ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Corea del Nord. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Corea del Nord. Mostra tutti i post

venerdì 21 aprile 2017

REPUBBLICA CINESE E FEDERAZIONE RUSSA AMMASSANO JET E ARTIGLIERIA AL CONFINE CON LA COREA DEL NORD


Torna a farsi bollente il clima intorno alla Corea del Nord. Fonti militari americane hanno riferito questa mattina alla Cnn che l'aeronautica militare della Cina avrebbe messo i caccia in stato di "massima allerta".
In particolare le forze armate di Pechino avrebbero intensificato le operazioni di manutenzioni, con un eccezionale numero di aerei pronti a decollare. Secondo fonti Usa i cinesi starebbero intensificando gli sforzi per "ridurre i tempi di reazione" nel caso la situazione a Pyongyang dovesse precipitare all'improvviso.

La Russia ammassa truppe al confine

Ma la Cina non è la sola a mobilitare le forze armate. Secondo diversi media locali anche la Russia starebbe spostando diversi equipaggiamenti militari pesanti lungo la breve striscia di confine- appena 17 chilometri - che la separa dalla Corea del Nord. Un video pubblicato sul sito di notizie di Khabarovsk DVHab.ru mostra un treno con anche sistemi missilistici Tor che attraversa la città, presumibilmente diretto verso Vladivostok, a 160 chilometri dal confine. Tuttavia il portavoce del Cremlino Dmirty Peskov ha preferito glissare, limitandosi a ricordare che i movimenti militari all'interno dei confini non rappresentino una questione pubblica.

Settimane di tensione

La notizia dell'attivismo russo e cinese arriva al termine di settimane di altissima tensione. Prima le minacce di Kim Jong-Un, che all'indomani del raid Usa contro la base aerea siriana di Shayrat replicò che la mossa statunitense "giustificava l'atomica". Quindi la risposta americana con l'invio della portaerei "Uss Carl Vinson" che, al termine di una controversa polemica sulla rotta tenuta in mare, ha infine rivolto la prora verso la penisola coreana. Ora nuovi inquietanti segnali di tensione con la mobilitazione di due grandi potenze - la Russia e la Cina - che sino a questo momento avevano assunto la posizione di possibili mediatori. E che adesso parrebbero prepararsi al peggio.

Fonte:http://www.ilgiornale.it/news/mondo/alta-tensione-corea-russia-e-cina-mobilitano-esercito-e-1388405.html

mercoledì 19 aprile 2017

LA COREA DEL NORD STA DIVENTANDO UNA NUOVA SUPERPOTENZA ASIATICA?


La Corea del Nord ha avuto una buona settimana. È vero, un test missilistico è fallito secondi dopo il lancio. Ma la parata di Pyongyang il giorno prima - per celebrare il 105 ° compleanno di Kim Il-Sung, fondatore della Corea del Nord - è stato un trionfo carico di missili.
La sfilata potrebbe essere vista come il debutto di una nuova superpotenza asiatica: la Corea del Nord armato con una formidabile serie di armi nucleari e dei mezzi per scagliarli ai bersagli migliaia di chilometri di distanza.
Prima di tutto, dimenticate tutta la coreografia delle truppe a passo dell'oca o le file di carri armati rombanti attraverso Kim Il-Sung Square.
Questo è stato solo per lo spettacolo.
Ciò che rende la Corea del Nord una minaccia così terribile è, molto semplicemente, una strategia nazionale di sicurezza basata quasi interamente sulle armi di distruzione di massa (WMD) - in questo caso, la combinazione di armi nucleari con un assortimento sempre maggiore di missili - dai Scud a corto raggio ai missili balistici intercontinentali (ICBM) e sistemi terrestri e marini.
Molti di questi sistemi missilistici sono stati in mostra alla parata, molti per la prima volta. Tra questi due non ancora testati missili balistici intercontinentali - le KN-08 e KN-14 missili. Il KN-08, un missile a tre stadi che la Corea del Nord chiama la Hwasong-13, ha una gittata stimata di circa 12 mila chilometri, il che significa che potrebbe teoricamente colpire gli Stati Uniti continentali. Almeno tre diversi vettori ICBM erano esposti.
In mostra per la prima volta è stato il Pukkuksong-1 SLBM (SLBM), chiamato anche il KN-11.
Il Pukkuksong è creduto avere una gamma di oltre 1.000 chilometri. Una versione terrestre del Pukkuksong, chiamata anche KN-15.
Particolarmente sconcertante è il crescente utilizzo della Corea del Nord di propellenti a propellente solido.
I missili a combustibile solido richiedono un minor numero di membri dell'equipaggio e possono essere approntati e sparati più velocemente di un razzo a propellente liquido (che deve essere alimentato lentamente prima del lancio, un processo che può richiedere ore).
Essi sono anche più sicuro per il trasporto su sistemi terrestri mobili, come ad esempio Tels (trasportatori-erettori-lanciatori).

La Corea del Nord attualmente ha almeno due missili a combustibile solido, il Pukkuksong e il KN-15, e vi sono indicazioni che il KN-14 è anche questo alimentato a solido.
Oltre a miglioramenti nella qualità e le capacità, l'imponente spettacolo di missili indica che la produzione di sistemi missilistici avanzati della Corea del Nord si muove a piena velocità.
Sei Pukkuksong-1 SLBM sono stati esposti, insieme a decine di KN-08, KN-14, e KN-15 missili balistici.
L'effetto è stato quello di un accumulo impressionante ben avviato.

Un aspirante superpotenza nucleare in vista

Che cosa significa tutto questo? Jeffrey Lewis, direttore del non proliferazione Programma dell'Asia orientale presso l'Istituto Middlebury di studi internazionali di Monterey, in California, dice che la sfilata dimostra che “i nordcoreani stanno sul serio costruendo una potenza nucleare che può minacciare le forze degli Stati Uniti in Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti continentali”(questo da un articolo di USA Today).
Inoltre, Joseph S. Bermudez, un analista militare affiliato alla sede a Washington US-Korea Institute presso la School of Advanced International Studies (SAIS), ha dichiarato in un commento pubblicato sul sito 38 del Nord che la Corea del Nord è particolarmente desiderosa di sviluppare uno SLBM di lavoro.
Sinistramente, ha detto che “assumendo l'attuale tasso di sviluppo”, la Corea del Nord “è sulla buona strada per sviluppare la capacità di colpire obiettivi nella regione - tra cui Giappone - entro il 2020.”
La risposta del presidente Donald Trump è stata finora far pressione contemporaneamente e usare la Cina per costringere la Corea del Nord a fermare il suo programma nucleare, e allo stesso tempo, minacciare un'azione unilaterale. “Se la Cina non ha intenzione di risolvere la Corea del Nord, lo faremo noi”, ha detto Trump al Financial Times all'inizio di questo mese. Forse come un indicatore della volontà di Trump, gli Stati Uniti hanno inviato la portaerei USS Carl Vinson e un gruppo d'attacco navale nelle acque vicino la Corea del Nord.
Ma la risposta di Trump alla Corea del Nord sottolinea semplicemente la brillantezza della strategia ADM della Corea del Nord.
In primo luogo, la US Navy può navigare intorno per farsi segnalare al governo di Kim, ma farebbe fatica a prendere una vera azione militare.
Abbattere un missile di prova sarà equivale ad un atto di guerra; così sarebbe attaccare i siti di ricerca nucleare e le armi della Corea del Nord.
E nemmeno l'azione farebbe molto per mettere in pericolo le capacità della Corea del Nord di sviluppare sia armi nucleari o missili a lungo raggio.
Un'attacco americano attizzerebbe la paranoi della Corea del Nord.
Inoltre, l'azione militare giocherebbe direttamente nelle mani di Pyongyang. I nordcoreani sono già ossessionati con l'idea che gli Stati Uniti vogliono distruggerli. Un attacco unilaterale confermerebbe solo che la loro paura è giustificata e non solo potrebbe renderli più intransigenti, ma potrebbe anche scatenare una guerra.
Inoltre, un'azione militare US unilaterale potrebbe rompere gli sforzi dell'Alleanza e gli sforzi occidentali di de-nuclearizzare il Nord.
La Corea del Sud e il Giappone, probabilmente sopporteranno il peso peggiore e più immediato di qualsiasi ritorsione della Corea del Nord. La Cina sarebbe livida.
L'Occidente ha giustamente paura delle crescenti capacità nucleari e-missilistiche della Corea del Nord, che è esattamente ciò che Pyongyang vuole.
E le poche opzioni di Trump sono tutte cattive.
Se fanno qualcosa di avventato, egli giustifica semplicemente la paranoia della Corea del Nord. Se non fa nulla, poi tutto il suo atteggiamento e minacce di guerra lo fa sembrare sciocco e amatoriale. E in entrambi i casi, la Corea del Nord rimane una potenza nucleare.



Fonte:http://www.strategic-culture.org/news/2017/04/18/does-north-korean-missile-parade-augur-new-asian-superpower.html

LA SORPRESA NORD COREANA PER DONALD TRUMP


La Corea democratica festeggiava il 105.mo anniversario della nascita del fondatore Kim Il Sung, o “Giorno del Sole”, il 15 aprile, con un’enorme parata militare a Pyongyang, dove sfilavano per la prima volta nuovi sistemi missilistici, tra cui missili balistici lanciati da sottomarini (SLBM) e missili balistici intercontinentali (ICBM). Gli SLBM erano i KN15 (Paekuksong-2), definiti anche missili balistici a medio-lungo raggio, destinati ad essere dotati probabilmente di testate nucleari, mente gli ICBM comprendevano i già noti KN-08 e KN-14, e un nuovo inedito missile balistico intercontinentale, molto simile al russo Topol. Choe Ryong Hae, numero due della Repubblica Popolare Democratica di Corea, nel discorso ai soldati prima della sfilata accusava Donald Trump di “creare una situazione di guerra” nella penisola coreana, promettendo che “Risponderemo a una guerra totale con una guerra a tutto campo e una guerra nucleare con un nostro tipo di attacco nucleare”. Inoltre, nei video della sfilata appariva sul palco Kim Won Hong, il capo dell’intelligence della Corea democratica che, secondo la CIA e i servizi segreti della Corea del Sud, sarebbe stato rimosso.

KN11
I nuovi missili svelati alla parata militare di Pyongyang impressionavano gli esperti. Vladimir Khrustalev, specialista del programma nucleare e missilistico della Corea democratica, esprimeva le sue impressioni. Prima di tutto menzionava i nuovi missili antinave (KN09), la cui esistenza fu confermata nel 2015. I sistemi renderanno la difesa costiera della Corea democratica molto efficace. Un’altra novità era un missile balistico derivato dall’R-17 Elbrus sovietico. “Nelle foto pubblicate ho visto gli elementi aerodinamici della testata. E’ difficile dire se sia guidato o meno. In ogni caso, è chiaro che questi elementi siano destinati ad aumentare la precisione del tiro e a neutralizzare le difese antimissile“. Notava inoltre come le piattaforme di lancio fossero cingolati, come nel caso del missile KN11. “Oltre a considerazioni di ordine pratico, i nordcoreani preferiscono i cingolati perché la Corea democratica è in grado di produrli e, in questo senso la dipendenza dalle importazioni è minima. Così possono aumentare le rampe di lancio nonostante i vari embarghi”. Un altro missile, la cui ogiva e ad altri aspetti richiamano il missile intercontinentale KN08, anche se montato su un autoveicolo di lancio dal passo più corto. Questo missile avrebbe una gittata di circa 14000 km, sufficiente a colpire qualsiasi punto degli Stati Uniti dalla Corea democratica. Gli altri missili balistici intercontinentali potevano essere dei KN14, altro missile capace di raggiungere il continente americano. Gli autocarri che trasportavano i contenitori per questi missili si basano su quelli cinesi venduti al Ministero delle Foreste della Corea democratica e mai esibiti nelle precedenti parate militari. “La sensazione principale è che questi sono i due ultimi modelli di missili balistici. Il primo è ovviamente in un contenitore trasportare-lanciatore montato su un semirimorchio, come le prime versioni dei missili cinesi DF-21 e DF-31. Il secondo è sempre in un contenitore per il trasporto e il lancio montato su un potente autocarro a più assi, a quanto pare dello stesso modello utilizzato per trasportare i missili KN08 e KN14. A prima vista, assomiglia ai missili sovietici SS-25 o cinesi DF-31 e DF-41. I nordcoreani hanno una buona probabilità di aver successo in questi programmi“.

KN15
Il portavoce del ministero della Difesa nazionale della Corea del Sud si rifiutava di commentare l’esibizione delle forze militari di Pyongyang, mentre l’esperto di armamenti della Corea democratica dell’Istituto di Studi Internazionali Middlebury di Monterey, Dave Schmerler, affermava che il nuovo materiale sembrava essere molto più avanzato di quanto previsto, “Siamo totalmente spiazzati in questo momento. Non mi aspettavo di vedere tanti nuovi progetti missilistici”. Tali nuovi missili possono aumentare le opzioni di Pyongyang nel costituire una forza di ICBM in grado di colpire gli Stati Uniti con testate nucleari, come il leader nordcoreano Kim Jong Un indicò a gennaio. Secondo Melissa Hanham, esperta del James Martin Center for Nonproliferation Studies della California, i nordcoreani “Indicano i loro progressi nello sviluppo dei missili a combustibile solido”, che a differenza di quelli a combustibile liquido, possono essere lanciati più velocemente, evitando il rilevamento dai satelliti-spia nemici. Gli analisti lavorano per identificare i nuovi missili esibiti nella parata, come già indicato, un nuovo missile a lunga gittata e i due nuovi tipi di veicoli lanciatori per missili mai visti prima, e che ospiterebbero missili più grandi di quanto mai mostrato pubblicamente, “Hanno nuovi carri armati e sistemi lanciarazzi di produzione nazionale, e missili a combustibile solido, il che significa che possono lanciarne molti di più e più rapidamente, senza doversi rifornire”.
E’ evidente che la parata militare del 105.mo anniversario della nascita di Kim Il Sung abbia impressionato, e probabilmente scioccato, il Pentagono e gli Stati vassalli degli USA nella regione, tanto che subito dopo si è diffusa la voce, ad opera del Comando del Pacifico degli USA e dello Stato Maggiore sudcoreano, del fallimento del lancio di un ‘missile non identificato’. Una notizia non confermabile diffusa proprio da coloro appena usciti mediaticamente a pezzi dalla sfilata militare nordcoreana, che riduceva a miti consigli proprio il Pentagono. Se non ci fosse stato una test missilistico nordcoreano fallito, andava inventato. E forse le parole di un ufficiale cinese sembrano indicare proprio questo, una manovra di propaganda per ridimensionare il successo nordcoreano e sollevare il morale scosso delle fazioni belluine atlantiste: “Forse gli USA e i loro alleati anche creato interferenze per interrompere il lancio e causarne il fallimento, ma la possibilità di ciò è molto bassa. Se il lancio avveniva in tempo di guerra, gli Stati Uniti avrebbero interrotto o addirittura distrutto immediatamente il sistema di lancio. Ma ora non siamo in guerra, e gli USA devono anche osservare fino a che punto la Corea democratica può arrivare. Gli Stati Uniti preferiscono lasciare che la Corea democratica termini i suoi test, piuttosto che interromperli, in modo da raccogliere informazioni utili monitorandoli, a patto che i missili non puntino su Stati Uniti e alleati“.Difatti, la capitale della Corea del Sud, Seoul, si trova a 40 km dal confine con la Corea democratica, ed è perciò vulnerabile alla risposta da Pyongyang. Sam Gardiner, ex-colonnello dell’Air Force, dichiarava che gli Stati Uniti “non possono proteggere Seoul almeno per le prime 24 ore di guerra, e forse per le prime 48”. E perfino l’ex-presidente degli Stati Uniti Bill Clinton affermava che l’intensità dei combattimenti contro la Corea democratica “sarebbe maggiore a qualsiasi altro il mondo abbia assistito dalla guerra di Corea”. La potenza militare nordcoreana incute timore, perché tutt’altro che finta come pretendono di far credere i vari media di regime e tanti media pseudo-alternativi. L’Esercito Popolare Coreano (KPA) conterebbe 1300000 effettivi, 1700000 riservisti e 5000000 di paramilitari, e disporrebbe di 4200 carri armati, 4200 blindati cingolati e ruotati, 13000 sistemi di artiglieria, di cui 5000 semoventi, e 11000 cannoni contraerei e altrettanti sistemi anticarro, organizzati su 20 corpi d’armata e diverse unità autonome corazzate, meccanizzate e per operazioni speciali. L’industria militare nordcoreana non solo provvede ai componenti di ricambio e alle munizioni, ma produce anche sistemi d’arma complessi come carri armati aggiornati T-55 e T-62 con corazze reattive e nuovi motori e sensori, e progetti originali basati su tecnologia russa e cinese, come i 500 carri armati Pokpung-Ho, dotati di un cannone da 125 mm, e 1000 carri armai Chonma-Ho, versione nazionale del carro armato sovietico T-62. L’industria nordcoreana produce anche i blindati M-2010, versione nazionale del veicolo trasporto truppe corazzato sovietico BTR-80; i veicoli da combattimento M-2009, basati sullo scafo del carro anfibio sovietico PT-85 con torretta del BTR-80, oltre alle versioni nazionali del cingolato cinese Type-63. Seoul e diversi centri industriali sudcoreani rientrano nel raggio dell’artiglieria nordcoreana, che arriverebbe a 100 km. I sistemi d’artiglieria semoventi più potenti sono gli M-1978 Koksan da 170mm, ospitati in caverne e tunnel assieme a depositi e centri logistici. Vi si aggiungono i sistemi lanciarazzi multipli M-1985 e M-1991 da 240mm, con gittata di 60 km, e KN09 da 300mm con gittata di 100 km. Il KPA dispone di diversi reparti speciali per le operazioni d’infiltrazione via terra, sottoterra, mare e aria e per le operazioni di sabotaggio e guerriglia nelle retrovie nemiche, violando la Zona Smilitarizzata del 38° Parallelo. Circa 200000 sono gli operatori delle forze speciali aviotrasportate, d’assalto e anfibie del KPA. Tale combinazione di forze, oltre all’arsenale strategico, è ciò che trattiene l’aggressività delle forze statunitensi in Corea del Sud.

KN08
Il 15 aprile è il giorno più importante in Corea democratica, anniversario della nascita di Kim Il Sung. Ma già due giorni prima Pyongyang inaugurava un quartiere con 40 grattacieli, “Ryomyong Street è un risultato che la RPDC vuole promuovere sul fronte economico“, dichiarava un funzionario di Seoul. Durante la parata, Pyongyang invitava Washington a finirla con la sua “isteria militare” e a riprendere “sensi”. L’11 aprile, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump chiedeva, in una conversazione telefonica con il Presidente cinese Xi Jinping, di far sapere a Pyongyang che il governo degli Stati Uniti dispone non solo di portaerei ma anche di sottomarini nucleari. Quindi la sfilata avveniva tra gli ammonimenti degli USA, che inviavano un gruppo d’attacco con portaerei al largo della penisola coreana, mentre il presidente Trump minacciava che se la Cina non faceva pressione sulla Corea democratica, gli Stati Uniti avrebbero agito da soli. Se i funzionari dell’amministrazione Trump non escludevano azioni, quelli del Pentagono, tuttavia, negavano di essere pronti a lanciare un attacco se la Corea democratica fosse stata in procinto di condurre un test nucleare.













Fonte:https://aurorasito.wordpress.com/2017/04/16/parata-nordcoreana-con-sorpresa-per-trump/

venerdì 14 aprile 2017

LA COREA DEL NORD E' INCAZZATA

Un rappresentante dello Stato Maggiore della Corea del Nord Generale ha detto che Pyongyang lancerà un "attacco preventivo" in caso dagli Stati Uniti arrivi una ' 'provocazione politica, economica o militare.'

"Tutti i sistemi provocatori politici, economici e militari saranno decisamente interrotti da una risposta superpotente dal nostro esercito e la gente," la dichiarazione citata dalla Korean Central News Agency (Kcna).
Secondo la Corea del Nord, la risposta di Pyongyang sarà incline ad attacchi preventivi da mare, aria e terra.
Lo Stato Maggiore della Corea del Nord ha promesso di colpire basi militari americane in Giappone, Corea del Sud e la residenza del presidente della Corea del Sud a Seul in caso di aggressione degli Stati Uniti.
Le basi militari statunitensi in Osan, Kunsan e Pyeongtaek, così come la residenza presidenziale della Corea del Sud sono stati nominati come possibili obiettivi che possono essere "trasformati in cenere nel giro di pochi minuti."
Inoltre, il rappresentante della Corea del Nord ha chiesto di non dimenticare che i missili della Corea del Nord possono colpire le basi Usa in Giappone, così come negli Stati Uniti per sé.
Inoltre, la Corea del Nord ha detto che è pronta a colpire la portaerei degli Stati Uniti, USS Carl Vinson.
"Quanto più grande è l'approccio di tali obiettivi [Corea del Nord], tra cui la portaerei nucleare degli Stati Uniti, più efficace l'attacco annichilente sarà", ha detto lo Stato Maggiore.
All'inizio della giornata, i funzionari Usa hanno detto che Washington è pronta a usare le armi convenzionali contro la Corea del Nord, se ritengono che Pyongyang sta per premere il grilletto della sua sesta prova di armi nucleari.
La Corea del Nord ha pubblicato un altro avvertimento, dicendo: "Portando inesorabilmente un certo numero di asset nucleari strategici per la penisola coreana, gli Stati Uniti stanno gravemente che minacciando la pace e la sicurezza di guida e la situazione è sull'orlo di una guerra nucleare".
Il 5 aprile, la Corea del Nord come riferito ha lanciato un missile balistico da Sinpho, Hamgyŏng Meridionale, in direzione del Mar del Giappone.
I funzionari degli Stati Uniti hanno annunciato che un gruppo d'attacco portaerei è stato inviata alla penisola coreana in mezzo alle crescenti tensioni.
Il tenente generale Herbert McMaster consigliere alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha detto che il presidente Donald Trump aveva ordinato la preparazione di tutte le opzioni possibili al fine di proteggere gli Stati Uniti ei suoi partner dalla minaccia proveniente dalla Corea del Nord.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201704141052643325-north-korea-preemptive-strike-us/

mercoledì 12 aprile 2017

SOTTOMARINO AMERICANO CON 154 MISSILI IN PROSSIMITA' DELLE COSTE DELLA COREA DEL NORD

Tra il gruppo navale d'attacco americano che si sta posizionando in prossimità delle coste della Corea, c'è almeno un sottomarino nucleare modificato di classe "Ohio" con a bordo 154 missili "Tomahawk".

Abbiamo i nostri dati sui movimenti delle forze statunitensi, compresi i sottomarini. Almeno uno di questi sottomarini si trova con precisione nel Pacifico occidentale, in una zona che consente il lancio di razzi verso obiettivi nel territorio della Corea del Nord", — ha riferito l'interlocutore.
In precedenza in un'intervista a Fox Business il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva dichiarato:
"Abbiamo inviato un'armata. Molto potente. Nella sua composizione figurano sottomarini. Sono molto forti. Molto più potenti della portaerei".
Attualmente le forze navali statunitensi dispongono di 4 sottomarini nucleari lanciatori di missili da crociera, riprogettati partendo dal modello "Ohio". Tra questi c'è il sottomarino precursore di questa classe "Ohio" (SSGN-726) seguito dal "Michigan" (SSGN-727), dal "Florida" (SSGN-728) e dal "Georgia» (SSGN-729). A seguito della modernizzazione 22 postazioni missilistiche su 24, originariamente progettate per i missili balistici "Trident-1" del complesso C-4, sono state riviste per essere dotate dei missili da crociera "Tomahawk". Due postazioni più vicine al centro di guida del sottomarino sono state trasformate in camere d'equilibrio per serrare le apparecchiature subacquee (in questo caso parte dei lanciatori di missili crociera si blocca) e per l'uscita dei sommozzatori.
Lo scorso 8 aprile la Reuters, citando proprie fonti, aveva riferito che in direzione delle coste coreane si stava dirigendo un gruppo navale d'attacco americano, guidato dalla portaerei nucleare "Carl Vinson".
Secondo gli analisti militari, al momento il gruppo si trova in una zona che consente operazioni per il lancio di missili da crociera contro gli obiettivi navali sul territorio della Corea del Nord.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201704124340094-Pyongyang-Trump-guerra-Cina-Asia-Ohio/

martedì 11 aprile 2017

LA REPUBBLICA CINESE E LA COREA DEL SUD POTREBBERO ATTACCARE LA COREA DEL NORD


La Corea del Nord sta giurando contrasto duro per eventuali mosse militari che potrebbero seguire la mossa degli Stati Uniti di inviare la portaerei USS Carl Vinson e il suo gruppo di battaglia nelle acque al largo della penisola coreana.
La dichiarazione da Pyongyang si presenta quando le tensioni nella penisola divisa sono elevate a causa della Corea del Sud e Stati Uniti che aumentano le esercitazioni militari.
Pyongyang vede le manovre annuali come una prova generale per l'invasione, mentre i lanci missilistici del Nord violano le risoluzioni dell'ONU.
"Noi riterremo gli Stati Uniti interamente responsabili per le conseguenze catastrofiche che comportano con le loro azioni oltraggiose", afferma il Central News Agency.
La dichiarazione arriva subito dopo che il segretario di Stato ha detto Rex Tillerson che gli attacchi missilistici degli Stati Uniti nei confronti di una base aerea siriana in rappresaglia per un attacco di un'arma chimica è un messaggio per ogni nazione che opera al di fuori delle norme internazionali.
Lui non ha specificato la Corea del Nord, ma il contesto era abbastanza chiaro.
"In caso di violazione degli accordi internazionali, se non si riesce a vivere gli impegni, si diventa una minaccia per gli altri, ad un certo punto una risposta è probabilmente da intraprendere", ha detto Tillerson alla ABC "This Week".
Il Nord ha a lungo sostenuto che gli Stati Uniti stanno preparando una sorta di aggressione contro di essa e giustifica le sue armi nucleari come di natura difensiva.
"Questo va a dimostrare che le mosse sconsiderate degli Stati Uniti per invadere la Corea del Nord hanno raggiunto una seria fase del suo piano d'azione", ha detto la dichiarazione del Nord. "Se gli Stati Uniti osano optare per un'azione militare, chiedono a gran voce 'attacco preventivo' e 'la rimozione della sede,' la Corea del Nord è pronta a reagire a qualsiasi modalità di una guerra desiderata dagli Stati Uniti."
Le navi della marina militare sono una presenza comune nella regione coreana e sono in parte una dimostrazione di forza.
Il Pentagono ha detto che un vettore gruppo d'attacco della Marina si stava muovendo verso il Pacifico occidentale per fornire più di una presenza fisica nella regione.
Dopo che un inviato cinese è arrivato in Corea del Sud, le due parti hanno riferito di aver raggiunto un accordo per prendere "un'azione forte" contro la Corea del Nord se i test nucleari e balistici continuano, secondo VOA News .
Joel Witt, co-fondatore di 38 Nord , un sito web che riunisce esperti sulla Corea del Nord, ha detto a Business Insider che il progresso nucleare e balistico del paese è apparso aumentare rapidamente nel corso dell'ultimo anno, con il programma che raggiunge il punto in cui ha bisogno di testare.
Ma con ogni test, la Corea del Nord si avvicina al suo obiettivo di creare un missile balistico intercontinentale in grado di minacciare la terraferma degli Stati Uniti.
L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato chiaro che avrebbe intrapreso un'azione militare se necessario per evitare questo.
Trump, in un'intervista al Financial Times prima del suo incontro la scorsa settimana con il presidente cinese Xi Jinping ha detto che "se la Cina non ha intenzione di risolvere la Corea del Nord, lo faremo noi."
Resta da vedere se la Corea del Sud e la Cina hanno visione di un comportamento inaccettabile che corrisponde agli Stati Uniti', quando gli Stati Uniti hanno segnalato una crescente impazienza con l'atteggiamento nucleare del governo di Kim.
Ora, con la portaerei e il gruppo USS Carl Vinson reindirizzato alla penisola coreana, la Corea del Sud e i diplomatici cinesi sembrano aver colpito un accordo sulla gestione della minaccia nordcoreana missilistica che non comporta un attacco degli Stati Uniti.
La Corea del Nord ha reagito alla diffusione del Vinson definendolo un "atto oltraggioso" e dicendo che è "sono pronti a reagire a qualsiasi modalità di una guerra desiderata dagli Stati Uniti."
Mentre gli Stati Uniti certamente inviato hanno un messaggio con una recente salva di 59 missili da crociera su una base aerea siriana, si trova ad affrontare opzioni di gran lunga più limitate nel colpire la Corea del Nord, a causa di lanciamissili nucleari e una convenzionale miriade di massiccia serie di artiglieria che potrebbe effettivamente livellare Seoul, la capitale di 10 milioni di persone della Corea del Sud.

Fonti:
http://www.businessinsider.com/north-korea-threatens-war-after-trump-deploys-navy-strike-group-2017-4
http://www.businessinsider.com/south-korea-china-agreement-north-korea-2017-4

mercoledì 5 aprile 2017

LA COREA DEL NORD LANCIA UN NUOVO MISSILE NEL MAR DEL GIAPPONE


La Corea del Nord ha lanciato un missile a medio raggio nel Mar del Giappone. Lo ha rivelato il ministero della Difesa di Seoul e la notizia è stata confermata anche dall'esercito americano. Si tratta dell'ultima provocazione di Pyongyang, dopo le condanne internazionali.
''La Nordcorea ha lanciato un missile non identificato nel Mar del Giappone questa mattina da (porto orientale di) Sinpo'', ha reso noto il ministero sudocoreano in una nota. ''Il comando Usa del Pacifico è totalmente impegnato a lavorare a stretto contatto con la Repubblica di Corea e gli alleati giapponesi per mantenere la sicurezza'', ha riferito l'esercito Usa aggiungendo che ''il Comando di difesa aerospaziale nordamericano ha determinato che il missile lanciato dalla Corea del Nord non ha minacciato il Nord America''.
Il lancio arriva a pochi giorni dalle dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump che ha detto di essere pronto a gestire da solo la situazione nordcoreana se la Cina non scendereà in campo per eliminare la minaccia e alla vigilia del primo incontro tra il presidente americano e quello cinese Xi Jinping. Lunedì il ministero degli Esteri di Pyongyang aveva attaccato Trump per le sue parole dure e per il proseguimento delle esercitazioni congiunte con Seoul e Tokyo.

Fonte:http://www.ilnord.it/i-5780_NKOREAMISSILE_MAR_GIAPPONE

giovedì 23 marzo 2017

"LA COREA DEL NORD E' PRONTA ALLA GUERRA"


La Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno detto che il missile è esploso a pochi secondi dal lancio della provincia di Gangwon, nel sud-est del paese eremita.
"La Corea del Nord ha sparato un missile da una zona nei pressi della base aerea di Wonsan il 22 marzo , ma si presume che sia fallito", ha detto ministero della Difesa della Corea del Sud in una breve dichiarazione.
Né gli USA né la Corea del Sud hanno rilasciato informazioni su che tipo di missile è stato sparato, o perché non è riuscito.
Il Comando del Pacifico degli Stati Uniti ha detto che stava lavorando con i partner per valutare ulteriormente la questione.
Il test viene in mezzo alle aumentate tensioni nella penisola coreana dopo una serie di test missilistici del Nord e le successive minacce di azioni militari dagli Stati Uniti.
In una risposta al segretario di Stato americano Rex Tillerson del recente discorso di sanzioni più severe contro lo stato il ministero degli Esteri della Corea del Nord ha rilasciato una dichiarazione il 22 marzo proclamando che sono pronti per la guerra.
"La forza nucleare della Corea del Nord è la spada preziosa della giustizia e della deterrenza di guerra più affidabile per difendere la patria socialista e la vita della sua gente," afferma il funzionario coreano Central News Agency.
Abbiamo la volontà e la capacità di rispondere pienamente a qualsiasi guerra che gli Stati Uniti vogliono. Se gli uomini d'affari hanno pensato che ci avrebbero spaventato, si sarebbero ben presto conto che il loro metodo non avrebbe funzionato."
Dopo una visita del confine pesantemente militarizzato tra le Coree rivali la scorsa settimana, Tillerson ha detto: "Voglio essere molto chiaro: la politica della pazienza strategica è terminata.
"Stiamo esplorando una nuova gamma di misure diplomatiche, di sicurezza e di misure economiche. Tutte le opzioni sono sul tavolo".
Mentre il presidente Donald Trump ha detto che il leader nordcoreano Kim Jong-un si sta "comportando molto male" dopo aver condotto un test sul terreno per un nuovo tipo di motore a razzo ad alta spinta.
Pyongyang ha sparato quattro missili balistici, tre dei quali sbarcati più vicino a 190 miglia verso la costa giapponese, il 6 marzo, causando preoccupazione tra i suoi vicini.
"La situazione attuale della penisola è estremamente tesa, 'tutti con il loro pugnale disegnato' sarebbe una descrizione giusta", ha detto.
I test missilistici della Corea del Nord coincidono con le esercitazioni militari con gli Stati Uniti e le esercitazioni militari congiunte di Corea del Sud nel Sud, che hanno avuto inizio il 1 ° marzo.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201703221051844699-north-korea-war-ready/

martedì 21 marzo 2017

GUERRA DI COREA 2.0

Il Segretario di Stato americano Rex Tillerson ha segnalato il 17 marzo che l'azione militare contro la Corea del Nord è "sul tavolo." L' analista politico russo Dmitry Verkhoturov ha descritto uno scenario di guerra a tre fasi, che il Pentagono è probabile che implementi.

Il Segretario di Stato americano Rex Tillerson ha dichiarato che l'azione militare contro la Corea del Nord è "un'opzione".
"Se loro [Pyongyang] elevano la minaccia del loro programma di armi a un livello che riteniamo richiede un'azione allora l'opzione è sul tavolo", ha dichiarato Tillerson ai giornalisti durante la sua visita in Corea del Sud.
"Certamente non vogliamo sapere cosa ci vuole per arrivare a un conflitto militare. Ma ovviamente, se la Corea del Nord prende le azioni che minacciano le forze della Corea del Sud o le nostre forze poi incontrerebbe con una risposta adeguata", ha aggiunto.
Un giorno prima, pur essendo a Tokyo, il segretario di Stato ha annunciato che "la politica della pazienza strategica [verso la Corea del Nord] è finita."
L'analista politico russo ed esperto sulla Corea del Nord, Dmitry Verkhoturov mette in luce le potenziali conseguenze di un'operazione militare degli Stati Uniti contro la Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC).
Mentre è altamente improbabile che Washington voglia un ripetersi della Storia per gli Stati Uniti in Corea del Nord, Verkhoturov ha osservato, riferendosi alla guerra di Corea (1950-1953), che sicuramente hanno un piano di guerra lampo.
Detto questo, l'esperto russo ha descritto uno scenario di guerra a tre fasi, che il Pentagono può aver considerato.
"Il primo elemento - un attacco con armi ipersoniche ad alta precisione sulle più importanti strutture militari," suggerisce Verkhoturov.
L'esperto ha richiamato l'attenzione sulle "opzioni cinetiche," dell'amministrazione Trump citati dal Washington Post.

Secondo Verkhoturov, le opzioni presumibilmente prevedono l'uso di munizioni penetranti, come le bombe Blu-113 utilizzate dall'US Air Force in Iraq, o un missile ipersonico X-51A Waverider, testato in volo vero e proprio nel 2013.

"Entrambi i tipi utilizzano l'energia cinetica", ha sottolineato.
Molto probabilmente il Pentagono sta progettando di testare la sua ultima strategia militare - la cosiddetta Prompt Global Strike (PGS) in grado di fornire un tradizionale attacco aereo con arma a guida di precisione in qualsiasi parte del mondo, entro un'ora, l'esperto crede.
"Se funziona contro la Corea del Nord, mostrerà al mondo la superiorità della potenza irresistibile degli Stati Uniti", ha detto.
"Il secondo elemento è un raid aereo enorme con i più recenti discreti velivoli F-22 velivoli (almeno quattro F-22 sono stati trasferiti in Corea del Sud) e F-35 (attualmente con sede presso Iwakuni base aerea in Giappone)", ha osservato .
Si presume che il sistema di difesa aerea Corea del Nord non sarà in grado di respingere l'incursione dei più nuovi aerei e che riuscirà a distruggere i sistemi di controllo del paese e le strutture più importanti già colpite da armi ipersonico ad alta precisione, secondo Verkhoturov.
"Il terzo elemento è lo sbarco di un contingente limitato di forze di terra per cogliere o eliminare la leadership politica e militare della Corea del Nord prontamente. Dopo questo, la guerra deve essere completata", ha suggerito l'esperto.
Tuttavia, vi è molti uno slittamento tra la coppa e il labbro, come dice il proverbio.
Verkhoturov ha sottolineato che la Corea del Nord non è l'Iraq o la Libia: si tratta di un osso duro.
Inoltre, gli Stati Uniti potrebbero affrontare un contraccolpo da Pyongyang.
"In primo luogo, vi è un sistema sviluppato di rifugi sotterranei in Corea del Nord per sopravvivere attacchi aerei, che erano state costruiti nel corso di più di 60 anni dopo la guerra di Corea. Ci sono un sacco essi e tutti non possono essere distrutti, "ha sottolineato l'esperto russo.
"In secondo luogo, in caso di attacco contro la sede militari e di comunicazione, [Pyongyang] ha posti di comando di ricambio, apposite procedure per il trasferimento di poteri e di piani completi per un azione indipendente in caso di guerra. In terzo luogo, la Corea del Nord ha la capacità di lanciare una propria preventiva o attacco a rappresaglia rapida con nuovi missili a combustibile solido ", ha elaborato.
In questa luce, è dubbio che Washington sarebbe in grado di eliminare il sistema di controllo del Paese, posti di comando e silos dei missili balistici con il Prompt Global Strike, l'esperto ha osservato. Detto questo, l'esercito degli Stati Uniti si troverebbe ad affrontare una serie di ostacoli, dando la possibilità per l'esercito della Corea del Nord di far oscillare la bilancia a suo favore.
Allo stesso tempo, la guerra della penisola coreana può trasformarsi in un conflitto di lunga data assestare un duro colpo per l'economia della Corea del Sud; può anche compromettere seriamente il Giappone e sconvolgere l'equilibrio post-seconda guerra mondiale del potere nella regione, secondo Verkhoturov.
Pertanto, l' "opzione militare" contro la Corea del Nord dovrebbe essere fuori tabella, secondo l'esperto russo.
"Si può solo sperare che il 'nuovo approccio' degli Stati Uniti verso la penisola coreana sarà veramente 'diverso'", ha concluso.


Fonte:https://sputniknews.com/politics/201703171051702210-north-korea-us-military-option/

venerdì 10 marzo 2017

LA CORSA AGLI ARMAMENTI DELL'IMPERO DEL SOL LEVANTE E DELLA COREA DEL NORD


In un'intervista l'esperto russo sulla Corea del Nord, Vladimir Khrustalev ha suggerito che il lancio del 6 Marzo da Pyongyang di quattro missili balistici è "un altro passo" nel tentativo della Corea del Nord di capire come perforare lo United State Terminal High Altitude Area Defense sistema, i cui elementi THAAD sono già stati dispiegati nella Corea del Sud.
In precedenza, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha confermato che la Corea del Nord aveva effettuato molteplici lanci di missili a medio raggio balistici.
Dei quattro missili, tre sono atterrati tra 300-350 km (186-217 miglia) dalla Prefettura di Akita, che si trova nel nord-ovest della principale isola giapponese di Honshu.
Un missile è atterrato a circa 200 chilometri (circa 124 miglia) dalla prefettura, il più vicino missile nordcoreano ha venire in Giappone nella storia del lancio di missili del paese.
Commentando la questione, Khrustalev ha sostenuto che gli ultimi lanci di missili della Corea del Nord sono stati esercizi piuttosto che test, un termine che ha detto oggi è spesso utilizzato dai media mainstream.
"Questa è una grande differenza. Se nel primo caso si parla di esperimenti con le nuove tecnologie, poi il secondo è tutto sulla formazione dei militari per gestire le armi standard, che sono già disponibili. Ogni addestramento al combattimento dovrebbe essere in linea con le circostanze reali ," lui disse.
"E le attuali circostanze reali sono legate al fatto che la Corea del Nord deve prendere in considerazione il fattore dei suoi nemici in via di sviluppo dei propri sistemi di difesa missilistica. Significa che Pyongyang dovrebbe pensare adeguate misure di ritorsione creando in particolare nuovi missili e con nuovi modi di utilizzare quei missili che sono già in servizio ", ha detto.
Khrustalev ha previsto che con i sistemi di difesa missilistica costantemente modernizzati, le tattiche per superare questi sistemi verranno aggiornati anche in futuro.
"Questa è la logica dei militari, il confronto politico e quello della corsa agli armamenti", ha concluso.
Nel frattempo, il ministro della Difesa giapponese Tomomi Inada ha detto che il suo paese non esclude qualsiasi misure di risposta entro il quadro giuridico internazionale in connessione con i lanci di missili.
Il ministro della Difesa giapponese Tomomi Inada ha dichiarato che la Self-Defense Forces del paese ha il diritto di lanciare attacchi contro il territorio nemico, sollevando preoccupazioni circa le prospettive di rafforzamento militare in corso di Tokyo.
Inada ha fatto questa dichiarazione in risposta ai più recenti test missilistici balistici della Corea del Nord, aggiungendo che Tokyo considera tutti i mezzi di proteggere la sicurezza nazionale, tra cui attacchi militari contro obiettivi nemici all'estero.
Tuttavia, non è chiaro se questa posizione contraddice la costituzione pacifista del Giappone
Negli ultimi anni Tokyo ha notevolmente aumentato bilancio della difesa del paese, che crescerà le annuali spese militari fino a $ 41,7 miliardi di dollari nel 2016 e di 44,64 $ nel 2017.
Nel 2015 il parlamento giapponese ha approvato una legge che permette alle truppe giapponesi a essere distribuite all'estero in missioni di combattimento e di partecipare a conflitti armati all'estero.
Nel 2016 il Giappone si classificato settimo nella classifica globale di Firepower della forza militare, superando le capacità militari di paesi come la Turchia e la Germania.
Le forze di autodifesa giapponesi si sono evoluti in un vero e proprio esercito di professionisti di circa 270.000 militari, 678 carri armati, 2.800 veicoli corazzati a ruote e 2.500 sistemi di artiglieria. I mezzi navali del Giappone sono 43 navi d'attacco, 3 portaelicotteri, 27 vasi dragamine e 17 sottomarini.
La forza aerea del paese vanta circa 700 aerei militari, tra cui 119 elicotteri.
Valery Kistanov, capo del Centro di Studi giapponesi dell'Accademia Russa dell'Istituto di Studi Orientali Far Sciences, ha detto a RT che la spesa militare del Giappone è probabile più grande delle stime ufficiali, e ammonta a circa 47 miliardi di $ all'anno.
"Il Self-Defense Forces del Giappone è diventato uno degli eserciti più ad alta tecnologia in tutto il mondo, quindi ci sono sicuramente alcuni rischi. Se il tuo vicino ha un fucile, e lo carica, è difficile prevedere come i rapporti tra voi e lui potrebbero cambiare in futuro. Forse il fucile sarà eliminato? " afferma Kistanov.
Egli ha sottolineato, tuttavia, che le dottrine militari della Russia e il Giappone escludono il conflitto armato tra le due nazioni, e che Tokyo è più preoccupato per la Cina e la Corea del Nord.
"Ci sono basi militari statunitensi in Giappone, e la capacità di difesa missilistica (nella regione) viene dilagata con il pretesto di rispondere alla minaccia della Corea del Nord. Queste tendenze sollevano ovviamente preoccupazioni giustificate in Russia come l'espansione della difesa antimissile in Estremo Oriente che rappresenta una minaccia per gli interessi russi e la sicurezza di default ", ha ipotizzato Kistanov.

Fonti:
https://sputniknews.com/asia/201703091051415052-north-korea-missile-defense-system/
https://sputniknews.com/asia/201703101051457272-japan-military-buildup-prospects/

giovedì 9 marzo 2017

UN MONDO SEMPRE PIU' MILITARIZZATO TRA TERRORISMO E GRANDI POTENZE


Sempre più i conflitti e minacce alla sicurezza si spendono in Medio Oriente, in Africa e in Europa (Ucraina), nel rapporto "World Military Balance 2017".
La Corea del Nord continua a lavorare sul suo programma missilistico.
E il gran numero di attacchi nel corso dell'anno passato testimoniano che le sfide da parte del terrorismo internazionale sono in aumento.
Gli autori del rapporto hanno sottolineato che l'equilibrio militare è sempre più spostato verso l'Asia.
Tra il 2012 e il 2016, la spesa per la difesa era cresciuto lì dal 5-6 per cento all'anno.
Già nel 2013 hanno Asia ed Europa erano estromessi dalla spesa militare dal secondo posto, e nel 2016 i paesi asiatici hanno speso circa il 30 per cento in più per armamenti dai paesi europei.
I leader sono e restano gli USA con una spesa di 604 miliardi di dollari, seguita da Cina e Russia, ciascuno con 145 e 58,9 miliardi di dollari.
Come gli autori hanno notato le "sfide alla superiorità militare dell'Occidente sono sempre più grandi" sono, perché la Cina presto raggiungerà la parità militare con i paesi occidentali: "In passato la Cina aveva imitato armi principalmente sovietiche e russe, ma ora è ovvio che la Cina è nelle principali aree focalizzate sulla propria ricerca e produzione. "Circa un terzo di tutta la spesa militare nei paesi asiatici hanno rappresentato oggi sulla Repubblica Popolare Cinese.
Soprattutto grandi successi di Pechino vantano nello sviluppo del settore aerospaziale e navale.

Aveva iniziato a lavorare su tre recenti grandi distruttori di missili del tipo 055, e dalla serie 052D , sono stati costruiti di 13 distruttori già cinque.
Gli altri otto sono da includere nel armamento nel 2017 e 2018.
Inoltre, il Regno di Mezzo sta sviluppando nuovi missili aria-aria, secondo il rapporto.
Per quanto riguarda la Russia, gli autori hanno trovato che il dato di settembre 2015 sul permanente uso di armi russe in Siria dimostra "che le forze armate russe hanno continuato a modernizzare e ampliare le possibilità dei suoi sistemi".
E in Ucraina, dice il rapporto, hanno "l'uso diretto della forza militare russa ha portato alla rapida protezione della Crimea. E quando Mosca ha pensato che i suoi interessi erano in pericolo a causa di una campagna di truppe ucraine, ha praticato la pressione di nuovo militare: in Selenopolje e Ilowaisk 2014 e in Debalzewo 2015. "
È stato inoltre sottolineato nella relazione che " alcuni modelli di missili russi superano in termini di copertura i sistemi simili di paesi della NATO e degli Stati Uniti".
Questo vale, ad esempio, per i sistemi multipli sistemi a razzo Smertsch-M, isistemi missilistici tattici Tochka-U e Iskander.
Gli esperti della Russia hanno portato sforzi in questo settore "sulle attività militari crescenti (...) per i confini russi".
Tuttavia, del rapporto gli autori hanno notato che la spesa militare di Mosca nel 2016 è "solo" $ 58900000000 pari a (rispetto ai $ 66,1 miliardi nel 2015).
Per quanto riguarda la dinamica della spesa militare della NATO gli autori hanno notato dal documento che questo dipenderà in gran parte dal fatto che i membri dell'Alleanza rispettino l'impegno che le sue spese militari siano pari a due per cento del loro PIL.
L'anno scorso, per esempio, ha avuto solo due paesi, l'Estonia e la Grecia, che hanno rispettato tale obbligo.

Fonte:https://de.sputniknews.com/zeitungen/20170215314562194-china-paritaet-westen/

IL LEADER NORD COREANO KIM JONG-UN OMAGGIA IL LEADER SIRIANO BASHAR AL ASSAD

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha riferito al suo omologo siriano Bashar al-Assad un telegramma per il 54 ° anniversario della rivoluzione siriana, che ha avuto luogo l'8 marzo 1963.

Pyongyang dimostra in particolare il sostegno e solidarietà al governo e al popolo della Siria, che conducono una giusta lotta contro l'aggressione e contro le sfide delle forze ostili per proteggere la sovranità e l'integrità territoriale del paese", si legge nel telegramma.
E 'stato Kim Jong-un che ha aggiunto che la rivoluzione dell'8 marzo "è un evento storico nella lotta della popolazione siriana per proteggere la sicurezza del paese, il successo del progresso economico e sociale sotto la direzione del partito Baath" è stato.

Fonte:https://de.sputniknews.com/politik/20170309314831450-jahrestag-syrische-revolution-telegramm-kimjongun-assad/

martedì 7 marzo 2017

IL SISTEMA MISSILISTICO THAAD E' ARRIVATO IN COREA INDIPENDENTEMENTE DAI MISSILI NORD COREANI


La Casa Bianca ha fatto riferimento alla "diffusione di THAAD" seguendo i nuovi missili lanciati da Pyongyang il 6 marzo.
Eppure le componenti THAAD sono arrivate ​​in Corea, la sera del 6 marzo, a prescindere dalle dichiarazioni della Casa Bianca.
Ne consegue che il dispiegamento di THAAD è coerente con un ordine del giorno stabilito dal militare coreano e americano e non è dipendente dai della Corea del Nord.
Il 7 marzo un portavoce delle forze Usa in Corea del Sud ha riferito per telefono che l'arrivo di elementi THAAD alla Osan Air Base in provincia di Gyeonggi, non è legata alla dichiarazione dalla Casa Bianca.
"E 'stato solo un passo nel processo di distribuzione di sistemi di difesa missilistica in conformità con l'accordo tra la Corea e gli Stati Uniti", ha osservato il portavoce.
Per motivi di sicurezza, non ha voluto dire a che ora gli elementi del sistema sono arrivati, dove sono stati depositati, quali erano questi e quando saranno trasportati fino alla destinazione finale.
"Non posso dire altro se non che gli elementi THAAD sono arrivati ​​a Osan la notte scorsa", ha tagliato corto.
"La consegna del THAAD non è legato alla situazione politica attuale, è parte di un piano elaborato dalle parti. Né la Casa Bianca né la Presidenza della Repubblica di Corea hanno a che fare con essa ", ha detto l'ufficiale.
Tuttavia, è innegabile che la consegna potrebbe essere fatta da una base vicino alla penisola coreana.
La Cina ha fortemente protestato contro il dispiegamento degli Stati Uniti del sistema missilistico THAAD in Corea del Sud, promettendo di fare tutto il necessario per difendere i propri interessi di sicurezza.
"Ci opponiamo con forza al dispiegamento del sistema missilistico THAAD degli Stati Uniti in Corea del Sud. La Cina risolutamente prende le misure necessarie per difendere i propri interessi di sicurezza. Gli Stati Uniti e la Corea del Sud subiranno tutte le conseguenze ", ha avvertito Geng Shyang, portavoce del ministero degli Esteri cinese, nel corso di una conferenza stampa.
Egli ha invitato le parti a interrompere la distribuzione e "non prendere questa strada sbagliata."
Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto durante un incontro con il suo omologo sudcoreano Yun Byung-se a margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera, che è necessario abbandonare la politica immobiliare della presenza militare nella regione. Il ministro russo ha particolare menzionato la necessità di risolvere la situazione, favorendo mezzi politici e diplomatici.

Fonte:https://fr.sputniknews.com/international/201703071030361651-thaad-plan-militaires-declarations-maison-blanche/

mercoledì 15 febbraio 2017

LA COREA DEL NORD COMPLETA UN TRIANGOLO DI SUPERPOTENZE MILITARI


Uno degli argomenti più discussi sulla Corea del Nord è quella dei test missilistici e atomici, riguardo le ripetute violazioni dei trattati ONU sulla non proliferazione nucleare.
Quello che ben poco viene discusso riguardo questo Paese che il solo nominarlo fa venire i brividi, è che la sue influenza nonostante gli inefficaci tentativi di isolarlo tramite le restrizioni economiche sta aumentando a vista d'occhio quanto la sua importanza dal punto di vista geopolitico.
La realtà nonostante di parli di un'intervento militare azzardato, è che la sua conformazione geografica e il vasto personale militare potrebbero rendere un'ipotetica guerra contro la Corea del Nord sia da parte della Corea del Sud, sia da parte degli Stati Uniti, uno dei peggiori fallimenti nella loro storia militare.
L'esercito.Il Paese può contare anche su uno dei più grandi eserciti del mondo: con circa 1,2 milioni di soldati (e più di 8 milioni di riservisti) di cui 180 mila membri scelti.
È un numero incredibile, circa 49 soldati ogni 1.000 abitanti, senza contare i riservisti. Negli Usa sono 5 su 1.000 per fare un confronto.
Si tratta indubbiamente del Paese più militarizzato in assoluto.
Non si sa con certezza il numero delle testate nucleari possedute dalla Corea del Nord ma quello che è certo è che sono almeno un centinaio, senza calcolare che recentemente è stato dichiarato dagli stessi scienziati nord coreani di aver testato con successo un prototipo della bomba all'idrogeno, decisamente più potente della bomba atomica.
Nella sua analisi, pubblicata dal sito web di notizie russa indipendente Svobodnaya Pressa, Sivkov, il capo della Accademia con sede a Mosca dei problemi geopolitici, prende un ampio sguardo alle capacità difensive e offensive delle due Coree.
"Nonostante sia dotato di attrezzature intermedie, le forze armate della Corea del Nord sono abbastanza potenti, con oltre un milione di soldati.
Con 4.5 milioni di forze di riserva addestrati rende possibile per militari e politici responsabili di implementare una forza composta da diversi milioni di uomini," ha notato l'analista.
"Le forze di terra hanno un livello abbastanza alto di capacità di combattimento.
Un numero significativo di armi anticarro e artiglieria da campo, in combinazione con una rete ben sviluppata di fortificazioni permetterebbe loro di condurre una campagna di difesa efficace contro un tecnologicamente superiore nemico, anche se il nemico avesse un vantaggio numerico 1.5-2 volte e totale superiorità aerea. "
"Tuttavia, le capacità offensive delle sue forze di terra nelle attuali circostanze sarebbero molto limitati, a causa della sua aerea superata", ha aggiunto Sivkov.
Allo stesso tempo, "il terreno montagnoso della Corea del Nord, rifugi preparati e scorte di armi permetterebbe al paese di condurre una massiccia campagna di guerriglia che potrebbe durare per anni, costringendo l'aggressore a dedicare forze di terra sostanziali per sopprimere insorti. Sulla base della [statunitense di recente ] esperienza in Afghanistan e Iraq, le forze necessarie potrebbe comprendere 200.000 uomini o più. "
La dimensione delle forze per operazioni speciali della Corea del Nord, Sivkov ha osservato, "permetterà loro di implementare una campagna diversiva efficace, con decine di gruppi sovversivi in ​​profondità operativa o addirittura strategico del nemico - cioè, in quasi tutto il territorio della Corea del Sud."
Sistemi missilistici operativi-tattici e tattici della Corea del Nord, nel frattempo, ciascuno armato con un massimo di 50 missili ",permetterebbe loro di colpire bersagli in profondità tattica e operativa."
Tenendo conto delle contromisure nemiche, Sivkov stima che questa potenza di fuoco permetterebbe alle forze di terra del Nord a inabilitare (disabilitare o distruggere) tra 10-15 oggetti nemici, tra cui aeroporti, posti di comando e centri di comunicazione.
La piccola superficie della Corea del Sud permette di fatto ai sistemi operativi-tattico del Nord a minacciare l'intera profondità in cui si trovano i gruppi nemici operativi.
La Corea del Nord ha un certo numero di missili Taepodong-1 e Taepodong-2 a medio raggio.
"Armati con testate convenzionali, la loro limitata accuratezza consentirebbe loro di provocare danni significativi ad un massimo di una base americana.
Le riserve di armi nucleari, nel frattempo, vuol dire che la Corea del Nord potrebbe lanciare tra uno e cinque attacchi su obiettivi militari in Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti, a seconda dell'efficacia del sistema di difesa missilistica degli Stati Uniti ".
In caso di guerra, la maggior parte della sua flotta bombardiere e attacco al suolo molto probabilmente potrebbe essere distrutta entro 2-5 giorni a seguito di attacchi aerei e missilistici nemici ".
"Le capacità di difesa aerea del paese, d'altra parte, sono significativamente più forti. Mentre i stazionari missili anti-aerei sarebbero probabilmente distrutti nei primi 3-4 giorni, sistemi di difesa aerea portatili sarebbero, per la maggior parte, in grado di mantenere la loro capacità di combattimento, costringendo il nemico a destinare ingenti risorse per sostenere i gruppi di attacco.
La presenza di un numero significativo di artiglieria antiaerea impedirebbe agli aerei nemici di volare a bassa quota per identificare e distruggere attrezzature e impianti da forze di terra della Corea del Nord. "

"Insieme con un Maskirovka efficace [camuffamento operativo], tutto questo comprometterebbe il buon esito dell'offensiva aerea nemica, anche con una significativa superiorità quantitativa e qualitativa dei loro velivolo." la topografia montagnosa del paese fornirebbe una sfida a parte, annota Sivkov.
In effetti, le stime degli analisti militari " per assicurare il successo della campagna aerea richiederebbe gali Stati Uniti, Corea del Sud e dei suoi alleati creare un gruppo di aviazione costituito da non meno di 800 aerei di varie classi."
"La Flotta della Corea del Nord potrebbe rappresentare una minaccia per la flotta nemica solo nelle zone costiere, soprattutto attraverso le miniere, le navi di missili e sommergibili.
Il terreno montagnoso del paese, insieme ad un sistema di fortificazioni, tunnel sotterranei e le strutture sotterranee profonde (oltre 100 metri tra le catene montuose), permetterebbe alla Corea del Nord di nascondere grandi forze, comprese le armi tattiche nucleari e persino armature, artiglieria da campo e lanciamissili e aerei da attacco nucleare.
Inoltre, gli "esperti militari confermano che l'esercito è ben addestrato, ed i suoi funzionari hanno un alto livello di formazione operativa.
L'educazione dei soldati e la politica 'mentalità denota una sensibilità molto basso per perdite e la volontà di lottare fino all'ultimo soldato."
In definitiva, "la valutazione delle forze armate della Corea del Nord nel suo complesso, si può dire che essi sono in grado di condurre una efficace azione di difesa anche contro un nemico high-tech con superiorità aerea totale.

Nel corso dell'ultimo anno tuttavia l'ammodernamento dell'esercito nord coreano e della sua capacità è cresciuta in modo tanto notevole da iniziare a costituire un forte punto di preoccupazione sia per il Giappone sia per gloi Stati Uniti.
-La Corea del Nord ha sviluppato un ICBM in grado di erogare un carico nucleare sulla terraferma degli Stati Uniti, secondo un anonimo funzionario militare degli Stati Uniti, che ha parlato con DefenseTech.com sulle condizioni di anonimato. Tuttavia, essi non hanno ancora risolto un problema dell'isolamento termico chiave, il che significa che la loro testata brucerebbe quando essa rientra nell'atmosfera sul suo bersaglio.
Ancora, " è la minaccia che mi tiene sveglio la notte," DefenseTech cita il detto dell'ufficiale.
All'inizio di quest'anno la Corea del Nord ha sostenuto che ha sviluppato un nuovo ICBM cellulare chiamato KN-14, e poi stato visualizzato su una parata militare nel mese di ottobre.
Pyongyang ha anche affermato che in qual mese che testato con successo materiali di isolamento termico per il missile, ma il funzionario degli Stati Uniti non ha potuto confermare che questa tecnologia è già in uso.
-I filmati satellitari rivelano che la Corea del Nord sta costruendo un nuovo sottomarino enorme ai fini della distribuzione di missili nucleari balistici con il governo del regime che sta continuando la sua marcia verso la piena capacità di difesa nucleare.
"Le immagini satellitari commerciali suggeriscono fortemente che un programma di costruzione navale è in corso presso la Corea del Nord a Sinpo Sud Shipyard, forse per costruire un nuovo sottomarino," afferma l'Istituto USA-Corea presso la Johns Hopkins University sul suo sito web 38 .
"Se questa attività è infatti quello di costruire un nuovo sottomarino, sembrerebbe essere più grande di quello di classe North Korea's GORAE, uno sperimentale sottomarino lanciamissili balistici della Corea del Nord, che ha un raggio di circa 7 metri", hanno riferito gli analisti con l'Istituto degli Stati Uniti-Corea.
Lo sviluppo si presenta quando Pyongyang ha fatto progressi incredibili nel suo programma di lanciare missili balistici da sottomarini (SLBM) superando di gran lunga le stime precedenti sulla capacità tecniche del governo e portando giù il conto alla rovescia fino a quando la Corea del Nord possiede la capacità di lanciare un attacco contro l'Occidente.
Nell'agosto del 2015 era stato riferito che oltre 50 sottomarini della Corea del Nord avevano lasciato le loro basi ed erano scomparsi dai radar della Corea del Sud.
"Il numero è quasi 10 volte il livello normale ... prendiamo la situazione molto sul serio",riferiva il portavoce del ministero della Difesa.
Inoltre in base alle previsioni la Corea del Nord, oltre al recente sottomarino, sta costruendo una propria flotta di sottomarini che sarà operativa entro il 2020.
-A settembre "La Corea del Nord ha raggiunto un notevole livello di miniaturizzazione e potenza delle armi nucleari", un portavoce del ministero l'ha confermato a RIA Novosti commentando la dichiarazione di Pyongyang per quanto riguarda il completamento della parte essenziale dello sviluppo di armamenti nucleari.
Il portavoce ha aggiunto che il Nord aveva rafforzato le sue capacità strategiche e stava continuando gli sforzi per sviluppare armi nucleari e biochimiche e missili balistici
Recentemente si è saputa una notizia che chi sta scrivendo giudica piuttosto insolita, quanto strana.
Sembra che in un recente test missilistico la Corea del Nord abbia raggiunto la tecnologia necessaria per scagliare missili a velocità superiori a quelle del suono, detti ipersonici.
In aerodinamica, una velocità ipersonica che è altamente supersonica fa riferimento a una velocità di Mach 5 e superiori.
L’intelligence sudcoreana ha rivelato che il missile balistico testato da Pyongyang il 12 febbraio ha raggiunto la velocità di 8,5 Mach e ha volato per oltre 2000 km. Lo ha riportato oggi l’agenzia Kiodo.
Il presidente della commissione parlamentare per la sicurezza della Corea del Sud Lee Cheol Do ha dichiarato che che la nuova tecnologia missilistica nordcoreana ha reso inutile il sistema di prevenzione degli attacchi, che dovrebbe rilevare e distruggere i missili nemici prima che sino lanciati.
Il 12 febbraio la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico terra-terra "Pukkykson-2" in direzione del Mar del Giappone superando una distanza di 500 chilometri.
Gli Stati Uniti sono in ritardo nella corsa per sviluppare armi ipersoniche, gli esperti hanno avvertito.
Nel solo mese di settembre, sia la Cina e la Russia hanno effettuato numerosi test di successo con lanci a velocità ipersonica.
E secondo un nuovo studio dalla Air Force, il 'ritmo relativamente lento' dello sviluppo degli Stati Uniti in questo tipo di tecnologia li rende senza capacità di difesa.
I missili ipersonici si muovono a più di cinque volte la velocità del suono e possono eludere il rilevamento e tattiche difensive con manovre frequenti e viaggiando lungo il bordo della atmosfera terrestre.
Nel nuovo rapporto, realizzato da esperti per il consiglio Air Force studi presso la National Academies of Science, il comitato ha concluso che gli Stati Uniti non possono affrontare una minaccia di questa 'nuova classe di armi,' secondo il Washington Free Beacon
'La Repubblica Popolare Cinese e la Federazione Russa sono già alle prove di volo ad alta velocità di manovra armi (HSMWs) che possono mettere in pericolo sia le forze statunitensi in avanti distribuiti e persino gli Stati Uniti continentali in sé, spiega una sintesi del rapporto.
'Queste armi sembrano operare in regimi di velocità e altitudine, con una manovrabilità che potrebbe vanificare costrutti di difesa missilistica e le capacità di armi esistenti.'
Sia la Federazione Russa che la Repubblica Cinese hanno già sviluppato le prime testate missilistiche in grado di viaggiare a velocità ipersonica, di conseguenza impossibili da essere intercettate dai sistemi di difesa americani.

Nel mese di marzo, l'industria della difesa russa ha iniziato i test del nuovo missile ipersonico Tsirkon 3M22, che è stato progettato per essere trasportato da navi da guerra e sottomarini avanzati e modernizzati.
La produzione del missile dovrebbe essere lanciata nel 2017.
L'Ammiraglio Nakhimov e gli incrociatori di missili a propulsione nucleare Pyotr Veliky saranno i primi a ricevere le nuove armi.
Il 25 ottobre, la Russia ha testato con successo una testata ipersonico per i missili intercontinentali avanzati.
Il veicolo ipersonico (noto con il nome in codice di sviluppo Izdelie 4202) è stato lanciato da una gamma nella regione di Orenburg e ha raggiunto alla gamma Kura in Kamchatka.
Vale la pena notare che i sistemi elettronici di bordo, attrezzature elettroniche e sistema di controllo della Izdelie 4202 sono stati sviluppati e realizzati in Russia, come parte di un piano di sostituzione delle importazioni industriale su larga scala.
In precedenza, Boris Obnosov, direttore del Tactical Missiles Corporation, ha detto che la Russia sta sviluppando veicoli volanti ipersonici.
La corsa agli armamenti ipersonici è poco parlato al di fuori di ambienti militari, ma dovrebbe esserlo. Il vincitore avrebbe presumibilmente un enorme vantaggio strategico rispetto ai suoi rivali.
I veicoli ipersonici sono generalmente definiti come coloro che viaggiano a velocità superiori a Mach 5, circa 3.840 miglia all'ora.
Essi sono più spesso immaginati come missili da crociera, o alianti potenziati da razzi. Potrebbero portare armi convenzionali, testate nucleari così come sensori.
Ognuno di questi veicoli potrebbero usare la loro velocità per evitare l'intercettazione e penetrare in profondità nel territorio nemico.
In caso di successo, gli esperti hanno detto che è una tecnologia che cambia il gioco e interromperà la guerra.
La corsa agli armamenti ipersonici è in corso e rischia di accelerare.
Gli Stati Uniti, Cina, Russia e India hanno già speso risorse significative per lo sviluppo di armi ipersonici e saranno in grado di distribuirli entro i prossimi cinque anni.
Una gara secondaria, che coinvolgerà i sistemi di difesa in grado di sconfiggere le armi ipersonico, è probabile.
Il costo di restare indietro è troppo grande per uno qualsiasi di questi Paesi.
Ognuno vede il vero valore strategico nella capacità di queste armi e un mezzo per soddisfare i propri obiettivi nazionali.
Una volta che le armi ipersonici vengono distribuiti, l'equilibrio globale del potere potrebbe cambiare radicalmente - a seconda di chi arriva prima - e il tempo di ritardo prima che un altro potere perfezioni il proprio sistema.
Dato l'interesse russo e cinese di armi ipersonico, è chiaro che entrambi i paesi li vedono come vie percorribili per contrastare l'influenza americana e sfidare l'egemonia americana.

Il problema è che mentre gli Stati Unito sono ancora esageratamente indietro, la Russia ha già pronte le prime testate come la Cina, e nel frattempo stanno accelerando sul programma di sviluppare i primi alianti ipersonici così come costruire un sistema di distribuzione missilistica di questo tipo entro il 2020.
Il punto interrogativo ora è come la Corea del Nord, sia riuscita a sviluppare capacità di raggiungere simili capacità in un pressochè così breve lasso di tempo.
Sembra anche che nonostante la carenza di dati reali l'economia della Corea del Nord, nonostante si parli di restrizioni economiche da anni, stia notevolmente migliorando.
C'è un consenso crescente che Kim Jong Un ha intrapreso un percorso di riforme per il miglioramento del Paese.
Queste riforme sono molto simili a quelle intraprese da Deng Xiaoping in Cina nei primi anni 1980, anche se la politica della Corea del Nord è molto più prudente rispetto al suo omologo cinese
Tale sistema di mercato ha prodotto risultati prevedibili: l'economia della Corea del Nord ha ripreso a crescere, gli standard di vita sono notevolmente migliorati, forse raggiungendo, se non superiori, a livelli che non si vedevano dal 1970, i dieci anni più prospero del paese a memoria d'uomo.
A causa della mancanza di statistiche affidabili, è praticamente impossibile misurare con precisione quanto velocemente l'economia della Corea del Nord è cresciuta negli ultimi anni.
Stime spesso sottostimate, fornite dalla banca centrale della Corea del Sud (Bank of Korea) sostengono che la crescita media annua del PIL nel Nord oscilla tra l'1% e il 1,5%.
Tuttavia, un numero significativo di osservatori a Pyongyang ritengono questi numeri spesso citati essere eccessivamente conservatrici, e stimano la crescita in Corea del Nord al 3-4% annuo.
Va ricordato che Pyongyang è rimasto in silenzio sul fatto molto sta conducendo riforme orientate al mercato
Senza dubbio, il miglioramento palpabile della situazione economica contribuisce ad un aumento della stabilità politica: le persone tendono a come i governi offrono la crescita economica, soprattutto dopo lunghi periodi di povertà.
Gli esperti non sanno prevedere cosa succederà dopo, quando Kim Jong Un entrerà nel suo sesto anno di potere.
La crescita sperimentata sotto la sua guida era vasta rispetto a suo padre, ma anche questo impallidisce in confronto ad altri paesi asiatici e l'infrastruttura economica resta debole.
I suoi successi nella capacità nucleari e balistiche hanno portato la Corea del Nord ben oltre le semplici teatralità e ha permesso di emergere come una vera e propria potenza militare, una tecnica di auto-conservazione che fa arrabbiare i nemici Corea del Sud e gli Stati Uniti e ha anche attirato le critiche della Cina .
























giovedì 15 dicembre 2016

LA COREA DEL NORD HA ORA IL POTENZIALE DI COLPIRE GLI STATI UNITI

La Corea del Nord è ora in possesso di un missile balistico intercontinentale nucleare che può raggiungere la terraferma degli Stati Uniti, secondo un alto funzionario militare degli Stati Uniti.

La Corea del Nord ha sviluppato un ICBM in grado di erogare un carico nucleare sulla terraferma degli Stati Uniti, secondo un anonimo funzionario militare degli Stati Uniti, che ha parlato con DefenseTech.com sulle condizioni di anonimato. Tuttavia, essi non hanno ancora risolto un problema dell'isolamento termico chiave, il che significa che la loro testata brucerebbe quando essa rientra nell'atmosfera sul suo bersaglio.
Ancora, " è la minaccia che mi tiene sveglio la notte," DefenseTech cita il detto dell'ufficiale.
All'inizio di quest'anno la Corea del Nord ha sostenuto che ha sviluppato un nuovo ICBM cellulare chiamato KN-14, e poi stato visualizzato su una parata militare nel mese di ottobre.
Pyongyang ha anche affermato che in qual mese che testato con successo materiali di isolamento termico per il missile, ma il funzionario degli Stati Uniti non ha potuto confermare che questa tecnologia è già in uso.
Secondo il funzionario, gli Stati Uniti prende la minaccia nordcoreana abbastanza sul serio per trasferire alcune delle "autorità per contrastare le armi di distruzione di massa" da US Comando Strategico allo Joint Special Operations Command.
Non vi è quasi nessun dato disponibile sulle funzionalità del KN-14 afferma l'analista della difesa russo Vladimir Khrustalev scritto in Lenta.ru nel mese di ottobre.
Tuttavia, la maggior parte degli esperti concordano sul fatto che le affermazioni della Corea del Nord hanno una base alquanto solida. "Le stime più prudenti collocano la sua gamma massima teorica con un carico nucleare a 5,500-6,500 chilometri, con alcuni che dicevano che poteva viaggiare fino a 12.000", ha scritto Khrustalev.
Il programma missilistico della Corea del Nord potrebbe diventare un problema per il nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, secondo il generale Curtis M. Scaparrotti, un ex comandante delle forze in Corea e ora il comandante supremo alleato della NATO.
Egli ha ipotizzato che Trump dovrà prendere seriamente in considerazione un attacco preventivo contro la Corea del Nord prima che i coreani lancino il loro missile nucleare.
Khrustalev ha anche osservato che il programma missilistico della Corea del Nord ha un altro scopo, non collegato con testate nucleari. "C'è un programma spaziale piuttosto ambizioso", ha detto Khrustalev. "Gli analisti hanno spesso respinto come una fantasia, ma la realtà ci permette di dissentire."
Potrebbe essere che è il programma spaziale della Corea del Nord non riguarda in realtà gli Stati Uniti? Questo non può essere esclusa, a giudicare dai sentimenti di un altro ex comandante delle forze Usa-Corea, il generale Walter Sharp.
Sharp ritiene che gli Stati Uniti devono distruggere qualsiasi missile coreano su una rampa di lancio, perché gli Stati Uniti non possono sapere con certezza se il missile avrebbe portato un satellite o una testata nucleare. Un tale atteggiamento aggressivo è interessante, considerando che un singolo ICBM non dovrebbe essere un vero problema per le difese tanto pubblicizzate dagli USA dei loro missili, tra cui THAAD in Corea del Sud e Aegis, che possono essere installati su navi militari US attraverso l'Oceano Pacifico, se questi sistemi sono effettivamente in grado di vivere quanto la loro reputazione.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201612111048412314-north-korea-icbm-us-mainland/

martedì 15 novembre 2016

LA REPUBBLICA CINESE AUMENTA LA PRESENZA MILITARE LUNGO IL CON LA COREA DEL NORD

Dal mese di agosto, le persone che vivono a Kaishantunzhen nella città di Longjing sono state evacuate dai militari cinesi, come riferito per ospitare macchine scavatrici, in risposta allo sviluppo delle armi nucleari in corso di Pyongyang e i test di missili balistici.

La Corea del Nord ha risposto a questa attività con la costruzione di un posto di guardia sul confine per sorvegliare i progressi sugli impianti, nonché la distribuzione di circa 20 soldati.
UPI ha citato una fonte lungo il confine coreano-cinese dicendo: "La leadership cinese sembra prepararsi per il crollo del governo nord-coreano. "
Pechino rimane un alleato per la Corea del Nord, nonostante queste misure, difendendo il paese comunista contro le sanzioni portati dagli Stati Uniti, Corea del Sud e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Dopo la quinta e più recente detonazione nucleare sotterraneo di Pyongyang, la Cina ha chiuso il suo confine, riaperto nel mese di settembre. Una base è in fase costruzione a Kaishan Tunzhen a Sud della Comunità Montana.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201611151047438758-beijing-build-bases-dprk-border/

lunedì 7 novembre 2016

LA COREA DEL NORD SI STA DIVENTANDO SEMPRE PIU' PROSPERA...E ARMATA

La Corea del Nord sta cambiando molto rapidamente e alcuni di questi cambiamenti sono già visibili da parte di chi visita il Paese, conferma un ricercatore leader presso l'Istituto di Studi Orientali Far, Konstantin Asmolov.

Asmolov recentemente è tornato dal suo viaggio in Corea del Nord e ha condiviso le sue opinioni sulla sua esperienza nel paese che secondo lui si sta sviluppando socialmente ed economicamente piuttosto veloce.
Le foto panoramiche scattate presso la Torre Juche, un monumento a Pyongyang, mostrano chiaramente che una parte della vecchia Pyongyang è stata distrutta e nuovi quartieri sono stati costruiti, secondo il ricercatore. "Il processo sta accadendo a grande velocità e ci sono voci circa la distribuzione di massa di metamfetamine (i costruttori presumibilmente continuano a lavorare quasi tutto il giorno senza sentire alcun dolore). Stanno costruendo veramente veloce. ", ha detto Asmolov.
Restano molte vecchie case con cemento grigio opaco, ma stanno cercando di introdurre tetti colorati per queste case per far in qualche modo "rivivere" la città.

Un'altra osservazione fatta dal ricercatore è che Pyongyang aveva percorsi ciclabili, che è abbastanza notevole, perché non ci sono tante macchine sulla strada, ma ora ci sono un sacco di persone, tra cui donne che si recano in bici.
Secondo il ricercatore, il trasporto pubblico è ancora abbastanza raro e ci sono lunghe code di passeggeri alle fermate, ma i filobus sono stati significativamente migliorati.

Di notte la città è ancora scarsamente illuminata e questo testimonia il continuo problema con l'elettricità. Tuttavia, i nordcoreani stanno cercando di fare un uso attivo di fonti energetiche alternative.

"Capisco che a causa di problemi infrastrutturali nel paese vi è una via di sviluppo del sistema delle fonti di energia relativamente autonomi che sono legati ai distretti specifici", ha detto Asmolov.
Parlando di se la Corea del Nord potrebbe avere una propria centrale nucleare, l'esperto ritiene che tale possibilità non può essere esclusa. "Sono stati attivamente ad affermare che stanno costruendo una centrale nucleare. Sarà messa in funzione entro cinque anni e non a Yongbyon (una contea a 100 chilometri a nord di Pyongyang, la posizione del primo reattore nucleare sperimentale). Per me, questa non è una fantasia, perché possono garantire il livello di protezione desiderato e hanno l'uranio.", ha detto il ricercatore.
"Capisco che è solo l'inizio. Inoltre, posso ben supporre che i nordcoreani può costruire qualcosa di sotterraneo (per escludere la possibilità di monitorare il lavoro dai satelliti ed eventuali attacchi preventivi su di esso). Ad esempio, la metropolitana di Pyongyang si trova ad una profondità di 100 metri ed è in realtà un grande rifugio antiaereo ", ha detto Asmolov.
Parlando di prodotti nei negozi e manufatti, il ricercatore ha detto che la merce nei negozi è tutta in imballaggio moderno e allo stesso Gochujang (pasta tradizionale di soia coreano con pepe rosso) possono essere trovati prodotti da diversi produttori, che significa che c'è anche qualche concorrenza.
Il ricercatore ha inoltre affermato che a livello ideologico, la Corea del Nord è in movimento, piuttosto, verso il nazionalismo rispetto alla Corea del Sud. "In generale, l'immagine della Corea del Nord nella mia mente non è cambiato, ma è stato corretta, un po '", ha concluso Asmolov.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201611071047146789-north-korea-nuclear-power-plant/

lunedì 17 ottobre 2016

SE MINACCIATA LA COREA DEL NORD EFFETTUERA' UN ATTACCO NUCLEARE PREVENTIVO VERSO GLI STATI UNITI

Secondo i media, le autorità nordcoreane effettueranno un attacco nucleare preventivo contro gli Stati Uniti se Washington mobilita le sue forze nucleari contro il paese.

Le autorità della Corea del Nord effettueranno un attacco nucleare preventivo contro gli Stati Uniti se Washington mobilita le sue forze nucleari contro il paese, hanno riportato i media citando un alto funzionario di Pyongyang.
"Gli Stati Uniti hanno armi nucleari al largo delle nostre coste, indirizzate verso il nostro paese, la nostro capitale e il nostro Caro Leader, Kim Jong Un. Non un passo indietro finché c'è una minaccia nucleare per noi dagli Stati Uniti," afferma Lee Yong Pil, direttore dell'Istituto del Ministero degli Esteri per gli Studi americano in un'intervista a NBC News.
"Un primo colpo nucleare non è qualcosa sulla quale gli Stati Uniti hanno il monopolio. Se vediamo che gli Stati Uniti vorranno farlo a noi, non lo faremmo per primi."
Egli ha aggiunto che la Corea del Nord potrebbe condurre "un sesto, un settimo o un ottavo" test nucleare. Tale politica si ispira anche alle "sempre più aggressive" esercitazioni congiunte svolte da Washington e Seul nella penisola coreana, ha continuato l'alto funzionario.
Lee Yong Pil ha avvertito che né sanzioni da parte delle Nazioni Unite, né pressioni provenienti dalla comunità internazionale insieme a Washington impedirebbero a Pyongyang di costruire la sua capacità nucleare. "Dobbiamo avere armi nucleari per proteggere il nostro paese, ed è la nostra politica per diventare una potenza nucleare", ha aggiunto.
La Corea del Nord è stata sotto pressione da parte della comunità internazionale, dal momento di un test nucleare e il lancio di un razzo a lungo raggio all'inizio di quest'anno.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201610171046408027-north-korea-nuclear-strike-us/

venerdì 14 ottobre 2016

LA REPUBBLICA CINESE STA VALUTANDO UN'ATTACCO ALLA COREA DEL NORD


Secondo un rapporto del Korea Times, il professor Zhe Sun ha detto a un forum sulla sicurezza a Washington che i leader cinesi stanno discutendo il modo migliore per affrontare un regime nordcoreano sempre più determinato che ha intensificato la sua marcia verso mettendo in campo un missile balistico intercontinentale nucleare in grado di colpire la terraferma Stati Uniti.
"Alcuni studiosi cinesi e responsabili politici hanno cominciato a parlare di sostenere" attacchi chirurgici "e decapitazione dagli Stati Uniti e dalla Corea del Sud come una opzione strategica", ha detto il professore stimato. "Più proposte radicali indicano che la Cina dovrebbe cambiare leader, inviare truppe attraverso i confini e stazionare in Corea del Nord e costringerla a rinunciare al nucleare e cominciando un apertura e riforma."
Le dichiarazioni che la Cina sta valutando un cambio di regime in Corea del Nord non ha precedenti con Pechino che funge da ancora di salvezza vitale per Pyongyang risalente alla Guerra di Corea nel 1950.
La Corea del Nord è diventata una preoccupazione crescente per la comunità internazionale dopo aver dimostrato la capacità di perfezionare il processo di miniaturizzazione necessario per caricare una testata nucleare in un missile balistico intercontinentale, una questione di sofisticazione tecnica che molti analisti della difesa avevano precedentemente creduto che Pyongyang necessitasse anni da raggiungere e che solleva il pericolo del regime esponenziale.
Oltre alla miniaturizzazione, la Corea del Nord ha più perseguito i test nucleari e balistici nel 2016 che mostra le capacità di potenzialmente essere in grado di colpire gli Stati Uniti nel giro di pochi mesi o anni sulla base di test missilistici recenti e dopo aver testato solo la quarta e quinta bombe nucleari -le più potenti messe in campo - in meno di un mese.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201610081046141876-china-decapitation-strike-north-korea/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog