ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Volen Siderov. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Volen Siderov. Mostra tutti i post

venerdì 13 febbraio 2015

LA RESISTENZA BULGARA: L'IMPORTANZA DEL NAZIONALISMO


Abstract: Il nazionalismo è volutamente frainteso e distorto da giornalisti e accademici. Il rifiuto quasi universale del principio etnico deve avere una fonte. Tale fonte è la natura globale del capitale.
Pertanto, nella postmodernità, il pensiero nazionalista è il desiderio etnico di rifiutare una economia che è globale e, quindi, del tutto fuori controllo dei popoli, stati o qualsiasi istituzione che non è una banca. Ecco, questo punto di vista sarà esplorato con la principale figura politica in Bulgaria oggi, Volen Siderov


Il nazionalismo è un ingrediente fondamentale per la comprensione della politica del 19 ° e 20 ° secolo. Contrariamente alla tipica accademica, tuttavia, è stato anche un attore significativo molto prima di quello. Il nazionalismo è impopolare con l'attuale sistema americano di governo e istruzione in primo luogo perché non soddisfa gli interessi del capitale.
Il capitalismo era ed è internazionale e rivoluzionario.
Non c'è mai stato un tempo in cui il capitale era "nazionale", in quanto lo sfruttamento coloniale delle risorse necessarie è stato necessario per produrre il surplus presto da investire in quello che divenne la rivoluzione industriale.
Questo saggio si occuperà di una nazione impoverita dopo la caduta dell'URSS: Bulgaria.
E 'stata il bersaglio di avvoltoi economici da dentro e fuori, lasciando il paese con poca libertà e nessuna sovranità.
La Bulgaria, come il resto dell'Europa orientale, è vista come una periferia che fornisce le risorse necessarie, l'energia, e la manodopera per l'Occidente, o coloro che controllano l'Occidente.
Il punto è che il rifiuto del nazionalismo da parte delle élite è un requisito per giustificare tale comportamento rapace.
Se non esistono nazioni, che né l'imperialismo può, dal momento che il problema con l'imperialismo è che le nazioni perdono la loro sovranità nel quadro di un'organizzazione multinazionale.
Se non esistono nazioni, allora non c'è problema morale con tenga conto delle risorse di un altro Stato. Pertanto, l'attacco frenetico, disonesto, e studioso ben finanziato e giornalistico sul nazionalismo è poco più di un fedele servizio per l'impero. Ma sbagliato.

False dichiarazioni di nazionalismo

Molte definizioni accademiche di nazionalismo sono caricature piuttosto che sforzi sinceri per comprendere il fenomeno.
Gli accademici sono così violentemente opposti al nazionalismo che la loro borsa di studio è un eccellente esempio di disonestà accademica.
Quasi sempre, le discussioni ufficiali della materia, accademici e non, considerano il nazionalismo come un'aberrazione destinata a morire con sufficiente illuminazione forzata.
Ciò è identico alla posizione leninista nei primi anni del 1920.
La veemenza mostrata nella letteratura mainline suggerisce che ciò che è in gioco è la legittimità e la credibilità di tutto il progetto illuminista.
Indipendentemente dalle previsioni costantemente corrette della sua scomparsa, il nazionalismo non è solo ancora presente, ma sta crescendo in forza.
I miti dell'ideologia illuminista hanno portato al dominio del capitale, tecnocrazia, burocratismo liberali, e il positivismo.
Questi non solo hanno mancato di fare chiunque felice o salvare un millisecondo di lavoro, ma hanno sviluppato anche in proporzione precisa ad una esplosione di malattia mentale, ripartizione personale e familiare, superlavoro, e livelli estremi di stress.
Non esiste una definizione universalmente valida di nazionalismo come una "ideologia", ma questo si può dire per qualsiasi vista politico.
Ogni parola in pensiero politico è contestata e fatta a pezzi in letteratura.
Questo è almeno in parte dovuto alla eccessiva teorizzazione e over-specializzazione della politica così come l'inflazione mostruosa di professori, riviste, e le università.
In caso di nazionalismo, questa mancanza di un programma positivo chiaro non dovrebbe essere una sorpresa. Questo perché il nazionalismo sarà caratterizzato e utilizzato in modo diverso a seconda delle molte variabili di ogni gruppo etnico che deve affrontare.
Mentre il nazionalismo ha alcuni concetti generali che esprimono una visione unificata, questi dovrebbero essere visti come principi piuttosto che postulati ideologici.
Il punto è che come questi principi si manifestano dipende da una moltitudine di variabili che richiedono studio altamente specializzato.
La maggior parte degli scrittori di lealtà in campo tendono a definire il nazionalismo come un gruppo etnico in cerca di uno stato indipendente.
I gruppi che hanno già cercheranno di aumentare la sua unità, il potere e il livello culturale.
Tuttavia, il problema nella caricaturizzazione costante del nazionalismo è stata causata dalla negazione di un collegamento tra etnia e statualità.
Questo ha portato a un immaginaria, idea nebbiosa chiamata "nazionalismo civico" che non è mai definita.
Ciò è in gran parte perché non ha senso.
E' insulso nella sua espressione.
I fatti sono che il nazionalismo è necessario anche per la vita civile più rudimentale, dal momento che il dibattito implichi un accordo su questioni più fondamentali.
Come minimo, una nazione deve essere unita sulla base di una lingua comune (nel senso più ampio di "comunicazione sociale"), una storia condivisa, un accordo morale di base, e un senso di missione storica. Questo è identico alle etnie.
Senza questi ingredienti minimi, nessuna comunità politica esiste.
Senza accordo generale, la somiglianza etnica e con una sola lingua, la politica si riduce a forza alla coesione di elite, e una burocrazia tira fuori un gruppo contro i loro molti nemici.
Si tratta di una parodia, una inversione di carnevalesco della politica che attualmente caratterizza i multiculturali Stati Uniti e tra non molto l'Unione europea.
Ciò implica l'ovvio: le nazioni devono essere culturali, storiche, e integrali molto prima che possano essere politiche - poiché la vita civile presuppone queste unità.

L'Unione Europea ha distrutto la Bulgaria

Ucraina e Bulgaria erano entrambi dietro la cortina di ferro, anche se in una situazione radicalmente diversa.
La Bulgaria è stata parte del Patto di Varsavia, un paese apparentemente indipendente che ha fatto la volontà di Mosca senza dubbio.
L'Ucraina, d'altra parte, è stata considerata parte della Russia, e quindi, l'URSS. Mentre i bulgari erano fidati alleati della politica russa, gli ucraini sono stati visti come inaffidabili nazionalisti che avevano bisogno di una sorveglianza senza fine.
Il regno tragicomico di Boyko Borisov è degno della sua sitcom.
Dopo il crollo del 2008, il governo Borisov è stato gestito da un ministro delle finanze nominato dall'FMI, M. Djankov, ancora più odiato lui di Borisov.
Djankov era da tempo un grande burocrate nella Banca Mondiale.
La sua fazione è salita al potere nel 2007 con un tasso di partecipazione elettorale di circa il 27%. Nel 2009, ancora una volta, la sua fazione è salita al potere con un totale di 38% del voto popolare in, ancora una volta, una farsa di elezioni in cui solo una manciata di bulgari ha votato. Naturalmente, l'Occidente vede le elezioni dei suoi tirapiedi in queste condizioni perfettamente ragionevole.
I media sono diventati e gestiti da proprietà di imprese occidentalizzate e hanno mostrato solo i discorsi di Borisov durante le elezioni.
Questo sistema preferenziale ha assicurato la sua "vittoria elettorale" con la piena benedizione degli Stati Uniti e Unione europea.
Il "partito di governo" occidentalizzato di Borisov, i "Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria," ha visto nei sondaggi un indice di gradimento tra l'11 e il 15%, anche se il loro presidente ha ricevuto quasi il 50% dei voti.
L'Occidente considera non solo questo sistema "democratico", ma Borisov ha ricevuto il sostegno pubblico da David Cameron, Angela Merkel, e Barack Obama.
Il controllo dei media è essenziale per le vittorie di questo partito, dal momento che la loro presa di posizione pubblica è nazionalista, mentre le loro politiche pubbliche sono l'opposto.
Inoltre, mentre i governi in passato sono stati creati interamente da questo partito ottenendo solo il 30% dei voti o giù di lì, anche questa, si chiama " democrazia ".
Ovviamente si tratta solo di controllo della politica estera.
Nei primi mesi del 2013, Borisov è stato costretto a dimettersi in mezzo a disordini oltre la corruzione, alti prezzi dell'energia, e il senso generale che Borisov è solo uno strumento della criminalità organizzata. (Lo U.S Congressional Quarterly ha prodotto prove nel 2011 che Borisov è stato, infatti, non solo a letto con la mafia, ma un giocatore importante in essa.)
Fuggendo in pigiama, Borisov è stato visto scappare da un piano, spaventato per la sua vita, quando la Bulgaria era in fermento.
Questo non ha fatto bene per il morale nazionale bulgaro.
L'ultimo atto di quest'azione è che, come ricompensa per distruggere la Bulgaria per il bene di un po di bassi prezzi del petrolio europeo, al ministro delle finanze disonorato Djankov è stato immediatamente dato un posto di ruolo presso l'Università di Harvard, anche se non ha mai insegnato prima.
Oggi, Boyko capo del partito "Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria" suona per FC Vitosha Bistritsa.
Significativamente, egli è nota per essere con Tsvetelina Borislavova, che un tempo era il capo della bulgaro-americana Credit Bank.
Quindi, si è letteralmente a letto con l'istituzione finanziaria occidentale.
In parlamento, la sua fazione arriva a controllare il processo legislativo, mentre raramente ottiene più del 35% degli scambi bassi.
La moneta bulgara, il lev, è ancorata all'euro , quindi distorcendo l'economia bulgara e allegandola all'indebitata e finanziariamente instabile Unione europea.
Il sistema monetario è stabile, come è il sistema fiscale.
La bassa crescita è il problema più grande, ma alti livelli di istruzione sono il miglior vantaggio. Come sempre, i prodotti modellati dagli ex stati sovietici hanno un mercato in Occidente, ma l'interesse resta in Oriente.
L'economia bulgara è in gran parte orientata verso il mercato russo, come lo sono tutti gli ex stati o satelliti sovietici.
La Cina sembra molto interessata alla Bulgaria, che normalmente è un buon segno.
Ciò rende unica la Bulgaria e dimostra il motivo per cui quanto rapidamente è stata portata nell'UE.
Il petrolio bulgaro e la sua lunga alleanza con Mosca in piedi sono le due ragioni per cui l'UE si è precipitata a portare e ammettere la Bulgaria come suo membro, legando anch'essa alla propria stagnazione economica.
Mentre i prezzi dell'energia sono aumentati, la molto fragile economia della Bulgaria è andata prevedibilmente in un forte calo.
Rapidamente, è stata ammessa nell'Unione europea come contromisura alla prospettiva di un rapporto più stretto con la Russia risorgente e fiduciosa.
In sostanza, alla Bulgaria è stata garantita la rispettabilità internazionale per l'adesione all'Unione Europea in cambio della sua sovranità, del suo petrolio, del suo gas naturale, e la popolarità interna del suo governo.
L'UE ha portato nulla di positivo alla Bulgaria, e, data la sua politica energetica, l'appartenenza all'Unione Europea ha costato al paese impoverito una fortuna.
Il vero problema qui è che la frode può durare solo fino a quando il nazionalismo è soppresso dalla e sminuito dalla propaganza occidentale.
Sotto l'Unione europea, la Bulgaria è stata costretta ad esportare le sue risorse interne.
La Bulgaria deve, nel disastro invertito del capitalismo internazionale, importare il suo petrolio dal momento che l'Unione europea esige sia indirizzata a se.
Per aggiungere a questo danno, il governo bulgaro poi ha iniziato ad investire in energia nucleare per compensare il petrolio forzatamente preso dal paese.
Che tutto questo sia venduto sul mercato interno come "democratizzazione" porta il disprezzo misantropo ad un nuovo livello.
Ciò che dell'industria rimane è dedicato alle attrezzature informatiche a livelli del 1970 e parti di automobili della stessa epoca.
L'aspetto peggiore dell'economia della Bulgaria è il fatto che i russi non vogliono più beni bulgari. Il passaggio a Est era peggio che inutile, dal momento che è venuta in Occidente giusto in tempo per l'implosione dell'Occidente.
Dato che l'alternativa all'occidentalizzazione è l'integrazione all'Eurasia.
Per la maggior parte dei bulgari, il nazionalismo è stato la base per il rovesciamento del dittatore Todor Zhivkov 25 anni fa.
Oggi, niente di tutto questo è di sinistra.
Il 20 ° anniversario è stato accolto con un silenzio di pietra della popolazione bulgara, e nessuno si presentò presso la piazza principale di Sofia per partecipare alle celebrazioni statali dell'indipendenza bulgara.
Essi cercano la guida della Russia, da un lato, e una forte Bulgaria dall'altra.
Oggi, il nuovo "presidente", Rosen Plevnielev, cerca legami più forti con la Cina, mentre è seduto sul bordo della Camera di Commercio americana e di è il capo di un importante consorzio tedesco investito in Bulgaria.
Ha vinto con il 50% dei voti con un'opposizione così divisa che ha messo in campo non meno di 17 candidati.
È stato osservato di sfuggita che il ripieno di urne da due membri del parlamento di "Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria" è stato catturato in video, ma l'elezione è stata data all'europeo, liberale occidentale sigillo di approvazione a prescindere.
Ancor più, Boyko, in qualche modo ancora un attore politico, semplicemente ha negato quello che era sul video, dicendo che le elezioni sono state perfettamente legittime.
Gli Stati Uniti e l'UE sono d'accordo.
Brunwasser cita un sondaggio in Bulgaria che mostra che il 76% dei bulgari mette in discussione gli assunti fondamentali della democrazia liberale.
Questo è presentato come se si trattasse di un inspiegabile e indicativa, senza dubbio, mancanza di saggezza bulgara.

Mentre sia per l'Ucraina e la Bulgaria, l'indipendenza si basava sulla questione morale di autodeterminazione a fronte di una disintegrazione dell'impero sovietico, oggi, l'indipendenza ha mostrato poco progresso economico e politico attuale.
Entrambi i paesi sono stagnanti economicamente, e il movimento "democratico" che ha portato il sistema dell'attuale stato al potere è osteggiato da una grande maggioranza della popolazione.
Aggiungendo semplice iniezione di denaro nell'economia bulgara è registrato come "crescita" dall'Occidente e dai media bulgari.
Naturalmente, oggi, il tasso primario è di circa l'11% e la crescita effettiva della produzione è pari a zero.
Mentre scrivo, il salario medio bulgaro è 400 dollari al mese, e ha la particolarità di essere sia lo stato più povero e più corrotto nella UE.
L'ex presidente bulgaro, George Parvanov, aveva affrontato l'importante voto all'impeachment sia per il suo aiuto a Saddam Hussein e per la sua incapacità di combattere la corruzione ufficiale.
Naturalmente, la "punizione" per la corruzione è un mero spettacolo, dato che questo era conosciuto come un problema quando Bruxelles ha accettato la Bulgaria in un panico russofobo.
Parvanov, in buono modo liberale, si definiva un "socialista nazionale" nella sua campagna, ma avvocato-- una volta in ufficio --dell'integrazione nella NATO, dell'economia liberale, e dell'adesione all'UE.
Nel 2007, l'Unione europea ha sospeso tutti gli aiuti alla Bulgaria per il fatto che la corruzione era peggiorata.


Siderov e ATAKA!

Il principale partito nazionalista in Bulgaria si chiama Ataka.
Questa non dovrebbe essere una sorpresa.
Volen Siderov, il capo di quel partito, ha guidato la carica per l'impeachment del governo.
Siderov è uno dei pochi bulgari politicamente attivi con un vero programma di riforme che non include la resurrezione dell'URSS.
Inutile dire che, non vi sia stato alcun insulto, calunnia, o falsa dichiarazione che non sia stata applicata a Siderov dalla stampa occidentale.
I paesi del mondo slavo sono quasi del tutto sconosciuti a quelli dell'ovest.
I giornalisti e gli accademici possono dire quello che vogliono, senza la paura che qualcuno possa correggere le loro caricature e calunnie, dal momento che solo una manciata di specialisti ha alcuna conoscenza di sorta.
Per loro, con la loro vita economica totalmente dipendente del governo o una università, o si uniscono nella calunnia o scelgono un'altra carriera.
Il suo programma nazionalista è una lettura interessante, dal momento che Siderov, come i suoi omologhi in Serbia (il Partito Radicale) e Ucraina (il partito socialista indipendente) ha un ordine del giorno che sintetizza sia il nazionalismo, statalismo economico, e il socialismo.
Siderov non si accontenta di fare affidamento solo su slogan nazionalisti, ma vuole porre l'idea di solidarietà etnica su base economica nel suo rifiuto del neo-liberismo e la "economia virtuale".
Siderov sostiene che seguendo i modelli di Corea e Giappone è importante per i piccoli paesi che hanno bisogno dello Stato mantenere la loro indipendenza economica.
Per Siderov, lo Stato è l'istituzione centrale di sviluppo nazionale per i paesi che affrontano la colonizzazione.
Va notato che, per quello che è chiaramente un paese del terzo mondo in Europa (come ce ne sono molti, tra cui la Serbia, Moldavia e Romania) l'unica cosa che gli Stati dell'ex blocco sovietico hanno in comune è un alto tasso di alfabetizzazione e comprensione scientifica, che è stata sottolineata nell'economia sovietica militarizzata.
Il suo lavoro The Basics of Bulgarianism è scritto per l'uomo comune.
Egli prende in giro le pretese e le contraddizioni di scrittori americani sul tema.
Non avendo una solida visione del nazionalismo e spesso con caricature e le distorsioni che sono congeniali alla loro ideologia, Siderov prima confuta l'idea che il nazionalismo è un prodotto della razionalista "Rivoluzione Francese":
"Ci sono alcuni propagandistici "scienziati politici" contemporanei del nostro paese vje stanno ripetendo la menzogna che l'idea del "nazionalismo" ha cominciato ad essere utilizzata solo nel 19 ° secolo. Essi suggeriscono che il termine è stato intorno per circa 200 anni, vale a dire, dopo la Rivoluzione francese. Infatti, nei primi anni del 16 ° secolo l'italiano autore e politico Niccolò Machiavelli (1469-1527)jha usato "nazione" in senso odierno del termine. In quello stesso secolo, Carlo V (1519-1588) è stato chiamato "Imperatore del Sacro Romano Impero della nazione tedesca."

Per utilizzare la Rivoluzione francese ad agire come la pellicola per la creazione di "nazionalismo" è un po 'come chiamare l'Orange Order il pilastro del potere cattolico a Belfast.
La Rivoluzione francese ha respinto tutti i legami di lingua e cultura, e pone un ordine puramente borghese con individui che tutti cercano il proprio interesse.
Nessun concetto di unità è stato mai messo avanti.
Dispacciamento rapidamente i miti più stupidi del nazionalismo, cita diversi scrittori occidentali sul tema, e, infine, riassume il concetto:
La vista più vecchia del termine, quello che usiamo, "nazione" (нация) comprende un linguaggio comune, la cultura, la religione e il territorio.
Da questo, uno stato può formarsi comprendendo tutti questi punti in comune.
La parola "nazione" non deve spaventarci né dovremmo evitare di utilizzarla.
E 'qualcosa di molto naturale ed è legata alle idee di "cielo", "terra" e "madre" [in lingua slava].
Lo stesso vale per il termine "nazionalismo" (национализъм).

Per Siderov, la sua principale preoccupazione economica è l'enorme disparità di ricchezza in Bulgaria, dove una manciata di miliardari controllano il paese.
Egli sostiene che ci sono molte cause per questo, ma uno delle più significative è la natura predatoria degli investimenti esteri.
E 'chiaro che gli investimenti stranieri in Bulgaria servono solo per togliere la ricchezza, non generarla.
Non c'è molto di un mercato bulgaro, in modo che qualsiasi investimento UE possa essere ha solo scopi predatori.
L'adesione all'UE ha esacerbato questo.
Inoltre, uno dei principali assi della sua piattaforma del partito è quello di aumentare le prestazioni pensionistiche e programmi di assistenza sociale per le persone colpite dalle politiche neoliberiste del governo.

Significativamente, Siderov distingue il nazionalismo dall'imperialismo o stato di espansione:

Quando descriviamo il nazionalismo, dobbiamo cominciare da rendersi conto che non esiste un unico programma per le idee nazionaliste.
In termini generali, è la difesa degli interessi di un etnia specifica.
Questi sono diversi, come lo sono le nazioni.
"Nazionalismo", in Inghilterra si riferisce ad un impero creato da frodi e distruzione su interi continenti.
Il nazionalismo bulgaro proviene da Rakovsky, Levsky e Botev, il cui concetto essenziale è mantenere il modo bulgaro di vita in un ordine basato sulla giustizia sociale.
Conquistare altri non è all'ordine del giorno.
[Un impero] manda i soldati a uccidere per una élite oligarchica.
Non c'è Nulla in comune tra i cittadini e la classe dirigente.
La propaganda globalista, tuttavia, ci insegna che l'espansionismo americano in Iraq è una cosa progressiva, ma la difesa degli interessi di cosa una debole, per la Bulgaria è una cosa terribile.
Che il nazionalismo sia regolarmente in conflitto con il suo opposto - l'imperialismo - non può che essere intenzionale.
Il nazionalismo non può essere quadrato con la negazione di tutti gli altri nazionalismi così come non può essere quadrato con la razionalista Rivoluzione francese.
Il nazionalismo nacque come un movimento di resistenza contro l'imperialismo.
L'imperialismo è intrinsecamente una idea cosmopolita, dal momento che gli imperi non hanno identità etniche.
Il cosmopolitismo moderno è la creazione di multinazionali, banche e il soldato americano abusato e maltrattato.
Il grugnito non vedrà mai alcun beneficio dai suoi sacrifici, ma il servizio all'etnia, d'altra parte, è personale, emotiva, e morale.
Poiché imperi contemporanei non hanno identità oltre ad essere il veicolo per una piccola élite, è necessario utilizzare tutte le forme di manipolazione per mantenere il sostegno.
Prendendo il petrolio bulgaro e svendendo le imprese ucraine si chiama "democratizzazione" e " libero mercato."
La resistenza a tale sfruttamento si chiama "odio."
La creazione di "minacce terroristiche", "fanatici nazionalisti," o la coltivazione di "nuovo Hitler" sono tenuti a continuare a giustificare livelli estremamente elevati di spesa stranieri in guerre imperiali, una cosa di cui gli Stati Uniti e l'UE hanno fatto buona carriera.
Eppure, anche l'americano è ancora in grado di raggiungere un punto di rottura.
A partire dal 2014, non ci sono soldi né la volontà politica per qualsiasi azione militare in Europa orientale.
Ancora di più, non ci sono gli uomini o le risorse militari disponibili.
A meno che il sistema sia in grado di generare un "evento terroristico" che può essere credibile, ma superficialmente, attribuito a "i russi", gli indebiati Stati Uniti dovranno semplicemente a digrignare i denti per la frustrazione meritata.
I membri di tutti i partiti politici negli Stati Uniti e Unione europea negano l'importanza etnica in generale, anche se con alcune eccezioni strategiche rimangono curiosi.
In termini di trattare con i vicini di Bulgaria, Siderov sostiene che la Macedonia è un paese artificiale, creato dai Comintern nel 1950.
Inoltre, la minoranza turca nel paese è in realtà il gruppo che ha introdotto la corruzione istituzionalizzata in una nazione che odiano.
Da questo fatto, Siderov sostiene che il nazionalismo è l'approccio migliore per la cooperazione internazionale, dal momento che le nazioni, per essere coerenti, devono riconoscere le legittime esigenze di tutti gli altri.
Gli Stati dovrebbero vedersi come uguali, non come agenti predatori che servono solo a sfruttare gli stati più piccoli per i ricchi di quelli più grandi.
Il bene comune è essenziale per Siderov, come per tutti i nazionalisti.
Non c'è ragione di sacrificarsi per una nazione a meno che ci sia un "comune" da difendere e un solido senso del "bene" che può essere condiviso.
Dal momento che il cosmopolitismo non ha una concezione né della "comune", né il "bene" la questione morale non è convenientemente presente.
Senza questo approccio, il nazionalismo è contraddittorio come il cosmopolitismo.
Quindi, come ogni scrittore nazionalista degno di questo nome, Siderov richiede a tutti i nazionalisti di rispettare i costumi etnici degli altri.
La Bulgaria e Siderov sono ideali per discutere il nazionalismo dei popoli oppressi.
Ciò è dovuto al fatto che sono passati da un carnefice all'altro.
Stessi comunisti di Bulgaria, Mosca e ora di Bruxelles, hanno ridotto questo paese, un tempo uno dei principali attori della regione, di un popolo impoverito, ben istruiti, e molto intelligente.
La sua popolazione sta precipitando in misura maggiore rispetto alla Russia o l'Ucraina, anche perché non vi è alcun motivo di prendere impegni senza certezze o incentivi.
Lo sfruttamento della UE in questo senso è facilmente ingiustificato come i decenni di Stalin.
L'uso cinico della UE per fermare qualsiasi avanzata dell'economia russa è identico agli eventi che portarono alla prima guerra mondiale.
Eppure in questo caso, la Bulgaria sta ricevendo aiuto dalla Cina, il che significa che Sophia potrebbe diventare un altro polo del mondo eurasiatico. Speriamo sia così.


Copyright © 2010 - 2015. All rights reserved

giovedì 12 febbraio 2015

BULGARIA: VOLEN SIDEROV SI CONGRATULA CON TSIPRAS


Volen Siderov di destra del partito nazionalista Ataka è stato il primo leader politico bulgaro congratularsi con Alexis Tsipras per la sua vittoria elettorale in Grecia.
Una lettera di Tsipras da Siderov, resa pubblica il 27 gennaio - il giorno dopo che il leader di Syriza ha assunto l'incarico di primo ministro della Grecia - è stata preceduta dalla reazione ufficiale da parte del governo di centro-destra della Bulgaria.
Siderov era il più desideroso di congratularsi con il leader greco Progressista di estrema sinistra, dato che alcune somiglianze nelle loro politiche sono facilmente distinguibili, o almeno, Ataka e Syriza hanno più in comune tra di loro che con corrente principale stabilita dai partiti europeisti.

Fonte:http://sofiaglobe.com/2015/01/28/ultra-nationalist-first-among-bulgarian-political-leaders-to-congratulate-tsipras/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog