ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Federazione Russa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Federazione Russa. Mostra tutti i post

martedì 23 maggio 2017

IN AUMENTO LA PRODUZIONE INDUSTRIALE RUSSA


Le cifre di aprile per la produzione industriale della Russia sono aumentate del 2,3% anno su anno, le nuove statistiche rilasciate dalla Federal Statistical Service lo hanno confermato.
Gli esperti economici vedono il salto dell'industria industriale come segno positivo, con i numeri di aprile che si espandono a un tasso di crescita del 0,8% a marzo e invertono l'andamento negativo all'inizio dell'anno. Dopo essere cresciuto del 2,3% anno su anno in gennaio, l'output effettivamente è diminuito del 2,7% a febbraio, dovuto in parte alla perdita di due giorni di lavoro calendari rispetto allo stesso periodo del febbraio 2016.
Nel complesso, tra gennaio e aprile 2017, la produzione industriale è cresciuta di un modesto 0,7%. Tuttavia, le cifre erano al di sopra delle stime pessimistiche degli economisti e sono considerate come un possibile indicatore dei tassi di crescita positivi nel resto dell'economia.
Analizzando le cifre, il notiziario russo Business Expert.ru ha indicato che le cifre sulla crescita dell'infrastruttura per l'industria rappresentano un'indicazione particolarmente buona, con una crescita per le industrie che prevedono l'aumento dell'energia elettrica, del gas e del vapore del 2,4% e quelli impegnati in approvvigionamento idrico, fognature e la gestione dei rifiuti del 3,8%.
Expert.ru ha riconosciuto che un problema importante è la continuata dipendenza dell'economia dall'estrazione e dalla vendita delle materie prime e la sua successiva dipendenza dai prezzi globali di petrolio e gas. Su questo fronte, l'analista di Alor Broker Kirill Yakovenko ha detto a Expert.ru che ora c'è il fenomeno strano dove Mosca e altri maggiori Stati produttori di petrolio hanno accettato di ridurre la produzione, mentre la produzione e le esportazioni statunitensi continuano a crescere.
La Russia sta scommettendo di forgiare le alleanze con i paesi esportatori di petrolio e di vedere una crescita stabile dei prezzi.
Un forte motore di crescita economica positiva nel 2016 è stato l'industria militare e i settori ad essa associati. Nel 2016 l'industria elettronica ha registrato una crescita impressionante del 32%, mentre la produzione di prodotti chimici specializzati è cresciuta del 22,5%. La costruzione navale è cresciuta di oltre il 16%, l'industria spaziale del 7,5% e l'industria aeronautica del 6%.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/201705201053813055-russian-industrial-output-figures-april/

lunedì 22 maggio 2017

MOSCA HA VISTO IL PIU' FREDDO MAGGIO DAL 1918


A Mosca la temperatura media negli ultimi 17 giorni è di 8.5 ° C.
In alcuni giorni a maggio, le anomalie di temperatura negative hanno raggiunto i 9-10 ° C sotto la media.
Negli ultimi giorni la temperatura media era dietro lo standard di 6.1ºC.
Questo lo rende il maggio più freddo di Mosca dal 1918.
I record di Mosca sono stati conservati dal 1879.

Fonte:http://hmn.ru/index.php?index=1&ts=170518110240

venerdì 19 maggio 2017

LA FINE DELL'AGRICOLTURA


Negli ultimi anni nonostante le previsioni di crescita del settore agricolo e della produzione, nel Nuovo e nel Vecchio Continente, eccettuata la Federazione Russa per ragioni che spiegheremo in seguito si è assistito ad un progressivo declino della produzione agricola.
I dati non mentono.
Uno studio del 2013 pubblicato sul The Guardian spiega
L'agricoltura industriale potrebbe colpire i limiti fondamentali nella sua capacità di produrre colture sufficienti per alimentare una popolazione globale in espansione secondo nuove ricerche pubblicate in Nature Communications.
Lo studio condotto dagli scienziati dell'Università di Nebraska-Lincoln sostiene che i tassi di produzione di grandi colture hanno minacciato rallentamenti o stagnazioni che minano le proiezioni ottimistiche di rendimenti crescenti costantemente crescenti.
"Il 31% del riso globale, la produzione di grano e granturco" hanno sperimentato "stagnazioni della produzione o bruschi diminuzioni di rendimento, compreso il riso in Asia orientale e il grano nell'Europa nord-occidentale".
I declini e le stagnazioni della produzione sono diventati prevalenti nonostante i crescenti investimenti in agricoltura, il che potrebbe significare che i massimi rendimenti potenziali sotto il modello industriale dell'agribusiness si sono già verificati.
I rendimenti delle colture "nelle principali regioni che producono cereali non sono aumentate per lunghi periodi di tempo a seguito di un precedente periodo di costante aumento lineare".
Lo studio fa una leggera lettura. I livelli di produzione sono già appiattiti con "nessun caso di ritorno alla precedente tendenza al rialzo del rendimento" per le regioni chiave che rappresentano il "33% del riso globale e il 27% della produzione mondiale di grano".
Scrissero:
"... abbiamo trovato una decelerazione diffusa nel tasso relativo di aumento dei rendimenti medi delle principali colture di cereali durante il periodo 1990-2010 in paesi con la massima produzione di queste colture e forti prove di stagnazione dei rendimenti o di un brusco calo del tasso del 44% dei casi, che, insieme, rappresentano il 31% del totale del riso globale, della produzione di grano e di granturco ".
Sebbene gli investimenti agricoli in Cina siano aumentati tre volte dal 1981 al 2000, i tassi di aumento dei rendimenti del frumento sono rimasti costanti, diminuiti del 64% per il granturco e sono trascurabili nel riso. Allo stesso modo, il tasso di rendimento del mais è rimasto sostanzialmente piatto, nonostante un investimento del 58% che è aumentato nello stesso periodo.
Lo studio avverte:
"Una preoccupazione è che, nonostante l'aumento degli investimenti nella R & S agricola e nell'educazione durante questo periodo, il tasso relativo di guadagno di produzione per le colture alimentari più importanti è diminuito nel tempo insieme a evidenze di plateau di rendimento superiore in alcuni dei domini più produttivi".
Lo studio critica la maggior parte degli altri modelli di proiezione dei rendimenti che prevedono un incremento della produzione composta o esponenziale nei prossimi anni e decenni, anche se questi "non si verificano nel mondo reale".
Contrariamente a questo declino agricolo sul territorio europeo e sul territorio statunitense invece la Federazione Russa nel 2016 è diventata autosufficiente nell'importazione di prodotti agricoli, specialmente il grano dove in quello stesso anno è diventato il primo esportatore mondiale.
Questo è avvenuto a seguito del fatto che USA e UE hanno introdotto delle restrizioni commerciali per diversi prodotti a seguito del colpo di stato in Ucraina spingendo così il paese a diventare autosufficiente.
Le esportazioni di grano del Paese slavo hanno già superato gli Stati Uniti e quest'anno possono superare quelle dell'UE.
Così, la Russia potrebbe presto diventare il più grande esportatore di grano nel mondo, secondo per le previsioni del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti citato dalla media svizzera.
Anche se il ritardo a causa di nevicate e forti piogge negli Stati Uniti ha portato alla crescita dei prezzi del mais, il valore di questa specie di erba continua nella 'depressione', in cui è caduta cinque anni fa, quando ha fatto esplodere la bolla speculativa nel settore delle materie prime.
Tutti questi fattori indicano che oggi gli agricoltori degli Stati Uniti e Unione Europea guadagnano meno di cinque anni fa.
Solo da pochissimi anni, la Russia ha optato per l'autosufficienza, è stata in grado di aumentare i raccolti e raggiungere il livello leader mondialie delle esportazioni di grano, ha detto il giornalista.
"In pochi anni, la Russia, che da tempo aveva lasciato la scena internazionale, è ormai diventata una nuova superpotenza agricola, soprattutto grazie ai cereali".
Secondo la Servicio Federal de Estadísticas de Rusia (Rosstat), nel 2016 il paese slavo ha prodotto 120 milioni di tonnellate di grano.
È il più grande raccolto post-sovietica.
Il raccolto del Paese slavo è aumentato del 61% negli ultimi dieci anni ed ha quasi raddoppiato il mais.
Nel frattempo, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, la quota statunitense di esportazioni di mais a livello mondiale è scesa di oltre due volte a partire dagli anni '70.
L'embargo per un certo numero di prodotti alimentari frutta, verdura, latticini, farina di carne, introdotti dall'Occidente nel 2014 nel contesto della crisi in Ucraina, "non ha impedito il sorgere dell'agricoltura".
Questo settore è venuto a svolgere un ruolo sempre più importante nell'economia slava del Paese. Per la prima volta, le esportazioni di prodotti agricoli hanno portato più profitti dele esportazioni di armi: circa 15.000 milioni di dollari.
Nel corso degli ultimi anni si è configurata una tendenza climatica che ha chiaramente sfavorito notevolmente l'agricoltura americana ed europea e invece ha favorito l'insorgere del "granaio russo."

La Corrente a Getto divide in un emisfero le aree con differenze di temperatura tra le aree polari e quelle temperate.

Le correnti a getto (o jet streams) sono venti molto intensi presenti ai limite della troposfera (8-12Km di altezza) che circumnavigano tutto il pianeta Terra in senso longitudinale. Queste ‘super-correnti’ possono raggiungere una velocità di 150-250 Km/h, una larghezza di 150-500 Km e uno spessore verticale di 3,5 Km.
Negli ultimi anni la Corrente a Getto ha subìto delle variazioni diventando sempre più divisa in curvature con aree di bassa pressione e aree di alta pressione.

Queste persistenti anomalie sul lungo termine hanno prodotto ondate di freddo e neve fuori stagione in alcune aree degli Stati Uniti e in Nord Europa, in Russia invece un'area di alta pressione ha favorito negli ultimi anni condizioni di bel tempo e di conseguenza favorito l'autosufficenza del Paese.

Questa tendenza è causata da una tendenza climatica che vede un'abbassamento della temperatura media globale con forti variazioni del Vortice Polare dell'Oceano Artico, dove lungo le aree di bassa pressione descritte si hanno condizioni che stanno favorendo il declino termico sul continente americano e nord europeo.
Un'esempio di questo fenomeno lo si può osservare in Germania dove nel corso degli anni è stato osservato un declino della temperatura media del mese di maggio.
Quello che hanno scoperto è che i santi dei ghiacci (santi di alcune date) stanno diventando più freddi.
I grafici riportati di seguito mostrano la media temperatura del 11-15 maggio per Potsdam, dove è sede dell'Istituto Potsdam per la ricerca sul clima (PIK)Prof. Dr. Hans-Joachim Schellnhuber.

Figura 1: I Santi del Ghiaccio (11-15 maggio) per Potsdam, Germania dal 1985 - che risale più di 30 anni. Il periodo gelido di metà maggio è infatti sempre più freddo, non più caldo, come ha affermato il DWD. Grafico: Josef Kowatsch
Kowatsch e Kämpfe presentano anche la tendenza per Dresden-Klotzsche, una stazione ufficiale del DWD. Essa mostra anche un trend di raffreddamento.

Figura 2: Stazione DWD Dresda Klotzsche. La curva blu mostra la temperatura media del 11-15 maggio con tendenza lineare, 1985 - 2016. Il Brown mostra le alte temperature elevate, il grigio mostra le temperature minime e il giallo mostra la temperatura di superficie di 5 cm. Grafico: Samuel Hochauf. Per il 2016 la temperatura media era di 12,88 ° C, cioè in linea di tendenza.
Kowatsch e Kämpfe riassumono:
Tutte e quattro le linee di tendenza [in figura 2] mostrano che i "santi dei ghiacci"  stanno diventando più freddi dal 1985, e non più caldi. I Santi del Ghiaccio in Germania stanno diventando più freddi.
Kowatsch e Kämpfe guardano anche un'altra stazione meteo DWD, operativa dal 1996: Goldbach bei Bischofswerda . Anche qui i Santi del Ghiaccio stanno diventando più freddi:

Negli ultimi 20 anni la superficie forestale in Europa e Stati Uniti è aumentata, in entrambi i continente si è assistito ad un progressivo ripopolamento di specie da climi continentali come i lupi. Specie non importate artificialmente.
Durante l'inverno hanno fatto la loro comparsa sia in diversi stati degli USA che dell'Inghilterra le civette delle nevi, specie da climi freddi.
La tendenza dimostra chiaramente che le aree prima favorevoli all'agricoltura stanno mutando la loro capacità produttiva oppure si stanno spostando in aree più favorevoli, come evidenziato nell'area di alta pressione della Russia che ne ha favorito l'autosufficienza.







lunedì 15 maggio 2017

PUTIN PRESENTA LE BASI DELLA TRASFORMAZIONE EURASIATICA


Parlando al Forum per la Cooperazione Internazionale della Striscia e la Route, tenutasi nella capitale della Cina, il presidente russo Vladímir Putin ha definito il terrorismo internazionale e "i vecchi conflitti regionali" come le "grandi sfide" per lo sviluppo globale.
"Per risolvere [questi problemi], dobbiamo, prima di tutto, dare la retorica di guerra, accuse e recriminazioni che non fanno altro che peggiorare la situazione. La logica dei vecchi approcci non risolve nessuno dei problemi oggi. Abbiamo bisogno di nuove libere idee, libere da stereotipi ", ha detto Putin.
Il presidente russo ha descritto la miseria e l'"enorme divario nel livello di sviluppo" in diversi paesi e regioni come fonte dell'estremismo e del terrorismo. "Non si può risolvere queste crisi non superando la stagnazione economica globale", ha detto.
Il presidente russo conferma che i modelli di sviluppo anche precedenti sono stati esauriti, e mette in evidenza il ritorno del protezionismo nell'agenda politica internazionale.
"Modelli e fattori di sviluppo ex sono quasi scarichi, in molti paesi una crisi vive anche il sistema di stato sociale ambientato nel XX secolo che oggi è in grado di garantire non solo la crescita sostenibile del benessere, ma anche per mantenere allo stesso livello ", ha detto.
Allo stesso tempo, il problema della "frammentazione economica e tecnologica" è aggravata dalla "restrizioni unilaterali e illegittime che impediscono l'espansione delle tecnologie", ha detto Putin.

La grande Associazione Eurasiatica

Il leader russo ha detto che è convinto che l'Eurasia è in grado di sviluppare un programma che copre i problemi di sicurezza, le relazioni tra Stati membri, il funzionamento dell'economia, la sfera sociale, meccanismi di gestione e la ricerca di nuovi motori di crescita.
"Credo che l'unione di progetti di integrazione come l'Unione Eurasiatica Economica ( EEU ), l'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai ( SCO ) e l'Associazione delle Nazioni del Sudest Asiatico ( ASEAN ), ha il potenziale per diventare la base di una grande eurasiatica associazione ", ha detto il presidente.
In aggiunta, i paesi europei membri della UE potrebbe partecipare ad una partnership, il che renderebbe è "veramente armonizzato, equilibrato e universale, ", ha detto Putin.
Per promuovere questa cooperazione, Vladimir Putin ha proposto di fare un patto eurasiatica per semplificare le regole del commercio, che approfondire gli accordi raggiunti eliminazione delle barriere commerciali nel quadro dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) nel febbraio 2017.
Egli ha aggiunto che la Russia è pronta ad investire in joint venture nel territorio dei suoi partner.
"Vorrei anche sottolineare che la Russia è pronta non solo per il commercio, ma anche per investire in joint venture e nuove capacità industriali nel territorio dei nostri partner", ha detto il presidente russo.
Un altro approccio per affrontare l'approccio proposto da Putin è lo sviluppo di infrastrutture, in particolare trasporti. In questo senso, l'unione di una striscia e un'iniziativa di percorso con la Rotta Marittima dell'Artico russo " è in grado di creare la configurazione di un nuovo paesaggio logistica del continente, un fattore chiave per l'esplorazione dei territori e l'attivazione dell'economia e degli investimenti "ha detto.
Il presidente russo ha chiamato a rimuovere gli ostacoli all'integrazione del continente creando soprattutto un moderno sistema di corridoi di trasporto.
Nel campo della logistica, la Russia è pronta a cooperare per creare una moderna infrastruttura di trasporto che sfrutta la situazione geografica unica.
"La Russia, con la sua posizione geografica unica, è preparata per questo lavoro congiunto, modernizzare costantemente le nostre marittime e ferroviarie infrastrutture di trasporto", ha detto Putin, aggiungendo che notevoli risorse vengono utilizzate nel Percorso Marittimo Artico che diventa "un'arteria del trasporto globale e competitivo."
Egli ha aggiunto che i progetti infrastrutturali richiedono ingenti investimenti privati, quindi è necessario creare "condizioni comprensibili, prevedibili e confortevoli per gli investitori".
Secondo Putin, a questo lavoro dovrebbero anche partecipare le istituzioni finanziarie di nuova costituzione, come Bank of BRICS o Infrastructure Asian Investment Bank.
"La Russia vede nella futura aassociazione eurasiatica non solo i nuovi legami tra stati e mercati, ma un cambiamento politico ed economico del continente che porterà la pace, la stabilità, la prosperità e un nuovo livello in termini di qualità della vita", ha detto il presidente russo .
La gente dell'Eurasia "hanno bisogno di una cosa molto chiaro: la sicurezza, un futuro con certezza e capacità di lavorare e migliorare il benessere delle loro famiglie."
In questo senso, "la Grande Eurasia non è un progetto geopolitico astratto è un progetto di vera civiltà volto al futuro", ha detto Putin.

Fonte:https://mundo.sputniknews.com/politica/201705141069145935-vladimir-putin-mundo-presidente-ruso/

I NUOVI ARMAMENTI RUSSI SONO IN GRADO DI CONTRASTARE IL PENTAGONO

La Russia si è impegnata per lo sviluppo di nuovi tipi di armi nucleari e attua il suo programma di innovazione nel campo delle armi convenzionali, dice Dave Majumbar, editorialista giornale americano per National Interest, riferendosi alla relazione della Scuola di Studi Strategici S. Rajarathnam Singapore.
Secondo gli esperti Vasily Kashin e Michael Raska, l'arsenale nucleare rinnovato aiuterà la Russia a contrastare efficacemente la comparsa di nuovi sviluppi militari negli Stati Uniti, NATO, ecc.

In risposta allo sviluppo del sistema di difesa missilistica degli Stati Uniti, nuovi missili balistici intercontinentali Yars russi appaiono così come classe sottomarini Borei, armati di missili Bulava.

In Inoltre, il Paese slavo sta sviluppando missili pesanti Sarmat sistemi missilistici mobili e Rubezh.

Sarmat a sinistra; Rubezh a destra.
E' anche in corso il lavoro di creazione di un sistema missilistico ferroviario, nuove testate nucleari ipersoniche ed è in fase di modernizzazione il bombardiere strategico Tu-160, citano gli analisti.
Esperti osservano che la Russia sta migliorando le sue forze nucleari tattiche, tra cui missili balistici di bombe nucleari a corto raggio, missili da crociera e missili nucleari, tra cui classe terra-aria.
"La Russia ha già un vantaggio significativo rispetto alla Stati Uniti in termini di qualità e varietà di sistemi di lancio ed è in grado di garantire l'efficacia delle sue forze strategiche nucleari in un prossimo futuro " dice il rapporto .
Allo stesso tempo, la Russia non ha abbandonato lo sviluppo di armi non nucleari.
Gli esperti riconoscono che il paese slavo ha compiuto progressi in modo significativo in alcuni aspetti, comprese le armi ad energia diretta, armi ipersoniche e ferroviarie e sottomarini senza equipaggio.
Gli autori del rapporto prevedono che nel lungo periodo, la Russia svilupperà attivamente i sistemi robotici e il controllo remoto, compresi i veicoli aerei senza equipaggio e veicoli di terra, i cui test sonop già in corso: una nuova generazione di sistemi di guerra elettronica, mezzi di guerra informatica, compresi verrà inoltre sviluppato un sistema di combattimento tramite internet.
La Russia continuerà a introdurre avanzati sistemi di difesa missilistica a lungo e ultra-lungo raggio, che possono anche essere utilizzati per ottenere la superiorità aerea.
Il paese prevede di creare aerei da combattimento avanzati in grado di far fronte con aerei da combattimento di quinta generazione della produzione occidentale e blindati di elevato livello di protezione, che ridurrà le perdite nei conflitti locali.
"Il Cremlino sta attuando una strategia intelligente, tenendo conto delle risorse tecniche e materiali della Russia", conclude l'autore.

Fonte:https://mundo.sputniknews.com/defensa/201705151069165819-nuevas-armas-rusas-respuesta-eeuu/

IL NUOVO GRANAIO MONDIALE RUSSO


Il Paese slavo sta diventando il granaio del mondo e l'oggetto di invidia per gli agricoltori negli Stati Uniti e Unione Europea, ha confermato un articolo pubblicato sul quotidiano svizzero Tages Anzeiger.
Le esportazioni di grano del Paese slavo hanno già superato gli Stati Uniti e quest'anno possono superare quelle dell'UE.
Così, la Russia potrebbe presto diventare il più grande esportatore di grano nel mondo, secondo per le previsioni del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti citato dalla media svizzera.
Questa è una buona notizia per i consumatori, dal momento che i più grandi Paesi del mondo, dal punto di vista delle dimensioni del suo territorio, come la Russia e il Brasile, stanno invadendo il mercato mondiale con prodotti di qualità a basso costo.
Anche se il ritardo a causa di nevicate e forti piogge negli Stati Uniti ha portato alla crescita dei prezzi del mais, il valore di questa specie di erba continua nella 'depressione', in cui è caduta cinque anni fa, quando ha fatto esplodere la bolla speculativa nel settore delle materie prime .
Tutti questi fattori indicano che oggi gli agricoltori degli Stati Uniti e Unione Europea guadagnano meno di cinque anni fa.
È per questo che la possibilità che i prezzi di colture agricole aumenti è molto basso.
Per esempio, le scorte di grano mondiali hanno raggiunto livelli record e continuano a crescere, secondo i dati del Consiglio internazionale dei cereali.
In aggiunta, imponendo sanzioni contro la Russia, USA e l'UE le hanno reso un grande favore, in quanto hanno solo contribuito a sviluppare la loro agricoltura.
Ora, il paese slavo in grado di soddisfare la vostra richiesta senza importare, come faceva prima.
Le esistenti condizioni economiche dal 2014, come il forte deprezzamento del rublo nei confronti del dollaro e l'euro, i costi di produzione relativamente bassi e la soddisfazione della domanda interna a favore Russia aumentano la sua quota di mercato agricolo mondiale.
Secondo il giornale svizzero, il miglioramento delle esportazioni russe potrebbe mettere in imbarazzo molti produttori statunitensi.
L'autoproduzione introdotta da Mosca in risposta alle sanzioni occidentali nel 2014, ha avuto un impatto positivo sul settore agricolo del paese slavo, conferma Muryel Jacque nel suo articolo per la per il quotidiano francese Les Echos.
Solo da pochissimi anni, la Russia ha optato per l'autosufficienza, è stata in grado di aumentare i raccolti e raggiungere il livello leader mondialie delle esportazioni di grano, ha detto il giornalista.
"In pochi anni, la Russia, che da tempo aveva lasciato la scena internazionale, è ormai diventata una nuova superpotenza agricola, soprattutto grazie ai cereali".
Secondo la Servicio Federal de Estadísticas de Rusia (Rosstat), nel 2016 il paese slavo ha prodotto 120 milioni di tonnellate di grano.
È il più grande raccolto post-sovietica.
Mosca sta guadagnando quote di mercato negli Stati Uniti e in Europa in regioni come l'Asia, l'America Latina o in Africa.
I maggiori produttori sono "scossi", osserva l'autore. Soprattutto se si considera che gli analisti australiani dell'organizzazione AEGIC prevedono che le di esportazioni di grano russo cresceranno del 60% nel periodo 2015-2060.
In un articolo pubblicato dal quotidiano americano The Wall Street Journal, a sua volta, ha osservato che "agli agricoltori statunitensi, che in precedenza alimentavano tutti, ora sono stati sviluppati da nuovi centri", tra cui la Russia.
Il raccolto del Paese slavo è aumentato del 61% negli ultimi dieci anni ed ha quasi raddoppiato il mais.
Nel frattempo, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, la quota statunitense di esportazioni di mais a livello mondiale è scesa di oltre due volte a partire dagli anni '70.
L'embargo per un certo numero di prodotti alimentari frutta, verdura, latticini, farina di carne, introdotti dall'Occidente nel 2014 nel contesto della crisi in Ucraina, "non ha impedito il sorgere dell'agricoltura". Questo settore è venuto a svolgere un ruolo sempre più importante nell'economia slava del Paese. Per la prima volta, le esportazioni di prodotti agricoli hanno portato più profitti dele esportazioni di armi: circa 15.000 milioni di dollari.
La Russia, che è sotto le sanzioni in Europa e negli Stati Uniti, si è concentrata sull'obiettivo che era stato proposto nel 2010: " raggiungere l'autosufficienza alimentare entro il 2020", dice Jacque Muryel.
Con l'adozione di misure contro la risposta alimentare europea, Mosca ha anche deciso di aumentare i sussidi agli agricoltori e consentire agli stranieri l'affitto di terreni.
In aggiunta, il settore agricolo russo attira investimenti di grandi aziende commerciali "che vogliono la loro fetta di torta".
Di conseguenza, la Russia non ha bisogno di grani esteri, verdura, pollame o carne di maiale.
Le sanzioni occidentali e altre misure restrittive non hanno avuto l'effetto previsto, osserva l'autore. "La caduta del rublo ha giocato in loro favore sui prodotti agricoli russi." Ora, è più conveniente inviarli ad altri paesi. Allo stesso tempo, grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli, ridotti costi di energia elettrica si sono abbassati i prezzi di fertilizzante per la produzione di grano.


Fonti:
https://mundo.sputniknews.com/rusia/201705131069142000-rusia-agricultores-exportaciones-productos/
https://mundo.sputniknews.com/economia/201704261068658482-sanciones-rusia-superpotencia-agricultura/

venerdì 12 maggio 2017

NEL 2020 LA FEDERAZIONE RUSSA PRODURRA' IN MASSA ELICOTTERI DI ATTACCO NAVALE

È prevista per il 2020 la produzione di massa degli elicotteri russi di attacco navale Ka-52K Katran.

Lo ha dichiarato Andrey Boginsky, amministratore delegato della società produttrice dell'elicottero russo.
"Penso — ha spiegato ai giornalisti — che sarà più vicino al 2020. Il volume dei miglioramenti è sostanziale, ma siamo pronti per questo".
È anche previsto che venga portato a termine entro il 2020 il primo contratto di esportazione degli elicotteri.
"Nell'ambito degli obblighi firmati, il contratto viene eseguito entro tre anni", ha spiegato Boginsky ai giornalisti. "Dobbiamo fornire i primi elicotteri nell'estate del 2017."
L'ad ha ricordato che il contratto prevede i termini di consegna e la formazione di specialisti in acquirenti stranieri. I Ka-52 sono prodotti dalla Progress Arsenyev Aviation Company, gruppo appartenente della State Corporation Rostec.
Il Ka-52K è una modifica per le navi del modello di elicottero da ricognizione e da combattimento Ka-52 Alligator progettato per distruggere veicoli blindati, eseguire operazioni di supporto di fuoco e condurre missioni di pattuglia e scorta.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201705054452697-russia-previsto-inizio-produzione-elicottero-ka/

martedì 9 maggio 2017

PUTIN HA SPIEGATO LE CAUSA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE


Durante la celebrazione del Giorno della Vittoria, il presidente russo Vladimir Putin ha parlato delle vere cause della seconda guerra mondiale. Secondo il leader nazionale della Russia, la prima guerra mondiale è stata in grado di avviare e indebolire la disunione dei paesi militari, che ha portato allo sviluppo dell'ideologia penale della superiorità razziale.
Putin ha ricordato che questa guerra ha sostenuto milioni di vite ed è riuscita ad ottenere la vittoria solo a costo di un gran numero di vittime insostituibili.
Tuttavia, l'Unione Sovietica, per la quale i nazisti hanno portato e a loro volta subito i loro colpi più potenti, è riuscita a cambiare la situazione, "ampliare le ruota sanguinosa" e inseguire le truppe nemiche di nuovo da dove erano venuto.
Per evitare queste minacce, secondo il presidente, è necessario rafforzare il potenziale di difesa del paese.
"Le lezioni dell'ultima guerra ci chiedono di essere vigili e le forze armate della Russia sono in grado di scongiurare qualsiasi potenziale aggressione", - ha concluso il presidente.
Il presidente ha anche osservato che la Federazione Russa sempre agirà sul lato della pace ed è pronta per la cooperazione in questo con gli altri paesi, ciò negherà anche ogni guerra, "contrariamente l'essenza stessa della vita e della natura umana." Egli ha osservato che solo le forze della comunità internazionale possono affrontare efficacemente le attuali sfide globali - il terrorismo e l'estremismo.

Fonte:https://newinform.com/55366-putin-raskryl-istinnye-prichiny-vtoroi-mirovoi-voiny

LA MODERNIZZAZIONE DELLA MARINA RUSSA AUMENTA I VANTAGGI MILITARI IN MOLTI SETTORI


Il canale russo Zvezda TV HA sottotitolato nella sua edizione online: "Grande, calibrare la Marina."
Egli fa notare che i più piccoli razzi classe Buyan-M-Class e sistemi di guardia Cheetah e i missili Cal.
In ottobre 2015 avevano dimostrato la loro efficacia dimostrata, attraverso il loro ex attacco missilistico dal Mar Caspio ai jihadisti in Siria.
Anche i piccoli razzi del progetto 22800 Karakurt, che sono ora in fase di costruzione saranno equipaggiati con missili da crociera Cal.
I commenti del trasmettitore:
"I convogli, che sono relativamente piccoli per condizioni marine, dovrebbero, se necessario, essere in grado di completare incursioni rapide nelle vicine zone di mare dw usare le loro armi e ritornare, rapidamente ai loro siti. Per le missioni in aree remote, la marina russa ha fregate pronte del progetto 11356, che sono a loro volta dotate di missili Cal-NK.
Tali missili sono ci sono anche nelle fregate del progetto 22350 che sono anche adatti per missioni in aree remote. "
Inoltre, la nave da crociera a propulsione nucleare "Admiral Nakhimov", che ora viene modernizzata, potrebbe non solo ottenere missili ipersonici zircone, ma anche missili cruise Cal.
I missili Cal, dice il rapporto, sono anche collocati su sottomarini diesel-elettrici del progetto 636,3.
Il primo sottomarino di questa classe, che ha avuto inizio subito con quei missili da crociera, è stato il "Rostov-on-Don": nel dicembre 2015 ha preso posizione dal Mediterraneo siriano mettendo alla prova la sua potenza di fuoco.
Viene in considerazione, secondo la stazione radio un ampliamento delle capacità di combattimento dei sottomarini nucleari del progetto 949A.
Nell'ambito della modernizzazione si dovrebbe ottenere tipo lanciatori aperti a sparare razzi Cal-PL: "Gli stessi sistemi missilistici sono stati scelti per i più avanzati sottomarini caccia a propulsione nucleare ".
Il trasmettitore ha commentato che la conversione su larga scala della marina russa aumenta notevolmente le loro opportunità. Questo significa anche nuovi standard in termini di dazi da combattimento "sottomarini, fregate e altre navi sono ora adatti non solo per distruttori caccia e portaerei. Dovrebbero essere versatile, per essere in grado di prendere qualsiasi oggetto mirato. "

Fonte:https://de.sputniknews.com/technik/20170504315642068-russlands-marine-modernisierung-staerke-waechst/

lunedì 8 maggio 2017

IL RITORNO DELLA POTENZA ARMATA RUSSA SULLA SCENA MONDIALE


Marcando il 25 ° anniversario della creazione delle Forze Armate Russe, l'osservatore militare e il contributo di RIA Novosti, Alexander Khrolenko, guarda indietro alla tumultuosa storia dell'esercito russo contemporaneo e come la sua trasformazione negli ultimi anni ha contribuito a spostare l'equilibrio globale del potere.
Il 7 maggio 1992, il presidente Boris Yeltsin ha firmato un decreto "sulla creazione delle forze armate della Federazione russa", formalizzando la liquidazione delle forze armate sovietiche.
Ricordando il decreto in un pezzo di analisi per RIA Novosti, Khrolenko ha notato che è stato firmato in un momento di enorme caos politico, sociale ed economico e della trasformazione fondamentale dello stato.
La lotta per il futuro delle forze armate somigliava a una battaglia, scrisse Khrolenko, dove la vittoria o la sconfitta avrebbero influenzato non solo la sopravvivenza del militare, ma la sopravvivenza stessa della Russia.
A metà degli anni '80, tra gli sforzi per ridurre le tensioni con l'Occidente, il leader sovietico Mikhail Gorbachev ha iniziato una serie di riforme per ridurre la forza delle forze armate sovietiche.
Questi sforzi da parte, Khrolenko ha ricordato che, nel 1990, l'esercito e la Marin avevano ancora 3.5 milioni di truppe.
Quando il Camp Socialista nell'Europa Orientale è crollato tra il 1989 e il 1990, le forze sovietiche all'estero hanno cominciato a tornare a casa.
Almeno 12.000 carri armeti sono tornati in Russia solo dalla Germania, mentre le truppe e le attrezzature militari sono state semplicemente lasciate in campi aperti al di fuori di Rostov-on-Don, Voronezh e Smolensk, e in questa atmosfera le immense difficoltà di fronte all'esercito e il paese hanno iniziato ".
Il Commonwealth degli Stati Indipendenti, formato sulle rovine dell'Unione Sovietica, doveva inizialmente avere le forze armate unificate.
Alla fine, i politici non potevano giungere ad un accordo. La Russia ha ereditato più di 2,8 milioni di truppe dell'esercito sovietico, con l'Ucraina e la Bielorussia che dividevano la maggior parte dei rimanenti tra loro (rispettivamente 380.000 e 230.000 soldati).
"L'economia e il sistema finanziario della Russia sono stati gettati in disordine", ha osservato Khrolenko. "A metà degli anni '90, lo stipendio di un alto funzionario era l'equivalente di US $ 5, e anche questa somma scarsa è stata spesso trattenuta da sei a otto mesi alla volta, mentre i militari mancavano di carburante e altre risorse per la formazione ..."
Migliaia di carri armati moderni sono stati venduti per un piccolo affare; i vettori aerei di Minsk e Novorossiysk sono stati venduti all'estero per il prezzo del rottame.
Le guarnigioni militari in Siberia e nell'Estremo Oriente sono state lasciate deserte.
"A quel tempo, a livello statale, nessuno sembrava avere alcuna idea del tipo di esercito russo necessario, sia qualitativamente che quantitativamente, e se ne fosse necessario uno per tutti.
Per molti anni le forze armate sono state esaurite per salvare i campi di addestramento che sono stati ricoperti di erbacce, mentre i campi militari sono stati trasformati in comunità dacha ".
All'alba del XXI secolo, Khrolenko ha ricordato che "la Russia occidentale e Mosca sono state difese da una sola formazione", la XX Armata Armata Combustibile (quella che è stata ritirata dalla Germania), che con personale ridotto è stata stabilita in dodici regioni del Distretto Federale Centrale della Russia ".
"In una situazione di incertezza a lungo termine (se non in totale disperazione), migliaia di funzionari lasciarono i militari alla ricerca di una vita migliore. Nel frattempo, i combattimenti si sparpagliarono nel Caucaso, la NATO ha iniziato l'espansione a est; sottoposta al "capitalismo selvaggio occidentale" ".
In questa situazione difficile, se non impossibile, l'osservatore ha sottolineato che solo i soldati più dedicati, "quelli che non riuscivano a immaginare se stessi all'esterno delle forze armate", sono rimasti in campo militare. Le truppe strategiche dei missili hanno continuato a monitorare i cieli, i sottomarini nucleari hanno continuato a pattugliare; i piloti di combattimento hanno preso i cieli e i marinai hanno preparato le loro navi per le traiettorie di lunga distanza. Nel Caucaso settentrionale, i comandanti dell'esercito hanno liberato valli e canyon dai jihadisti.
"Queste persone si sono rivelate la principale forza indistruttibile che difende il paese e quando lo Stato ha cominciato a riconquistare la sua forza, ha iniziato il ripristino sistematico della prontezza di combattimento delle Forze Armate", ha scritto Khrolenko.
Nel 2000, sotto il presidente appena eletto Vladimir Putin, fu fondata una base giuridica per le forze armate russe; il governo ha approvato un concetto di sicurezza nazionale, insieme alla Dottrina Militare della Federazione russa.
Nel 2012, prima della crisi dell'Ucraina e prima che la Russia iniziasse la sua missione controterroristica in Siria, il sito francese di notizie in lingua francese AgoraVox lamentava che "dopo il crollo dell'Unione Sovietica, il mondo avrebbe potuto entrare in un'era di pace e di cooperazione. Quella vittoria appartiene solo ad essa e non era necessario ascoltare gli altri ".
"Questo," ha suggerito Khrolenko, era una "diagnosi molto accurata". Le operazioni "infinite" del Medio Oriente, lo smantellamento dei cowboy della Jugoslavia, l'espansione della NATO, l'offensiva mondiale del terrorismo internazionale, tutto ciò ha dissipato ogni illusione sul mondo "senza guerre".
E così, "sotto la pressione dell'estero, la Russia è stata costretta a iniziare gradualmente a ripristinare le proprie capacità di difesa, iniziata con alcuni programmi di riarmo, ma notevoli progressi sono stati fatti solo dopo l'operazione per costringere la Georgia a fare pace [con l'Ossezia del Sud e l'Abkhazia].
Nel 2008. In Ossezia del Sud, le truppe russe hanno incontrato per la prima volta le armi, le attrezzature e le attrezzature di comunicazione della NATO in battaglia, la nostra debolezza tecnologica è divenuta evidente: la procrastinazione ha portato alla graduale perdita della sovranità statale ".
Nel 2010 il governo si è impegnato a prevedere un programma di riarmo di 20 miliardi di rubli che prevede un programma di modernizzazione globale che aggiornerebbe il 70% del totale delle risorse militari russe entro il 2020. Questo programma è stato realizzato con successo.
All'inizio di quest'anno, in un "primer" molto dettagliato sul potere militare russo per la nuova amministrazione di Trump, il contribuente di National Interest. Michael Kofman ha scritto che "dopo le riforme avviate nell'ottobre 2008 e un programma di ammodernamento nel 2011 valutato a 670 miliardi di dollari, le forze armate sono diventati uno degli strumenti più affidabili della Russia sul potere nazionale ".
E in effetti, le figure parlano da solo, scrive Khrolenko.
Nel 2016, ad esempio, l'esercito ha ricevuto oltre 5.500 pezzi di attrezzature militari e sistemi di armi, compresi i punteggi di aerei (come combattenti di generazione Su-35 4+, bombardieri Tu-160 e Tu-95, Mi-28 e Ka-52 , Elicotteri Mi-35 e Mi-26), centinaia di nuovi e modernizzati carri armati, nuovi sistemi anti-aerei missilistici e quasi due dozzine di complessi RS-24 Yars ICBM.
I missili di quest'ultimo sono giudicati in grado di penetrare in qualsiasi difesa missile esistente o futura. Finora nel 2017, le forze di difesa aerospaziali sono state aumentate con oltre una dozzina di bombardieri Su-34 e sono destinati a ricevere oltre due dozzine di altri combattenti multipli Su-30.
Nel 2016, per la prima volta in quasi un quarto di secolo, la Russia ha creato un nuovo esercito di carri armati e oggi il fianco occidentale del paese è difeso da due eserciti armati combinati completamente equipaggiati.
"Anche la Marina è stata fortemente rafforzata", ha aggiunto Khrolenko. "Dopo il suo ritorno in Russia nel 2014, la Crimea si trasformò presto in una fortezza impenetrabile, solo la flotta del Mar Nero ricevette diverse nuove navi di superficie [incluse due fregate admirali di classe Grigorovich] e il progetto 636, munito di missili calibro a lungo raggio ".
Inoltre, la Marina militare russa è tornata negli oceani del mondo, con il suo semplice passaggio attraverso acque internazionali vicino alle coste statunitensi o europee, causando l'isteria tra i funzionari e i media occidentali. L'aviazione strategica russa ritorna nei cieli provocando altresi un simile agitazione.
La Russia sta sviluppando l'infrastruttura militare e navale anche nell'Artico e nell'Estremo Oriente, ha sottolineato l'esperto, con i militari che hanno recentemente schierato S-400 e sistemi di difesa costiera Bal e Bastion a Kamchatka e le isole Kuril, mentre la Marina costruisce la sua Flotta di Rompighiaccio.
Lavorando per ammodernare le sue forze nucleari, la Russia sta continuando a sviluppare il suo ICBM termonucleare armato ultra-pesante RS-28 Sarmat, che si prevede entrare in linea appena l'anno prossimo, insieme al missile ipersonico 3M22 Zircon (la cui produzione di massa è prevista all'inizio quest'anno).
A partire dal 2015, le forze armate hanno dimostrato l'efficacia degli sforzi di modernizzazione nel combattimento, con l'operazione russa in Siria che colpisce il terrorismo globale e contribuisce a difendere la sovranità del paese contro un numero di attori molto potenti regionali e globali che hanno cercato di smantellare il Paese.
Nel frattempo, l'esperienza di combattimento che le forze russe ricevono consente ai militari di migliorare la sua struttura di forza, le armi e le tattiche del loro uso.
"Gli Stati Uniti sono indignati", ha sottolineato Khrolenko, indicando un recente articolo del servizio russo di Voice of America con il titolo "Perché la Russia ha bisogno di un milione di forze armate?" Indirizzando a ciò che definisce una crescente "minaccia russa", il Pentagono ha ripreso le proprie strategie.
Il mese scorso, commentando le immagini dei missili da crociera americani lanciati dalle navi statunitensi nel Mediterraneo per colpire una base aerea in Siria, l'ancoraggio MSNBC Brian Williams ha eccitato le parole del cantante Leonard Cohen e della sua linea "Sono guidato dalla bellezza dele nostre armi ".
Anche la Russia ha il diritto di vedere le armi come "belle", ha suggerito Khrolenko, non a causa della loro lucidità o del potere distruttivo, ma perché al momento sono la principale forza del mondo a contribuire a fermare l'imposizione di un ordine mondiale unipolare basato sulle manipolazioni finanziarie e sulla minaccia dei gruppi di attacco degli Stati Uniti e dei missili da crociera Tomahawk.
"Ventiquattro anni dopo il crollo dell'Unione Sovietica, il nostro Paese è più forte di qualsiasi potenziale aggressore. Il" flusso di ferro "delle armi russe ha servito a rafforzare la pace nel mondo", ha concluso l'analista.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201705061053341800-russian-armed-forces-25th-anniversary/

giovedì 4 maggio 2017

IL CREMLINO AZZERA IL DEBITO DEL KIRGHIZISTAN


Al 30 marzo 2017 l'ammontare del debito del Kirghizistan nei confronti della Russia ammonta a 240 milioni di dollari. Il 100% del debito sarà cancellato. Tale manovra rientra nel progetto di aiuto allo sviluppo del Kirghizistan da parte di Mosca.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201705034444801-russia-cancella-debito-kirghizistan/

martedì 2 maggio 2017

LA FEDERAZIONE RUSSA UNICA NELLO SVILUPPO DI MASSA DI ARMAMENTI IPERSONICI


Mentre il regime di controllo delle armi sta attraversando tempi più difficili, è in corso una corsa agli armamenti supersviluppati.
Questo mese, gli Stati Uniti hanno dimostrato la sua capacità di fornire attacchi di precisione a lungo raggio in Siria.
Hanno utilizzato anche la loro più potente bomba non nucleare in Afghanistan.
L'esplosione aerea GBU-43 / B Massive Ordnance può eliminare tutto all'interno di un raggio di 1000 yarde.
L'esercito americano ha iniziato a sperimentare la nuova bomba nucleare di gravità B61-12 in Nevada.
Una flotta di fucili da caccia furtivi F-35 è arrivata in Europa.
Oggi, le ferrovie e sistemi di armi a energia diretta sono contati per sostenere il vantaggio di colpire la precisione dell'America.
Ma c'è un'area in cui gli Stati Uniti sembrano essere in notevole ritardo.
L'emergere di armi ipersoniche è una rivoluzione che colpisce seriamente l'equilibrio globale del potere.
Ad esempio, quando viene commissionato il nuovo vettore aereo Ford da 15 miliardi di dollari americani, diventerà vulnerabile ai missili ipersonici.
Il 15 aprile la Russia ha testato con successo il missile da crociera ipersonico 3M22 Zircon da 5 tonnellate che viaggierà otto volte la velocità del suono a 6.136mph.
«Durante le prove del missile, è stato confermato che la sua velocità sulla marcia raggiunge otto Mach» , ha riferito l' agenzia di stampa russa TASS .
Il missile ipersonico è un salto quantico nella tecnologia.
Non richiede nessuna guerra di contromisure elettronica e traiettoria complessa di volo.
La velocità pura rende obsolete tutte le difese anti-aeree contemporanee.
L'unico sistema di difesa aerea che può colpire obiettivi a velocità di circa Mach 5.0-Mach 6.0 è il russo S-500 .
L'arma è progettata per essere trasportata da navi da guerra e sottomarini avanzati e modernizzati, compresi quelli della classe Husky.
La produzione del missile dovrebbe essere lanciata l'anno prossimo.
L' ammiraglio Nakhimov e gli incrociatori missilistici a propulsione nucleare Pyotr Veliky saranno i primi a ricevere la nuova arma nel 2018 e nel 2022 rispettivamente.
La Marina Navale prevede di ricongiungere le due navi da guerra giganti con dieci sistemi di lancio verticali 3S-14, ciascuno dei quali porta otto giri.
L'aggiunta del 3S-14 permetterebbe ad ogni nave di trasportare ottanta missili da crociera a bordo.
Secondo la « Vigilanza, Reach e Potenza Globale dell'America: Armi Manovrabili ad Alta Velocità», la relazione ha presentato alla fine del 2016 un panel di esperti di Blue-Ribbon per il Consiglio di Studio sulle Forze Aeree presso le Accademie Nazionali di Scienza.
Gli Stati Uniti stanno cadendo nella corsa alla tecnologia per sviluppare sia bracci di manovra ad alta velocità difensivi che offensivi.
La carta suona l'allarme di una corsa agli armamenti in corso di svariati anni per sviluppare missili ipersonici sia per armi nucleari strategiche che per sistemi convenzionali di sciopero.
Mark J. Lewis, presidente del panel che ha prodotto la relazione, ha dichiarato che "gli Stati Uniti potrebbero affrontare una minaccia da una nuova classe di armi che combina efficacemente velocità, manovrabilità e altitudine in modi che potrebbero sfidare la vigilanza, la portata e il potere delle Nazioni" .
La Russia è anche leader nei velivoli ipersonici. Per esempio, nell'ottobre 2016 la Russia ha testato con successo il soggetto 4202 - una testata avanzata di velivolo.
Il test è stato condotto a mezzogiorno da un sito vicino alla città di Yasny, regione Orenburg, nell'Urral meridionale e la testata ha raggiunto la gamma di test Kura in Kamchatka nell'Estremo Oriente della Russia.
Il veicolo ipersonico (HGV) percorre la maggior parte del tempo nella stratosfera piuttosto che nello spazio.
Può manovrare durante l'approccio a un bersaglio ad alta velocità, lasciando quasi il tempo per i sistemi di difesa missilistica di rispondere.
L'HGV è in grado di accelerare ad una velocità massima di 15 Mach (7 km al secondo).
La testa di prova è stata creata usando solamente componenti russi, compresi i dispositivi di bordo, i componenti elettronici e il sistema di guida.
Il soggetto 4202 deve essere installato sul missile balistico intercontinentale di nuova generazione RS-28 Sarmat della Russia, capace di portare fino a tre HGV come carico utile.
Mentre spende dieci volte di meno rispetto agli Stati Uniti per la difesa, compresa la ricerca e lo sviluppo, la Russia ha prodotto armi che rendono inefficaci gli sforzi di difesa missilistica degli Stati Uniti, fornendone al contempo un vantaggio tecnologico in prima colpa.
Questo è il momento in cui le fantasie si avverano. La Russia ha acquisito la tecnologia per creare veri modelli di armi ipersoniche, tra cui missili da crociera e testate ipersoniche per i velivoli ICBM. La sua leadership mondiale nella gara è confermata da test di successo. Nessuno nel mondo è vicino alla fase di produzione di massa.

Fonte:http://www.strategic-culture.org/news/2017/04/27/russia-leads-superweapons-arms-race.html

venerdì 21 aprile 2017

REPUBBLICA CINESE E FEDERAZIONE RUSSA AMMASSANO JET E ARTIGLIERIA AL CONFINE CON LA COREA DEL NORD


Torna a farsi bollente il clima intorno alla Corea del Nord. Fonti militari americane hanno riferito questa mattina alla Cnn che l'aeronautica militare della Cina avrebbe messo i caccia in stato di "massima allerta".
In particolare le forze armate di Pechino avrebbero intensificato le operazioni di manutenzioni, con un eccezionale numero di aerei pronti a decollare. Secondo fonti Usa i cinesi starebbero intensificando gli sforzi per "ridurre i tempi di reazione" nel caso la situazione a Pyongyang dovesse precipitare all'improvviso.

La Russia ammassa truppe al confine

Ma la Cina non è la sola a mobilitare le forze armate. Secondo diversi media locali anche la Russia starebbe spostando diversi equipaggiamenti militari pesanti lungo la breve striscia di confine- appena 17 chilometri - che la separa dalla Corea del Nord. Un video pubblicato sul sito di notizie di Khabarovsk DVHab.ru mostra un treno con anche sistemi missilistici Tor che attraversa la città, presumibilmente diretto verso Vladivostok, a 160 chilometri dal confine. Tuttavia il portavoce del Cremlino Dmirty Peskov ha preferito glissare, limitandosi a ricordare che i movimenti militari all'interno dei confini non rappresentino una questione pubblica.

Settimane di tensione

La notizia dell'attivismo russo e cinese arriva al termine di settimane di altissima tensione. Prima le minacce di Kim Jong-Un, che all'indomani del raid Usa contro la base aerea siriana di Shayrat replicò che la mossa statunitense "giustificava l'atomica". Quindi la risposta americana con l'invio della portaerei "Uss Carl Vinson" che, al termine di una controversa polemica sulla rotta tenuta in mare, ha infine rivolto la prora verso la penisola coreana. Ora nuovi inquietanti segnali di tensione con la mobilitazione di due grandi potenze - la Russia e la Cina - che sino a questo momento avevano assunto la posizione di possibili mediatori. E che adesso parrebbero prepararsi al peggio.

Fonte:http://www.ilgiornale.it/news/mondo/alta-tensione-corea-russia-e-cina-mobilitano-esercito-e-1388405.html

mercoledì 19 aprile 2017

IL MERCATO AGRICOLO RUSSO SI ESPANDE SCAVALCANDO LE RESTRIZIONI

Nonostante le sanzioni economiche imposte dall'Occidente, la Russia sta acquistando importanza nel settore agricolo e del suo sviluppo rurale, dice il giornalista britannico Neil Buckley.

Il fatto che la Russia attraversa il periodo di crescita agricola al giorno d'oggi nonostante le sanzioni anti-russi imposte dall'Occidente dimostra chiaramente che il mercato russo nasconde in sé un gigantesco potenziale per gli investitori stranieri, scrive il quotidiano britannico The Financial Times (FT).
L'introduzione nel 2014 di sanzioni economiche contro la Russia e contro-misure adottate in risposta da parte di quest'ultimo ha offerto l'opportunità per molti imprenditori russi per sviluppare le imprese locali e offrire un programma di sostituzione delle importazioni, ricorda l'autore di questo articolo, Neil Buckley.
E quando alcuni incompetenti analisti e investitori occidentali hanno dubitato che la Russia potesse recuperare, l'attuale boom del settore agricolo in Russia suscita un certo ottimismo, dice il giornale.
In effetti, la Russia è diventata l'anno scorso il più grande esportatore di grano nel mondo, il volume della produzione in questo settore ha raggiunto circa 199 milioni di tonnellate, di cui 34 milioni destinati esclusivamente all'esportazione, ha detto il FT.
Secondo il giornale, le imprese russe hanno fatto notevoli progressi in altri settori agricoli, tra cui la produzione nazionale di carne di maiale e pollame, che ha permesso loro di abbandonare completamente l'importazione. Inoltre, la Russia è diventata uno dei principali fornitori di barbabietola da zucchero, mentre il livello di produzione di ortaggi è aumentato del 30% rispetto al 2015.
Si conclude così il signor Buckley, i prodotti agricoli sono ora al secondo posto delle esportazioni dopo il petrolio e il gas naturale.
Ricordiamo che il regime di sanzioni anti-russi è radicato nell'adesione della Crimea e Sebastopoli alla Russia, a seguito di un referendum che si è svolto nel marzo 2014, in cui oltre il 90% dei residenti ha votato per l'annessione al Russia.
La Russia ha risposto imponendo l'embargo nel mese di agosto 2014, con diversi alimenti, compresi i prodotti lattiero-caseari, carne, frutta e verdura provenienti da UE, Canada, Australia e Norvegia. Il 15 dicembre l'Unione Europea prorogato di sei mesi le sanzioni contro la Russia. Poco prima di lasciare l'incarico, il presidente uscente degli Stati Uniti, Barack Obama le ha prorogate fino al marzo 2018.
A differenza dell'economia europea la Russia possiede le competenze per attirare mercati più affidabili, indipendentemente dal ridotto embargo.


Fonte:https://fr.sputniknews.com/russie/201704191030975092-russie-essor-agriculture-sanctions/

LA "MADRE DI TUTTE LE BOMBE"? MEGLIO NON CONOSCERE IL PADRE

La bomba GBU-43 scagliata dagli Stati Uniti sull'Afghanistan non è affatto la bomba non nucleare più potente del mondo, dice esperto militare Viktor Murachowskij, redattore capo della rivista russa "Arsenal Otetschestwa". La Russia ha bombe, che hanno un quadruplice equivalente di TNT di potenza.

La US Air Force aveva cominciato il 13 aprile in Afghanistan per la prima volta con la sua più potente della bomba non nucleare del tipo GBU-43 °.Da Washington si è detto più tardi che la bomba è stata sganciata in un sistema di tunnel dell'ISIS. Nel complesso, quelle bombe sono l'armamento degli Stati Uniti noto anche come la "madre di tutte le bombe".
Secondo Murachowskij la "madre di tutte le bombe" contiene circa 8.000 chilogrammi di esplosivo ed ha una forza di detonazione di una decina di tonnellate di TNT equivalente.
Ma ci sono le bombe che superano le proprietà del GBU-43: "Per noi, una bomba della serie ODAB testata e messa in uso ha una potenza maggiore quadruplice di TNT.
Secondo Murachowskij il raggio distruzione della "madre di tutte le bombe" corrisponde a uno spazio esterno circa 150 a 200 metri quadrati.
"Il bombardamento ha causato con le sue onde d'urto feriti gravi in ​​un raggio di un chilometro, il nostro al contrario, in un raggio di circa due chilometri e mezzo", ha aggiunto l'esperto.
Tuttavia, un confronto tra il bombardamento russo e americano era certamente non abbastanza preciso:la GBU-43 avrebbe una "forma a matita" per penetrare più in basso possibile e distruggere bersagli nel sottosuolo, tuttavia, le bombe russi sono più orientate sopra oggetti sdraiati.

Fonte:https://de.sputniknews.com/technik/20170414315350275-mutter-vater-aller-bomben-russland-vergleich/

martedì 11 aprile 2017

COME FUNZIONANO I SISTEMI IPERSONICI DI RUSSIA E CINA


I veicoli ipersonici Glide sono un fattore di crescita nei calcoli strategici della stabilità.
Questi sistemi sono caratterizzati da velocità, precisione e manovrabilità, che può essere applicata per annientare le difese missilistiche.
I calcoli tradizionali di stabilità strategica si basano sulla capacità di minare la capacità del deterrente nucleare di un avversario, e veicoli ipersonici Glide sono visti per fornire questa sicurezza.

Dopo aver raggiunto lo spazio, i sistemi vengono espulsi per iniziare la fase di planata, durante i quali possono accelerare verso il bass o a velocità di di Mach 5 o 6138 chilometri all'ora.
La fase di planata permette loro di manovrare aerodinamicamente ed eludere l'intercettazione e amplia la gamma dei missili di richiamo.
A differenza dei veicoli di rientro convenzionali, che seguono una traiettoria balistica prevedibile, i veicoli ipersonici Glide sono quasi impossibili da intercettare con i convenzionali sistemi di tracciamento dei missili di difesa.
Date queste caratteristiche tecniche, non c'è da meravigliarsi che un certo numero di paesi (compresi quelli nucleari e potenze non nucleari), come la Cina, Germania, India, Israele, Giappone, Pakistan, Russia e Stati Uniti, stiano pensando di sviluppare la tecnologia ipersonica.
Il Dr Wu Riqiang alla Renmin University crede che il dispiegamento di THAAD della Corea del Sud potrebbe portare alla Cina aumentare i suoi numeri di testate nucleari.
Ci sono almeno quattro possibili opzioni per affrontare le armi di scorrimento ipersoniche in termini di trattative:
* Controllo armi tradizionali;
* Una corsa agli armamenti;
* colloqui trilaterali; e
* scambi multilaterali.
La Russia prevede di implementare almeno 14 testate ipersoniche entro il 2024.
La Russia nel 2016 ha testato un nuovo veicolo ipersonico che segue le scie di cinese WU-14, un veicolo di consegna riferito in grado di trasportare testate nucleari fino a Mach 10 e meno rintracciabile dal sistema di difesa degli Stati Uniti.
Mosca ha trascorso diversi anni nello sviluppo del nuovo Yu-71 ipersonico veicolo glide (HGV).
Fa parte di un continuo sforzo intensificato dal Cremlino di superare le difese missilistiche US, conosciuto come Project 4202.
Il progetto 4202 potrebbe rivelarsi un numero limitato di veicoli armati di testate nucleari entro il 2020, e fino a 24 con nuovi carichi ipersonici che potrebbero essere schierati alla base Dombarovsky tra il 2020 e il 2025.
I rapporti indicano che per allora, la Russia potrebbe potenzialmente distribuire un nuovo ICBM che potrebbe portare lo Yu-71.
Il vantaggio della U-71 è circa la sua velocità e manovrabilità. Il veicolo sviluppa velocità di dieci volte la velocità del suono.

Fonti:
http://www.nextbigfuture.com/2017/03/factoring-russia-into-uschinese.html
http://www.nextbigfuture.com/2016/05/russia-plans-to-deploy-24-hypersonic-yu.html

L'80% DEGLI ELETTORI HA VOTATO PER IL CAMBIO DI NOME DELL'OSSEZIA DEL SUD


Quasi l'80 per cento degli elettori dell'Ossezia del Sud hanno votato il cambio di nome dello stato parzialmente riconosciuto come "Alania," afferma il capo della Commissione elettorale centrale di Ossezia del Sud ha detto ai giornalisti.
"Sul referendum, il 78 per cento ha votato a favore, il 20 per cento contro", ha detto Bella Plieva, sottolineando che si tratta di risultati preliminari.
Plieva ha detto che i risultati finali sarebbero stati disponibili entro cinque giorni.
Il presidente dell'Ossezia del Sud, Leonid Tibilov per primo ha proposto di rinominare la Repubblica di Ossezia del Sud-Alania in analogia con la costituente russa dell'Ossezia del Nord-Alania.
Dopo numerose discussioni in febbraio, il presidente ha programmato un referendum sulla ridenominazione Ossezia del Sud alla Repubblica di Ossezia del Sud-Stato di Alania.
Le repubbliche separatiste dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia hanno dichiarato l'indipendenza dalla Georgia nei primi anni del 1990.
Nell'agosto del 2008, la Georgia ha lanciato un'offensiva militare contro l'Ossezia del Sud.
Cercando di proteggere i residenti locali, molti dei quali avevano la cittadinanza russa, la Russia ha inviato truppe in Ossezia del Sud e impegnate in una guerra di cinque giorni con la Georgia. Come risultato, la Russia è riuscito ad espellere le truppe georgiane dalla regione separatista e ha riconosciuto l'indipendenza di Abkhazia e Ossezia del Sud.
Tbilisi non riconosce l'indipendenza delle repubbliche e li considera parte della Georgia.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201704101052479978-south-ossetia-alania-referendum/

giovedì 6 aprile 2017

DOPO DUE ANNI E' L'INIZIO DELLA PRIMAVERA RUSSA


La Russia è tornata in nero.
Dopo due anni la Russia ha registrato una crescita a due trimestri consecutivi - la definizione da manuale di quando si può riempire la vostra vasca idromassaggio con caviale nero e vodka e crogiolarsi nella gloria della ripresa economica.
L'economia russa è cresciuta dello 0,3% nel quarto trimestre del 2016 e di nuovo nel primo trimestre del 2017.
Le stime sono che la crescita totale del PIL nel 2017 sarà tra 1,3 e 1,7 per cento.
Questo è una modesta crescita fino ad ora, ma poi la contrazione nel 2016 è stata modesta e, al di sotto dell'1 per cento.
La contrazione nel 2015 è stata notevole ma poco meno del 4 per cento.
La Russia è stata immersa in recessione alla fine del 2014 nel corso di una tempesta perfetta che ha visto allo stesso tempo il crollo dei prezzi del petrolio, le sanzioni finanziarie occidentali, e la perdita di commercio con l'Europa occidentale e l'Ucraina a causa delle sanzioni e contro-sanzioni.
Durante la crisi, la Russia ha seguito politiche fiscali completamente diverse a differenza di quelle di Europa e Stati Uniti dopo il 2008.
Ha sollevato i tassi di interesse (che significa nessun prestito economico da fondi che non sono in realtà lì) e tagliare le spese, scegliendo di conservare ciò che sano di capitale aveva ancora piuttosto che soffiare su mal concepiti stimoli pianificati.
Dopo relativamenti brevi due anni la Russia ha superato la sua crisi.
Nel frattempo, quasi un decennio dopo la sua resa dei conti, l'Occidente sta ancora descrivendo la sua condizione di recuperare posti di lavoro - vale a dire un aumento del mercato azionario per milionari accompagnato da una continua sofferenza per le classi medio-basse.
Da questo punto di vista il leader russo continua a mostrare una solida lungimiranza nell'affrontare i problemi, a differenza dei vicini europei che ancora non sanno portare riparo agli errori delle loro incompetenti scelte politiche a danno della popolazione.
Durante l'incontro tra Vladimir Putin e Marine Le Pen, l'Occidente cominciò subito a dare la colpa al leader russo e al rappresentante del Parlamento francese.
Tuttavia, in questo momento il mondo ha visto un nuovo stile di Vladimira Putin, che in precedenza gli Stati Uniti e l'Unione Europea non avevano prestato attenzione.
A differenza degli Stati Uniti, la Russia non interferisce nella lotta politica interna in altri Paesi, nonostante il fatto che l'amministrazione dell'ex presidente degli Stati Uniti Barak Obama ha diffuso attivamente voci circa l'intervento della Federazione russa nella gara tra Trump e Clinton.
Ora, questa barriera può essere rimossa, mostrando interesse a sostenere i politici che dirigono le loro attività per garantire i rapporti favorevoli con Mosca.
E se l'Occidente crede che Le Pen è volutamente andato a Mosca per Putin personalmente, la sua politica è gravemente sbagliata.
Dopo il demonizzare dell'immagine occidentale Vladimira Putin, al contrario, il leader russo ha cominciato ad attirare ancora di più l'attenzione, quindi, i partner hanno iniziato impegnarsi più attivamente nel dialogo con i rappresentanti della Federazione Russa e il presidente personalmente.
Come se l'Occidente non stesse cercando di influenzare l'isolamento della Russia, che è già possibile parlare apertamente, il presidente russo non smette di stupire il mondo con il suo incredibile carisma e il desiderio di difendere gli interessi dello Stato russo. E poi Vladimir Putin fa la sua scelta, è già entrato in una nuova partita.
Ad oggi, non v'è nessun leader che potrebbe essere sulla scala di livello mondiale a causa di tanto interesse per le persone.
E'anche sensazionale Donald Trump ha osservato che il rispetto per il presidente russo, per il quale è stato criticato dai conservatori che rimangono nel Senato degli Stati Uniti.
Naturalmente, una parte della sua popolarità è venuta dalle false accuse che i governi inglesi, francesi, tedeschi e americani, che non si sono fermati urlando sull'intervento russo nei loro affari interni e la manifestazione della mitica "aggressione".
Così, l'Occidente ha fatto a Putin una pubblicità vera e propria, che permette di vedere che il presidente della Russia è piena di qualità positive.
La maggior parte degli stranieri sono attratti esattamente da come il leader russo difende con fermezza gli interessi del suo paese.
E se l'Occidente prende seriamente in considerazione che la Russia non vuole che (a differenza degli Stati Uniti) prendinola leadership globale in tutti i settori, abbiamo potuto vedere che la Federazione russa ha un interesse nazionale e il dovere di proteggerli.
Proprio a causa della costante aggressività della NATO ai suoi confini e ai toni politici fatti di recente al Parlamento Europeo da parte del controverso Partito Popolare Europeo, la Russia ha necessità di lavorare a strategie di difesa militare oltre che sul dialogo e negli ultimi anni i suoi sforzi sono stati premiati con la creazione di un'esercito moderno in grado di porre fine all'ormai in declino "Crisi Siriana"(dove migliaia di terroristi sono stati decimati dalla precisione e dall'efficacia delle armi russe) e allo stesso tempo produrre moderne macchine da guerra capaci di tenere testa sia agli europei che agli americani.

Il Vice-Presidente dell'Unione dei costruttori di macchine della Russia, Vladimir Gutenev, durante il suo discorso davanti agli studenti dell'Accademia Militare delle Forze missilistiche strategiche che prendono il nome Petra Velikogo, ha descritto lo sviluppo russo di armi basata su nuovi principi fisici.
Vladimir Gutenev ha sottolineato che è già stato creato un certo numero di progresso tecnologico innovativo.
Stiamo parlando di armi avanzate, che si basano su nuovi principi fisici. Esso include tali tipi di armi, laser, fascio di particelle, elettromagnetiche, radiofrequenza.
Sono in fase di sviluppo e armi geofisiche, che non appartengono a nessuno analogo nel mondo.
Tra le armi sviluppate ci sono anche nanorobot, che sono stati prima presentati in un forum espositivo chiuso ad "Army 2016".
Le armi, basati su nuovi principi fisici sono molto promettenti. Questa tendenza si sta sviluppando non solo in Russia, perché c'era bisogno di un fondamentalmente nuova arma nel mondo moderno.
Si noti che ai primi di marzo, un decreto è stato firmato dal presidente russo Vladimir Putin sulla creazione del Centro per lo Sviluppo della Scienza dei Materiali.
Questo centro si propone di contribuire allo sviluppo del potenziale scientifico e la produzione del complesso militare-industriale della Russia.




Fonti:
http://russia-insider.com/en/its-official-after-2-years-recession-sanctions-hit-russia-returns-growth/ri19437
https://newinform.com/48946-putin-sdelal-svoi-vybor-novaya-igra-nachalas
https://newinform.com/48946-putin-sdelal-svoi-vybor-novaya-igra-nachalas

martedì 4 aprile 2017

IL QATAR AUMENTA GLI INVESTIMENTI SUL MERCATO RUSSO


Le aziende del Qatar hanno interesse in due progetti nel settore del petrolio e del gas di Sakhalin, e del gas naturale liquefatto nella Penisola di Yamal. E' quanto ha riferito l'ambasciatore russo a Doha Nurmakhmad Kholov.
"Il Qatar sta prendendo in considerazione la partecipazione ai progetti di Novatek (Sakhalin-1, Sakhalin-2, Yamal LNG)", ha detto Kholov.
Kholov ha stimato gli investimenti del Paese nell'economia russa dal 2014 a metà del 2016 in 2 miliardi di dollari attraverso il Fondo investimenti diretti russo.
L'inviato di Mosca ha aggiunto che la Qatar Investment Authority (QIA) ha acquistato lo scorso anno il 24,99 per cento dell'aeroporto di Pulkovo a San Pietroburgo per 1 miliardo. Il fondo sovrano del Qatar ha anche chiuso l'accordo per l'acquisto del 19,5 per cento delle azioni della società petrolifera Rosneft a più di 11 miliardi di dollari.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201704034291402-qatar-aumentati-investimenti-mercato-russia/

venerdì 31 marzo 2017

L'INFRASTRUTTURA MILITARE ARTICA RUSSA SARA' COMPLETA ENTRO IL 2020


La Russia ha in programma di costruire e attrezzare strutture militari principalmente sull'arcipelago Novaja Zemlja, il Franz Josef, la Nuova Siberia e l'Isola di Wrangel.
Sta inoltre espandendo le attività commerciali e di esplorazione nell'Artico con la costruzione di infrastrutture di trasporto e la produzione di energia, così come l'installazione di strutture militari e di sviluppare la rotta del Mare del Nord che collega l'Europa e l'Asia.
"Ogni anno abbiamo un gran numero di strutture. Questo lavoro di anno in alcune delle isole dovrebbe essere completato. Ci sono grandi progetti per il 2018. Tutto questo lavoro dovrebbe essere completato entro il 2020", ha detto Shoigu.
Nel mese di dicembre 2014, Mosca ha presentato una dottrina militare riveduto che dà la priorità alla protezione degli interessi nazionali nella regione artica.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/201703311052153102-russia-arctic-infrastructure/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog