ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta idrocarburi vulcanici. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta idrocarburi vulcanici. Mostra tutti i post

martedì 12 gennaio 2016

SICILIA: NUOVI VULCANI DI FANGO IN ERUZIONE


Quattro nuovi vulcani di fango si sono formati il 7 gennaio alle 07:30 a Paterno, via Salé, nel cortile di una casa privata.
Un rumore come bollente ha attirato l'attenzione dei residenti a pochi passi dalle Salinelle dei Cappuccini e si sono trovati di fronte ad una colata di fango in due ore, che si è sviluppata su un'area di 200 metri in pendenza della strada.
I vigili del fuoco sono intervenuti e i servizi comunali per consentire l'accesso a un alloggio e costruire un tubo per drenare eventuali nuovi smottamenti.
Il flussi si sono interrotti il 9 gennaio.

In passato, l'attività di Salinelle ha già prodotto all'esterno dei siti noti come Salinelle dei Cappuccini e Salinelle del Fiume.
Lo scorso agosto, tre vulcani di fango si erano formati nella zona di Sami.
Questo evento di vulcanismo secondario denominato "Salinelle", è caratterizato da crateri di fango, e l'emissione di anidride carbonica, metano e gas legati a eventi vulcanici.


Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/01/the-salinelle-of-paterno-erupting.html

giovedì 19 novembre 2015

SCOPERTO VULCANISMO ATTIVO SU PLUTONE


I geologi hanno fatto una scoperta eccezionale sul complesso dal nome informale Wright Mons analizzando le nuove immagini scaricate da New Horizons della NASA.
Hanno combinato le immagini della superficie di Plutone per la produzione di mappe 3D che mostrano due montagne, Wright Mons e Piccard Mons, che sembrano essere vulcani di ghiaccio, ciascuno di più di 160 km di larghezza e alto quattro chilometri.
A differenza dei vulcani sulla Terra che seruttano roccia fusa, i vulcani di ghiaccio di Plutone si pensa siano in eruzione con un impasto fuso di sostanze come acqua ghiacciata, azoto, ammoniaca e metano.
Gli scienziati di New Horizons sottolineano che l'interpretazione della squadra di queste caratteristiche vulcaniche è ancora provvisoria.
"Si tratta di grandi montagne con una grossa caldera nel loro vertice, e sulla Terra generalmente significa una cosa - un vulcano", ha detto il dottor Oliver White, uno scienziato del Centro di Ricerca Ames della NASA a Moffett Field, in California.
La depressione al vertice si sarebbe probabilmente formata attraverso il collasso della superficie sovrastante quando il materiale esplose da sotto.
La strana consistenza corrugata dei fianchi della montagna si pensa si tratti di colate vulcaniche che hanno scivolato giù dalla vetta sulle pianure al di là.
La scoperta di vulcani recentemente attivi su Plutone ha sollevato importanti interrogativi sull'evoluzione geologica e atmosferica del pianeta nano.
Gli scienziati stanno cercando di determinare ciò che sta generando il calore necessario per consentire la recente attività geologica su Plutone.
Anche se Plutone e la sua luna più grande, Caronte, orbitano una intorno all'altra come un sistema binario, gli scienziati calcolano che le forze di marea gravitazionale non è abbastanza forte da portare i ghiacci interni a sciogliersi e eruttare.
Ora sospettano che il decadimento di elementi radioattivi presenti in natura nel centro di Plutone possano essere la fonte di calore per continuare l'attività geologica del pianeta nano.
La prova di cryovolcanismo è stata vista in altri mondi in tutto il sistema solare, tra cui su Enceladus, un satellite di Saturno, e i vulcani di azoto sulla luna di Nettuno, Tritone.
New Horizons è diventato la prima sonda a visitare il sistema di Plutone il 14 luglio.


Fonte:http://www.abc.net.au/news/2015-11-16/ice-volcanoes-discovered-pluto-kuiper-belt/6938648

mercoledì 12 agosto 2015

SALINELLE DI PATERNO' IN FASE DI INTENSA ATTIVITA'


Salinelle di Paternò super attive, con una intensità tale che non si manifestava da diverso tempo. Sono almeno una quindicina i vulcanetti aperti, alcuni con un diametro di larghezza di quasi tre metri per una profondità di almeno due metri. L’area interessata è quella antistante il velodromo, le cosiddette Salinelle dello stadio, anche se rispetto al recente passato si sono aperte fessure o vulcanetti più a est rispetto alla zona tradizionale.
Secondo gli esperti, l’intensa attività delle Salinelle potrebbe essere collegata all’azione dell’Etna, il quale da circa tre giorni è oggetto di una attività di degassazione. «L’attività presente alle Salinelle indica un aumento dei gas in profondità», afferma Orazio Caruso, geologo e grande conoscitore dell’area. «Un segnale di grande vivacità del nostro territorio; una indicazione di una ricarica profonda del sistema magmatico etneo. La temperatura delle Salinelle è variabile - prosegue - può andare dai 19 gradi fino a 42 gradi».
Il geologo entra nel dettaglio sull’evoluzione del fenomeno: «Mi sono messo in contatto con i colleghi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, i quali nei prossimi giorni potrebbero essere in zona proprio per esaminare da vicino la loro evoluzione». Un sopralluogo tecnico che potrebbe fornire dati interessanti. «È stato dimostrato che quando nel gas delle Salinelle viene intercettato l’Elio 13 significa che sta per arrivare un’eruzione dell’Etna - spiega Orazio Caruso - vedremo se dall’esame che i colleghi potrebbero effettuare riusciranno a rintracciarlo. I gas delle Salinelle, comunque, sono sempre precursori di ciò che accade sul vulcano».
A partire dal 1999 è stata osservata una intensa attività eruttiva che ha quasi sempre preceduto, di qualche mese, le eruzioni vulcaniche dell'Etna (1999, 2001, 2002, 2004 e 2006). In queste occasioni sono stati eruttati notevoli quantità di fango caldo (30 - 40 °C) che hanno creato nell'estate del 2006 ingenti danni ai vicini agrumeti.


Fonte:http://www.thedayafterjournal.com/2015/08/salinelle-di-paterno-in-fermento-letna.html

lunedì 10 agosto 2015

SCOPERTI VULCANI ATTIVI SU PLUTONE


Secondo i dati raccolti dalla sonda New Horizons, dicono gli scienziati che Plutone è probabile possieda acqua gelata, geyser e vulcani.
Le montagne di ghiaccio sono alte 11.000 piedi, e la superficie del pianeta non possiede un unico cratere da impatto, indicando che è molto giovane. Ci vorranno 16 mesi per tutti i dati raccolti dalla sonda New Horizons da inviare sulla Terra.

Ancora un'altra sorprendente scoperta sarebbero le eruzioni vulcaniche di materiale gassoso come acqua, ammoniaca e metano su Plutone.
E' stato chiaramente osservata un'elevata percentuale di metano nella calotta glaciale di Plutone.

«Abbiamo appena appreso che nella calotta polare del polo nord,è composta di ghiaccio di metano diluito in una spessa lastra trasparente di ghiaccio di azoto con conseguente forte assorbimento di luce infrarossa," ha confermato il co-ricercatore Will Grundy, di Lowell Observatory, in un comunicato stampa.


Fonte:http://uk.businessinsider.com/pluto-ice-mountains-geysers-volcanos-nasa-2015-7?r=US&IR=T

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog