ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Krafla. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Krafla. Mostra tutti i post

martedì 19 aprile 2016

LA PROSSIMA ERUZIONE DEL BARDARBUNGA


Durante la fase eruttiva del vulcano Bardarbunga, la parte settentionale della calotta glaciale del Vatnajokull è stata ripetutamente scossa da forti crisi di attività sismica causate sia dai movimenti magmatici all'interno del Bardarbunga, sia dal processo di rifting che ha coinvolto lo stesso vulcano Bardarbunga, sia a causa del brusco collasso della caldera del complesso vulcanico.
Durante questo processo un'altro complesso vulcanico, il Tungnafellsjokull, che già in passato aveva manifestato segnali di attività vulcaniche, dopo oltre 10.000 anni dalla sua ultima fase eruttiva ha subìto un notevole aumento dell'attività sismica al punto da far temere una possibile eruzione.
All'inizio un nesso era molto improbabile in quanto l'aumento dell'attività sismica del Tungnafellsjokull era iniziato diversi anni prima del risveglio del Bardarbunga, senza calcolare che entrambi i vulcani e il loro stile eruttivo sono molto differenti anche nella composizione del magma.
Il Bardarbunga è un vulcano a magma basaltico derivante da magmi estremamentre caldi e in grado formare vasti laghi e fiumi di lava.(esempio il Kilauea, Hawaii)
Il Tungnafellsjokull invece è un magma a magma riolitico derivante da magmi estrememente densi e in grado di produrre eruzioni esplosive estremamente violente. (esempio Chaiten, Cile; Pinatubo, Filippine; Saint Helens, Stati Uniti).Prima di iniziare su cosa sta avvenendo sul vulcano Bardarbunga è interessante notare come una sequenza sismica avvenuta negli ultimi giorni si stia propagando dal vulcano Bardarbunga al vulcano Tungnafellsjokull.

Ormai è cosa risaputa che il Bardarbunga si sta nuovamente preparando per un'altra fase eruttiva in quanto l'area e il vulcano stesso si stanno nuovamente sollevando sotto un rapido accumulo di nuove masse magmatiche accompagnato da un progressivo aumento dell'attità sismica.
Quello che ha un po sorpreso è come negli ultimi giorni una rapida sequenza di scosse sismiche abbia iniziato a propagarsi in direzione del Tungnafellsjokull.
E' difficile sapere cosa sta avvenendo nella camera magmatica del Bardarbunga, ma c'è la possibilità che il bacino magmatico del vulcano Bardarbunga stia lentamente entrando in contatto con quello del Tungnafellsjokull.
Cosa succede quando il magma basaltico entra in contatto con il magma riolitico?
Non si sa ma se ciò sta davvero avvenendo non ci vorrà molto prima che si venga a saperlo.
Nel contempo, torniamo a parlare in particolare del Bardarbunga, negli ultimi giorni è stata fatta una sovrapposizione di diverse immagini ricavate negli ultimi 8 mesi 2015-2016 che evidenziano sequenze sismiche causate da intrusioni magmatiche nel settore del Vatnajokull.

L'attività sismica principale si concentra sulla caldera del Bardarbunga, ma altri punti neri si evidenziano anche nell'area del vulcano Hamariin e del Grimsvotn in una riga che fa sospettare chi scrive che con il passare del tempo l'accumulo di bacini magmatici porterà ad una vasta eruzione lineare, in stile come quella del Laki-Grimsvotn, oppure il vulcano Krafla.




La mappa sottostante evidenzia quali sistemi ci fessure e vulcano sono coinvolti.
Sovrapponendo le immagini di diversi mesi si può osservare come sotto la calotta glaciale del Vatnajokull, sommando ovviamente l'attività sismica del vulcano Bardarbunga che è così frequente da farlo apparire come un punto nero sulle immagini sovrapposte, si sta formando un'ampio sistema di intrusioni a diga.
Cos'è un'intrusione a diga?
E' un processo in cui il magma all'interno di un corpo ascende verso l'alto o si muove lateralmente all'interno della crosta superiore.
Distinte morfologie deformativi derivano dalla diga intrusioni, tra cui una sequenza di crateri eruttivi allineati basaltici, fessure, e, in alcuni casi, crepe di tensione, monoclinali, e piccole faglie.
Quando le dighe magmatiche intersecano la superficie, eruttano a formare coni, fessure eruttive, bassi vulcani a scudo, e flussi lavici.
Un'ulteriore area che non è stata sovrapposta all'immagine soprastante è in prossimità dell'area sotto la calotta glaciale dove avvenne la grande eruzione del 1783-84, Laki-Grimsvotn.

L'11 settembre 2015 uno sciame di terremoti si è nuovamente risvegliato sul vulcano Hamarinn.
Si tratta di un vulcano che si trova all'interno dello sciame di fratture del Bárðarbunga e potrebbe essere collegato ad esso, quale sia la connessione non è chiaro, ma i dati suggeriscono che una volta storica che il Bárðarbunga entra in eruzione viene talvolta seguito dal vulcano Hamarinn.
Quello di cui gli scienziati sono certi è che il Bardarbunga si trovi in uno dei suoi ciclici processi di rifting, che evolverebbero con il trascorrere del tempo in più fasi eruttive nell'arco di diversi anni e quello che sta avvenendo sotto il Vatnajokull, sembra essere proprio fare al caso nostro.
I processi di Rifting è quando una grande parte di una frattura sull'Islanda si apre a grandi profondità e grandi quantità di magma si formano e sono spinte verso l'alto riempiendo il vuoto che è creato.
Il vulcano Bárðarbunga ha avuto più della metà delle islandesi eruzioni rifting a fessura, e, naturalmente, le più grandi.
L'ultima volta che è successo al vulcano Bárðarbunga fu nel 1477, quando una frattura si propagò da Veidðivötn e si estese fino al Torfajökull (causando un'eruzione lì) causando anche un'eruzione di categoria VEI-6 nella caldera del Bárðarbunga.
La successiva volta che è successo era nel 1783, i Fuochi Skaftár (Laki) che è accaduto nella sequenza di spaccature del vulcano Grimsvotn.
Tuttavia è chiaro una cosa, una prossima grande eruzione nel settore del Bardarbunga è probabile, la spaccatura che si è formata durante l'eruzione di Holuhraun è sufficientemente vasta per l'eruzione di grandi quantità di magma.

Tuttavia resta interessante la vasta intrusione a diga che si sta formando a sud del Bardarbunga, luogo molto più probabile in cui avvenga la prossima fase eruttiva.


BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog