ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta popolazione danese. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta popolazione danese. Mostra tutti i post

martedì 25 ottobre 2016

LA REGINA DELLA DANIMARCA DICHIARA CHE IL SUO NON E' UN PAESE "MULTINAZIONALE"

In tutto il suo regno, che ha attraversato più di quattro decenni, la Regina Margrethe II di Danimarca raramente è ricorsa a discutere questioni politiche e generalmente ha evitato di esprimere opinioni in pubblico. Questa è una ragione in più per cui la sua recente critica degli sforzi di integrazione della Danimarca ha guadagnato l'attenzione nazionale.
In un nuovo libro, scritto da Thomas Larsen del quotidiano Berlingske danese e basato su interviste con la regina, Margrethe II si è rivolta su alcuni dei temi più controversi di oggi.
Secondo Margrethe II, i danesi hanno sottovalutato i problemi dell'integrazione.
Di conseguenza, questo si riflette nella sottostima democratica della Danimarca che è mancata a spiegare con successo le regole di base per i gruppi islamici, che sono pronti a sfidarli.
"Probabilmente abbiamo pensato che questo genere di cose sarebbe successo da solo. Se si camminava per le strade di Copenaghen, si beve l'acqua del rubinetto comunale e si ha preso l'autobus locale, si diventa un danese in poco tempo. E 'stato così ovvio per noi, e quindi abbiamo pensato che deve valere anche per coloro che si insediano e vivono qui. Non è così. Ora l'abbiamo imparato " conferma Margrethe II citata dal quotidiano danese Berlingske, affermando che non era una legge di natura che uno diventa un danese semplicemente rimanendo in Danimarca.
Secondo Margrethe II, uno non deve cedere a un eccesso di cortesia si deve a volte avere il coraggio di fare osservazioni guida.
"Dobbiamo lavorare con esse e si deve mettere di tanto in tanto la gente schiena contro il muro e dire: Ehi, questo qui è inaccettabile.", ha detto Margrethe II.
Le dichiarazioni della regina arrivano in un momento in cui la Danimarca si sta ancora riprendendo dai danni della crisi degli extracomunitari dello scorso anno.
Durante tutto l'anno passato, il tono politico è diventato più intenso e il concetto stesso di danesità è stato dibattuto. (Messo in dubbio)
Margrethe II ha ammesso che ora ha una prospettiva diversa sullo sviluppo rispetto ai tempi in cui l'immigrazione è decollata nel 1960 e tutti i danesi pensavano fosse persino "eccitante".
"Non possiamo far finta che svanisca da solo. E non lo farà. Molti di noi pensavano che le persone che vengono da un posto strano sono una sorta di carta assorbente che assorbe tutto di nuovo. <...> Il compito diventa più difficile, tuttavia, quando così tante persone che hanno diversi punti di vista e una particolare religione arrivano in una sola volta.
Rischiano isolando se stessi, indipendentemente dalla loro volontà ", ha avvertito Margrethe II.
La Regina ha sottolineato la scuola e l'educazione come alcune delle principali strade che i nuovi arrivati ​​potrebbero considerare e perseguire, anche se lei è andato ad ammettere che non aveva una ricetta per il successo dell'integrazione. "Se solo lo sapessi, probabilmente sarei una moglie saggia. Non è un compito facile, e io non sono una che può mettere in parole," ha ammesso Margrethe II in segno di auto-disapprovazione.
Il Ministro della Cultura danese Bertel Haarder, che in precedenza ha individuato le cinque radici dell'essere danese come l'uguaglianza, la libertà di parola, l'istruzione superiore, una nazione di lavoro e, ultimo ma non meno importante, una cultura ciclistica appassionata, si è schierato con la sua regina. "Ha descritto con precisione lo sviluppo che molti di noi sono passati attraverso. Mi ricordo di aver detto all'inizio del mio mandato di ministro dell'integrazione che il numero degli immigrati e dei rifugiati non significava così tanto, fino a quando hanno trovato lavoro. Suonava bene, ma purtroppo non era vero. E 'il numero che conta ", ha ammesso Haarder.
La prima volta che Margrethe II ha parlato della migrazione era durante il suo discorso del nuovo anno nel 1984, quando ha messo in guardia i suoi connazionali contro i nuovi venuti incontro con "una freddezza gentile" e ha chiesto un atteggiamento dal cuore.
Nel 1992, ha criticato il nazionalismo e la xenofobia suoi colleghi danesi.
Nel 2005, Margrethe II ha affermato, tuttavia, che l'Islam era un problema da prendere sul serio.
All'inizio di quest'anno Margrethe II ha dichiarato che la Danimarca "non è un paese multinazionale."

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201610251046703528-danish-queen-immigration-integration-islam/

martedì 13 settembre 2016

IL 56 PERCENTO DEI DANESI VORREBBE LASCIARE L'UNIONE EUROPEA


"Schengen e' una vera catastrofe ed e' qualcosa che fara' sparire la Danimarca dalla mappa del mondo e per questo occorre uscirne subito — ha aggiunto la Krarup la quale ha detto a chiare lettere che "l'abolizione delle frontiere danesi che vorrebbero gli estensori del Trattato di Schengen minaccia l'esistenza della Danimarca".
Ed è bene precisare subito che la deputata danese è lungi dall'essere una fan di Putin, tanto che lo accusa di essere "un despota arrogante" ma sarebbe felicissima di ricevere il suo aiuto "se servisse a distruggere la UE".
Tale dichiarazione e' importante visto che tra i due Paesi non ci sono buoni rapporti. Basti pensare che aerei militari russi si sono stati avvistati molto vicino ad aerei passeggeri danesi e per poco non si sono rischiate collisioni frontali, e se questo non bastasse l'esercito russo ha fatto delle esercitazioni in cui simulava un attacco all'isola di Bornholm, in pieno territorio della Danimarca. Ma evidentemente questi incidenti sono ben poca cosa rispetto alle minacce che arrivano dai burocrati di Bruxelles.
Effettivamente negli ultimi mesi l'opposizione alla UE nel paese scandinavo e' fortemente cresciuta, basti pensare che il 42% dei danesi vuole un referendum sulla permanenza nella UE e coloro che vogliono rimanere sono diminuiti dal 56% dello scorso novembre al 44% contro ora un 56% diventato euroscettico e quindi se oggi ci fosse un referendum di sicuro la Danimarca uscirebbe dalla UE.

Fonte:http://it.sputniknews.com/punti_di_vista/20160912/3361362/danimarca-favorevoli-alluscita-dalla-ue-al-56.html

venerdì 4 dicembre 2015

DALLA DANIMARCA UN NETTO RIFIUTO ALL'UNIONE EUROPEA

Nel referendum per una maggiore integrazione ai programmi di sicurezza dell'Unione Europea la maggioranza dei danesi vota no. Si temono ripercussioni sull'eventuale Brexit.

Con il 53% dei voti contrari la Danimarca ha deciso di mantenere intatte le eccezioni al Trattato di Maastricht negoziate nel 1993 dal governo danese, dicendo no ad una maggiore integrazione nei programmi di sicurezza dell'Unione Europea.
E' questo l'esito del referendum proposto dal governo danese di centrodestra che aveva formulato una serie di quesiti per un avvicinamento della Danimarca all'Ue, chiedendo di abbandonare alcune delle cosiddette opt out, quelle clausole che nel 1993 erano state poste alla base dell'adesione all'Unione. La conferma di queste opzioni, come il rifiuto ad adottare le regole UE in materia di sicurezza e Affari interni, rischia di far uscire il Paese dall'Europol.
Il premier Lars Lokke Rasmussen, che era stato il primo sostenitore dei quesiti referendari, ha ammesso la "sconfitta" dicendo di rispettare la decisione dei cittadini danesi. Sulle ragioni del premier, che aveva spinto per una omolagazione all'UE in tema di sicurezza per un più efficace contrasto al fenomeno migratorio, hanno prevalso quelle dei populisti cosiddetti "No Camp", che ha sostenuto la tesi del no per non dare troppo potere a Bruxelles, esponendo il Paese al rischio di maggiori flussi di migranti.

Fonte:ttp://it.sputniknews.com/mondo/20151204/1666131/ue-danimarka-voto-integrazione.html#ixzz3tN1hpeKE

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog