ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta estate 2015. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta estate 2015. Mostra tutti i post

martedì 6 ottobre 2015

SETTEMBRE FREDDO DA RECORD IN GERMANIA E INGHILTERRA


Davvero un mese di Settembre tutt’altro che estivo sull’Europa Centrale e sulle Isole Britanniche, dove le temperature sono rimaste al di sotto della norma mensile.
In Inghilterra Centrale la media delle temperature elaborate dal Meteoffice mostrano un valore di +12,6°C, che corrisponde ad uno scarto dalla norma di -1,0°C.
Si tratta addirittura del valore più basso in Settembre dal 1993.
A partire dal mese di Maggio, le temperature inglesi hanno mostrato scarti termici negativi rispetto alla norma, molto probabilmente grazie alla presenza di acque molto fredde in Nord Atlantico proprio in prossimità delle Isole Britanniche.
Ma anche in Europa Centrale lo scorso Settembre è stato piuttosto freddo: stando alle medie elaborate dal DWD (Servizio meteorologico tedesco), le temperature in Germania hanno presentato uno scarto di -0,5°C rispetto alla norma 1981-2010.
La mappa sottostante mostra come il Settembre 2015 sia stato decisamente più freddo del normale sull’Europa Centrale ed Occidentale.

Grafico da Weatherbell.com


Fonte:http://freddofili.it/2015/10/05/settembre-freddo-in-germania-ed-inghilterra-il-piu-freddo-dal-1993/

lunedì 21 settembre 2015

STATI UNITI: I GHIACCIAI DEL MOUNT BAKER SONO DECISAMENTE PIU' VASTI OGGI CHE NEL 1950


"Foto e mappe dimostrano che tutte le calotte glaciali del Monte Baker sono significativamente più ampie oggi di quanto non fossero nel 1950 ", afferma il geologo Dr. Don J. Easterbrook.
Non solo i ghiacciai sono più grandi oggi che nel 1950, alcuni hanno recentemente iniziato ad avanzare, conferma Easterbrook, emerito professore di geologia presso Western Washington University.
"Pochi giorni fa, ho acquisito le immagini fotografiche satellitari e aeree del periodo 2013-2015 e alla verifica di attività recente dei ghiacciai Mt Baker sono stato sorpreso di scoprire che i ghiacciai Coleman e Roosevelt avevano cominciato ad avanzare nel 2013 e persistevano nel 2015", dice Easterbrook .
"L'anticipo è piccolo, ma è significativo perché segna un cambiamento dalla recessione terminale di anticipo."

Il confronto della posizione del capolinea del ghiacciaio Roosevelt prese direttamente dalle mappe topografiche USGS del 2014 (linea blu) e il 1952 (linea verde) mostrano che entrambi i ghiacciai sono più estesi oggi di quanto non fossero nel 1952.

Il confronto della posizione del capolinea del ghiacciaio Deming preso direttamente dalle mappe topografiche USGS dal 2014 (linea blu) e il 1952 (linea verde) mostrano che il ghiacciaio era più estesa nel 2014 di quanto non fosse nel 1952.

Il confronto della posizione del capolinea del ghiacciaio Boulder preso direttamente dalle mappe topografiche USGS. Il ghiacciaio è ormai più di un chilometro downvalley dalla sua posizione 1952. Linea blu 2014. linea verde 1952.
"Tutti gli altri ghiacciai del Monte Baker mostrano la stessa cosa " conclude Easterbrook. "Sono tutti più estesi di quanto non fossero nel 1952.
Certamente l'avanzamento dei fronti glaciali è un fenomeno sempre più diffuso in diverse aree degli Stati Uniti.


Fonte:http://iceagenow.info/2015/09/glaciers-advancing-on-mt-baker-washington-says-renowned-geologist/

giovedì 10 settembre 2015

L'INVERNO COMINCIA AD AVANZARE NEL CONTINENTE AMERICANO


Dopo vari tentativi ben riusciti, di improvvisate nevicate “estive” (come a Calgary, o nell’Idaho), stavolta sembra iniziare a prendere piede la stagione fredda nord americana.
Una massa di aria fredda, dovuta al Vortice Polare che inizia ad insidiarsi stabilmente sul Canada Settentrionale, provocherà le prime intense nevicate sul lato nord occidentale, dall’Alaska al Canada settentrionale, ma anche più a sud lungo i rilievi montuosi.
La mappa indica le precipitazioni nevose previste dal modello matematico GFS, per i prossimi sette giorni.
Da notare le abbondanti nevicate previste anche sulle regioni artiche canadesi e polari, insomma, la stagione invernale sta cominciando a fare molti passi in avanti.

Fonte:http://freddofili.it/2015/09/10/comincia-a-prendere-piede-linverno-in-nord-america/


LA PARTE CENTRALE DEGLI STATI UNITI SPROFONDA NELL'INVERNO


Le temperature sono fortemente calate in seguito all’arrivo di una massa d’aria fredda dall’Artico e dall’Alaska, e, nelle giornate del 05-06 Settembre, è nevicato su molte zone dell’Idaho ed in parte sul confine del Montana.
La neve è caduta, con accumuli fino ad oltre 15-18 cm di spessore, sulla Salmon-Challis National Forest, e sulle montagne attorno a Mill Creek Summit.
Le temperature sono scese al di sotto dello zero fino a circa 1500 metri di quota.
Questa ondata di freddo segue quella che ha causato la nevicata di Agosto a Calgary, e, forse, sono un “segnale” di una nuova e rigida stagione invernale statunitense.
Anche lo scorso anno, infatti, nevicate precoci di settembre segnarono l’inizio di una stagione eccezionalmente fredda, con il record storico di neve a Boston!
Mentre il NOAA nega questa eventualità a causa del fenomeno del Nino, l’Old Farmer Almanac (una sorta di Frate Indovino statunitense) afferma con forza questa evoluzione invernale.
Foto da weather.com.


Fonte:http://freddofili.it/2015/09/08/inverno-sulla-parte-centrale-degli-stati-uniti/

sabato 5 settembre 2015

GROENLANDIA: L'INVERNO POLARE E' UFFICIALMENTE INIZIATO, PERMAFROST E CALOTTA GLACIALE IN CRESCITA

L'inverno polare artico 2015/16 con permafrost a nord di 80 ° N è iniziata in tempo, le temperature medie sono attualmente a -2 ° C e quindi la media di lungo periodo:

Il grafico mostra l'andamento delle attuali temperature medie nella regione artica a nord dell'80 ° N (linea rossa) rispetto alle temperature medie pluriennali (linea verde). "Temperature giornaliere medie per l'area artica a nord del 80 ° nord parallelo, tracciata con il quotidiano I valori sono calcolati a partire dal periodo 1958-2002. "

L'Artico a nord di 80 ° N nel 2015 era per lo più al di sotto della temperatura media in primavera e in estate per un inverno relativamente "mite".
Decisamente più rigido è stato per il totale 2015 finora in Groenlandia / NO-Canada / Nord Atlantico, come lo sono le zone blu delle deviazioni negative 1 gennaio-23 agosto 2015:

Il freddo continuo ha favorito l'aumento di volume delle lastre di ghiaccio in Groenlandia dal 1 ° settembre 2014 al agosto 2015 con il bilancio di massa cumulativa del Servizio Meteorologico Danese dimostratosi impressionante:

Il corso della stagione 2014/2015 del cumulativo in giga-tonnellate dal 2014/01/09 mostra un aumento di massa (in basso grafico) da in precedenza circa 200 gigatonnellate, o 200 chilometri cubi (1 GT corrisponde a un 1 km³ o 1 miliardo di cubi metri):

La Groenlandia sta guadagnando massa e volume glaciale.


Fonte:https://wobleibtdieglobaleerwaermung.wordpress.com/2015/08/26/der-arktische-polarwinter-hat-begonnen-dauerfrost-noerdlich-80n-groenlandeis-waechst-2015-kraeftig/

IL GELIDO NORD ATLANTICO

I residenti in Svezia non possono ricordare di aver visto così tanta neve nel mese di agosto dal 1960.
Gli abitanti del villaggio non ricordano ci sia mai stata così tanta neve in questo periodo. "Avrebbe dovuto essere passata ora, ma non lo è.» «C'è più neve che terra nuda ."
I media non hanno interesse giornalistico di parlare di ciò che è accaduto su una vasta regione del Nord Atlantico che si estende dalla Groenlandia alla Grande Britannia, e in tutta la Scandinavia.
L'estate fredda che ha colpito soprattutto l'Europa settentrionale e occidentale nel 2015 ha portato accumuli di neve da record sulle montagne che circondano la svedese stazione di sport invernali "Klimpfjäll" nella parte più meridionale della provincia Lapponia.
Una situazione molto particolare, confermano i residenti della zona.
L'autunno si avvicina, e la neve non si è ancora ritirata dalle montagne.
Gli abitanti dei villaggi in Klimpfjäll non possono ricordare che ci sia mai stata così tanta neve in questo periodo.
'Ho arato questo fin dagli anni '60 e tutta questa neve non è mai stata lì. Avrebbe dovuto essere passata ora, ma non lo è ', dice Agne Eliasson.
Il manto nevoso in bassa montagna dovrebbero normalmente essere sparito.
Naturalmente il freddo agosto non si limita alla Scandinavia.
L'Islanda ha visto la sua più fredda estate in 20 anni.
In precedenza NTZ riferiva che l'Islanda aveva sperimentato una delle sue estati più fredde in 20 anni.
Il meteorologo del Met Office Páll Bergþórsson sospettava già in aprile 2015 che questo non è un evento isolato, ma l'inizio di un periodo freddo significativo.
Aspettiamo che questo abbia importanti implicazioni sulla banchisa artica negli anni a venire.
Anche l'Irlanda e l'Inghilterra stanno vivendo un periodo particolarmente fresco.
Paul Homewood ha riferito al suo sito che l'Irlanda e la Gran Bretagna stanno vivendo una fresca estate del 2015.La Gran Bretagna ha visto alcune delle più fredde notti di luglio in molti anni.
L'Inghilterra del sud ha visto un livello basso di notte di solo 1 ° C, che è stata la più fredda temperatura misurata mai osservato il primo di agosto.
La Scozia ha visto "cappelli, sciarpe e guanti" - nel mese di luglio!
Il quotidiano The Scotsman riferisce di "cappelli, sciarpe e guanti nel mese di luglio in una delle estati più tristi a memoria d'uomo. E aggiunge: "E 'la seconda volta che è stata prevista neve in questo mese neve". Ricordate, è il picco della stagione estiva!
Purtroppo i dati non supportano l'idea che si tratta di meri sviluppi meteo temporanei.
Piuttosto gli esperti avvertono che potrebbe essere l'inizio di un modello di freddo sgradevole, con gravi conseguenze per l'Europa.
Per anni un certo numero di meteorologi e esperti del clima hanno messo in guardia che l'indice AMO stava iniziando la sua fase di raffreddamento e che questo avrebbe inaugurato temperature più fredde.
I dati di temperatura del Nord Atlantico della superficie del mare sono stati preoccupanti.
Essi mostrano che giugno e luglio del 2015 hanno visto la temperatura più bassa in 14 anni:

Se ragioniamo con realismo e razionalità dobbiamo aspettarci una tendenza di anni freddi.


Fonte:http://notrickszone.com/2015/08/22/the-north-atlantic-ice-age-no-one-wants-to-acknowledge-record-snow-in-sweden-in-august-never-seen-so-much-snow-at-this-time/#sthash.H8tCfRdU.dpbs

LA FREDDA ESTATE INGLESE E SCANDINAVA CONTRASTA CON QUELLA SUD EUROPEA


Particolarmente fredda lo è stata in Scozia, che ha visto anche diverse gelate estive e nevicate sui rilievi, tanto che diversi grossi nevai si sono formati o ingranditi sulla zona del Cairngrom, ed in Irlanda, che ha visto raramente temperature degne di una stagione estiva.
Nondimeno ha fatto molto freddo sulla Scandinavia, dove, in Svezia, non avevano mai visto così tanta neve residua nel mese di Agosto.
Anche i residenti più anziani di varie montagne circondate con un'altitudine di oltre 1400 metri fino a quasi 1600m dalla stazione sciistica non ricordano di aver visto dal 1960 queste ampie aree di neve e neve record di profondità ad agosto.
La foto seguente riguarda il villaggio svedese di Klimpfjäll, dove le montagne sono cariche di neve, fatto mai ricordato a memoria d’uomo, così come in molte località della Norvegia, dove, a questo punto, le nuove nevicate autunnali potrebbero sovrapporsi alla vecchia neve residua.

Nella mappa tratta da weatherbell, si mostrano le anomalie termiche dell’Estate 2015, con il freddo che ha avvolto la fascia settentrionale europea.

Fonte:http://freddofili.it/2015/09/03/estate-inglese-e-scandinava-fanno-da-contraltare-alla-calda-estate-centro-europea/

martedì 1 settembre 2015

STATI UNITI: L'ESTATE 2015 E' STATA L'ENNESIMA DELLE MENO CALDE SULLE REGISTRAZIONE STORICA


L'estate meteorologica è finita. Per il terzo anno consecutivo, il numero delle 100 reistrazioni di laurea e la loro estensione areale erano vicine ai minimi storici negli Stati Uniti.
La frequenza di 100 F° gradi giornalieri negli Stati Uniti è diminuita del 40% nel corso dell'ultimo secolo.
Meno del 3% delle letture erano oltre 100F, rispetto a oltre il 15% nel 1936.

Allo stesso modo, la percentuale di 90 F° gradi giornalieri è anche qui crollata, e vicino a minimi record.

Poco più del 25% delle stazioni ha raggiunto i 100 gradi F ° in qualche momento durante l'estate, rispetto al 75% nel 1936.
L'area di che raggiunge i 100 gradi F° è in calo del 30% nel corso dell'ultimo secolo.

Gli Stati Uniti stanno diventando più freschi.

Fonte:https://stevengoddard.wordpress.com/2015/09/01/summer-2015-was-one-of-the-least-hot-on-record-in-the-us/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog