ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Texas. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Texas. Mostra tutti i post

lunedì 17 ottobre 2016

LA FEDERAZIONE RUSSA STA PER TESTARE IL TEMIBILE SATAN 2

di maggio 2016

La Russia si sta preparando a testare un missile nucleare così potente che potrebbe spazzare via un'area delle dimensioni della Francia.

Il devastante-potente missile intercontinentale balistico (ICBM), che sostituisce una versione precedente nome in codice 'Satan' dalla Nato, è pensato essere il più grande razzo arma-trasporto atomico mai prodotto - in grado di ospitare ben una dozzina di testate all'interno del suo guscio.
I media russi hanno confermato che il razzo potrebbe "cancellare dalla faccia della terra terra, una superficie delle dimensioni del Texas".

Preoccupante, il missile è stato progettato con tecnologia stealth che permette di essere scagliato ad un bersaglio senza essere rilevato dai sistemi radar.
Ha la capacità di viaggiare a velocità che rendono la maggior parte dei sistemi di difesa missilistica inutili.
Sette anni di lavoro, RS-28 Sarmat, come è ufficialmente noto, sarà pronto per i test in estate ed entrerà in servizio nel 2018.
Il giornale russo Zvezda riferisce che il nuovo armamento "determinerà in quale direzione la deterrenza nucleare nel mondo si svilupperà".
Gli esperti della difesa descrvono che Sarmat ha un raggio d'azione di circa 10 mila chilometri - che significa che le capitali europee così come le coste est e ovest degli Stati Uniti sarebbero nel raggio d'azione.

Londra è 2.500 chilometri da Mosca, mentre Washington è 7850 km di distanza.
Il missile Satana è pensato per pesare almeno 100 tonnellate, tra cui un carico di peso fino a 10 tonnellate.
Esso sostituirà una precedente versione di epoca sovietica del missile ICBM conosciuto come R-36M.
Le testate Sarmat sono dotate di tecnologia antimissile avanzata, progettata per sostituire lo scudo missilistico degli Stati Uniti.
I razzi possono essere utilizzati anche come un precisa arma intercontinentale in un conflitto non nucleare.

Fonte:http://www.express.co.uk/news/world/668959/Russia-nuclear-missile-test-Sarmat-Satan-rocket-capable-destroying-France

mercoledì 24 agosto 2016

GLI STATI UNITI AD UN BIVIO: O HILLARY CLINTON O ARRIVEDERCI AL TEXAS

I sondaggisti hanno condotto lo studio in Texas e hanno scoperto che i residenti di Stato tendnranno a lasciare gli Stati Uniti, se Hillary Clinton vince le elezioni presidenziali.

Un nuovo caso di studio, condotto dalla Agenzia pubblica politica Pool (PPP), che è considerata una delle aziende più imparziali e coscienziose specializzate in sondaggi di opinione pubblica negli Stati Uniti mostrano che il 40% dei texani sono pronti a lasciare gli Stati Uniti se a conclusione, a vincere le elezioni di novembre sarà il candidato democratico.
Secondo la pubblicazione degli Stati Uniti, Breitbart, non molto tempo fa a rispondere "sì" alla domanda di separazione con l'Unione Americana erano pronti il 26% dei residenti dello stato.
Ma non appena si parla di una possibile vittoria di Clinton, il numero di sostenitori dell'uscita è aumentato drammaticamente.
Se invece vincesse Donald Trump i sostenitori per la permanenza sarebbero al 60%.
Un sondaggio condotto da PPP ha anche mostrato che tra gli abitanti del Texas repubblicano Trump conduce con il 44% dei voti contro il 38% dei voti di chi voterebbe per Hillary Clinton.
Si noti che il 54% di "Lone Star State", ha detto che non approvano la politica perseguita dal presidente, Barack Obama.
Gli esperti ritengono che la vittoria dei democratici in Texas potrebbe assumere un tratto.
Gli elettori più anziani continuano a sostenere il partito repubblicano, e solo un "cambio generazionale permetterebbe ai Democratici di prevalere sui rivali", dicono i sociologi.
Il giornale ricorda che il "Lone Star State" è stata una terra messicana.
Ma nel 1835, il Presidente del Messico, il generale Antonio Lopez de Santa Anna ha proposto una nuova costituzione abolire la schiavitù.
La guerra civile.
Il Texas ha vinto, ha difeso il diritto di schiavitù, e dopo aver acquisito l'indipendenza nel 1836.
Nello stesso anno, le parti hanno firmato un accordo per l'indipendenza.
In seguito hanno adottato la Costituzione del Texas, che è stato proclamato una repubblica, e ha ricevuto il riconoscimento internazionale.
Tuttavia, la lotta armata tra le autorità messicane e i texani ancora è durata quasi dieci anni da quando il Messico ha rifiutato di ratificare il trattato di indipendenza.
Fino a un certo punto in cui gli Stati Uniti non sono intervenuta nel conflitto, ma alla fine del 1845 hanno annesso il Texas, il che rende lo stato di 28, che era la ragione per la guerra USA-Messico. Come risultato, gli Stati Uniti non erano in grado di sopprimere completamente la resistenza dei messicani e di togliere loro rivendicazioni territoriali.
Recentemente, il Movimento Nazionale Texas (LPT) ha vinto il diritto di tenere un referendum sull'indipendenza dello stato. Per una tale decisione hanno votato due terzi del comitato locale del partito repubblicano. Il rappresentante della LPT Nathan Smith hanno detto che il legislatore avrebbe dovuto approvare una legge che permette di tenere una votazione popolare tra i texani su questo tema.


Fonte:http://infopolk.ru/1/O/interpretation/22887361.html#ad10fefa-f758-9073-876c-7f00fc74687c

lunedì 27 giugno 2016

IL TEXAS VUOLE USCIRE DAGLI STATI UNITI?


Il Texas come il Regno Unito: dopo Brexit arriva Texit? Anche lo Stato americano si mobilita per l’uscita dagli Usa, dopo il referendum che ha deciso il divorzio di Londra da Bruxelles. A chiedere al governo texano la chiamata dei cittadini alle urne per sancire l’uscita dall’amministrazione federale di Washington è il Movimento Nazionalista del Texas, che ha lanciato una campagna che ha già raccolto 260mila firme.
“E’ ora importante per il Texas guardare a Brexit come fonte di ispirazione: anche i texani possono prendere il controllo del loro destino“, afferma il presidente del Movimento Nazionalista, Daniel Miller. “E’ tempo per i texani di dare il via alla lotta per il diritto di diventare una nazione autonoma”, incalza.
D’altronde gli intenti del gruppo sono espressi chiaramente anche sul loro sito ufficiale: “Crediamo che i texani siano stanchi di essere governati dai burocrati di Washington, che non abbiamo fatto eleggere, e di subire politiche che non vogliamo“. Minacce che si fanno più dure sui social, se alla Casa Bianca non andrà Donald Trump.

Fonte:http://www.imolaoggi.it/2016/06/26/dopo-brexit-texit-il-texas-vuole-uscire-dagli-usa/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog