ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Herdubreid. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Herdubreid. Mostra tutti i post

venerdì 7 aprile 2017

ISLANDA: CINQUE SCIAMI SISMICI NELL'ASSE BARDARBUNGA-HERDUBREID


Grimsvotn
Negli ultimi mesi l'attività sismica nell'area del vulcano Grimsvotn, nel centro di Vatnajokull, è nuovamente aumentata, questo vulcano ha eruzioni con una periodicità di almeno 4 anni, l'eruzione del vulcano Bardarbunga nel 2014-2015 pare abbia temporaneamente rallentato tale processo, ma ora il vulcano sta nuovamente accumulando pressione di conseguenza è prevedibile che una nuova eruzione sia prossima, la sua ultima fase eruttiva è stata nel 2011 ed è stata la maggiore in 140 anni.

E' possibile che questo vulcano nei prossimi mesi possa nuovamente avere un'eruzione simile o almeno a metà di tale potenza.

Bardarbunga

Una forte sequenza di terremoti con i più forti di magnitudo 3.0 e 4.0 a meno di un chilometro di profondità ha scosso l'area centrale della caldera.
Questo fenomeno di per se non è preoccupante nel breve termine in quanto è legato al processo di espansione del sistema vulcanico a causa della crescente presenza di un cospicuo corpo magmatico in accumulo dal 2015.
Altri due sciami sismici sono concentrati nell'area di Holuhraun, uno all'interno del ghiacciaio e l'altro nel sito dell'ultima eruzione, la causa è legata anche cui all'accumulo di due intrusioni magmatiche nell'area, probabile epicentro di nuovi fenomeni eruttivi nel recente futuro.

Herdubreid

Come spiegato in questo articolo Herdubreid è in una fase di risveglio, dopo che la camera magmatica di questo vulcano è diventata tutt'una con un'altro sistema magmatico altrettanto grande facente parte di un sistema vulcanico chiamato Uppytingar, se il nome è giusto, questo porta questo vulcano post-glaciale ad aver accumulato nel corso degli anni una vasta riserva di magma molto simile a quella del vulcano Bardarbunga e con una capacità eruttiva pari o superiore a quella dell'eruzione Holuhraun 2014-2015.

Il processo che causa tali terremoti altro non è che la presenza di un corpo di magma che sta caricando verso la superficie, e questo fenomeno ormai è diventato la quotidianità dell'area finchè un nuovo processo eruttivo non prenderà posto nell'area.
Si tratta comunque di magma basaltico, proprio come quello del Bardarbunga.
Il fenomeno che causa questi sciami sismici è lo stesso che portò dal Bardarbunga l'inizio di un'eruzione nell'area di Holuhraun, un processo di rifting che ha causato una maggiore risalita di magma in diversi apparati vulcanici, portando a una sequenza di eruzioni fissurali.
Il Grimsvotn è indipendente finora da tale processo tuttavia i prossimi candidati per un'eruzione sono il Grimsvotn e Herdubreid.

martedì 28 marzo 2017

ISLANDA: AUMENTO SISMICO NELLA FRATTURA HOLUHRAUN-HERDUBREID


Dopo l'aumento dell'attività sismica nell'area di Herdubreid e nel settore settentrionale del vulcano Bardarbunga, osserviamo in questi giorni come da Herdubreid fino all'area meridionale di Holuhraun, dove avvenne l'ultima eruzione del vulcano Bardarbunga, e fino ad arrivare addirittura al cratere del vulcano Grimsvotn, una sequenza di attività sismica di bassa intensità segua quella che appare come una lunga area di frattura che collega le aree più attive dal punto di vista vulcanico.

Questa attività sismica ha una profondità variabile tra gli 8 e i 2 chilometri.
Non si tratta di un fenomeno di per se rilevante se non per il fatto che dimostra che l'area che va da Bardarbunga-Grimsvotn-Holuhraun-Heredubreid manifesta un chiaro tasso di ricarica delle camere magmatiche.
Dal momento che i fenomeni di rifting durano a volte ben oltre un decennio questo fenomeno dimostra che nuove aree di frattura si formeranno o amplieranno in diverse fasi eruttive.
Almeno tre eruzioni di forte intensità c'è da aspettarsele nei prossimi anni.
-Herdubreid.
-Bardarbunga-Holuhraun.
-Bardarbunga-Loki.
Queste conclusioni derivano dal fatto che queste aree sono quelle che fin da prima dell'eruzione del vulcano Bardarbunga 2014-2015 hanno manifestato un'elevata presenza di intrusioni magmatiche.
Il fenomeno più preoccupante potrebbe derivare da un'eruzione nell'area del vulcano Loki, a sud del Bardarbunga, in quanto l'area è coperta dal ghiacciaio Vatnajokull e una forte eruzione sotto il ghiaccio produrebbe una serie di esplosive eruzioni freato-magmatiche con potenziale emissione di cenere nell'atmosfera.
L'area di Herdubreid condivide ora un'unica vasta camera magmatica con il sistema Uppytingar con una capienza maggiore dell'eruzione di Holuhraun del 2014-2015 ma con un potenziale eruttivo simile a quello del Kilauea o del Mauna Loa alle Hawaii, emettere grandi quantità di lava, ma senza minacciare aree abitate oppure causare effetti climatici.
L'area di frattura Holuhraun-Bardarbunga potrebbe eruttare nella stessa area, ma un maggiore bacino magmatico si trova a metà strada tra il complesso di Bardarbunga e il sito dell'ultima eruzione, sotto il ghiacciaio, anche qui aspettarsi una serie di forti eruzioni freato-magmatiche è consono, ma l'area non possiede un potenziale a lungo termine più di quanto non lo possieda il vulcano Grimsvotn.
Sottolineiamo che si tratta di un'ipotesi, ma i dati suggeriscono questa tendenza.

mercoledì 22 marzo 2017

ISLANDA: LA FUSIONE DI DUE CAMERE MAGMATICHE


Dopo il rallentamento dello sciame di terremoti nell'area di Herdubreid, una ripresa notevole dell'attività sismica sottoforma di uno sciame magmatico si è originato a nord del complesso del vulcano Bardarbunga, indicando che la camera magmatica del vulcano ora è concentrata direttamente a nord del vulcano come ha indicato l'attività sismica degli ultimi tempi.
La causa di questi terremoti è causata direttamente dall'espansione del bacino magmatico contro gli strati di roccia superficiali, durante la cui inflazione la fratturazione della roccia provoca dei forti terremoti, detti vulcano-tettonici (Vt).
Almeno due terremoti nell'area hanno raggiunto la magnitudo 3.0 e 3.1 ad una profondità compresa tra 3 e 8 chilometri.
Un'altra trentina di terremoti di magnitudo tra 1.0 e 2.5 è avvenuta ad una profondità veriabile tra gli 11 e 1 chilometri di profondità, chiaramente un'impronta dell'origine magmatica.
Questa attività sismica è direttamente legata ai fenomeni sismici dell'ultima settimana avvenuti ad Herdubreid.
Altri non si tratta del medesimo processo di rifting che continua, quando la risalita di abbondanti corpi di magma provoca un'aumento delle eruzioni lineari lungo il margine tra due placche tettoniche.

Non ci saranno al momento nuove eruzioni sul settore del Bardarbunga ma il fenomeno è sulla strada nel breve termine in quanto l'accumulo di magma e l'inflazione del sistema vulcanico procedono a ritmo troppo rapido per aspettarsi un fenomeno di lungo termine.
Nonostante l'attività sismica di Herdubreid sia rallentata, a differenza del recente passato l'attività sismica nell'area di mantiene più estesa e anche l'intensità dei terremoti si è fatta più intensa.

I più forti terremoti di magnitudo 2.6 e 2.1 avevano una profondità massima di 2-3 chilometri, mentre almeno una decina di terremoti minori è collocato ad una profondità di solo un chilometro.
Questo significa che non solo a differenza di un giorno fa ma anche della scorsa settimana l'attività sismica si è spostata verso la superficie diventando sempre più superficiale.
Recentemente anche gli esperti islandesi hanno fatto riferimento alla possibilità di un'eruzione nell'area di Herdubreid.
Circa 500 i terremoti sono stati registrati nell'area di Herdubreid.
L'eruzione potrebbe essere un presagio di eruzioni che potrebbero verificarsi anche nelle prossime settimane.
Un'altra opzione è quella di terremoti che rilasciano la pressione dopo l'eruzione del vulcano. Lo afferma in una conversazione con Arman Gissur Höskuldsson vulcanologo islandese.
Il più grande terremoto dello sciame era di 3.0, ma si è ridotto significativamente.
"Da un lato c'è questa dinamica che penetrava da Álftadalsdyngju a est di Jökulsá alcuni anni fa e si sta espandendo lungo verso ovest", dice Ármann, aggiungendo che questo comportamento è molto strano.
"L'ultima volta sentito parlare era in questa zona dove questi terremoti sono ora. Si potrebbe quindi dire che da qualche parte nel sistema avremmo un'eruzione vulcanica nelle prossime settimane o mesi ".
Ármann dice che il magma si sta muovendo più vicino alla superficie e potrebbe esserci a breve un eruzione nella zona. Ármann conclude.
Herdubreid nel corso degli ultimi tempi ha accumulato una riserva di magma molto grande che all'inizio era iniziata nell'area di un'altro vulcano altrettanto remoto: Uppytingar.

Le Upptyppingar sono montagne di tufo vulcanico negli altopiani orientali in Islanda.
La loro formazione è dovuta a un'eruzione sub-glaciale in questa zona circa 12.000 anni fa.

Nel 2007 una sequenza di terremoti di sciami ha iniziato ad apparire nella zona di Upptyppingar.
L'attività sismica nella zona Upptyppingar hanno continuato da allora.
Il numero totale dei terremoti in questa zona a partire dall'anno 2007 è qualcosa di più di 6000 totali.
Il motivo per cui i terremoti stanno accadendo in questa posizione è perché il magma sta spingendo attraverso la superficie in questo settore.
Questo è stato confermato da misurazioni GPS a partire dall'anno 2007.
E' opinione che una maggiore attività del vulcano Askja potrebbe innescare un'eruzione nella zona Upptyppingar o nella vicina zona.
Questa è solo speculazione sulla base di dati osservati.
Ecco alcuni dati scientifici nella regione di Upptyppingar e il magma che si è accumulato a 15 km di profondità sotto le montagne Upptyppingar a partire dall'anno 2007.

Profondità dei terremoti nel 2007. Come si vede, il magma si è spostato verso l'alto con il tempo.

Il magma si è lentamente messa in comune sotto Herdubreid e Upptyppingar nell'ultimo decennio.
In sintesi le camere magmatiche di questi due vulcani preistorici (non eruttano da 12.000 anni) si sono fuse in un unico sistema centrale comune che ha trovato volume e pressione sufficienti per caricare verso la superficie in quella che sta evolvendo verso una nuova eruzione.








Fonti:
http://www.jonfr.com/volcano/?p=6735
http://expianetadidio.blogspot.it/2015/10/islanda-il-magma-sotto-le-montagne-di.html

lunedì 20 marzo 2017

ISLANDA: HERDUBREID PREPARA L'ERUZIONE


L'ultima settimana ha visto in Islanda un notevole aumento dell'attività sismica lungo l'area di rifting che dal vulcano Bardarbunga fino ad Holuhraun e Askja accompagnò l'eruzione del Bardarbunga nel settore Holuhraun nei sei mesi tra il 2014-2015.
Si osservi sotto l'andamento dell'attività sismica da agosto 2014 a gennaio 2015.




Quello che come descrivevo in precedenza sta avvenendo da oltre una settimana è stato un notevole aumento dell'attività sismica nell'area orientale del vulcano Askja, nei pressi del vulcano Herdubreid, il quale non ha una fase eruttiva dal periodo post glaciale 11.700 anni fa.
Si tratta di un vulcano Tuya, vale a dire la cui forma appare scavata e levigata dall'erosione glaciale.
L'attività sismica nel corso degli ultimi giorni ha superato i trecento terremoti con un'aumento anche nell'area di Holuhraun e Askja.

La causa di questo notevole aumento è innescata dal fatto che la pressione di un notevole corpo magmatico sta caricandosi attraverso gli strati superficiali che la separano dalla superficie ragione per la quale la fratturazione della roccia causata da questa massa di magna è la principale causa di questa notevole instabilità nell'area del vulcano.
La causa invece dell'aumento dell'attività sismica nell'area di Askja e Holuhraun altri non è che la presenza di intrusioni di magma di cui è responsabile il medesimo processo di rifting che ha causato l'eruzione del Bardarbunga, questo processo è destinato a durare e a continuare sia nell'area settentrionale del vulcano Bardarbunga sia in quella meridionale.
La quantità di magma accumulata nell'area sotto Herdubreid nel corso del processo di rifting è almeno pari o superiore a quella dell'eruzione Bardarbunga-Holuraun, il processo di accumulo ha iniziato e continuato da prima e anche in seguito all'eruzione di quest'ultimo e sebbene il fenomeno di rifting unisca diversi complessi vulcanici, il processo eruttivo non avviene nel medesimo periodo ma si tratta di diversi bacini magmatici che nel momento in cui il processo di fratturazione della crosta terrestre determina un elevato livello di instabilità iniziano una nuova fase eruttiva che può durare mesi o anche qualche anno.
Il magma basaltico confinato in quella vasta area è in grado di sostenere un lungo processo eruttivo per un lungo periodo ma, a meno che non avvenga in un'area coperta dal ghiacciaio, può solo dare luogo a eruzioni effusive non esplosive.
Un'ulteriore dettaglio legato al fatto che probabilmente nell'area si sta preparando un nuovo processo eruttivo è determinato che la profondità dei terremoti nell'ultima settimana sono diventati sempre meno profondi come a evidenziare il fatto che il magma si sta lentamente avvicinando alla superficie.
Prima i terremoti avvenivano ad una profondità tra 5 e 3 chilometri.
Ora il processo è diventato più esteso e superficiale con terremoti a soli 2 chilometri di profondità.
Si veda la differenza tra la settimana scorsa e oggi.

Quello che però si osserva nel frattempo è un leggero rallentamento dell'attività sismica quindi è probabile che il processo di intrusione magmatica al momento stia rallentando, anche se potrebbe accelerare di nuovo nei prossimi giorni.
Seguiranno ulteriori aggiornamenti.




























BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog