ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta colpo di stato. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta colpo di stato. Mostra tutti i post

martedì 14 febbraio 2017

LO SPETTRO DEI MAIDAN "PRO-EUROPEI" INFESTA NUOVAMENTE L'EST EUROPA


Durante la visita del Primo Ministro ucraino a Bruxelles, il 10 febbraio, Juncker, il presidente della Commissione europea, non eletto dal popolo della UE, ha concesso 600 milioni al regime di Kiev. Anche se meno di una settimana prima, l'esercito ucraino ha effettuato le peggiori bombardamenti contro la Donbass e la popolazione civile, questa entità tecnocratico dà i soldi ad un regime corrotto Nel mese di dicembre, l'"Europa" ha persino sanzionato la Grecia, perché ha pagato uno stipendio tredicesima a persone che ricevono una piccola pensione, due mesi più tardi, la stesso "Europa" dà i soldi ad un regime che bombarda i civili e ha duramente ridotto alla fame il popolo ucraino.
L'ultima frase del comunicato nel corso dell'ultimo collegamento citato la dice lunga sul tradimento di un dittatore nato da un colpo di stato sostenuto dagli Stati Uniti / Canada e l'Unione europea. L'anno scorso, Poroshenko, responsabile dei bombardamenti civili del Donbass, nello scandalo delle carte di Panama è stato citato per nome, come ogni oligarca corrotta.
Il dittatore aveva un conto in questo paradiso fiscale per nascondere le sue fortune.
Mentre ha promesso di vendere le sue aziende per evitare conflitti di interesse ha continuato a raccogliere milioni durante l'applicazione delle riforme imposte da organismi internazionali a chiedere prestiti che il popolo ucraino avrebbe dovuto pagare con costante declino nellloro tenore di vita (diminuzione dei salari, l'aumento del costo della vita).
Chiaramente gli organi politici che controllano l'Unione Europea hanno interesse anche di mantenere la loro influenza sul territorio ucraino, governato tale personaggio.
In questo modo sembra che il regime ucraino sia pronto ad attaccare nuovamente le Repubbliche di Donetsk e Lugansk.
Mantenere una forza d'assalto di circa 100.000 mercenari arruolati con la forza ai blocchi di partenza di una linea di superficie attiva per mesi e anche anni, ma senza commettere nulla di veramente decisivo è semplicemente impossibile e anche suicida per qualsiasi Paese soprattutto se, come l'Ucraina, ha già subito un grave collasso socio-economico e una grave crisi politica.
Per 2 anni e mezzo, nonostante un affondamento generale, il governo di Kiev continua a mantenere in modo efficace la propaganda di una invasione russa nel Donbass, e soprattutto ribattezzare l'esercito di mercenari una "Operazione speciale antiterrorista" (ATO), che è formalmente avviata contro di esso e che sembra hanno ormai raggiunto l'apice del suo schieramento offensivo intorno alle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk.
In effetti, il rafforzamento operativo dell'esercito ucraino nella prima linea di Donbass, è hiniziata lentamente agli inizi 2016 e sembra essere completata oggi.
Kiev ha schierato più vicino alle linee territoriali delle repubbliche un forte sistema temporale di 90 000 uomini per l'attivazione in diversi settori dei principali attacchi frontali.

La distribuzione ucraina si articola in quattro forze distinte: 3 gruppi separati Tactics ( "OTG Mariupol", "OTG Donetsk", "Lugansk OTG") e uno in prima linea "riserva operativa" distribuito verso la parte posteriore della parte anteriore.
Ognuna di queste forze ha una forza lavoro complessiva simile di circa 16 a 17.000 uomini, sostenuta da una forza corazzata di circa 80 a 100 carri armati, 500 veicoli da combattimento di fanteria, 40 lanciarazzi multiplo ( LRM), 260 pezzi di artiglieria pesante e colpi di mortaio, 300 sistemi d'arma anticarro, e poco meno di 400 sistemi di difesa aerea.
Le forze ucraine sono organizzate intorno a diverse brigate di armi che sono sparsi in tratti regolari e uguali di più di 300 chilometri dalla linea del fronte.
In una brigata di fanteria troviamo unità motorizzate su BTR, su BMP meccanizzata, ma anche il supporto di blindati e unità di artiglieria integrati.
Dobbiamo aggiungere a queste unità da mischia:
-3 brigate di artiglieria (dotati principalmente obice 152 millimetri) e la cui unità possono sia essere sostenuti supporto di fuoco massiccia, o costruire il sostegno brigate di fanteria.
-2-3 piccole unità navali nella zona mare di Mariupol,
-60 forti gruppi di forze speciali come "DRG"
-1 gruppo aereo di bombardieri da combattimento e elicotteri d'attacco (5 squadroni di caccia per un totale di: 9 24 Sukhoi, Sukhoi 15 25 10 Mig 29, 11 Sukhoi 27 e 3 squadroni di elicotteri: 9 e 8 MI8 MI24 )
Oggi Kiev è come un arciere che ha fasciato la sua arma e non può attendere a lungo senza rischiare di esaurirsi completamente.
E' evidente che il regime sta preparando una nuova offensiva paragonabile a quelle del 2014-15.
Viene quindi da chiedersi come userà quei seicento milioni di euro sprecati dalla Comissione Europea.

Un'altro fronte caldo arriva dalla Romania, dove da alcuni giorni, alcune migliaia persone si sono unite in piazza per forzare il presidente romeno alle dimissioni.
All'inizio sembrava che tali proteste avessero come scopo di chiedere il ritiro di una legge che depenalizzava chi coinvolto dalla corruzione, ma successivamente hanno continuato chiedendo addirittura le dimissioni del premier romeno.
Da un punto di vista economico non ci sono reali ragioni perchè un numero così alto di individui scenda in piazza per protestare, nemmeno con il decreto sulla corruzione nelle quale i cittadini non sarebbero stati in alcun modo stati coinvolti nella vita di tutti i giorni.
Tuttavia osservando i dati economici della Romania che ha ancora la sua moneta nazionale, si comprende che proprio per questo fatto costituiva un problema per quei Paesi dell'eurozona, proprio a causa della sua solida economia che gradualmente sarebbe arrivata a rendere tale Paese un concorrente della Germania senza la moneta unica.

La Romania ha fatto registrare uno dei tassi di crescita più vigorosi di tutta l'unione europea nel 2016, con un incremento del 4,8% del Prodotto interno lordo, secondo una prima stima dell'Istituto di statistica. Si tratta del tasso di crescita più alto nel Paese dal 2008, anno in cui si assestò all'8,5%, prima di una severa recessione legata alla crisi finanziaria internazionale.
Secondo gli analisti, questo incremento - conforme alle attese - dovrebbe porre la Romania in testa ai 28 Paesi membri dell'Unione in termini di crescita nel 2016.
Dopo l'incremento del 3,9% del Pil nel 2015, la cresciat in Romania è stata sostenuta dalla domanda interna, stimolata da un ribasso della tassa sul valore aggiunto, passata dal 24% al 20%.
Nel quarto trimestre, l'economia romena è crescita dell'1,3% in rapporto ai tre mesi precedenti e del 4,8% sull'anno.
E' chiaro che un Paese così benestante non dovrebbe avere proteste verso un governo che ha portato la nazione ad essere delle maggiori economie dell'Unione Europea, d'altro canto sorprende che queste proteste se fossero realmente spontanee come dichiarato non nascano nei Paesi che economicamente sono il fanalino di coda in Europa a causa dell'incompetenza e della presenza di una serie di governi mai realmente eletti come l'Italia.
L’Italia è ultima nella crescita di tutti i Paesi dell'Unione Europea.
Non ci sono solo la peggior crescita d’Europa e una disoccupazione che non scende sotto l’11,6% (nel 2017).
Il deficit sarà al 2,4% del Pil nel 2017 e le stime prevedono un rialzo al 2,6% l’anno prossimo. In aumento anche il debito pubblico: dal 133,1% stimato in autunno al 133,3% finito nelle tabelle diffuse ieri. Questo a causa delle “risorse usate per sostenere il settore bancario e gli investitori al dettaglio”.
Nonostante è probabile che le proteste non abbiano successo in Romania, nel remoto dei casi che il governo romeno si dimettesse e venisse sostituito da uno più "europeista", la Romania finirebbe sulla falsariga dell'Ucraina.
Fortunatamente però questa non è una stagione fertile per i consensi europei.





martedì 29 novembre 2016

STATI UNITI: PRIMI TENTATIVI DI SABOTARE IL SUCCESSO DELLE ELEZIONI?


Un alleato di lunga data del presidente eletto Donald Trump dice che la campagna di Clinton di unire gli sforzi per un "riconteggio" raccontano che aumenta le possibilità di Hillary Clinton di fronte a procedimenti penali.
"Penso che Hillary aumenta le sue possibilità di azione penale, agendo in questo modo", ha detto Roger Stone su Newsmax TV "The Steve Malzberg Show".
Marc Elias, consigliere generale della campagna di Clinton, ha annunciato questo fine settimana che gli analisti del team Clinton avrebbero preso parte agli sforzi raccontano i Verdi, pur avendo trovato alcuna prova di sabotaggio delle elezioni.
Stone ha accusato i liberali di ipocrisia, citando la loro critica sulla vittoria di Trump per esitando a impegnarsi ad accettare il risultato delle elezioni presidenziali.
"Ora, lo spettacolo è improvvisamente l'altro piede. Ora, improvvisamente, [il candidato presidenziale del Partito dei Verdi] Jill Stein, che non riusciva a sollevare due centesimi, oggi ha raccolto $ 5,5 a $ 7 milioni dollari ".
Stone ha poi accusato che Clinton e il boss miliardario democratico George Soros sta finanziando gli sforzi di Stein, senza fornire prove per le sue affermazioni.
"Dobbiamo presumere che questo è denaro corrotto di Soroso o di Hillary", ha detto senza ulteriori precisazioni.
La Commissione Wisconsin delle Elezioni ha annunciato di voler intraprendere uno sforzo del riconteggio dopo richieste separate da Stein e i riformatori candidati Rocky De La Fuente.
Trump ha fatto saltare lo sforzo del riconteggio, promettendo che "nulla cambierebbe" dopo tempo e denaro sprecato.
Stein sta comunque premendo con i suoi sforzi dopo aver guadagnato milioni di dollari.
Il candidato del partito verde in precedenza ha presentato un nuovo conteggio in Pennsylvania e spera di lanciare un movimento simile nel Michigan prima di una scadenza.

Fonte:http://thehill.com/homenews/campaign/307807-roger-stone-recount-ups-prosecution-odds-for-clinton

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog