ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Nord Europa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Nord Europa. Mostra tutti i post

martedì 8 novembre 2016

FORTI NEVICATE SU AUSTRIA, ALPI SETTENTRIONALI, BAVIERA E AUSTRIA


Tanto per “festeggiare” l’arrivo della Nazionale azzurra, il Liechtenstein sta sperimentando i primi fiocchi di neve della stagione: la capitale Vaduz vedeva ieri una temperatura di +1°C, così come Monaco di Baviera, anch’esso alle prese con i primi fiocchi e +2°C nelle ore più calde.

L’immagine radar mostra infatti la situazione di ieri pomeriggio alle ore 16,30, con l’aria fredda che stava strabordando sui versanti settentrionali delle Alpi, causando intense nevicate sui rilievi montuosi anche a quote medio – basse tra Germania meridionale, Svizzera orientale, Liechtenstein, Austria, ma anche sui versanti Alpini centro orientali.
Questo il confronto delle webcam del Passo dello Stelvio, in tre giorni successivi, a mostrare l’intensità della nevicata.




Fonte:http://www.freddofili.it/14775-nevicate-intense-baviera-austria-svizzera-alpi-settentrionali/

lunedì 3 ottobre 2016

ESTREMAMENTE PRECOCE INVASIONE DI ARIA GELIDA NEI NEI PROSSIMI GIORNI


Per congelare la laguna veneta sono necessarie temperature ben al di sotto dello zero, si afferma che l’acqua salmastra della laguna congeli quando l’acqua raggiunge -4°C.
Di botto ecco che nel febbraio 2012 giunse un nucleo di aria gelida dalla Russia che paralizzò per vari giorni tante località italiane, con la neve che cadde sino nelle coste della Sardegna.
Gelò la laguna veneta come non succedeva da molti anni. In Val Padana si raggiunsero temperature di -15°C.
Anno 2016, Ottobre: una massa d’aria fredda autunnale, da giovedì 6 interesserà l’Italia, dove si avranno le prime gelate notturne in Val Padana e nelle conche alpine e appenniniche, nei e nei paesi di montagna di Alpi e Appennino.
Avremo un concreto e robusto crollo termico su buona parte d’Italia (sarà marginale solo in Sardegna), con maltempo diffuso al Sud e nelle regioni dell’Adriatico, mentre è atteso bel tempo al Nord.
Ma il fatto straordinario è la precocità con cui si realizzerà l’evento meteo, che porterà i termometri esageratamente sotto la media, specie per le temperature minime.
Ma ciò non avrà alcuna ripercussione diretta sull’inverno, anche se una riflessione è d’obbligo.
Se ai primi di Ottobre un’improvvisa sfuriata di freddo dalla Russia ci porterà così tanto freddo, questo vuol dire che simili fenomeni potrebbero succedere anche d’inverno.


Fonte:http://www.freddofili.it/14560-precoce-ondata-freddo-alle-porte-ripercussioni-su-inverno/

giovedì 21 gennaio 2016

LUSSEMBURGO: SERIE DIFFICOLTÀ' PER LE NEVICATE DI META' MESE

L’irruzione del fronte freddo di aria artica avvenuto nei giorni scorsi sui Paesi Bassi non è stato indolore per alcune zone, in particolare per le strade e le vie lussemburghesi.
Sono infatti caduti dai 5 ai 15 cm di neve, seguiti da un grande gelo.
Nella città di Luxembrug, la nevicata si è verificata tra il 14 ed il 15 Gennaio, e sono caduti oltre 10 cm di neve.
Le temperature poi sono scese costantemente, rimanendo sempre sotto lo zero, e toccando valori, il 19 Gennaio, di -9,7°C di minima e di -4,8°C di massima.
Numerosi alberi sono collassati sotto il peso della neve fresca, determinando la chiusura di numerose strade, tra cui anche quelle principali che attraversavano il Paese.


Fonte:http://freddofili.it/2016/01/20/lussemburgo-gravi-problemi-per-le-forti-nevicate-di-meta-mese/

IL VORTICE POLARE VERSO L'EUROPA PREOCCUPA I CENTRI METEO EUROPEI

Avevamo anticipato del possibile cambiamento strutturale del Vortice Polare, quale emergeva dalle mappe meteorologiche del centro di calcolo statunitense GFS.
Ed in effetti qualcosa sta succedendo in Stratosfera, visto che, con tutta probabilità, sta per verificarsi un grosso riscaldamento di circa 50°C nella zona della Siberia Centrale.
Tale riscaldamento, in atto tra la fine di Gennaio ed i primi giorni di Febbraio, avrebbe l’effetto di spostare il Vortice Polare dalla sua sede naturale in direzione del nostro Continente.
Questo, come detto, accadrebbe gli ultimi giorni di Gennaio.
L’allarme riguarda, come detto, alcune porzioni del nostro Emisfero che potrebbero subire gli effetti di una violenta ondata di freddo, con temperature molto basse e forti scarti termici negativi dalla norma.
Negli ultimi anni gli effetti di uno Stratwarming sono stati evidenti soprattutto negli Stati Uniti, interessati da forti ondate di freddo.
In realtà, questa volta la situazione nella sua evoluzione potrebbe favorire il Continente Europeo, donde un certo allarme dei centri meteorologici europei per questa evoluzione che potrebbe concretizzarsi nel corso del mese di Febbraio, quando la struttura stratosferica potrebbe irradiarsi agli strati inferiori troposferici.

Non ci resta che aspettare per verificare se si verifichino tali condizioni.


Fonte:http://freddofili.it/2016/01/20/riscaldamento-in-stratosfera-adesso-il-fenomeno-sta-preoccupando-i-centri-meteorologici-europei/

giovedì 14 gennaio 2016

IL VORTICE POLARE SI SPOSTA VERSO L'EUROPA


Molto movimento alla quota di 10 hPa nei prossimi giorni (circa 30 mila metri di altezza), legato ai movimenti in atto da parte del Vortice Polare, che è il grande protagonista delle alte quote atmosferiche nella stagione invernale.
Attualmente, il Vortice Polare è posizionato in modo da inviare aria fredda sugli Stati Uniti centro orientali (interessati infatti da un forte afflusso artico), ma nei prossimi giorni un riscaldamento in zona siberiana spingerà il Vortice Polare in direzione dell’Europa Settentrionale.
Il risultato sarà che la parte più fredda e più attiva del Vortice si posizionerà sul campo europeo, approssimativamente sulla Scandinavia, ed il VP investirebbe in pieno il nostro Continente, lasciando invece l’America con un clima più mite.
A questo punto, c’è la possibilità, come ha adombrato il Meteoffice britannico, che il prossimo mese di Febbraio sia caratterizzato da maltempo, freddo e neve.
Non sempre quella che è la circolazione nell’alta atmosfera si trasferisce al suolo, certo è che la posizione del Vortice Polare cambierà parecchio rispetto alla sua posizione attuale e tradizionale nella stagione fredda.

Fonte:http://freddofili.it/2016/01/14/novita-in-stratosfera-il-vortice-polare-si-trasferisce-in-europa/

mercoledì 18 novembre 2015

MASSA DI ARIA GELIDA IN GERMANIA CON IMPORTANTI NEVICATE


La nuova massa d’aria artica in arrivo sull’Europa Centrale nel prossimo fine settimana, è accompagnata, su queste zone, da isoterme che sfioreranno i -10°C a 1400 metri di altezza, e da nevicate che appaiono molto abbondanti sui versanti nord alpini, ma anche in parte sulle pianure tedesche.
La mappa successiva, elaborata da weatherbell, mette in evidenza le precipitazioni nevose in arrivo sull’Europa Centrale (cumulati nevosi fino al prossimo martedì).
Si notano accumuli presenti su tutta la Germania, ma potrebbe cadere neve anche sui Paesi Bassi e sulla Francia ed Inghilterra.

Forti accumuli saranno presenti su tutti i versanti Nord Alpini, per i quali si potrebbe parlare quasi di nevicate eccezionali, che coinvolgeranno anche l’Austria, la Svizzera, la Slovenia, e buona parte dei Balcani.
Si tratta della prima “ondata invernale” di questa stagione, anche se, ricordiamolo, la neve era già caduta sulla Germania centrale nello scorso mese di Ottobre.


Fonte:http://freddofili.it/2015/11/18/massa-daria-fredda-in-germania-con-consistenti-nevicate-in-pianura/

martedì 13 ottobre 2015

IL FREDDO DEL NORD ATLANTICO SUL CLIMA EUROPEO


Sul Daily Mail è apparso un articolo-intervista riguardante il problema delle basse temperature presenti sull’Atlantico Settentrionale negli ultimi mesi, fenomeno che potrebbe influenzare pesantemente il clima europeo dei prossimi anni.
Nel periodo Gennaio – Agosto le temperature della zona a sud della Groenlandia sono precipitate ai loro livelli più bassi di sempre, e gli scienziati temono che la causa sia dovuta allo scioglimento delle imponenti quantità di acqua fredda, che avrebbero indebolito la Corrente del Golfo, il “nastro trasportatore” di acque calde del Golfo del Messico che mitigano il clima europeo.
In particolare, il Dr. Michael Mann, della Pennsylvania State University, ritiene che tale Corrente si sia indebolita ad un ritmo che non si è mai visto negli ultimi 1000 anni.
Un crollo della Corrente del Golfo potrebbe risultare determinante per modificare il clima delle due sponde dell’Atlantico Settentrionale, sia del Nord America che dell’Europa.
Però, una spiegazione alternativa, anche se gli effetti climatici potrebbero essere simili, riguarda il ciclo dell’AMO, Oscillazione nord atlantica, in base al quale le temperature dell’Atlantico Settentrionale scenderebbero per cause naturali, per una serie ciclica della durata di decenni, e forse con effetti maggiorati dovuti alla scarsa attività solare.
Questo, del resto, è quanto accadde durante gli anni peggiori della Piccola Età del Ghiaccio, quando le temperature del Nord Atlantico erano calate e le specie ittiche migrate verso sud.
Un effetto simile lo abbiamo visto la scorsa estate, quando i banchi di merluzzo sono scesi a latitudini meridionali rispetto alla norma.
E ne ha risentito il clima estivo delle Isole Britanniche e del Nord Europa, con temperature più basse della norma.

Fonte:http://freddofili.it/2015/10/12/il-north-atlantic-blob-la-bolla-fredda-presente-sul-nord-atlantico-e-che-minaccia-il-clima-europeo/

giovedì 1 ottobre 2015

IN EUROPA COMINCIA CON IL FREDDO L'OTTOBRE 2015: TEMPERATURE SOTTO LO ZERO IN GERMANIA, POLONIA E SVIZZERA


Comincia col gelo l’Ottobre del 2015 (che corrisponde al primo mese del semestre freddo, che va da Ottobre fino a Marzo), almeno sui Paesi del Centro Europa.
La mappa mostra in evidenza il Polo Freddo che questa notte si è addossato sull’Europa Centrale e sul nostro Settentrione: la circolazione depressionaria in quota, con isoterme piuttosto basse (fino a -24°C a 5500 metri di altezza sulla Svizzera) ha determinato le nevicate che questa notte hanno interessato le Alpi Centrali, anche sui versanti italiani.
Ma il freddo mattutino si è fatto sentire anche sulle nazioni centro europee: la temperatura è scesa per la prima volta sotto lo zero anche in Germania, con una minima di -1,0°C a Goerlitz, mentre in Polonia sono numerose le località con minime negative ed estese gelate, come a Wroclav (-1,0°C), ed a Lodz (-1,8°C).
Prima gelata stagionale anche in Francia, con -0,4°C a Luxeuil, mentre in Svizzera, più direttamente interessata dal passaggio del Polo Freddo, si segnalano i -11,3°C raggiunti sullo Joungfraujoch, a quota 3580 metri.
Le anomalie termiche sono elevate: su tutto un corridoio che va dall’Europa Orientale fino alle Isole Britanniche le temperature sono al di sotto dei valori normali anche di 8-9°C.
Mappe da lamma meteo toscana, da meteomodel.pl, e webcam di Santa Caterina Valfurva, innevata dalla neve caduta stanotte.
01 ott 15 sunnyvalley 01 ott 15 tempanom99


Fonte:http://freddofili.it/2015/10/01/ondata-di-gelo-sulleuropa-centrale-temperature-sotto-lo-zero-in-germania-polonia-114c-in-svizzera/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog