ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta ottobre 2016. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ottobre 2016. Mostra tutti i post

venerdì 21 ottobre 2016

IN TUTTO IL CONTINENTE EURASIATICO LE TEMPERATURE SONO AL DI SOTTO DELLA NORMA STAGIONALE


Ieri le temperature del continente asiatico sono state dappertutto al di sotto della norma stagionale, come lo sono già da parecchi giorni.
Forse si tratta del segnale di una stagione invernale che quest’anno vuole essere “forte”, e questo lo vedremo nel proseguo dei giorni, comunque già si segnalano anomalie termiche di 10-12°C al di sotto della norma stagionale sulla Russia orientale e parte del Giappone settentrionale, ma il freddo insiste anche sulla zona del Kazakistan, dove le anomalie termiche raggiungono i 10°C in meno del normale.
Il freddo, in questa occasione, si sta spingendo anche in direzione del nostro Continente.
Secondo le notizie del hmn.ru, il manto bianco varia tra i 4 ed i 10 cm di spessore su tutto lo Stato (3 cm a Semipalatinsk, 4 cm ad Astana, la capitale, dove la temperatura è rimasta sotto zero tutto il giorno).

Fonte:http://www.freddofili.it/14701-neve-kazakistan-prosegue-loffensiva-del-freddo-sul-continente-asiatico/

giovedì 13 ottobre 2016

NEVE ABBONDANTE SULLE ALPI OCCIDENTALI


La prima neve a quote medie sta cadendo sulle Alpi Occidentali, le prime a risentire degli effetti della intensa perturbazione atlantica in arrivo sulla nostra Penisola.
Il cuscino freddo al suolo, sta favorendo la neve anche a quote medie, abbastanza insolite per le metà di Ottobre(fin verso i 1200 metri di altezza).
Nelle immagini, la nevicata in atto a Courmayeur, a Limone Piemonte, al Santuario di Sant’Anna di Vinadio, a Carnino Inferiore (1380 metri di altezza), in Val Pellice, in Piemonte, ed a Pila, in Valle d’Aosta.


Fonte:http://www.freddofili.it/14648-neve-sulle-alpi-occidentali-anche-abbondante/

venerdì 7 ottobre 2016

DURO INVERNO ANTICIPATO IN CANADA, RAGGIUNTI NUMEROSI RECORD


Già dallo scorso mese di Agosto si profilava una situazione di Vortice Polare in discesa verso le zone dell’ovest canadesi.
Adesso, in questo inizio del mese di Ottobre, il Vortice Polare ha innescato un duro cambiamento del meteo nel Nord America, in particolare all’intero Canada, che sta vivendo l’arrivo del freddo e della neve in notevole anticipo rispetto alla norma stagionale.
Duramente colpito lo stato canadese del Saskatchewan, dove sono caduti 40 cm di neve in 24 ore a Cypress Hills Park, secondo le notizie della cbc canadese, mentre la città di Saskatoon, la principale dello Stato, ha visto 11 cm di neve, “doppiando” un precedente record di 5,6 cm che risaliva al 5 Ottobre 1916.
Nel New Brunswich, le temperature hanno raggiunto, lo scorso 04 Ottobre, un valore di -3,3°C a Grand Manan, la temperatura più bassa mai raggiunta in questo giorno dell’anno dal 1883 ad oggi.
Diversi altri record di freddo precoce in Ottobre sono stati battuti in Newfoundland, Labrador, ed altre zone canadesi.

Fonte:http://www.freddofili.it/14594-freddo-nevicate-canada-numerosi-record-abbattuti/

lunedì 3 ottobre 2016

AUMENTANO LA PROBABILITA' DI ONDATE DI ARIA FREDDA SUL NORD EUROPA


Uno degli indici che maggiormente viene utilizzato per la valutazione dell’andamento del tempo in Europa e Nord America durante la stagione invernale è quello dell’AO, Oscillazione Artica, la cui influenza è determinante nell’influenza del clima su queste zone nei mesi più freddi dell’anno.
L’AO, oscillazione artica, è sostanzialmente la differenza di pressione tra le latitudini Artiche e le latitudini medie dell’emisfero settentrionale (quelle tra il 37 ed i 45° di latitudine)
Quando l’AO è in fase positiva, il Vortice Polare è forte e tende a dirigere verso il nostro Continente correnti occidentali miti, con una stagione invernale complessivamente calda.
Se invece l’AO è in fase negativa, il Vortice Polare è debole e frammentato, tende a dividersi ed a portare forti ondate di freddo fino alle medie latitudini.
Ebbene, tale indice è visto crollare fino ad un valore di -4, nei prossimi giorni, che è un valore bassissimo e vicino ai limiti che vengono normalmente raggiunti.

Questo vuol dire anticicloni relegati alle alte latitudini artiche e depressioni invece alle latitudini più basse, e quindi ondate di freddo che potrebbero essere di lunga durata sul nostro Continente, visto che tale indice permarrà fortemente negativo almeno fino a metà ottobre.
Questo cambiamento del tempo è stato improvviso e piuttosto inaspettato, visto che sono molti mesi che tale indice oscilla attorno a valori in prevalenza positivi.
Sono queste le situazioni che determinano le massime ondate di freddo durature sperimentate in passato dalla nostra Penisola (in particolare l’inverno 1962-63), ma ora siamo nella prima decade di ottobre, quindi gli effetti principali consisteranno in un forte abbassamento termico e la probabile prima neve sulle cime appenniniche.

Fonte:http://www.freddofili.it/14566-indice-ao-crollo-verso-un-valore-4-ondate-freddo-arrivo-sulleuropa/

giovedì 29 settembre 2016

QUEST'ANNO IL FREDDO IN TURCHIA E' ARRIVATO ESTREMAMENTE IN ANTICIPO


E’ arrivato molto presto quest’anno il freddo sulla Turchia, che, nei giorni passati, ha visto anomalie termiche anche di 10-12°C al di sotto della norma.
E’ ben visibile dalla mappa seguente la circolazione fredda che ha investito l’Europa Orientale ed il Mar Nero, ma anche la nostra Penisola, che presenta temperature al di sotto della norma.
Nelle vallate abruzzesi la notte del 25 scorso si sono verificate delle importanti gelate: -2,7°C la minima misurata sull’Altopiano delle Cinque Miglia, -0,3°C a Rocca di Mezzo, zone aquilane a circa 1250 metri di quota.
Tornando alla Turchia, la neve ha ammantato la zona di Erzurum, sulla Turchia orientale, città situata a circa 1900 metri di quota, come mostrano le foto seguenti.
Nella provincia di Rize sono caduti oltre 40 cm di neve a 1700 metri di quota.
Il freddo si è esteso anche al Medio Oriente settentrionale.

Fonte:http://www.freddofili.it/14519-neve-freddo-turchia-erzurum-candido-manto/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog