ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Mare del Nord. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mare del Nord. Mostra tutti i post

giovedì 9 aprile 2015

OLANDA: IL LENTO RISVEGLIO DI UN VULCANO ESTINTO?


Il Sûdwalvulkaan siede morto a 2 km sotto il Mare del Nord, nel nord dei Paesi Bassi da circa 150 milioni di anni.
Nel 1970, venne scoperto il vulcano durante una fase di ricerca di gas naturale nel Waddenzee.
Durante la perforazione, per la quale ha ricevuto solo un permesso nel 1988, hanno trovato una temperatura anomala a bassa profondità e variazioni anomale nel magnetismo.
E poi hanno anche colpito la roccia vulcanica.
La presenza del gigante dormiente è una delle ragioni per la quale il nord dei Paesi Bassi possiede gas naturale, e altrettanto importanti, enormi caverne di sale.
Al giorno d'oggi, la piattaforma di gas 'Zuidwal' si trova sulla cima del vulcano e estrae il gas, che è direttamente trasportato tramite un gasdotto di Harlingen per ulteriori elaborazioni.
E 'uno dei tanti luoghi in cui il gas si trova nei Paesi Bassi, in quanto la parte settentrionale dei Paesi Bassi ha molti giacimenti di gas e di petrolio.
Il giacimento di gas più noto è quello della Slochteren nella provincia di Groningen, che è il più grande d'Europa.
L'edificio vulcanico è nascosto sotto la sabbia del Waddenzee e si trova nel bacino Vlieland.
Nei suoi giorni, è stata un'abbastanza grande stratovulcano, che misura circa 1000 metri di altezza.
Si è formata 160 milioni anni fa, durante la Cimmerian Orogony, quando le placche turche e iraniane hanno sbattuto nella placca eurasiatica mentre la placca Cimmeriana era già in subduzione sotto Laurasia, portando alla formazione di una serie di vulcani dall'altra parte del continente, la maggior parte dei quali sono ora nascosti in gran parte sotto la placca del Mare del Nord.
Il vulcano era attivo durante un periodo di circa 12 milioni di anni fa.
Quando il Sûdwal era attivo, ha prodotto eventi brevi ma feroci ed esplosive eruzioni di trachite-fonolite [Van Bergen e Sissingh, 2007].
La sua attività ha portato alla salita di gas proveniente dallo strato carbonifero.
Tale processo ha continuato a lungo dopo che il vulcano era andato in silenzio.
Il gas non poteva ulteriormente salire dopo che gli strati di sale e arenaria si erano formati sulla parte superiore del vulcano ormai dormiente.
Il giacimento di gas attuale si trova proprio sopra l'antico gigante.
E' noto tuttavia che il vulcanismo secondario è molto noto per essere responsabile della formazione di vasti giacimenti di idrocarburi,di conseguenza è assai probabile che tale giacimento sia il sottoprodotto di un vulcanismo secondario.
Il rivestimento in pietra arenaria del Sûdwal deriva dai primi del Cretaceo.
Questo strato di arenaria funge da roccia serbatoio in cui si è accumulato il gas.
Esso viene tenuto in posizione da uno strato di scisto formatosi su di esso.
Altri studi del substrato della zona hanno concluso che il rifting anche giocato un ruolo nella formazione del vulcano Sûdwal [Cottençon et al., 1975; Herngreen et al. 1991]
Un nuovo studio del The Geological Survey dei Paesi Bassi nel 2011 ha rivelato molte caratteristiche del sottosuolo olandese fino ad allora sconosciute.

Recentemente, però, il sospetto che il vecchio gigante Sûdwal potesse svegliarsi, è cresciuto.
Ci sono segni di inquietudine, come lievi terremoti, riportate da 'wadlopers "(persone che camminano sulle distese di fango a bassa marea) e corsi d'acqua alterati, come è stato riferito da persone sulle isole vicine che utilizzano i corsi d'acqua più piccoli per le attività di pesca.
Recentemente, bolle di gas sono state segnalate dai pescatori locali che erano proprio sul punto in cui si trova il Sûdwalvulkaan.
Essi hanno inoltre riferito un lieve odore sulfureo nella zona, causando una leggera nausea e irritazione agli occhi.

Questo, insieme alle altre indicazioni, ha portato l'Università di Delft ad istituire un'inchiesta guidata dal professor E. Eisinga.
Misure di temperatura preliminari in pozzi esistenti hanno dimostrato che il terreno nella zona è leggermente più caldo rispetto le misurazioni dal 1987 - quando l'esistenza del fino ad allora unico vulcano ipotetica è stata stabilita.
E poichè è stato pensato per essere estinto, così ulteriori indagini o e sorveglianza sono state intraprese.
Purtroppo, stazioni sismiche esistenti sono troppo lontane per registrare adeguatamente eventuali movimenti nella zona e non ci sono stazioni nella zona che può dare misurazioni più conclusive.
Il Prof. Eisinga ha affermato che una serie di stazioni sismiche sarà posta sulle isole di Flylân (Vlieland), Texel e Skylge (Schiermonnikoog) e il suo team sta anche valutando stazioni vicino Harns (Harlingen) e Wieringermeer.


Fonte:https://volcanocafe.wordpress.com/2015/03/31/frisian-sudwalvulkaan-coming-to-life-again/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog