ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta progetti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta progetti. Mostra tutti i post

mercoledì 28 dicembre 2016

L'IMPERO DEL SOL LEVANTE COSTRUIRA' UN PONTE ENERGETICO CON LA RUSSIA DA $ 110.000.000.00

La visita del presidente Putin in Giappone all'inizio di questo mese sta dando i suoi frutti, con l'economia industriale del Giappone che ha fame di forniture di energia, la Russia può cominciare a fornire la nazione asiatica con l'elettricità molto presto.



Gli investitori giapponesi stanno cercando di investire pesantemente in un progetto che collegherebbe dall'Estremo Oriente la Regione di Primorye della Russia e Sakhalin con il nord dell'isola giapponese di Hokkaido tramite una rete energetica.
Parlando ai media russi all'inizio di questa settimana, Oleg Budargin, direttore generale della società elettrica russa Rossetti, ha spiegato che le controparti giapponesi della società erano quelli a proporre l'idea.
"Le aziende giapponesi sono venuti da noi al San Pietroburgo Economic Forum di quest'anno con una proposta: costruire un ponte energetico russo-giapponese", ha detto Budargin, parlando con i giornalisti a Kaliningrad.
Il funzionario della compagnia ha ricordato che l'idea di questo tipo di progetti su larga scala è stata discussa per diversi decenni, anche se in passato la Russia è stato quella ad avviarne le discussioni.
Budargin ha detto che gli imprenditori giapponesi sono pronti a investire fino a $ 11 miliardi nel progetto.
Essi ora devono affrontare diversi ostacoli sul piano nazionale, che devono prima essere superate.
In particolare, il governo del paese avrebbe dovuto prima di modificare o eliminare una legge nazionale che vieta l'importazione di energia elettrica da altri Paesi.
Sottolineando i potenziali vantaggi del progetto, Budargin ha ricordato che il Giappone non ha riserve di idrocarburi propri, e che dopo il disastro alla centrale nucleare di Fukushima nel 2011, la fiducia delle autorità nell'uso del nucleare ha colpito al minimo storico.
La Russia, dal canto suo, ha tutte le risorse necessarie per l'esportazione di energia elettrica, e non avrebbe nemmeno bisogno di costruire nuove capacità di generazione.
Al momento, oltre il 30% della capacità di generazione dell'Estremo Oriente della Russia è costituita da riserve.
Rossetti ha già firmato un memorandum multinazionale 'sulla creazione di un mercato per l'energia elettrica nella regione Asia-Pacifico'.
Sulla base di tale documento, i governi e le compagnie energetiche nazionali stanno conducendo trattative per quanto riguarda l'integrazione delle infrastrutture energetiche regionali.
Insieme con la Russia e il Giappone, la Cina, la Mongolia e Corea del Sud sono coinvolti anche in questo sforzo.
Questi negoziati hanno un futuro luminoso, ha sottolineato Budargin.

Fonte:https://sputniknews.com/business/201612281049071610-japan-russia-energy-bridge-prospects/

giovedì 24 novembre 2016

LA FEDERAZIONE RUSSA HA SVILUPPATO CONTRATTI PER MACCHINE DA COMBATTIMENTO


L'esportatore russo Rosoboronexport sviluppato un attuale portafoglio delle vendite nel segmento delle forze di terra del valore di circa $ 7 miliardi, compresi i contratti sulle vendite di robot da combattimento avanzate, afferma il vice direttore generale della società.
"Sistemi d'arma con telecomando e completamente automatizzati sono apparsi sul mercato delle armi globale, che punta ad una nuova fase di sviluppo negli armamenti," ha aggiunto Igor Sevastyanov, aggiungendo che Rosoboronexport è attivamente coinvolto nel soddisfare la domanda globale di questi sistemi . "Allo stato attuale, il portafoglio di ordini di Rosoboronexport nel segmento forze di terra, che include tali sistemi, supera i $ 7 miliardi," ha aggiunto Sevastyanov.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201611241047799114-russia-combat-robots/

giovedì 17 novembre 2016

IN RUSSIA NEL 2017 INIZIERANNO I PREPARATIVI PER LA COSTRUZIONE DI UNA STAZIONE SPAZIALE RUSSA

La proposta di creare una stazione spaziale orbitante russa nazionale per sostituire la Stazione Spaziale Internazionale (ISS ), dopo il 2024 sarà molto probabilmente discussa dal governo la prossima primavera, dichiara il vice primo ministro Dmitry Rogozin.

"All'interno del campo di vista l'idea è proposta dai nostri scienziati per creare una stazione spaziale nazionale orbitale invece della ISS. Ma questo è un problema in attesa associato a questioni politiche e tecniche. Sarà probabilmente deciso in primavera 2017," ha detto Rogozin ai giornalisti.
La strategia di sviluppo industria spaziale della Russia nel 2030 dovrebbe essere sviluppato nei prossimi 90 giorni, riferisce Rogozin.
"La strategia di attività del progetto dello spazio è stato segnalato da [Roscosmos State Corporation testa Igor] Komarov. Il governo deve adottare la strategia per i prossimi tre mesi", ha detto ai giornalisti. Se Russia-USA lavoreranno sulla Stazione Spaziale Internazionale oltre 2024 dipenderà dalla cooperazione di Mosca con la nuova amministrazione degli Stati Uniti, dice il vice primo ministro. "Molto dipenderà dai momenti delle politiche nei rapporti con gli americani, con la nuova amministrazione.".

Fonte:https://sputniknews.com/science/201611161047493600-russia-orbital-station/

GLI SCIENZIATI RUSSI HANNO MIGLIORATO LA TECNOLOGIA DEGLI SCHERMI PER SMARTPHONE

Gli scienziati dell'Università Nazionale della Scienza e della Tecnologia MISIS (NUST MISIS, Mosca) hanno migliorato la tecnologia per la produzione di schermi di smartphone, riferisce il servizio stampa dell'università.
Gli schermi di smartphone moderni sono fatti di zaffiri artificiali (monocristallino corindone) sulla base di ossido di alluminio di elevata purezza.
Non vi è alcuna produzione di grande capacità di questo materiale in Russia, che è il motivo per cui le aziende nazionali devono importarlo a prezzi elevati.
"Gli scienziati NUST MISIS hanno ideato una tecnologia redditizia e sicuro per la produzione di ossido di alluminio di elevata purezza.
Abbiamo brevettato questa altamente efficace tecnologia import-sostituzione, che permetterà la fornitura di produttori russi con la quantità necessaria di corindone monocristallino per la produzione diodi emettitori di luce e schermi protettivi per i gadget moderni ", dice il comunicato.
"Abbiamo analizzato i metodi più promettenti per la produzione di ossido di alluminio di elevata purezza in base a idrolisi di alcossidi di alluminio, ossidazione idrotermale e dissoluzione anodica. Quest'ultima sembra essere la migliore per uso commerciale e ha anche alcuni requisiti relativi alla materia prima," ha detto Andrei Lysenko, direttore del progetto e professore assistente presso la cattedra dell'università di metalli non ferrosi e oro.
Secondo il comunicato stampa, che cita Lysenko, gli scienziati hanno anche determinato le migliori condizioni per l'intero processo tecnologico.
Gli scienziati NUST MISIS hanno creato mezzi sperimentali e prodotto un lotto sperimentale di ossido di alluminio di elevata purezza con il contenuto del componente principale stimato a 99,995 percento. Si tratta di una tecnologia a basso impatto e bassa energia che è anche più sicuro rispetto ad altre tecnologie simili, perché non minaccia direttamente gli esseri umani e l'ambiente, afferma la dichiarazione.
Dal momento che la tecnologia è semplice e l'apparecchiatura è relativamente a buon mercato, grandi quantità di materie prime possono essere creati per i produttori russi di zaffiri artificiali.

Fonte:https://sputniknews.com/science/201611161047495653-russian-scientists-smartphone-screen/

mercoledì 16 novembre 2016

ENTRO IL DECENNIO DEL 2020 LA FEDERAZIONE RUSSA LANCERA' UNA NUOVA GENERAZIONE DI SATELLITI

La nuova generazione di satelliti di osservazione della Terra avrà le prime prove di volo nel 2020, afferma il Direttore del Roscosmos Director of Automatic Space Complexes Department.

Secondo la presentazione fatta da Borisov, Resurs-PM2, Resurs-PM3 e Resurs-PM4 saranno lanciati nel 2021, 2023 e 2024, rispettivamente, nell'ambito del programma di aggiornamento di satelliti di osservazione della Terra.
"Il primo satellite della prossima generazione con una migliore attrezzatura sarà sottoposto a test di volo nel 2020", ha dichiarato Borisov alla conferenza tenutasi presso l'Istituto di Ricerca Spaziale dell'Accademia Russa delle Scienze.
I satelliti Resurs-PM saranno i successori dei satelliti Resurs-P di telerilevamento progettati per fornire immagini ad alta risoluzione della superficie terrestre che vengono utilizzati dai ministeri dell'agricoltura, la meteorologia, i trasporti, le emergenze, le risorse naturali e la difesa della Russia.

Fonte: https://sputniknews.com/science/201611141047426759-russia-satellites-resurs/

mercoledì 2 novembre 2016

LA REPUBBLICA CINESE SVELA IL CACCIA J-20, PRODOTTO CON TECNOLOGIA INVISIBILE AI RADAR

La Cina dovrebbe aver completato quattro J-20, ma tale numero potrebbe triplicarsi entro i prossimi sei mesi. Il primo impiego operativo sarà nel Mar Cinese Meridionale nel 2018.

Svelato per la prima volta al pubblico, durante la cerimonia di apertura dell’Air Show China, nella città meridionale di Zhuhai, il caccia di quinta generazione Chengdu J-20.
Due i velivoli con livrea aria-aria, probabilmente la medesima svelata due settimane e scelta per il basso tasso di produzione iniziale, che hanno attraversato il campo di volo della mostra aeronautica di Zhuhai, in Cina. Quelli mostrati al pubblico dovrebbero essere i prototipi operativi con numero di serie 2011 e 2017 in configurazione di pre-produzione. I primi due J-20, numero di serie 2001 e 2002, sono stati utilizzati come dimostratori tecnologici.
Il Chengdu J-20
Il progetto Chengdu J-20, caccia di quinta generazione decollato per la prima volta nel gennaio del 2011, è definito dal Pentagono come una piattaforma a lungo raggio, in grado di penetrare ambienti pesantemente difesi. La Cina dovrebbe aver completato quattro J-20, ma tale numero potrebbe triplicarsi entro i prossimi sei mesi considerando che la piattaforma, lo scorso giugno, è entrata ufficialmente in Low Rate Initial Production (LRIP). E’ attualmente equipaggiato con due turboreattori di fabbricazione russa. Per il Chengdu J-20 si prevedono sei varianti: intercettore a lungo raggio, dogfight e scorta, attacco al suolo, ricognizione a lungo raggio, attacco elettronico e piattaforma di lancio per missili anti-satellite.
Fin dalla prima presentazione ufficiale, i cinesi hanno sempre affermato che la piattaforma di quinta generazione Chengdu J-20, avrebbe avuto prestazioni simili all’F-22, ma con i costi operativi dell’F-35. Impossibile, al momento, verificare tali affermazioni in modo indipendente. L’entrata in servizio con Capacità Operativa Iniziale è fissata per il 2018. Il J-20 dovrebbe trasportare internamente fino ad un massimo di quattro missili BVRAAM, beyond-visual-range air-to-air missiles e due a corto raggio, probabilmente PL-10. Dovrebbe raggiungere una velocità massima di 2,100KMH secondo una stima effettuata con i due Saturn AL-31. Il primo impiego operativo per il J-20 sarà nel Mar Cinese Meridionale.
Il problema dei motori
Il J-20 tra ispirazione da diversi progetti. Evidenti le similitudini nel design con il dimostratore tecnologico MiG 1.44 e con l’EFA 2000. Il Pentagono, ha sempre pensato si trattasse di una versione derivata dal Northrop YF-23, unico prototipo proposto insieme all’YF-22 per il progetto Advanced Tactical Fighter. Così come i russi per il T-50, anche i cinesi non saranno in grado di raggiungere il pieno potenziale della piattaforma fino a quando non avranno sviluppato dei motori con un rapporto spinta-peso di dieci a uno e che possano esaltare le caratteristiche di un profilo aerodinamico di quinta generazione. I cinesi starebbero sfruttando la tecnologia dei turbofan russi NPO Saturn AL-41F1 che equipaggiano i Su-35E per sviluppare un nuovo sistema propulsivo.
Il salone di Zhuhai è anche l’occasione per le aziende aeronautiche civili di rafforzare le relazioni con il mercato cinese che dovrebbe diventare il primo al mondo nel prossimo decennio, scavalcando quello statunitense.
Airbus e Boeing continuano a espandersi in Cina, che nei prossimi vent’anni avrà bisogno di circa 6000 nuovi aerei, rappresentando il 18% della domanda mondiale, secondo il costruttore europeo.

Fonti:
http://www.ilgiornale.it/news/mondo/cina-svelato-pubblico-caccia-stealth-chengdu-j-20-1325666.html
http://it.euronews.com/2016/11/01/cina-presentato-ufficialmente-l-aereo-da-caccia-invisibile-j-20

lunedì 31 ottobre 2016

LA FEDERAZIONE RUSSA DIVENTERA' IL CROCEVIA DELLE ECONOMIE EUROPEE ED ASIATICHE

Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che l'Unione Economica Eurasiatica e la Nuova Cintura Economica della Seta potrebbero diventare la base per un'eurasiatica Partnership Big.

"In questo contesto, abbiamo anche proposto che il lavoro sulla creazione dell'Unione Economica Eurasiatica dovrebbe essere integrato con quello sulla cintura economica della Via della Seta. Questo processo potrebbe eventualmente fornire una base per un'eurasiatica Partnership Big che comporterebbe una vasta gamma di Paesi del Unione Economica Eurasiatica, la SCO, e l'ASEAN " ha confermato Putin in un'intervista con Sputnik e l'agenzia di stampa IANS.
Realizzando il potenziale geografico, la Russia potrebbe diventare un ponte tra l'Europa e l'Asia e un "terreno fisico" in cui l'Asia, Europa e America potrebbero costruire interessi comuni per lo sviluppo, dice l'analista politico italiano Francesco Sisci in un articolo per Asia Times. "Il presidente russo Vladimir Putin ha tutte le ragioni per essere orgoglioso di se stesso. E 'un maestro di alti giochi geopolitici. L'influenza di Mosca è più diffusa che mai, forse ancora maggiore rispetto al culmine della Guerra Fredda".
Il coinvolgimento nell'accordo finale sul dossier nucleare iraniano, così come l'impegno di Mosca in Siria hanno rafforzato il ruolo della Russia in Medio Oriente come un attore regionale fondamentale.
Inoltre, la Russia ha una forte collaborazione con la Cina in una serie di settori, tra cui il commercio, la difesa e la cultura. La Russia sta anche costruendo attivamente la cooperazione con la regione Asia-Pacifico. "L'Unione Europea resta il nostro principale partner ma sarebbe imperdonabile non utilizzare le enormi opportunità in connessione con il rapido sviluppo dell'economia, della logistica e processi di trasporto nella regione Asia-Pacifico", ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov nel mese di settembre.
Tuttavia, l'esperto ha sottolineato che la Russia ha grandi opportunità, non solo in esportazione dell'influenza geopolitica o di petrolio e gas.
"La Russia può importare capitali e influenza geopolitica nel suo territorio e imparare a gestirli internamente, non esternamente. La Russia è un ponte naturale tra l'Asia orientale e l'Europa, le due regioni più dinamiche del mondo," ha scritto. Questo renderebbe più facile per Mosca per attrarre investimenti provenienti da tutto il mondo per sviluppare le sue piccole e medie imprese così come " 'autostrada' della sua infrastruttura di comunicazione e gli scambi". "In questo modo, la crescita economica della Russia aiuterebbe la crescita economica del resto del mondo e potrebbe diventare il terreno fisico in cui l'Asia, Europa e America potessero incontrarsi e costruire interessi comuni per lo sviluppo", secondo l'articolo.
Attualmente, la Cina sta attuando la nuova iniziativa di infrastrutture della One Belt One Road, o Nuova Via della Seta, e la Russia potrebbe segnare numerosi vantaggi da essa, ha scritto Sisci.
La nuova via della seta è un progetto di infrastruttura ambizioso, volto a trasformare il paesaggio eurasiatico economico e commerciale.
Con sede a Mosca orientale l'esperto di affari Vladimir Sazhin afferma che l'attuazione del progetto, i cinesi lo chiamano la "via della seta del 21 ° secolo" espanderà il peso economico e politico di Pechino per la zona gigante che si estende dall'Oceano Pacifico fino alle Isole inglesi.
Il progetto, noto come "One Belt, One Road", si propone di costruire una "cintura economica" lungo la Via della Seta originale che ha portato dalla Cina all'Europa.
La "Via della Seta Marittimo" collega i porti della Cina con quelle nel Sud del Pacifico, Oceano Indiano e Mar Mediterraneo. "Accogliere e gestire i capitali stranieri per il suo sviluppo e lo sviluppo di un ponte eurasiatico che includa gli Stati Uniti potrebbero essere un modo per capitalizzare ora in poi la sua attuale situazione", ha concluso.

Fonte:https://sputniknews.com/business/201610301046895000-russia-eurasia-bridge/

lunedì 17 ottobre 2016

IL SUCCESSO DEL VERTICE INDO-RUSSO DI GOA

India e Russia, infine, firmano un accordo per il sistema missilistico di difesa aerea S-400 Trjumf. I Paesi firmano anche altri 15 accordi dall’energia alle città intelligenti.

India e Russia, il 15 ottobre, hanno firmato 16 contratti al 17.mo vertice bilaterale annuale, nello Stato occidentale indiano di Goa. Gli accordi vanno dalla difesa all’energia, tra cui l’attesissimo accordo per l’acquisto del sistema missilistico di difesa aerea S-400 Trjumf. Anche se i dettagli immediati dell’accordo per acquisire il sistema di difesa missilistica non sono disponibili, è opinione diffusa che l’India vi spenderà 5 miliardi. Nuova Delhi ha inoltre accettato di acquistare 3 fregate Proekt 11356. L’India ha 6 fregate classe Talwar, precursori del Proekt 11356, costruite presso il cantiere Jantar di Kaliningrad. Su un programma televisivo della rete indiana Doordarshan, l’ex- ambasciatore indiano in Russia, Ajai Malhotra, elogiava l’efficienza delle fregate furtive russe.

Make in India
Nella spinta del Primo Ministro indiano Narendra Modi sull’iniziativa ‘Make in India’, i Paesi hanno deciso di produrre congiuntamente 200 elicotteri utility Kamov Ka-226T in India. “Gli accordi sulla produzione degli elicotteri Kamov Ka-226T, la costruzione delle fregate e acquisizione e costruzione di altre piattaforme della difesa sono in sinergia con le priorità su tecnologia e sicurezza dell’India“, ha detto Narendra Modi nella conferenza stampa congiunta con il Presidente russo Vladimir Putin. Anche se non ci sono stati riferimenti diretti al Pakistan nella conferenza stampa, Modi ha detto che l’India ha profondamente apprezzato “comprensione e sostegno della Russia alle nostre azioni nella lotta al terrorismo che minaccia alle frontiere la nostra intera regione“. Il Primo Ministro indiano iniziava la conferenza stampa con un detto russo: “Un vecchio amico è meglio di due nuovi“.

Energia e infrastrutture
Russia e India hanno anche firmato importanti accordi energetici e infrastrutturali. La compagnia petrolifera russa Rosneft, insieme ai suoi partner, acquistava l’Essar Oil dell’India del valore di quasi 13 miliardi di dollari. È la maggiore acquisizione estera in India e il maggiore accordo mai realizzato da una società russa, secondo Reuters. Rosneft ottiene una quota del 49 per cento di Essar Oil e i due partner, l’olandese Trafigura e il fondo russo United Capital Partners, si divideranno un altro 49 per cento in parti uguali. Gli azionisti di minoranza avranno il restante 2 per cento una volta che la società sarà ricapitalizzata. La Russia inoltre decideva d’intensificare gli investimenti nelle infrastrutture dell’India. Il Fondo diretto infrastrutturale russo e il National Infrastructure Investment Fund indiano investiranno ognuno 500 milioni di dollari per creare un fondo comune per le infrastrutture da 1 miliardo. La Russia ha istituito fondi di investimento simili con la Cina, tra cui un fondo agricolo per l’estremo oriente russo. Le società russe investiranno anche nelle città intelligenti negli Stati indiani di Andhra Pradesh e Haryana. Le ferrovie indiane e russe firmavano un memorandum d’intesa per aumentare la velocità dei treni fra Nagpur e Secunderabad.

Avvio di Kudankulam 3 e 4
Via videoconferenza, Putin e Modi presenziavano all’avvio della seconda unità e lanciavano i lavori per la terza e quarta unità del Kudankulam Nuclear Power Project. Putin iniziava l’intervento alla conferenza stampa congiunta congratulandosi con i responsabili del successo dell’impianto di Kudankulam. “L’energia nucleare darà un contributo molto significativo alla sicurezza energetica dell’India“, aveva detto, “Darà ulteriore impulso alla crescita dell’economia indiana“. Il presidente russo aggiungeva che il suo Paese continuerà a promuovere l’ulteriore sviluppo dell’energia nucleare in India. “Nei prossimi 20 anni, almeno altri 12 reattori nucleari potrebbero essere costruiti in India con l’aiuto della Russia“, aveva detto. Putin elogiava anche la cooperazione economica tra i due Paesi. “Le industrie dei due Paesi migliorano la cooperazione; e anche la cooperazione militar-tecnica migliora“, aveva detto.

I principali vantaggi del vertice
“Questi accordi dimostrano che nelle relazioni indo-russe, i settori delle tecnologie militari ed energetico sono i principali campi in cui si ha una cooperazione a lungo termine“, affermava Pjotr Topychkanov, esperto dell’ Asia del Sud e Associato al Programma di non proliferazione del Carnegie Moscow Center, aggiungendo che l’India potrebbe beneficiare immensamente dall’acquisizione dell’S-400. “Nel contesto regionale, il sistema di difesa aerea S-400 è strategico, consentendo all’India di controllare lo spazio aereo del Pakistan“. Sugli accordi energetici, comprendenti anche la proposta di Gazprom di aumentare l’impegno in India, Topychkanov affermava che la Russia apre lentamente l’industria energetica all’India. “In altre circostanze economiche e politiche la Russia difficilmente sarebbe stata d’accordo, dato che il suo obiettivo principale era l’occidente, prima delle crisi georgiana e ucraina. Ma ora Mosca è più flessibile. L’India è uno dei partner naturali nell’energia“. Aggiungeva che Russia e India devono andare oltre i settori tradizionali della cooperazione. “Credo ora, che il modo più efficace sia utilizzare la cooperazione militar-tecnologica ed energetica coinvolgendo attivamente le aziende private, ampliando i contatti esistenti tra le imprese russe e indiane nel campo delle tecnologie e dei prodotti dal duplice uso“. Modi e Putin avranno incontri bilaterali con altri leader dei BRICS il 15 ottobre, prima di partecipare al vertice dei BRICS.

Il sistema missilistico S-400 aumenterà le capacità militari dell’India

Solo poche ore prima dell’ottavo vertice annuale dei BRICS, che si apre a Goa, le forze della difesa dell’India anticipavano la firma di un accordo da 5,85 miliardi di dollari per cinque sistemi missilistici di difesa aerea di nuova generazione russi S-400 ‘Trjumf‘. L’S-400 potrà inquadrare ogni tipo di bersaglio aereo, tra cui aerei e velivoli VLO (ad osservabilità molto bassa). L’ex-Capo di Stato Maggiore indiano Generale Shankar Roy Chowdhury (a riposo) dichiarava a BRICS Post che si attendeva la firma del contratto con la Russia. “Si suppone sia uno dei migliori sistemi missilistici del mondo“, ha detto Chowdhury, ex-parlamentare indiano. “Viene importato dalla Siria per contrastare gli attacchi missilistici d’Israele. La firma guarda al futuro del vertice BRICS“, aggiungeva. Gli analisti militari dicono che l’acquisizione dei sistemi missilistici di difesa aerea S-400 ‘Trjumf” aumenterà “drasticamente” il potenziale militare dell’India. “E quando la capacità militare viene migliorata, si migliora anche la resistenza in guerra della nazione e delle forze armate“, affermava il Generale DB Shekatkar, esperto della difesa.

Sistema di difesa multiruolo
La popolarità dell’S-400 sta nel fatto che può neutralizzare droni, missili balistici e da crociera entro un raggio di 400 km e una quota di 32 km. I sistemi missilistici di difesa aerea S-400 ‘Trjumf‘ sono dotato di tre diversi tipi di missili e di un radar di acquisizione in grado di tracciare fino a 300 obiettivi entro 600 km di raggio. Il Trjumf è un sistema costituito da otto lanciatori e una stazione di controllo. Spiegando il motivo per aver optato per il sistema d’arma russo, il Generale Shekatkar affermava che le forze armate indiane cercano tre criteri nell’acquisizione di armamenti: affidabilità, robustezza e ridondanza. “Perciò stipuliamo questo accordo con la Russia sull’S-400“, aggiungeva. “Acquisiamo armi e tecnologia dalla Russia da tempo, e la Russia è il nostro partner strategico. Le guerre del 1965, 1971 e Kargil dimostrano che l’equipaggiamento russo è affidabile“, affermava riferendosi alle guerre che l’India combatté con il vicino Pakistan. Altri analisti sostengono che l’India abbia la necessità degli S-400 e quindi l’acquisto imminente sia una buona acquisizione per le forze armate. “L’India firma alcuni accordi importanti con la Russia acquisendo S-400 ed elicotteri“, afferma Nitin Gokhale, analista della difesa, “Ci sarà anche un programma sull’FGFA (caccia di quinta generazione) e questo guarda al futuro“.

Fonte:https://aurorasito.wordpress.com/2016/10/15/il-trionfante-vertice-indo-russo-di-goa/

venerdì 14 ottobre 2016

IN RUSSIA E' STATA SELEZIONATA LA QUATTORDICESIMA REGIONE CON PRIORITA' DI SVILUPPO

La sottocommissione governativa per la realizzazione dei progetti d’investimento in Estremo Oriente e nella regione del Baikal, in una seduta straordinaria, ha approvato la creazione della quattordicesima area con priorità di sviluppo: la Jakuzia meridionale.

La nuova area con priorità di sviluppo sorgerà nella regione di Neryungri della Repubblica, dove in due siti saranno realizzati sette progetti di estrazione e di logistica, con investimenti privati di 24,7 miliardi di rubli. L'intera infrastruttura sarà creata a spese degli investitori.
"Nell'APS Jakuzia meridionale sarà costituito una grande complesso industriale. La stessa regione di Neryungrinsky otterrà le condizioni favorevoli per attrarre investitori. Le nuove industrie genereranno entrate fiscali aggiuntive per la regione e daranno lavoro a 2,7 mila persone" ha dichiarato il ministro per lo Sviluppo dell'Estremo Oriente Alexander Galushky. Il presidente della sottocommissione Yuri Trutnev ha detto che una serie di progetti saranno realizzati dalla Colmar. La società prevede di attrarre i migliori investitori russi e stranieri. A settembre la Colmar e la società giapponese Marubeni Corporation hanno firmato un piano di lavoro congiunto. Attualmente sono in corso trattative sulla cooperazione nell'industria carbonifera della Jakuzia.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201610133487693-aps-jakuzia-meridionale/

martedì 4 ottobre 2016

SCIENZIATI RUSSI HANNO SVILUPPATO UN NUOVO TIPO DI LEGA A CINQUE METALLI ESTREMAMENTE RESISTENTE ALLE BASSE TEMPERATURE


"Gli scienziati di tutto il mondo, attualmente si stanno accordando con un particolare tipo di leghe", dice Nikita Stepanov del russo State University di Belgorod.
"Queste leghe sono costituite da numeri approssimativamente uguali di quattro o cinque elementi metallici - A differenza dei metalli di miscelazione convenzionali, che di solito superano un elemento", spiega lo specialista dei materiali.
Ad alta entropia le leghe calde di tali matalli sono state sviluppate solo in tempi relativamente recenti.
Il termine è arrivato solo nel 2004, quando la ricerca attuale è iniziata sette anni fa.
In pratica, tali leghe non hanno trovato quasi nessuna applicazione - prima Stepanov e i suoi colleghi presso l'Istituto di Fisica e Tecnologia dell'ucraina Kharkiv hanno migliorato il metallo misto.
I ricercatori hanno lavorato su una molto promettente applicazione pratica ad alta entropia in una lega di cobalto, cromo, ferro, nichel e manganese.
Ed è stato che gli scienziati sono riusciti a eliminare il principale svantaggio di questa lega: la forza insufficiente.
Anche a temperature molto basse, la lega del gruppo di ricerca rimane plastica ed elastica.
Può essere deformata con poco sforzo - anche a temperature dove altri metalli sono fragili.
Questo è quanto il gruppo di ricerca russo-ucraino ja ottenuto con l'aggiunta di una percentuale di carbonio e un metodo di lavorazione speciale.
La resistenza della lega ha raddoppiato le sue caratteristiche senza alterare le sue proprietà plastiche.
Interessante sarà il nuovo metallo per auto e razzi costruttori, l'industria nucleare e i produttori di tecnologia medica.

Fonte:https://de.sputniknews.com/wissen/20161004/312809775/russland-ukraine-super-legierung-metallen.html

lunedì 3 ottobre 2016

LA REPUBBLICA CINESE STA DIVENTANDO UNA POTENZA NELL'AVIAZIONE GLOBALE

La visione cinese di leadership che investe nell'aereonautica nazionale, sia civile che militari, è una delle priorità del paese, in quanto questo aiuterà a Pechino migliorare la sua industria manifatturiera, promuovere l'innovazione e migliorare la difesa nazionale, ha confermato Xinhua.

Geng Ruguang, vice presidente esecutivo della Aviation Industry Corporation of China (AVIC), ha descritto il settore del trasporto aereo come il "gioiello della corona" della produzione, dicendo che la Cina ha il potenziale "per diventare una potenza dell'aviazione globale".
AVIC è leader aerospaziale e della difesa dell'azienda del Paese dietro alcuni dei più grandi progetti in Cina, tra cui l'AVIC TA-600, il Comac C919 e la Xian Y-20.
L'AVIC TA-600, noto anche come AG-600, si dice che sia il più grande aereo anfibio al mondo.
Si prevede di farà il suo primo volo entro la fine dell'anno.
Il mezzo prodotto da AVIC, è progettato per essere utilizzato per combattere gli incendi boschivi e effettuare missioni di soccorso in mare.
L'anno scorso, la Repubblica Cinese ha presentato il Comac C919, un aereo jet destinato a competere con gli aerei passeggeri prodotti da Airbus e Boeing.
L'aereo effettuerà il suo primo volo il prossimo anno e poi effettuerà voli di prova per ulteriori tre anni, ha scritto l'agenzia di stampa cinese.
Comac è stato fondato da diverse aziende, tra cui AVIC.
Il grande aereo da trasporto militare Xian Y-20 è stato in servizio con il Popolare di Liberazione Army Air Force (PLAAF) dal 6 luglio 2016.
Xi'an Aircraft Industrial Corporation è controllata da AVIC.
La Cina considera a quanto pare aeromobili di grandi dimensioni, come un passo necessario per aumentare la sua posizione internazionale.
Geng Ruguang riferisce che sono come un elemento di "una grande potenza."
"E tempo di raccolta per l'industria aeronautica cinese di abbracciare più modelli principali simbolici, dopo anni di sforzi costanti.
Rappresentando la riqualificazione generale della sua forza nazionale e scientifica", ha detto.
I recenti sforzi di Pechino sono stati anche focalizzata sulla produzione di motori di produzione propria .
Il 28 agosto, il paese ha istituito il Aero Engine Corporation of China (AECC) con il compito di creare ciò che i cinesi chiamano amorevolmente un "cuore" per le sue aeromobili nazionali.
AECCA è previsto per mostrare alcuni dei motori al prossimo China International Aviation & Aerospace Exhibition, noto anche come Airshow China.
Si terrà il 1-06 novembre a Zhuhai, Guangdong.

Fonte:https://sputniknews.com/military/20161003/1045950901/china-aircraft-technology.html

LA COREA DEL NORD STA ASSEMBLANDO UN GIGANTESCO SOTTOMARINO IN GRADO DI LANCIARE ATTACCHI NUCLEARI

I filmati dal satellite suggeriscono che il governo nord-coreano di Kim Jong-un ha iniziato lo sviluppo di un massiccio nuova sottomarino in grado di lanciare missili balistici potenzialmente in grado di raggiungere gli Stati Uniti.

I filmati satellitari rivelano che la Corea del Nord sta costruendo un nuovo sottomarino enorme ai fini della distribuzione di missili nucleari balistici con il governo del regime che sta continuando la sua marcia verso la piena capacità di difesa nucleare.
"Le immagini satellitari commerciali suggeriscono fortemente che un programma di costruzione navale è in corso presso la Corea del Nord a Sinpo Sud Shipyard, forse per costruire un nuovo sottomarino," afferma l'Istituto USA-Corea presso la Johns Hopkins University sul suo sito web 38 .
"Se questa attività è infatti quello di costruire un nuovo sottomarino, sembrerebbe essere più grande di quello di classe North Korea's GORAE, uno sperimentale sottomarino lanciamissili balistici della Corea del Nord, che ha un raggio di circa 7 metri", hanno riferito gli analisti con l'Istituto degli Stati Uniti-Corea.
Lo sviluppo si presenta quando Pyongyang ha fatto progressi incredibili nel suo programma di lanciare missili balistici da sottomarini (SLBM) superando di gran lunga le stime precedenti sulla capacità tecniche del governo e portando giù il conto alla rovescia fino a quando la Corea del Nord possiede la capacità di lanciare un attacco contro l'Occidente.
Nel mese di agosto, la Corea del Nord aveva sparato missile di prova da un sommergibile (SLBM) 300 miglia (500 km) in direzione del Giappone con il leader del paese Kim Jong-un che affermava che l'arma aveva la gamma di colpire la terraferma degli Stati Uniti - l'affermazione è stata ampiamente derisa dagli analisti della difesa occidentali che sono stati comunque interessati dai progressi compiuti da Pyongyang.
La Corea del Nord ha anche completato con successo una serie di test nucleari negli ultimi mesi, tra cui il suo più potente, il 9 settembre, quando Pyongyang ha fatto esplodere una testata nucleare miniaturizzata alzando la posta in gioco nella penisola coreana e marcando una tappa importante verso la capacità di Kim Jong-un di impegnarsi in un attacco nucleare.
Nell'agosto del 2015 era stato riferito che oltre 50 sottomarini della Corea del Nord avevano lasciato le loro basi ed erano scomparsi dai radar della Corea del Sud.
"Il numero è quasi 10 volte il livello normale ... prendiamo la situazione molto sul serio",riferiva il portavoce del ministero della Difesa.
Inoltre in base alle previsioni la Corea del Nord, oltre al recente sottomarino, sta costruendo una propria flotta di sottomarini che sarà operativa entro il 2020.



Fonte:https://sputniknews.com/military20161002/1045931218/north-korea-ballistic-missile-submarine.html

venerdì 30 settembre 2016

LA REPUBBLICA CINESE STA SVILUPPANDO UN RADAR QUANTUM


Nelle prove, il radar potrebbe quindi rilevare bersagli da una distanza di oltre 100 chilometri.
A differenza dei sistemi radar ordinaria è praticamente impossibile reprimere un radar Quantum o ingannarlo con l'aiuto di segnali falsi.
Il principio di funzionamento del sistema si basa sul fenomeno di entanglement quantistico.
La teoria suggerisce che due particelle correlate rimangono unite, anche se si allontanano l'uno dall'altro su qualsiasi distanza, e per così dire, "sentire", in quale stato è l'altro.
L'intreccio è quindi il seguente esempio utilizzato nella Radar: Il radar viene creato con una particella di luce, che è divisa da un cristallo ottico in due particelle correlate A e B.
La particella A viene modificata per un fascio radar per verificare la presenza di eventuali oggetti del nemico. La particelle B rimane nel radar e viene osservata dai rivelatori. A ogni cambiamento esso riceve conferma che la particella A ha rilevato un oggetto di destinazione. Prima di allora, gli scienziati americani avevano segnalato l'involucro di un radar Quantum. Essi hanno ammesso che questo non è tuttavia ancora corretto.


Fonte:https://de.sputniknews.com/technik/20160928/312732388/stealth-sieg-quantum-radar-china.html

mercoledì 28 settembre 2016

LA FEDERAZIONE RUSSA E LA REPUBBLICA CINESE SFIDANO LA SUPREMAZIA AEREA AMERICANA

Federazione Russa e Repubblica Cinese investiranno maggiori risorse nella progettazione di mezzi militari, sfidando la superiorità aerea degli Usa e dei suoi alleati europei e spronando la nuova corsa agli armamenti. Lo riporta il Wall Street Journal.

"La sfida principale per la US Air Force è l'emergere di avversari di uguale potenza, con capacità militari non inferiori alle nostre possibilità" ha affermato il Capo di Stato Maggiore della US Air Force, generale David Goldfein, citato dal WSJ.
Nei prossimi anni, Mosca e Pechino potrebbero diventare i nuovi modelli di tecnologia aeronautica e difesa aerea missilistica, sottolinea la pubblicazione. Il lavoro di modernizzazione avviene in un momento in cui la Russia e la Cina dimostrano la loro forza nei punti caldi del Medio Oriente e del Mar Cinese Meridionale. È questa la causa che spinge gli strateghi militari occidentali a fare pressioni per la costruzione di aerei da guerra di nuova generazione. La US Air Force ha recentemente certificato il caccia F-35, progettato specificamente per l'attacco aereo, e il cacciabombardiere F-22, che è anche in grado di raccogliere informazioni sul territorio nemico. Tuttavia, il 76% degli aerei da guerra statunitensi risalgono al passato:gli F-15 volano dal 1975, gli F-16 dal 1979 e l'F/A-18 è stato consegnato alle truppe nel 1978. Questi vecchi aerei costituiscono anche la base dell'Aeronautica Militare di molti alleati degli Usa in Europa e in Asia, aggiunge il WSJ.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/20160927/3411287/sfida-supremazia-cieli.html

martedì 27 settembre 2016

ENTRO IL DECENNIO LA REPUBBLICA CINESE FINIRA' LA COSTRUZIONE DI BEN 60 NUOVE CENTRALI NUCLEARI

La Cina progetta di costruire 60 centrali nucleari in dieci anni. Lo hanno affermato le corporazioni SNPTC CNNC e China General Nuclear Power Corporation che completeranno due centrali nucleari all'anno.

Per il progetto, il governo cinese fornirà fino a 570 miliardi di dollari.
Attualmente, nel Regno di Mezzo almeno 30 reattori nucleari sono funzione, altri 28 reattori sono in costruzione. In precedenza, la società nucleare russa Rosatom aveva informato che a partire dal 2018 sarà avviata la costruzione di un secondo blocco del reattore della centrale nucleare iraniana di Bushehr, sul Golfo Persico, con la partecipazione della Russia.

Fonte:https://de.sputniknews.com/technik/20160920/312638049/china-atomkraftwerke-bauplaene.html

venerdì 23 settembre 2016

LA REPUBBLICA CINESE INIZIA A EDIFICARE UN A FUNIVIA TRA IL CONFINE CINESE E QUELLO RUSSO


La funivia, con dodici cabine di lavoro, avrà una lunghezza di circa un chilometro e attraverserà il fiume Amur. Si stima che il viaggio dalla città russa verso la parte cinese non durerà non più di sei minuti.
Secondo i piani, fino a 6 milioni di passeggeri attraverseranno la funivia ogni anno.
Il progetto è probabile che sia una spinta enorme per il turismo nella zona. All'inizio di settembre 2016, Alexander Kozlov, governatore della regione di Amur, ha annunciato che la costruzione della funivia in Russia avrà inizio entro la fine dell'anno.
Il progetto sarà completato entro il 2019 ad un totale di circa $ 250 milioni.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/20160923/1045632886/china-cable-car-russia.html

IL CANTIERE NEL BALTICO HA COMPLETATO L'INSTALLAZIONE DEI REATTORI NELLA ROMPIGHIACCIO NUCLEARE ARKTIKA

Il cantiere Baltic della Russia ha completato l'erezione dei reattori RITM-200 presso il rompighiaccio Arktika dopo aver equipaggiato la nave con una seconda unità di produzione di vapore - una tappa fondamentale per la costruzione della nave.
ST. PETERSBURG La prima unità di produzione di vapore è stata installata in precedenza nel mese di settembre.
"Oggi abbiamo completato con successo una fase chiave della costruzione del rompighiaccio a propulsione nucleare," afferma il direttore generale del cantiere Baltic, Vladimir Bazhenov, come riportato nel comunicato stampa dell'impianto.
Arktika, la nave di classe 22220 di primo progetto e il primo rompighiaccio nucleare ad essere pienamente costruito nella moderna Russia, è stato lanciato con successo presso il Cantiere Baltic a San Pietroburgo il 16 giugno.
La sua lunghezza sarà a 173 metri(circa 570 piedi), larghezza - 34 metri (oltre 110 piedi), spostamento - 33.500 tonnellate .
La nave è dotata di due reattori RITM-200 175MWT sviluppati da Afrikantov Experimental Design Bureau della Russia per l'ingegneria meccanica (OKBM Afrikantov) e del peso di circa 180 tonnellate.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/20160920/1045522084/icebreaker-reactors-russia.html

lunedì 19 settembre 2016

LA FEDERAZIONE RUSSA E L'IMPERO DEL SOL LEVANTE COLLABORERANNO SULLO SVILUPPO AGRICOLO DELL'ESTREMO ORIENTE

Il ministro dell'Economia, del Commercio e dell'Industria Hiroshige Seko si recherà in visita a Mosca per discutere di queste proposte prima di novembre.

Il Giappone ha in programma di discutere una serie di proposte specifiche con Russia per partecipar con i suoi imprenditori allo sviluppo del settore agricolo nell'Estremo Oriente russo. Secondo il quotidiano Sankei Shimbun, il ministro dell'Economia, del Commercio e dell'Industria Hiroshige Seko si recherà in visita a Mosca per discutere di queste proposte prima di novembre.
Nell'ambito dell'accordo dovrebbe essere realizzata una nuova agenzia giapponese ad hoc per sostenere il settore privato nello sviluppo dell'agricoltura nell'Estremo Oriente russo. Si cercherà di aumentare la produzione agricola e migliorare la qualità dei prodotti che utilizzano la tecnologia giapponese, scrive il giornale. Il Giappone spera che questo programma possa contribuire a comporre la questione territoriale con la Russia che si trascina dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Fonte:http://it.sputniknews.com/economia/20160919/3384148/russia-giappone-sviluppo-estremo-oriente.html

venerdì 16 settembre 2016

L'AMMODERNAMENTO DELLA TRIADE NUCLEARE DELLA FEDERAZIONE RUSSA


Negli giorni e settimane vi sono state varie notizie sul futuro stato della triade nucleare russa. L’ambito dei piani di ammodernamento suggerisce il ruolo che le Forze nucleari strategiche della Russia giocheranno nella politica della sicurezza della Russia.
Le dimensioni della modernizzazione nucleare strategica russa sono impressionanti. Il Presidente Putin ha recentemente partecipato all’impostazione dell’Aleksandr III, settimo sottomarino lanciamissili della classe Borej dotato di 16 SLBM a testata multipla Bulava. Tre di questi battelli sono già in servizio, e saranno tutti operativi entro il 2020. Fu annunciato, inoltre, che il primo volo del bombardiere pesante PAK-DA avverrà nel 2020, e che sarà operativo entro il 2025. Nel frattempo, l’aviazione a lungo raggio della Russia riceverà diverse squadriglie di bombardieri Tu-160M2, la cui produzione riprenderà nei prossimi anni.
Lo sviluppo dell’ICBM pesante Sarmat è stato recentemente dichiarato completato, e il missile inizierà i test di lancio nel 2016 o 2017. Le capacità uniche del missile comprendono la possibilità di colpire qualsiasi bersaglio sul pianeta utilizzando più traiettorie possibili, per esempio colpire il Nord America non solo volando sul Polo Nord, ma anche con una traiettoria alternativa sul Polo Sud, rendendo irrilevanti i sistemi ABM degli Stati Uniti. La costruzione del radar di primo allarme a lungo raggio Voronezh-DM contro gli attacchi dei missili balistici continua. Infine, lo Stato Maggiore russo annunciava lo sviluppo di un sistema che permette ai missili balistici strategici di essere reindirizzati dopo il lancio, cosa finora impossibile, perché una volta scelto il bersaglio prima del lancio non c’era modo di modificare la traiettoria una volta il missile in volo.
La breve descrizione degli sviluppi in corso dimostra che la Russia persegue una sofisticata strategia di deterrenza. I relativamente piccoli ed uniformi arsenali nucleari francese, inglese e cinese possono dissuadere una sola minaccia, vale a dire l’attacco nucleare sul territorio nazionale. La varietà delle capacità della triade della Russia permette alla leadership nazionale una serie di risposte e può usarne le capacità per scoraggiare non solo attacchi nucleari contro il proprio territorio, ma anche attacchi convenzionali contro propri obiettivi militari, anche al di fuori dei confini della Russia. La Siria è un esempio di ciò che queste funzionalità significano per la Russia. Non è un caso che la richiesta di Putin di elevare la prontezza della Forza nucleare strategica al 95% si aveva quando incaricava lo Stato Maggiore Generale di distruggere ogni potenziale minaccia ad aerei o strutture dei russi in Siria. La presenza militare russa in Siria non è grande abbastanza da garantire la sopravvivenza da un attacco concertato della NATO.
Cinquanta aerei si trovano in una sola base aerea, anche se protetta da S-400, e sono ancora vulnerabili per via della posizione esposta e l’assenza di profondità strategica. La forze convenzionali russe non potevano facilmente soccorrere Humaymim in caso fosse attaccata dalla NATO. Ciò che mette al sicuro Humaymim dagli attacchi è la deterrenza credibile e flessibile.
E ciò che rende la deterrenza credibile e flessibile sono varietà e modernità dei vettori della Russia, che non si limita a dover lanciare un ICBM o SLBM a testata multipla, ma che può penetrare ogni difesa, attuale o prevista. La credibilità del deterrente nucleare della Russia è rafforzata dall’esistenza del potente deterrente convenzionale dei missili da crociera Kalibr e Kh-101. L’impiego di questi missili contro obiettivi dello SIIL era probabilmente motivato dalla dissuasione verso eventuali Paesi ostili alla presenza della Russia in Siria, dimostrando che la Russia potrà usare queste armi per reagire contro qualsiasi attacco su Humaymim.
Lo Stato bersaglio dovrebbe quindi scegliere tra riduzione o escalation, rischiando così lo scontro nucleare con la Russia. Se la Russia avesse semplicemente una forza di ICBM e SLBM, Humaymim sarebbe un obiettivo molto più allettante perché il lancio di ICBM sarebbe una risposta sproporzionata all’attacco. I piani di ammodernamento delle Forze strategiche della Russia indicano che la sua leadership prevede gli scenari in Siria e quelli futuri.

Fonte:https://aurorasito.wordpress.com/2016/09/15/la-modernizzazione-della-triade-nucleare-della-russia/

venerdì 9 settembre 2016

IL CONSIGLIO NORDICO SCIOGLIE LE TENSIONI NELLE RELAZIONI CON LA FEDERAZIONE RUSSA

I rapporti un po 'freddi tra le nazioni nordiche e la Russia, che sono state aggravate dalle restrizioni occidentali, sembrano vivere un disgelo. Un nuovo programma di cooperazione Nordic-russo è volto ad aumentare la stabilità, la sicurezza e lo sviluppo è impostato per essere svelato nel mese di ottobre.

Il programma, gestito dal Consiglio Nordico, sosterrà la cooperazione in tutti i settori di reciproco interesse Nordico-russo: da parte delle autorità locali e regionali per le istituzioni educative, organizzazioni imprenditoriali e di riflessione.
"Contiamo sulla presenza di grande interesse per il programma", ha detto Jens Nytoft Rasmussen, consulente senior presso il Consiglio Nordico dei ministri.
"L'organizzazione e la cooperazione dei partner nordici interni, così come le parti interessate esterne, possono fare domanda per i fondi dal programma. Una condizione per ricevere fondi è che ci devono essere almeno due nazioni nordiche e una parte russa coinvolte nel progetto in corso di ottenimento, " ha spiegato.
Attualmente, circa 6 milioni di DKK (più di € 900.000) sono stati stanziati per il programma, che è previsto durare fino al 2017, quando sarà valutato.
La cooperazione tra le nazioni nordiche e la Federazione Russia è stata in sordina dal gennaio 2015, quando il Ministero della Giustizia russo ha etichettato gli uffici del Nordic Council in Russia come "agenti stranieri".
In precedenza, i rapporti nordici-russo hanno subito una grave battuta d'arresto sotto forma delle incompetenti restrizioni UE imposte contro la Russia.
Di conseguenza, il Consiglio Nordico dei Ministri ha immediatamente sospeso tutte le attività in uscita dagli uffici.
In aggiunta al programma di cooperazione aperta in fase di lancio ora, il piano russo del Nordic Council si compone di tre programmi di cooperazione tematici, gestiti da un organismo di cooperazione nordica esterna. Quest'anno, sono stati avviati un programma ambientale e un programma incentrato sulla cooperazione del servizio sanitario.
Un terzo programma, per quanto riguarda lo sviluppo della società civile e dei diritti umani inizierà più tardi.
Dal 1995, il Consiglio Nordico dei Ministri ha costruito una stretta collaborazione con le regioni di nord-ovest della Russia, con la regione di Murmansk, Regione di Leningrado, Pskov Region, Repubblica di Carelia e altri.
L'obiettivo è quello di sviluppare legami più stretti fra la regione nordica e il nord-ovest della Russia, al fine di rafforzare la stabilità, la sicurezza e lo sviluppo della regione e di tenere al passo il ruolo della Russia come un partner attivo nella cooperazione regionale. La collaborazione con la Russia nord-ovest è anche considerato fondamentale nella costruzione delle regioni forti e coese del Mar Baltico e di Barents.

Il Consiglio nordico è un forum interparlamentare geopolitico per la cooperazione tra i paesi nordici, formato nel 1952. Con sede a Copenaghen, il Consiglio dispone di 87 membri eletti provenienti da Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia, nonché delle Isole Faroe, la Groenlandia e le isole Åland. Negli anni 1995-2015, il Consiglio nordico è stato rappresentato in Russia attraverso un ufficio informazioni a San Pietroburgo e quattro centri di contatto in Petrozavodsk, Murmansk, Arcangelo e Kaliningrad.

Fonte:https://sputniknews.com/politics/20160909/1045120587/nordic-council-russia-thaw.html

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog