ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta Cile. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Cile. Mostra tutti i post

giovedì 6 aprile 2017

A LAGUNA DEL MAULE "SOLO" 36 EVENTI SISMICI REGISTRATI NEL'ARCO DI UN MESE


L'Osservatorio Vulcanologico delle Ande meridionali (OVDAS) del Servizio Nazionale di Geologia e Miniere (SERNAGEOMIN), attraverso la sua relazione di attività vulcanica (RAV) riferisce che tra i giorni 01 e 31 marzo 2016, 36 eventi sismici sono stati registrati, di cui 20 erano collegati ai processi di fratturazione legata a materiale rigido, chiamati vulcano-tettonici (VT), e 16 eventi relativi alla dinamica dei fluidi all'interno del vulcano sono stati registrati.
È interessante notare che le immagini ottenute dalla telecamera IP non hanno mostrato variazioni nel sistema di superficie vulcanica.
Anche se l'inflazione rimane alta tuttavia non ci sono cambiamenti significativi e il sistema vulcanico rimane stabile.
Tra il 2004 e il 2007, l'inflazione della terra ha avuto inizio nel campo vulcanico, indicando l'intrusione di un vasto corpo di magma di sotto di esso.
Il tasso di inflazione è più veloce di quelli misurati su altri vulcani quali Uturuncu in Bolivia e di Yellowstone negli Stati Uniti ed è stata accompagnata da anomalie delle emissioni di gas del suolo e attività sismica .
Questo modello ha creato preoccupazione circa il potenziale per attività eruttiva imminente su larga scala.


Fonte:http://www.diarioelheraldo.cl/noticia/-oremi-monitorea-en-alerta-temprana-preventiva-complejo-volcanico-laguna-del-maule

martedì 21 febbraio 2017

CILE: SEGNALI DI RISVEGLIO DAL VULCANO PLANCHON-PETEROA


Il servizio SERNAGEOMIN descrive le seguenti informazioni ottenute da apparecchiature di monitoraggio elaborate e analizzati al Osservatorio Vulcanologico Sud delle Ande, un centro di interpretazione dei dati della Rete Nazionale dei Vulcani.
Il 19 febbraio alle 03:26 ora locale (06:26 GMT), le stazioni di monitoraggio installate nei pressi del complesso vulcanico Planchon-Peteroa, hanno registrato un terremoto associato con fratturazione della roccia (vulcano tettonico). L'evento è stato situato 3,7 km a nord-ovest (NNW) del cratere principale.
L'evento è stato preceduto da un terremoto VT di tipo di grandezza inferiore, e dopo l'evento, una replica di magnitudo più bassa è stata registrata.
Inoltre, quando il rapporto è stato emesso, la registrazione delle repliche è cessata.
Non ci sono informazioni da parte delle autorità o la comunità circa le percezioni nelle aree limitrofe.
Il livello di allerta vulcanica tecnico rimane giallo.
Si tratta di un vulcano che ha prodotto eruzioni molto intese, la sua ultima eruzione risale al 2011 la cui cenere giunse fino in Argentina.

Fonte:http://lechaudrondevulcain.com/blog/2017/02/21/february-21-2017-en-ubinas-planchon-peteroa-piton-de-la-fournaise-fuego/

mercoledì 11 gennaio 2017

CILE: IL VULCANO LAGUNA DEL MAULE CONTINUA A SOLLEVARSI A RITMO ELEVATO


L'Osservatorio Vulcanologico di Southern Andes Servizio Nazionale di Geologia e Mineralogia, attraverso la sua relazione Attività Vulcanica, ha riferito che tra il 1 e il 31 dicembre 2016, il processo inflazionistico è proseguita a un ritmo elevato, mentre la presenza di sismicità vulcanica e l'energia hanno mostrato un livello basso, il che suggerisce ancora la stabilità nel sistema vulcanico.
A seguito di quanto sopra, si mantiene il suo livello di allerta vulcanica tecnico ONEMI verde e mantenuto per il comune di San Clemente nella Regione del Maule preventiva di allarme rapido, efficace 22 agosto 2013.
SERNAGEOMIN continua il monitoraggio continuo del vulcano on-line e la Direzione Regionale di ONEMI Maule, manterrà il coordinamento con i membri del sistema di protezione civile per la segnalazione e dare risposta adeguata a qualsiasi prodotto di emergenza del comportamento attuale del vulcano.
L'accumulo (il più pericoloso ed esplosivo) di magma riolitico alla base della caldera era trascurabile fino al 2004, ma l'inflazione è improvvisamente accelerata tra il 2004 e il 2007, raggiungendo valori che superano 28 cm / anno .
Il materiale magmatico responsabile per l'inflazione sarebbe una massa di 9.0 x 5.3 km 2 situata 5,2 km di profondità e cresce ad un ritmo di 17 milioni di m 3 all'anno.
Il lago di origine vulcanica situato in Cile Maule rapidamente soddisfa tutte le condizioni necessarie per una grande eruzione, avvertono gli scienziati.
Il lago vulcanico Maule, situato nelle Ande in Cile, potrebbe causare un forte eruzione presto, affermano i rapporti del portale scientifico NCYT.
Nel corso degli ultimi sette anni la zona ha registrato una delle più veloci elevazioni del terreno osservati nella storia: circa 25 centimetri all'anno.
L'eruzione potrebbe non essere la primo in quanto il campo di origine vulcanica è venuto in azione circa 36 volte negli ultimi 25.000 anni.
" Abbiamo il sospetto che stanno prendendo tutta la forza necessaria per far scattare le condizioni per un'eruzione , " dice Brad Singer della University of Wisconsin-Madison, Stati Uniti d'America, che indaga il fenomeno.
La prossima eruzione potrebbe essere nella gamma di dimensioni del Mount St. Helens - o potrebbe essere di gran lunga più grande afferma Singer. "Sappiamo che nel corso dei passati milioni di anni o giù di lì, diverse eruzioni a Laguna del Maule o vulcani vicine sono state più di 100 volte più grande di Mount St. Helens," dico. "Quelli sono rari, ma sono possibili."
Ci sono tuttavia prove che deformazioni simili precedenti si sono verificati a Laguna del Maule, con le rive del lago con un aumento di circa 67 metri (220 piedi) durante l'Olocene.
Tale fenomeno è detto bradisismo.
Il bradisismo è un fenomeno legato al vulcanismo consistente in un periodico abbassamento (bradisismo positivo) o innalzamento (bradisismo negativo) del livello del suolo, relativamente lento sulla scala dei tempi umani (normalmente è nell'ordine di 1 cm per anno) ma molto veloce rispetto ai tempi geologici.
Non è avvertibile in se stesso, ma riconoscibile visivamente lungo la riva del mare, mostrando la progressiva emersione o sommersione di edifici, coste, territori.


Fonti:
http://www.diarioelheraldo.cl/noticia/-onemi-maule-monitorea-alerta-temprana-preventiva-por-actividad-del-complejo-volcanico-laguna-del-maule
http://www.geofisica.cl/English/pics11/laguna-del-maule.htm

martedì 15 novembre 2016

CILE: VIGOROSA FASE ERUTTIVA DI SABANCAYA


Dopo un importante emissione di cenere del Sabancaya l'8 novembre, l'attività del vulcano non è diminuita.
Il 10 novembre, il OVI ha registrato un rilascio continuo di cenere alla valle del Colca, accompagnata da una colonna di cenere di 2.000 metri di altezza sopra il cratere, con una dispersione oltre 30-35 km. Raggiungendo i paesi di Parjo, Cajamarcana, Sallalli, Pampasepina, Hornillo, Patamapa, Yanque, Coporaque, Ichupampa, Achoma e Chivay.
L'11 novembre una violenta esplosione alla 10.04 ora locale ha generato una colonna di cenere circa 3.000 metri sopra la cima del vulcano, che è diffusa a 40 km a est e nord-est, e che ha interessato 16 paesi della valle del Colca.

Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2016/11/eruptions-in-progress-at-sabancaya-ubinas-turrialba-and-sinabung.html

martedì 5 aprile 2016

CILE: AUMENTA L'ATTIVITA' E IL LAGO DI LAVA DEL VULCANO VILLARICA


Un lago di lava è attivo all'interno cratere sommitale del vulcano.
Il continuo degasaggio vigoroso produce convezione violente esplosioni occasionali che emettono lava al di fuori della fossa interna al cratere.
SERNAGEOM ricorda che l'attività del vulcano era aumentata a livelli moderatamente elevati nel corso degli ultimi giorni, quando il lago di lava è aumentato le espulsioni sono diventare visibili dai suoi fianchi inferiori.
L'accesso è stato limitato a meno di 1 km dalla vetta in quanto l'attività potrebbe di nuovo aumentare rapidamente ad un parossismo con fontane di lava come aveva fatto l'ultima volta il 3 marzo 2015.
La fase di attività più recente è iniziata a fine 2015.
L'attività sismica ha cominciato ad aumentare gradualmente fino al 6 febbraio, quando è saltata all'improvviso, provocando un aumento nel livello di allerta vulcanica al giallo.
Questa è stata seguita da un inizio di debole, ma continua attività eruttiva (emissioni di cenere, piccole esplosioni) osservata dalle bocche sommitali.
L'attività eruttiva sismica e visibile è aumentato ulteriormente nel corso dei primi giorni di marzo, ma poi è sceso di nuovo a livelli molto bassi.
Dopo il 3 marzo esplosioni solo molto sporadiche sono state viste, ma un sondaggio ha mostrato che questo era probabilmente a causa di ostruzione del condotto superiore.
Violente esplosioni si sono di nuovo verificate in seguito nei mesi di marzo e hanno lasciato il posto alla colonna di magma a salire ai livelli attuali in prossimità dei bordi del cratere interiore.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/villarrica/news/57136/Villarrica-volcano-Chile-activity-increases.html

mercoledì 2 dicembre 2015

CILE: L'ATTIVITA' DEL VULCANO COPAHUE CONTINUA AD UAMENTARE LENTAMENTE


L'attività sul vulcano continua ad aumentare lentamente.
Negli ultimi giorni, l'attività esplosiva continua sul cratere sommitale vertice ha prodotto un pennacchio di cenere nera che ha raggiunto 1-2 km di altezza e si è spostato in direzioni est.
Un bagliore di incandescenza è spesso visibile sul cratere durante la notte:



Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/copahue/news/55596/Copahue-volcano-Chile-continuous-ash-emissions-crater-glow.html

mercoledì 25 novembre 2015

CILE: AUMENTO DELL'ATTIVITA' DEL VULCANO COPAHUE


Un aumento dell'attività è avvenuto sul vulcano negli ultimi due giorni.
Un nuovo impulso di tremore vulcanico è stato rilevato ed emissioni di cenere sono cominciati durante la notte da giovedì a Venerdì intorno alle 3:00.
Alle 3:40, un evento esplosivo più grande e l'emissione di cenere hanno avuto luogo producendo un pennacchio di cenere ad un'altezza di circa 1 km.
Inoltre è stata osservata l'espulsione di materiale incandescente.
Fino ad ora, le emissioni di cenere sembrano continuare quasi come continua.
Se questa nuova fase di attività comporta un'aumento del volume magmatico o rocce più antiche solo polverizzate è sconosciuto al momento.
Dai primi di novembre, ivulcanologi di monitoraggio hanno rilevato impulsi intermittenti di tremore vulcanico e un aumento della produzione di SO2 del vulcano, entrambe indicazioni che nuovo magma si sta muovendo più vicino alla superficie sotto il vulcano.


Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/copahue/news/55498/Copahue-volcano-Chile-new-ash-emissions-increase-in-activity.html

lunedì 2 novembre 2015

CILE: SI RISVEGLIA IL VULCANO LASCAR


Il vulcano Lascar, nel nord delle Ande del Cile, si è improvvisamente risvegliato producendo pennacchio grigio cenere che ha raggiunto 2,5 chilometri (~ 8.200 piedi) sopra il vulcano.
A causa di questa minore eruzione, il SERNAGEOMIN ha sollevato lo stato di allerta del Lascar a Giallo, anche se il vulcano è in una zona piuttosto remota della Ande cilene.
Il vulcano ha prodotto alcune spettacolari eruzioni nel recente passato, tra cui l'eruzione del 1993 è stata un VEI 4. Sulla base di immagini sulla webcam Lascar, l'eruzione sembra essere al momento terminata.

Fonte:http://www.wired.com/2015/10/unexpected-eruption-from-chiles-lascar/

giovedì 10 settembre 2015

RUSSIA-CILE: PRESTO NEGOZIATI E POSSIBILITA' DI INVESTIMENTO

Riunione a ottobre della commissione intergovernativa su cooperazione commerciale ed economica. L’ambasciatore cileno: un “incontro bilaterale importante” e “una buona occasione per le imprese”.

Russia e Cile discuteranno nel dettaglio le possibilità e le metodologie per incrementare le attività di investimento e commercio collaborativo nel corso del prossimo incontro di una commissione intergovernativa sulla cooperazione commerciale ed economica previsto per la fine di ottobre. Lo ha affermato a Sputnik l'ambasciatore cileno in Russia, Juan Eduardo Eguiguren.
"Si tratta — ha commentato l'ambasciatore — di un incontro importante per i nostri due paesi, durante il quale lavoreremo su diverse aree: economia, agricoltura, scienza, tecnologia e formazione". La riunione della commissione intergovernativa — ha proseguito Eguiguren — sarà anche "una buona occasione per gli esponenti del mondo delle imprese per incontrarsi e discutere delle possibilità di incrementare la nostra cooperazione a livello economico, di investimenti e commerciale". Il Cile — ha aggiunto l'ambasciatore — ha invitato — diversi investitori russi a partecipare a vari progetti nel paese, in particolare nell'ambito estrattivo, dell'energia e delle infrastrutture.
Secondo le cifre diffuse dal ministero degli Esteri russo, il controvalore delle attività commerciali bilaterali fra Russia e Cile nel 2014 ha fatto registrare un totale di 885.9 milioni di dollari e un 19,1 per cento di crescita rispetto al 2013. Nella prima metà del 2015, l'export russo verso il Cile è aumentato del 14 per cento rispetto all'anno precedente. In seguito al deteriorarsi delle relazioni russe con l'occidente a seguito della crisi ucraina, Mosca ha dato nuovo impulso alla cooperazione economica con i paesi BRICS, con la regione Asia-Pacifico e con l'America Latina.

Fonte:http://it.sputniknews.com/economia/20150910/1129722.html#ixzz3lLZtoJgp

mercoledì 19 agosto 2015

CILE: SEGNALI DI RISVEGLIO DEL VULCANO TUPUNGATITO


Un terremoto vulcanico di magnitudo 3,2 Richter si è verificato sotto il vulcano ieri.
L'epicentro è stato a 8,2 km di profondità a 25 chilometri a nordovest del cratere principale.
Ciò potrebbe annunciare un periodo di instabilità del vulcano.
SERNAGEOMIN mantiene il livello di allerta a "verde", ma con "particolare attenzione", secondo un articolo di giornale.
Tupungatito, il più settentrionale vulcano storicamente attivo del centro Ande cilene, si trova al confine a 99 chilometri Cile / Argentina a est della capitale Santiago.
Si tratta di uno dei vulcani più attivi del paese. Dal 1829, frequenti piccole eruzioni esplosive sono state registrate, l'ultima avvenuta nel 1986.

Fonte:http://www.volcanodiscovery.com/it/tupungatito/news/54269/Tupungatito-volcano-Chile-volcanic-earthquake.html

venerdì 7 agosto 2015

CILE: GLI SCIENZIATI AVVERTONO CHE UNA DETONAZIONE DEL VULCANO LAGUNA DEL MAULE E' MOLTO PROBABILE


Un team di scienziati americani guidati dal professor Brad Singer dell'Università del Wisconsin-Madison hanno condotto una nuova indagine della caldera del vulcano Laguna del Maul, situato nelle Ande cilene.
Sotto la grande caldera si cela in aumento un grande giacimento magmatico che ha una forma ovale con una superficie totale di circa 85 chilometri quadrati.
Nel corso degli ultimi sette anni la superficie della caldera è aumentata annualmente da 25-28 centimetri, un chiaro segnale di una crescente pressione da parte del volume del magma sotterraneo.
Secondo il professore, tenendo conto della storia delle eruzioni regolari del vulcano, così come il fatto che in questa zona c'è attività sismica combinata con le variazioni della conducibilità elettrica, è possibile parlare di una prossima eruzione vulcanica.
All'interno del giacimento magmatico di Laguna del Maule si trova roccia fusa riolitica, che costituisce il tipo più esplosivo di magma sulla Terra.
Le eruzioni riolitiche accadoni così rapidamente e con forza che un complesso vulcanico non ha il tempo per formarsi.
Spesso questi vulcani emettono una enorme quantità di cenere e lava nelle esplosioni sparse in un raggio di due chilometri.
Nel corso degli ultimi 25 mila anni Laguna del Maule ha eruttato per un totale di 36 volte, e una nuova esplosione può essere devastante.
Secondo Brad Singer, nell'ultimo milione di anni, le eruzioni erano 100 volte più potenti di Mount St. Helens (Sant'Elena).
Tali eruzioni sono estremamente rare tuttavia, provocano alterazioni degli ecosistemi e del clima, così come portano a grandi perdite economiche.
In Cile, ad un'altitudine di 3,1 km sul livello del mare, Laguna del Maule è un pittoresco lago, ma sotto le sue acque è una grande caldera, le cui dimensioni sono 15 per 25 chilometri.
Recenti studi hanno dimostrato che la depressione ha un potenziale sufficiente per una grande eruzione.
La superficie della caldera aumenta da 25-28 centimetri ogni anno - un record di velocità.
I ricercatori intendono seguire il vulcano Laguna del Maule nel corso dei prossimi cinque anni.
Lo studio comprenderà il monitoraggio dei terremoti che hanno iniziato ad accadere intorno al giacimento di magma.
Brad Singer ha detto: "Facciamo sapere una cosa - la superficie della caldera non può aumentare all'infinito."


Fonte:http://universe-tss.su/main/klimat/23420-uchenye-suschestvuet-realnaya-ugroza-vzryva-kaldery-laguna-del-maul.html

mercoledì 20 maggio 2015

CILE: NUOVO INCREMENTO DELL'ATTIVITA' DEL VULCANO CHAITEN


Sulla base delle analisi delle informazioni ottenute da stazioni di monitoraggio intorno al vulcano Chaiten, la Nazionale Geologia e Miniere Service (SERNAGEOMIN) dall'Osservatorio vulcano del sud delle Ande (OVDAS), rilascia la seguente dichiarazione:
L'attività sismica associata con il vulcano Chaiten ha presentato un lieve incremento negli ultimi mesi.
L'aumento della frequenza e dell'energia è associata ad eventi di lungo periodo relativi alla dinamica del magma all'interno del vulcano con eventi sismici e terremoti legati ai movimenti del magma interno il sistama vulcanico.
Per quanto riguarda il tipo di eventi ibridi, il verificarsi di 7 eventi registrati 17 maggio alle 9:10 HL (GMT-3), è stato riportata nel rapporto "2015_05_17 REAV Los Lagos".
Il terremoto di maggiore energia ha presentato una magnitudo locale ( ML) pari a 3.6 di magnitudo.
L'attività registrata dalla telecamera IP installata vicino al vulcano, queste immagini mostrano un bagliore sul complesso a cupola legato all'incandescenza.
Anche se i livelli di attività sono relativamente bassi negli ultimi mesi in considerazione dei cambiamenti nelle dinamiche del vulcano, con la presenza di un complesso cupola ancora instabile, questo suggerisce uno stato di disequilibrio emergente e quindi spingendo per cambiare il livello di allarme tecnico Amarillo . Che secondo il nostro protocollo significa cambiamenti dei parametri di controllo, indicando che il vulcano è di sopra della base di soglia e che il processo è instabile può cambiare aumentando o diminuendo questi livelli.
Questi fenomeni possono essere registrati come sciami sismici (alcuni evidenti) , emissione di cenere, lahar, cambiamenti morfologici, rumori, odori di gas vulcanici, tra gli altri, che possono alterare la qualità della vita delle persone l'influenza di origine vulcanica.
Il vulcano Chaiten si è risvegliato nel maggio 2008 con una devastante eruzione e significativi effetti a livello climatico.
Il vulcano era silenzioso da 9000 anni.


Fonte:http://volcansvanuatueruptionsgb.blogspot.it/

giovedì 7 maggio 2015

CILE: LIEVE INCREMENTO DELL'ATTIVITA' DEL VULCANO CALBUCO


Nel corso delle ultime ore, è stato osservato un lieve aumento dell'attività e dell'attività sismica rappresentata da aumenti temporanei di ampiezza di tremori vulcanici e le particelle del flusso di gas.
Il sistema vulcanico nei giorni scorsi, ha presentato un comportamento fluttuante, suggerendo che è in una fase instabile che potrebbe trasformarsi in un nuovo impulso eruttivo.
Pertanto, la probabilità di progressione le condizioni che promuovono una ripresa dell'attività eruttiva continua e suggerisce pertanto di mantenere il limite di accesso alla zona alta di pericolo intorno al vulcano.
Inoltre, il materiale piroclastico instabile accumulato sulla cima del vulcano e le sue pendici e le zone circostanti potrebbero essere rimossi dalla pioggia in modo da formare lahar lungo i fiumi che drenano il vulcano e i vicini bacini.
Pertanto, si consiglia di prestare particolare attenzione al verificarsi di questi fenomeni a causa della pioggia prevista nei prossimi giorni.


Fonte:http://volcansvanuatueruptionsgb.blogspot.it/2015/05/07052015-hakoneyama-sakurajima-calbuco.html

sabato 2 maggio 2015

CILE: NUOVA POTENTE FASE ERUTTIVA DEL VULCANO CALBUCO


Secondo le proiezioni, un nuovo impulso eruttivo è stato registrato sul vulcano Calbuco, come confermato dal Servizio Nazionale Geologia e Miniere.(SERNAGEOMIN).
Durante le ultime 24 ore l'attività sismica associata al magma all'interno vulcano ha presentato variazioni repentine e significative in energia, in particolare durante le ultime ore evidenziando la presenza dell'impulso eruttivo alle 13:08.
Con una esplosione che ha generato una colonna di circa alta 3-5 km all'inizio, poi diminuita.
E' chiaro ormai che il vulcano si sta lentamente calmando anche se gli effetti delle recenti eruzioni a livello climatico sono imprevedibili.


Fonte:http://volcansvanuatueruptionsgb.blogspot.it/2015/05/01052015-calbuco-kilauea-dukono.html

sabato 25 aprile 2015

CILE: IL VULCANO CALBUCO SI MANTIENE FORTEMENTE ATTIVO


Dopo i due impulsi eruttivi del 22 e 23 aprile i segni di instabilità del sistema vulcanico del vulcano Calbuco sono contenuti nel rapporto di SERNAGEOMIN - OVDAS.
Sulla base delle analisi delle informazioni ottenute dalle stazioni di monitoraggio nei pressi del vulcano Calbuco, la Geologia e Miniere Servizio Nazionale (SERNAGEOMIN) e Vulcanologia Osservatorio delle Ande del Sud (OVDAS) annuncia:
Dal 23/04/2015 alle 23:30 HL, abbiamo visto un aumento della attività superficiale del vulcano, evidenti dalla presenza di una colonna di materiale particellare con una distribuzione preferenziale che varia nei settori da Nord-est a Sud -East nel pomeriggio.
Questo processo è stato sostenuto fino al rilascio di questa relazione, ed è stato accompagnato da una continua sismicità di tipo tremore (legati al movimento del magma nel sistema).
La presente attività vulcanica suggerisce che il sistema è entrato una fase instabile di sostenuta attività, che potrebbe essere il precursore di processi magmatici che potrebbero generare flussi di lava o di una cupola lavica.
Nelle condizioni attuali, la regione più colpita è stata concentrata in prossimità dei centri di emissione e di valli precedentemente colpite da flussi piroclastici e lahar.
L'attività del vulcano potrebbe mutare rapidamente.

Fonte:http://volcansvanuatueruptionsgb.blogspot.it/2015/04/25042015-calbuco-hawai.html

venerdì 24 aprile 2015

CALBUCO, CI SI PREPARA PER LA TERZA ERUZIONE


Il vulcano Calbuco, nel sud del Cile, si mantiene in attivita’ e gli esperti temono la possibilita’ di una nuova eruzione, dopo le due che si sono susseguite a poche ore di distanza, obbligando le autorita’ ad evacuare oltre 4 mila persone residenti nei dintorni della montagna. Nel suo ultimo bollettino, il Servizio nazionale di geologia e miniere (Sernageomin) ha confermato la zona di 20 km intorno al Calbuco, indicando che e’ possibile che “il vulcano possa evolvere verso nuovi fenomeni eruttivi simili a quelli registrati nelle ultime 24 ore” e sottolineando che prima di questi il Calbucoaveva solo due crateri, e adesso ne ha 6. Dopo le due eruzioni -alle 18.05 di mercoledi’ (le 23.05 in Italia) e intorno all’una del mattino di giovedi’ (le 6 in Italia)- il Sernageomin ha registrato oltre 1600 movimenti sismici provocati dal vulcano, che indicano un livello di attivita’ che non permette per ora di escludere una terza eruzione. Nel frattempo, le dense nuvole di cenere sprigionate dal Calbucostanno causando problemi non solo nel sud del Cile, ma anche in tre province (entita’ federali) argentine – Neuquen, Rio Negro e Chubut – e si stanno avvicinando a quella di Buenos Aires, dove potrebbero arrivare nelle prossime 24 ore, secondo le previsioni degli esperti.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2015/04/vulcano-calbuco-ancora-in-attivita-si-teme-una-nuova-eruzione/434352/

CILE: SECONDA ERUZIONE DEL CAMBUCO DURANTE LA NOTTE IERI


La seconda eruzione del Calcubo si è conclusa alle 8.40 di ieri (le 13.40 in Italia) ma le autorità mantengono l'allerta rossa intorno al vulcano, dove la colonna di ceneri sprigionata dal cratere ha raggiunto gli 11 km di altezza. Rodrigo Alvarez Seguel, responsabile del Servizio nazionale di geologia e miniere (Sernageomin) ha informato la presidente cilena, Michelle Bachelet, della situazione intorno al Calcubo, dopo il primo monitoraggio in elicottero delle attività del vulcano. Il timore degli esperti cileni è che si possa produrre una terza eruzione - dopo quelle registrate ieri alle 18.05 (23.05 in Italia) e oggi poco dopo l'una del mattino (le 6 in Italia) - che potrebbe risultare ancora più violenta. Nel frattempo, le forze di sicurezza hanno dato 20 minuti di tempo agli abitanti di Ensenada, la località più vicina al vulcano -a circa 5 km dal cratere- per evacuare le loro abitazioni, alcune delle quali hanno già subito danni a causa delle ceneri che si stanno accumulando sui tetti, e in alcune zone superano i 40 centimetri di altezza.

La seconda eruzione è iniziata intorno all'una del mattino (le 6.00 in Italia). Rodrigo Alvarez Seguel, ha detto che la seconda scossa "ha avuto un'energia maggiore" della prima, registrata ieri intorno alle 18.00 (le 23.00 in Italia), ed è stata più lunga. Il Sernageomin mantiene un'area di restrizione di 20 chilometri intorno al cratere del Calbuco, e ha annunciato un primo sorvolo di monitoraggio del vulcano per le 8.00 di oggi (le 13.00 in Italia).

Fonte:http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2015/04/23/erutta-vulcano-in-cile-allerta-rossa_7628d8d2-fe58-4a2d-b9e4-01c4e0bb7016.html

L'ARGENTINA INVASA DALLA CENERE DEL VULCANO CALBUCO


Il presidente del Cile, Michelle Bachelet, ha incontrato rapidamente i giornalisti al Palacio de La Moneda, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica del Cile, a Santiago del Cile, affiancata da numerosi ministri del suo governo, per valutare la situazione dopo una riunione di governo a seguito dell’eruzione del vulcano Calbuco. Il Presidente cileno ha spiegato senza mezzi termini che “la situazione è peggiore rispetto a quella di marzo quando era esploso il vulcano Villarrica, sulle Ande. Di gran lunga peggiore“.
L’eruzione del vulcano Calbuco, un migliaio di chilometri a Sud di Santiago de Cile, ha spinto le autorità cilene ad ordinare l’evacuazione di circa 70.000 persone che abitano nel raggio di 20 chilometri dal vulcano, come riporta il quotidiano spagnolo El Pais. La prima eruzione si è prodotta alle 17.50 di ieri ora locale, seguita subito dopo da un’altra. Il vulcano era inattivo da mezzo secolo. Le autorità locali hanno proclamato l’allerta rosso per la zona, che significa che l’eruzione in corso comporta “un alto rischio per la popolazione“.

Argentina sommersa dalla cenere vulcanica

Allarme anche in Argentina, dove le province di Neuqun e Ro Nero nel Sud/Ovest del Paese sono state ricoperte dalle ceneri del vulcano Calbuco, paralizzando il traffico aereo e danneggiando l’agricoltura. Disagi nelle località turistiche di Villa La Angostura e San Martin de Los Andes e nella città di San Carlos de Bariloche, il più importante centro urbano della zona con circa 100.000 residenti. Il Comitato di Emergenza, ha deciso di chiudere tutte le scuole per la giornata di giovedì 23 aprile.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2015/04/eruzione-vulcano-calbuco-situazione-critica-argentina-sommersa-dalla-cenere-foto-e-video/433791/

giovedì 23 aprile 2015

VIDEO DELL'ERUZIONE DEL VULCANO CALBUCO IN CILE


CILE: IL VULCANO CALBUCO SI RISVEGLIA CON IL BOTTO


Il Calbuco è considerato essere il terzo più pericoloso del Cile.
Calbuco è un stratovulcano nel sud del Cile, che si trova a sud est del lago Llanquihue e nord-ovest di Chapo Lake, nella Regione di Los Lagos.
Il vulcano e la zona circostante sono protetti all'interno Riserva Nazionale Llanquihue.
È un esplosivo vulcano andesitico la cui lava di solito contiene dal 55 al 60% di biossido di silicio (SiO 2).
Subì crollo edificio nel tardo Pleistocene, producendo una valanga di detriti che ha raggiunto il lago.
Calbuco ha avuto almeno 10 eruzioni dal 1837.
L'ultima eruzione è stata nel 1972.
Una delle più grandi eruzioni storiche nel sud del Cile si è svolta lì nel periodo 1893-1894.
Eruzioni violente hanno espulso bombe laviche di 30 cm a distanze di otto chilometri dal cratere, accompagnate da caldi voluminosi lahar.
Forti esplosioni si sono verificate nel mese di aprile 1917.
Un altra breve eruzione esplosiva nel Gennaio 1929 comprendeva anche un apparente flusso piroclastico e un flusso lavico.
Una grande eruzione di Calbuco nel 1961 ha inviato colonne di cenere alte 12-15 km e flussi di lava.
Forte emissione fumarolica dal cratere principale è stata osservato il 12 agosto 1996.
Recentemente il vulcano si è nuovamente risvegliato con una grande eruzione esplosiva.

Il vulcano Calbuco è entrato in eruzione alle 17.50 ore, l'esplosione ha provocato la formazione di una colonna eruttiva densa - subpliniana che ha scalfito la stratosfera ad un'altezza di 20 km sommata ad un'intensa caduta naturale di cenere nei pressi dell'edificio vulcanico che ha costretto l'evacuazione dei residenti interessati.
Il Servizio Nazionale di Geologia e Miniere (SERNAGEOMIN) e la Rete Nazionale per il monitoraggio attraverso il suo Osservatorio del vulcano delle Ande del Sud (OVDAS), ha annunciato oggi il livello tecnico del livello di allarme vulcanico a ROSSO.
Il pomeriggio del 22 aprile 2015, uno sciame sismico intenso è stato seguito 15 minuti dopo da una potente eruzione esplosiva.
Ci sono un sacco di fotografie impressionanti e da queste è chiaro che l'inizio dell'eruzione è stato molto improvviso e immediatamente potente esplosivo.
La colonna è salito molto in alto, diverse fonti affermano da 10-20 km, che renderebbe questa un'eruzione subpliniana.
Tuttavia, la fase esplosiva è durata solo un paio di ore e momentaneamente placcata, e la lava ha iniziato a fluire dalla vetta.
Questo è piuttosto tipico comportamento eruttivo per questo vulcano, e l'emissione di lava potrebbe andare avanti per mesi, anche se una rinnovata attività esplosiva non si può escludere in quanto durante la sua ultima grande eruzione nel 1961, una forte attività esplosiva si è verificata alla fine dell'emissione di lava.
Non è da escludere che se l'eruzione prosegue potrebbero esserci ripercussioni climatiche.








Fonti:
http://en.wikipedia.org/wiki/Calbuco_(volcano)
http://volcansvanuatueruptionsgb.blogspot.it/2015/04/23042015-calbuco-sakurajima.html

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog