ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta popolazione moldava. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta popolazione moldava. Mostra tutti i post

martedì 13 dicembre 2016

LA MOLDAVIA VOLTA DEFINITIVAMENTE LE SPALLE ALL'UNIONE EUROPEA

Dopo anni di flirt UE e vuote promesse, la Moldavia ora guarda verso est. Lo afferma il nuovo presidente nel Paese, Igor Dodon sta optando di creare migliori relazioni con Mosca, nel tentativo di migliorare radicalmente le condizioni di vita nel paese più povero d'Europa.

Nel mese di novembre, l'ex membro del partito comunista e attuale leader di 41 anni, socialista Igor Dodon ha vinto le elezioni presidenziali moldave del 2016 con oltre il 52 per cento dei voti. Simbolicamente, il primo viaggio all'estero di Dodon come presidente sarà quello in Russia, emblematico dell'amarezza della nazione stufa di vuote elemosine e promesse di integrazione europea, che suona oggi più come un insulto dall'UE.
"L'UE ha perso il suo gioco in questa regione. Ci alimentate solo con le sovvenzioni UE, perché non volevate che i russi fossero qui. Avete chiuso un occhio al fatto che i nostri leader sono stati fregati.", ha detto Igor Dodon al quotidiano finlandese Hufvudstadsbladet.
Le relazioni moldavo-russe si erano inacidite drammaticamente dopo che l'ex presidente corrotto Chisinau ha firmato un accordo di associazione con l'UE nel 2014.
Oggi, il pendolo oscilla verso il lato opposto. Secondo Dodon, rafforzare i rapporti con la Russia è fondamentale per l'economia moldava impoverita per evitare il collasso.
Secondo Dodon, Moldova starebbe meglio finanziariamente in quanto membro dell'Unione Eurasiatica (EAEU).
Per fare questo, Dodon, che si definisce 'pro-moldavo', piuttosto che 'pro-russo,' respinge l'accordo di associazione con l'Unione Europea, che ha intenzione di fare dopo il cambio del governo nel parlamento moldavo.
Oggi a malapena il 30 per cento dei moldavi sono a favore della UE.
"L'UE ha chiarito che la Moldavia non avrà diritto a partecipare per altri 10-15 anni. Inoltre, si vede molto bene cosa sta succedendo in Europa. Gran Bretagna se ne va, e in altri paesi stanno seguendo l'esempio", ha detto Dodon.
Nonostante i miliardi in denaro degli aiuti UE, la Moldavia è stata sprofondando nella corruzione e la povertà, come succede spesso a chi si avvicina al blocco economico.
Nel 2015, oltre un miliardo di dollari (o 20 per cento del PIL della nazione) è stato rubato da tre banche in forse la più grande rapina del secolo.
"Questo è stato il denaro che la Moldova aveva ricevuto dalla UE e gli USA per le riforme tanto richieste.
Invece, abbiamo visto il saccheggio e la rapina accompagnati da slogan pro-europei," afferma Alexei Tulbure, un ex ambasciatore delle Nazioni Unite e attuale leader della ONG Helsinki Citizens Assembly Chisinau-based.
La Moldavia è attualmente il Paese più povero d'Europa. Più di un quinto della sua popolazione vive in povertà, e l'economia del paese ha esposto una crescita negativa. Oltre un milione di moldavi (in una nazione di 3 milioni) lavorano all'estero, sia in Russia o in Europa.
Il piccolo paese si sta avvicinando lentamente ad una catastrofe demografica, con i giovani e che stanno gradualmente spostandosi fuori.
L'ascesa di Dodon al potere continua una tendenza di una maggiore fiducia nel Cremlino da parte della politica e della popolazione nel mondo occidentale.
Il presidente americano Donald Trump ammira Putin.
Il nuovo presidente della Bulgaria vuole relazioni più strette con Mosca.
In Francia, candidato repubblicano François Fillon si prevede di affrontare nazionalista Marine Le Pen (entrambi classificati come 'pro-russi' dai media francese) nelle elezioni 2017.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201612131048490806-moldova-russia-eu/

martedì 15 novembre 2016

LA MOLDAVIA CON IL NUOVO PRESIDENTE POTREBBE UNIRSI ALL'UNIONE ECONOMICA EURASIATICA


Il presidente favorevola alla Russia Igor Dodon ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali in Moldova.
Con quasi tutte le schede scrutinate, il sig Dodon, vuole ristabilire stretti legami con la Russia, ha avuto il 52.18% dei voti.
Il suo rivale, il candidato filo-europeo Maia Sandu, solo il 47.82%.
Il voto nazionale, segna la prima elezione presidenziale diretta in Moldavia per 20 anni.
Dal 1996 i presidenti di Moldova sono stati scelti dal parlamento.
Parlando poco dopo la chiusura dei seggi elettorali Dodon ha invitato la signora Sandu a preservare l'ordine pubblico e astenersi dalle proteste.
"L'elezione è finita", ha detto, aggiungendo: "Le persone hanno eletto il loro presidente." L'affluenza alle urne finale era del 53.54%.
Vincere le elezioni può essere la parte più semplice dei piani di Igor Dodon. Egli ora deve mantenere le promesse con i poteri costituzionali a sua disposizione.
Indebolirà la fazione pro-europea in parlamento per forzare elezioni anticipate e aiutare il suo Partito dei Socialisti di una maggioranza.
La Moldavia è ora dipendente da fondi UE e del FMI per aiutare a sopravvivere allo shock finanziario del "furto del secolo".
L'anno scorso, tre banche crollarono e $ 1 miliardo (£ 790m) sono (stranamente) scomparsi - pari a circa un sesto del PIL del paese.
La Moldova può permettersi di rinunciare all'assistenza finanziaria unendosi blocco dell'Unione Economica Eurasiatica - una delle principali promesse elettorali di Igor.

Fonte:http://www.bbc.com/news/world-europe-37970155

martedì 10 maggio 2016

I MOLDAVI SEMPRE PIU' FAVOREVOLI ALL'UNIONE EURASIATICA CHE ALL'UNIONE EUROPEA


Un totale di 45,3 per cento dei moldavi ha detto che avrebbe votato a favore di aderire all'Unione doganale, rispetto al 35,6 per cento che ha detto che avrebbe votato a far parte dell'UE, lo conferma l'Istituto per la Barometro di Public Policy dell'opinione pubblica.
Il restante 13,5 per cento erano indecisi, mentre il 3,1 per cento degli intervistati ha dichiarato di non partecipare a un potenziale referendum sulla questione.
Nel mese di dicembre, il 42 per cento dei moldavi ha espresso sostegno per l'adesione all'Unione doganale e il 39 per cento per l'adesione all'UE. Il supporto per l'adesione all'UE è sceso da quasi il 70 per cento nel novembre 2003 al 41 per cento in aprile.
Il sondaggio è stato condotto tra 1.143 moldavi di età superiore ai 18 il 16-23 Aprile, con un margine di errore del 2,8 per cento.
L'Unione europea ha firmato accordi di associazione con la Moldova e la Georgia in data il 27 giugno 2014, con l'obiettivo di integrare i paesi nel mercato interno dell'UE.
Nel febbraio 1995, la Bielorussia, il Kazakistan, il Kirghizistan, il Tagikistan e Russia hanno firmato un trattato che garantisce la creazione di una unione doganale eurasiatica (ECU). L'ECU trasformata in Unione economica eurasiatica fondata da Bielorussia, Kazakistan e Russia nel maggio 2014.


Fonte:http://sputniknews.com/europe/20160504/1039064520/eu-membership-loses-eurasian-union-moldova.html

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog