ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Trölladyngja. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Trölladyngja. Mostra tutti i post

martedì 13 dicembre 2016

ISLANDA: AUMENTA' ANCORA L'ATTIVITA' DI BARDARBUNGA MA IL VERO PERICOLO POTREBBE ARRIVARE DA SUD


Contrariamente alle aspettative di molti, dopo l'eruzione iniziale del periodo 2014-2015 durata circa sei mesi o poco più, sembrava che i fenomeni eruttivi del vulcano collocato quasi al centro dell'Islanda fossero sulla strada di calmarsi per un periodo di almeno una decina di anni, ma sembra come previsto da diversi scienziati che in realtà l'eruzione del periodo si sia trattata solamente di una fase iniziale di una sequenza di forti eventi eruttivi di lungo periodo chiamato rifiting.
Il rifting che sta coinvolgendo questa zona è destinato a continuare per molto tempo dopo che l'eruzione è terminata.
I modelli suggeriscono che potrebbe migrare verso le fratture a sud del Bárðarbunga.
Questo è difficile da prevedere con certezza, ma ci sono i dati (crepe nel terreno formate negli ultimi anni) che suggeriscono che una vasta area sta per dividersi.
Questo rifting sta per iniziare nuove eruzioni, sia brevi sia e lunghe, lungo questa zona.
Parte di questa zona a rischio eruzione è sotto il ghiacciaio Vatnajökull.
E' anche impossibile sapere con certezza quanto tempo questo rifting è destinato a durare.
Episodi precedenti suggeriscono che i periodi attivi di questo tipo normalmente durano 5-10 anni.
A volte più brevi e talvolta più a lungo.
I processi di rifting è quando una grande parte di una frattura sull'Islanda si apre a grandi profondità e grandi quantità di magma si formano e sono spinte verso l'alto riempiendo il vuoto che è creato.Il vulcano Bárðarbunga ha avuto più della metà delle islandesi eruzioni rifting a fessura, e, naturalmente, i più grandi con grandi fenomeni eruttivi che hanno spesso causato freddi cambiamenti climatici a causa delle emissioni di anidride solforosa che scagliata nell'atmosfera hanno appannato l'irradiamento solare per qualche anno.
Tali eruzioni diffuse da spaccature sono comuni in Islanda e altrove, ma sono sfuggenti da un punto di vista scientifico. "Solo pochi tali episodi sono stati monitorati, quando la maggior parte dei confini delle placche divergenti formano dorsali medio-oceaniche", osserva l'ultima ricerca dal Dott Sigmundsson e la sua squadra.

Alla luce di ciò, la formazione di giganteschi bacini magmatici di caratteristiche magmatiche lineari a forma di dighe, è chiaramente stabilito, l'esatto meccanismo attraverso cui queste "dighe" si formano ancora non si sa.
C'è il rischio che il rift del Bardarbunga possa propagarsi ulteriormente verso nord coinvolgendo anche il sistema magmatico del vulcano Askja, che da anni sta manifestando segnali di un'aumento della massa magmatica in profondità in più settori dell'area vulcanica che lo coinvolge, ma il rischio peggiore potrebbe invece trovarsi a sud di Bardarbunga, nell'area del vulcano Hamarinn.
Iniziamo con lo spiegare cosa sta avvenendo nel settore del Bardarbunga in questi giorni.
Durante la notte del 12 dicembre del 2016 numerose scosse di terremoti hanno avuto luogo sul cratere del Bárðarbunga.
Questa attività sismica accade perché il vulcano si sta nuovamente sollevando a causa di un nuovo aumento della massa magmatica dopo un periodo di deflazione durante l'eruzione da agosto 2014 a Febbraio-2015.
La maggior parte delle attività sismica avviene nella parte nord-est della caldera, molto probabilmente per il fatto che il collasso del bacino centrale della caldera ha causato uno spostamento della massa magmatica al suo interno.

La magnitudo maggiore di questi terremoti è stata di 3.9, 3.8 e 4.2.
Ci sono anche numerose altre scosse minori in questa sequenza di terremoti che stanno continuando tutt'ora.
Questa inflazione è più veloce di chiunque previsione sospetta, dal momento che dopo l'eruzione è conclusa nel mese di febbraio 2015 è stato previsto che Bárðarbunga sarebbe stato tranquillo per un lungo periodo di tempo dopo tale grande eruzione. Questo non è successo, anche se nessuna nuova eruzione è accaduta finora.

Terremoti profondi sono successe anche sotto Trölladyngja, suggerendo movimenti del magma sotto quella zona, è opinione di alcuni che in quell'area possa iniziare una nuova fase eruttiva.
Nel frattempo quello che risalta agli occhi è che attività sismica di chiara origine magmatica sta avvenendo anche nell'area del vulcano Hamarinn, vicino all'area del calderoni Skafta, noti negli ultimi anni per le frequenti e inondazioni glaciali causate dall'attività geotermica, che hanno visto un'aumento nello scioglimento della superficie glaciale.

Durante i mesi del 2015 l'area dei calderoni Skaftafell, facenti parte del vulcano Hamariin, si è letteralmente sgombrata dal ghiaccio lasciando il suo centro sgombro dal ghiaccio.
E' la medesima area che sempre dal 2013 ha manifestato chiari segnali di intrusioni magmatiche all'interno del bacino magmatico del vulcano.

C'è la possibilità che i due fenomeni siano collegati con l'aumento dell'attività di Bardarbunga e di conseguenza una probabilità che una fase eruttiva come quella del periodo 2014-2015 possa iniziare in un processo di rifting tra Hamariin e Bardarbunga.
L'eruzione sarebbe inzialmente a carattere effusivo passando in una fase successiva a carattere esplosivo con forte emissione di cenere a causa dell'interazione della massa magmatica con lo spesso strato di ghiaccio.

lunedì 11 gennaio 2016

ISLANDA: INTENSA ATTIVITA' SISMICA SCUOTE IL BARDARBUNGA E IL VULCANO LOKI-FOGRUFJOLL


L'attività sismica attuale nel vulcano Bárðarbunga vulcano sta per essere una caratteristica regolare fino alla prossima eruzione.
La situazione nel complesso del Bárðarbunga e zone limitrofe sta diventando sempre più complessa a causa della crescente massa magmatica in profondità e un'alto numero di terremoti stanno creando percorsi per la risalita del magma verso la crosta superficiale.
Dal momento che l'eruzione a Holuhraun si è conclusa c'è stato aumento dell'attività sismica nel Bárðarbunga, questo è meglio visto da quasi ogni settimana con terremoti di magnitudo 3.0 o più forti. Ciò che è apparso nel corso delle ultime settimane è l'attività nel profondo del complesso vulcanico Trölladyngja, l'attività è iniziata a 28 km di profondità e fino a 20 km di profondità attualmente. Tale processo ha preso solo circa 1.5 - 2.5 mesi per accadere (breve lasso di tempo).

L'attività in Trölladyngja è preoccupante dal momento che se il magma riesce a creare un percorso verso la superficie sta per iniziare a un'eruzione in quella zona.
Il magma sotto Trölladyngja potrebbe anche fermarsi in esso se si arriva abbastanza vicino alla superficie senza eruzione potrebbe creare una nuova collina o una nuova area idrotermale.
Qualunque cosa accada, alla fine, sarà interessante.

La seconda questione che ora sta cominciando a mostrare in sé è il vulcano Loki-Fögrufjöll, noto anche come Hamarinn.
Oggi, un terremoto di magnitudo 3.2 ha avuto luogo su di esso, non lontano dai calderoni Skaftárkötlum, a profondità era 0,7 km.
Il terremoto oggi nel vulcano Bárðarbunga aveva la magnitudo di 3.2 con la profondità di 0,1 km.
Loki-Fögrufjöll vulcano è un vulcano complesso con camere magmatiche superficiali.
Dopo l'ultima imponente inondazione glaciale è chiaro che l'attività idrotermale dei calderoni Skaftárkatlar sta aumentando e le aree idrotermali stanno crescendo in dimensioni.
Ciò significa che c'è più energia che fluisce nei sistemi idrotermali e l'unico modo che spieghi tutto ciò l'afflusso di nuove masse magmatiche all'interno del vulcano. Questo sviluppo è preoccupante, sia nel breve e lungo termine. Questo aumenta il rischio di minore eruzione del vulcano Loki-Fögrufjöll notevole, a mio avviso. Rischio di grande eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano è anche aumentato. Ultima eruzione in Loki-Fögrufjöll vulcano che era grande ha avuto luogo nel 1910 e durò da giugno a ottobre dello stesso anno. Ultima eruzione minore a mio avviso, ha avuto luogo nel luglio 2011, della durata di poche ore. Quella eruzione non è stata confermata dai geologi ma, non so perché. Un fiume ghiacciaio seguito quella eruzione.

Altre complessità in tutto questo sono fessure casuali che potrebbero aprirsi sotto argini ignoti, e iniziare una eruzione in aree che potrebbero non avervisto un'eruzione da lungo tempo.
Per il Bárðarbunga, dal momento che avvia un ciclo eruttivo potrebbe continuare fino a 20 anni per finire una volta che è iniziato.
Il ciclo eruttivo che è iniziato nel 1862 non è finita fino al 1910. Un nuovo ciclo eruttivo iniziato nel 2014 è in corso.
Il più lungo ciclo eruttivo chenei dati GVP è un ciclo eruttivo che è iniziato nel 1697, e non è finita fino all'anno 1797.

Fonte:http://www.jonfr.com/volcano/?p=5995

lunedì 16 novembre 2015

ISLANDA: AUMENTA IL RISCHIO DI UNA NUOVA ERUZIONE DEL VULCANO BARDARBUNGA


Durante la notte del 15 novembre 2015 uno sciame di terremoti profondi si è svolta non lontano da Trölladyngja.
La questione del sistema vulcanico Trölladyngja è direttamente collegata al vulcano Bárðarbunga e i suoi cicli eruttivi.
Trölladyngja si è formato in una eruzione nell'anno 5000 aC.
Secondo alcune fonti, Trölladyngja è un vulcano a scudo, non si sa se questo è esattamente corretto.
Indipendentemente da quale tipo di vulcano sia Trölladyngja ha chiaramente qualcosa da fare in esso.
Dal momento che questa non è la prima volta che avviene uno sciame sismico in questa profondità in questa posizione in corrispondenza con l'attività sismica del Bardarbunga.
Si dubita che questa attività sia legata allo stress di cambiamenti nella crosta a causa del abbassamanro della caldera del vulcano Bárðarbunga.
Tutti i terremoti che sono avvenuti erano piccoli, il più grande ha avuto la grandezza di 1.1 e la profondità era di 18-15 chilometri.
Nei primi giorni del sciame sismico iniziato nel Bárðarbunga nel mese di agosto 2014 un'intrusione magmatica si è spinta in questa direzione e si è fermata quando ha perso l'energia.

Non si sa ancora quali sono le possibilità per un'eruzione in questa posizione.
Maggiore attività sismica è necessaria affinchè il volume magmatico raggiunga tali livelli.
Tuttavia il rifting che si sta svolgendo in questa posizione potrebbe accelerare le cose.
Questo rifting forse sta permettendo al magma di arrivare in in questo settore in profondità nel sottosuolo senza alcuna attività sismica.
Nel frattempo nell'area ovest del vulcano Vatnajokull si sta assistendo ad una nuova ripresa dell'attività sismica specialmente nell'area della caldera del vulcano Bardarbunga,sommata ad una scossa di magnitudo 3.2 un chiaro indice che la pressione sotto la sommità della caldera è in continuo aumento con il volume magmatico.

La maggior parte delle attività sismica si svolge nella parte nord-est della caldera del vulcano Bárðarbunga.
Secondo l'islandese Met Office ciò è dovuto alla continua subsidenza del vulcano in quella posizione.
E opinione che la stima dell'islandese Met Office sia corretto, con una sola eccezione, la pressione del magma all'interno Bárðarbunga vulcano è in aumento, sulla base di dati più recenti, l'aumento di pressione potrebbe essere maggiore di quanto prima stimato.
Inoltre si stanno osservando casi di maggiore attività idrotermale a sud del vulcano Bárðarbunga, in particolare nel vulcano Hamarinn.
Questo è stato meglio visto nella dimensione anormalmente più grande del calderone Skaftárkatlar.
Questo cambiamento di dimensioni suggerisce una maggiore produzione di attività idrotermale ed è collegato all'attività magmatica superiore in profondità in questo vulcano.




Fonti:
http://www.jonfr.com/volcano/?p=5875
http://www.jonfr.com/volcano/%3Fp%3D5870

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog