allo Yellowstone.
La risalita di magma sta causando un riscaldamento maggiore, causando terremoti, e sorgenti calde con grossi problemi.
Vedi le misure del 2015 della camera magmatica qui:
Non a caso, dovremmo anche prendere nota che l'USGS ha installato nuove apparecchiature di sorveglianza attorno a Challis Idaho a metà dello scorso anno (2014) a causa del sciame sismico inaspettato che ha colpito la posizione.
Sono stati fatti diversi video che mostrano lo sciame di terremoti a Challis, e parlato delle nuove apparecchiature di monitoraggio.
Vedere un video report sulla localizzazione qui:

E 'molto preoccupante vedere queste nuove sorgenti di acqua calda che brucia, dal momento che entrambi i cani sono morti di ustioni orribili, e l'uomo è in condizioni critiche dopo aver tentato di salvarli, tuttavia non bisogna per aspettarsi mostruosi eventi eruttivi stile film "2012" nel prossimo futuro.


Fonte:http://dutchsinse.com/8252015-yellowstone-alert-man-dogs-burned-alive-in-challis-idaho-hot-springs-earthquake-swarm-location/

STATI UNITI, WYOMING: ANOMALO RISCALDAMENTO DELLE SORGENTI TERMALI UCCIDE DUE CANI E USTIONA GRAVEMENTE UNA PERSONA


Un uomo che faceva escursioni a piedi attraverso una foresta nazionale in Idaho ha subito gravi ustioni e i suoi due cani sono rimasti scottati a morte quando entrambi i cani si sono immersi in una sorgente calda e lui è saltato dietro a loro per cercare di salvare i suoi animali.
L'incidente si è verificato la scorsa settimana strano nei Panther Creek Hot Springs, un luogo popolare nel tentacolare Salmon-Challis National Forest, circa 50 miglia (80 km) a nord-ovest della città turistica di Salmon nel centro-est Idaho.
Le temperature a Panther Creek, solitamente abbastanza miti per fare il bagno umano 'geotermicamente riscaldate", erano aumentate di pericolosità al punto da ustionare uomini e animali.
L'escursionista, che non è stato identificato pubblicamente, era fuori a piedi attraverso le montagne con i suoi cani, quando entrambi gli animali domestici sono balzati nelle sorgenti calde a gravi spese.
Il secondo cane è morto in seguito alle sue ustioni dopo essere stato preso dai veterinari per il trattamento di emergenza.
Mentre i visitatori della foresta sono invitati a verificare la temperatura delle sorgenti di acqua calda prima di immergere se stessi, l'escursionista infortunato ha agito d'istinto nel tentativo di salvare il suo animale domestico.


Fonte:http://www.nbcnews.com/news/us-news/hiker-burned-dog-dies-after-leaping-idaho-hot-spring-n416026

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog