ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Costarica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Costarica. Mostra tutti i post

mercoledì 19 aprile 2017

COSTARICA: ERUZIONI FREATOMAGMATICHE SUL VULCANO POAS


Sul vulcano Poas, l'attività vulcanica continua.
Il 16 aprile, la sera, due grandi eruzioni sono state registrate alle 20:22 e 22:42, ma non visualizzate a causa delle condizioni atmosferiche; Il 17 aprile, le immagini della webcam hanno rivelato la scomparsa quasi totale della cupola intracraterica e un aumento della superficie del lago di acido.
Il 18 aprile, una piccola eruzione alle 05:47 ha mostrato un piccolo pennacchio seguito da un'altro poche ore dopo accompagnati dall'espulsione di blocchi incandescenti.


Utilizzando un microscopio elettronico a scansione, l'analisi della cenere del Poas rilasciata tra il 12 e il 14 aprile mostra che essa contiene il 5% di materiali minori la caratteristica di queste eruzioni sarebbe freatomagmatica, che non è successa dal 1955.
Quando il magma incandescente viene a contatto con l'acqua, si verificano un tipo di eruzioni particolarmente esplosive, denominate “freatomagmatiche”.
Ciò è dovuto all’enorme differenza di temperatura fra il magma (con temperature anche superiori ai 1000°C) e l’acqua.
Di conseguenza il tipo di eruzioni del vulcano Poas è passato da eruzioni freatiche a eruzioni freatomagmatiche.
E' ovvio aspettarsi una continuazione del fenomeno anche se è possibile si trovi ancora nel suo stadio iniziale prima di una vera e propria eruzione a carattere pliniano, come avvenne in passato.


Fonti:http://www.earth-of-fire.com/2017/04/activity-of-poas-manam-chaparrastic-and-piton-de-la-fournaise.htmlhttp://www.earth-of-fire.com/2017/04/activity-of-poas-manam-chaparrastic-and-piton-de-la-fournaise.html

venerdì 14 aprile 2017

COSTARICA: IL VULCANO POAS CONTINUA AD AVVICINARSI AD UN'ERUZIONE


Un'eruzione freatica, chiamata in realtà esplosione freatica, si verifica quando il magma surriscalda la terra o la superficie.
La temperatura estrema del magma (ovunque da 500 a 1.170 ° C (932 a 2.138 ° F)) provoca l'evaporazione quasi istantanea in vapore, con conseguente esplosione di vapore, acqua, cenere, pietra, e bombe vulcaniche.
Sul Monte St. Helens, centinaia di esplosioni di vapore hanno preceduto la grande eruzione pliniana del 1980.
Le eruzioni freatiche di solito includono vapore e pezzi di roccia; l'inclusione di lava è insolito.
La temperatura dei frammenti può variare da freddo a incandescenza.
Se magma il magma fuso è incluso, è classificato come un'eruzione freatomagmatica.
Sul vulcano Poas sembra che un'aumento del magma all'interno del vulcano abbia iniziato a produrre una serie di esplosioni freatiche.
Sul Poas, una forte eruzione freatica è avvenuta il 12 aprile tra le 18 e 19, ora Locale.
Secondo le guardie del parco, ci sono ceneri nella zona della torre di guardia e Baja del Toro, Fraijanes e Sarchí.
L'elevata HA nuvolosità impedito una stima dell'altezza del pennacchio eruttivo.
L'eruzione è duratA oltre quaranta minuti.

Le piogge della notte, in combinazione con le ceneri emesse, hanno generato lahar nei fiumi Agrio y Gata.
Un'ispezione sul campo il 13 aprile ha rivelato i cambiamenti morfologici della cupola intracraterica.
Una crepa è apparsa nella parete esterna e un settore è stato fortemente eroso.
Molti crateri da impatto sono stati notati, formati dalla caduta di frammenti di antiche rocce.
Il materiale roccioso raccolto è costituito da circa il 95% da materiale e lacustri sedimenti chimicamente modificati e il resto è scorie tipo e vescicole vetro possibilmente freschi.
La scoria è molto simile al materiale emessa durante l'eruzione poetomagmatic 1954-1955 Poas.
Il Parco Nazionale di Poas è stato chiuso preventivamente il 13 aprile.
Il 13 aprile, alle 15:46 ora locale, un nuovo episodio freatico è durato 8 minuti, ed è stato accompagnato da un pennacchio di vapore in aumento a 500 metri sopra il cratere.
Nelle ultime settimane è stata notata nell'area un'aumento della temperatura delle fumarole quanto un'aumento dell'emissioni di gas di origine magmatica.
E' stato anche confermato che una nuova intrusione di magma ha avuto inizio all'interno del vulcano.
Tutti questi fenomeni accompagnati da tali eruzioni freatiche sono indicatori che Poas si sta avvicinando ad un'eruzione pliniana.
Inflazione del suolo, aumento dei terremoti minori, modifiche nella composizione del lago acido al centro del cratere hanno iniziato a mostrare segnali di aumento già da metà febbraio fino all'inizio di aprile.
Un'aumento del livello del lago è stato notato nonostante una carenza di piogge accompagnato anche da un'aumento delle temperature dell'acqua.
Le emissioni di anidride solforosa anch'esse sono in aumento.
Tutti questi fenomeni indicano chiaramente un'aumento della presenza di magma all'interno del vulcano e potrebbero indicare che un'eruzione vera e propria potrebbe essere sulla strada.


Fonti:
https://en.wikipedia.org/wiki/Phreatic_eruption
http://www.earth-of-fire.com/2017/04/eruptions-at-the-poas-turrialba-and-etna.html
https://lechaudrondevulcain.com/blog/2017/04/14/april-14-2017-en-poas-kambalny-guallatiri-etna/

mercoledì 12 aprile 2017

COSTARICA: IL VULCANO POAS PREPARA L'ERUZIONE


In Costa Rica, a seguito di un aumento delle emissioni di gas nel vulcano Poas, i turisti hanno dovuto essere evacuati e il parco nazionale è stato chiuso.
Questa settimana, i funzionari del parco hanno limitato il numero di turisti che entrano nel parco, allo stesso tempo hanno anche ridotto il tempo di visita.
Ovsicori segnala un aumento delle emissioni gassose da 19 tonnellate / giorno a fine marzo a 180 tonnellate / giorno il 4 aprile; il 75% delle emanazioni provengono dal lago acido, il resto dalla cupola lavica.
Le fumarole raggiungono una temperatura di 90 ° C e sono ricche di gas acidi.


Fonti:http://www.earth-of-fire.com/2017/04/news-from-the-poas-nevados-de-chillan-etna-and-agua.html

lunedì 10 aprile 2017

COSTARICA: FORTE AUMENTO DELL'ATTIVITA' MAGMATICA DEL VULCANO POAS


I cambiamenti geofisici e geochimici osservati nel vulcano Poas negli ultimi giorni suggeriscono un'intrusione di nuovo magma dalle profondità a livelli più superficiali.
Il rischio di esplosioni freatiche è preso sul serio e viene rafforzato il monitoraggio.
Il 6 aprile, l'attività delle fumarole esistenti presso la nuova cupola nel cratere attivo si è intensificata.
Il 7 aprile, intorno alle 11, una nuova fumarola è apparso a 200 metri a sud della Laguna Caliente; l'altezza del pennacchio era di circa venti metri, mentre le fumarole della cupola sono divente più forte e più alte.
Un chiaro aumento dell'attività geotermica.
È stata osservato una forte odore irritante, indicando la presenza di una elevata concentrazione di gas magmatici freschi (biossido di zolfo e acido cloridrico).

L'8 aprile le squadre Ovsicori che lavorano nel settore della webcam hanno visitato il sito e ha confermato la presenza di una nuova fonte vigorosa.
L'acqua ha la temperatura di ebollizione (~ 90 ° C) creando un torrente a Playón ed una colonna di vapore.
Questa acqua è ricca di gas acidi magmatici.
Il Poás ha una lunga storia di eruzioni, che risale a circa undici milioni di anni fa.
Tra le più significative eruzioni in tempi recenti si segnala quella che ebbe luogo il 25 gennaio 1910, in occasione della quale emise 640000 tonnellate di cenere.
Le eruzioni più violente e catastrofiche si verificarono invece nel periodo compreso tra il 1952 e il 1954, quando il vulcano bombardò le aree circostanti con rocce e lapilli.
Nel corso dell'ultimo decennio ci sono state una serie di indicazioni che il vulcano sta lentamente costruendo verso una nuova eruzione.



Fonti:
http://www.earth-of-fire.com/2017/04/activity-in-poas-cerro-azul-and-kilauea.html
https://it.wikipedia.org/wiki/Po%C3%A1s

mercoledì 4 maggio 2016

IN COSTARICA FORTI ESPLOSIONI DEL VULCANO TURRIALBA


In Costa Rica, il Turrialba ha scatenato questo 2 maggio 2016, tra le e le 04:40 e 07:10, sette esplosioni con forte emissione di cenere-
Queste esplosioni erano sono state accompagnate da colone di cenere tra i 500 a 1.000 metri sopra il cratere. Le ceneri sono state sparse sul settore sud-ovest.

Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/05/activity-at-santiaguito-turrialba-rincon-de-la-vieja-sinabung-and-sakurajima.html

lunedì 2 novembre 2015

COSTARICA: IL TURRIALBA IN UNA FORTE FASE ERUTTIVA


Il Turrialba, un vulcano della Costa Rica, a meno di 50 km dalla capitale San Jose, è nel bel mezzo di una eruzione vomitando cenere, gas velenosi e rocce roventi in aria.
Un filmato catturato dal Vulcanologico e Sismologico Osservatorio dell'Università Nazionale del Costa Rica (OVSICORA-UNA), il 26 ottobre, mostra una parte di un'eruzione in entrambe le visualizzazioni normali e infrarossi.
Esso raffigura il vulcano quando scaglia rocce verso l'esterno dal cratere.
"Questi sono proiettili balistici ad alte temperature e velocità elevate, che possono essere di dimensioni molto piccole, di peso superiore a un chilo".
Il Tico Times riporta il vulcano ha scagliato pietre di 40 cm a centinaia di metri di distanza con alcune di esse che hanno una temperatura di 500 C° e ancora registravano una straordinaria temperatura di 140 C° un'ora dopo l'atterraggio.
Il Times afferma che la fase eruttiva è iniziata due settimane fa.


Fonte:http://www.theweathernetwork.com/news/articles/watch-rocks-explode-from-within-costa-rica-volcano/59258/

venerdì 8 maggio 2015

ùùCOSTARICA: INTENSA ATTIVITA SUL VULCANO TURRIALBA


Una nuova serie di moderatamente potenti eruzioni si sono verificati sul vulcano nei giorni scorsi.
Una breve eruzione di cenere è verificata il 1 °maggio, con una colonna ad altezza di alcune centinaia di metri.
Il 4 maggio, una più intensa eruzione è avvenuta alle 13:20 ora locale, con l'espulsione di una colonna di cenere che è salita a 2,5 km e ha causando la caduta di cenere in zone della valle centrale, a ovest, prima di andare alla deriva nel Pacifico a 100 km di distanza.
Durante l'eruzione, alcuni grandi bombe di lava espulse sono cadute a diverse centinaia di metri dal cratere.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/turrialba/news/52851/Turrialba-volcano-Costa-Rica-new-ash-eruptions.html

venerdì 24 aprile 2015

COSTARICA: FORTE ERUZIONE DEL VULCANO TURRIALBA


Dopo la catastrofica eruzione del vulcano Calbuco in Cile, ieri sera e’ toccato al Costa Rica, dove si e’ risvegliato il Turrialba, ad appena un mese dalla precedente manifestazione piroclastica. Dal vulcano si e’ sollevata una colonna di cenere che ha costretto alla chiusura dell’aeroporto della capitale San Jose, a 80 km dal Turrialba, alto 3.340 metri.


Fonte:http://www.meteoweb.eu/2015/04/costa-rica-il-vulcano-turrialba-erutta-dopo-quello-cileno-calbuco-foto-e-video/434090/

sabato 14 marzo 2015

COSTARICA: TORNA IN ERUZIONE IL VULCANO TURRIALBA


Il vulcano ha iniziato a eruttare di nuovo e ha prodotto una serie continua di eruzioni di cenere vigorose.
La nuova attività ha seguito quattro giorni di calma dopo alcune eruzioni molto più deboli che hanno avuto luogo l'8 marzo.
Le prime eruzioni si sono verificate ieri a partire intorno alle 11 ora locale, producendo colonne di cenere che si sono spostate verso ovest.
Un secondo impulso di attività si è verificato tra le 13:38-14:24, con colonne di cenere crescente fino a oltre 1 km di altezza.
Una parte della parete del cratere sud è stata violato da una delle esplosioni più forti, e un nuovo campo di fumarole è apparso sulla breccia.
Un terzo impulso di esplosioni è iniziato alle 14:54 ed è durato fino al 15:24, ancora una volta generando colonne di cenere fino a 1 km di altezza.
Abbondante caduta di cenere è stata riportata a ovest della Central Valley.
La caduta di cenere è stata segnalata fino a 80 km di distanza a ovest di Orotina.
Il vulcano si è calmato ieri pomeriggio, ma ha iniziato a eruttare di nuovo questa mattina presto intorno alle 04:30.
Almeno 5 più esplosioni si sono verificate, producendo pennacchi che salivano fino a 1500 m sopra il cratere.
L'aeroporto internazionale di Costa Rica di San Jose è stato chiuso ieri a causa della caduta di cenere.
Finora, non ci sono notizie di evacuazioni, ma la protezione civile si prepara a evacuare le persone che vivono le aree vicine, se l'eruzione aumenta.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/turrialba/news/51748/Turrialba-volcano-Costa-Rica-strong-ash-eruptions.html

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog