ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


Visualizzazione post con etichetta CANZUK-Inghilterra-Nuova Zelanda-Australia-Canada. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CANZUK-Inghilterra-Nuova Zelanda-Australia-Canada. Mostra tutti i post

giovedì 20 aprile 2017

NONOSTANTE L'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 50 L'ECONOMIA INGLESE E' SECONDA AGLI STATI UNITI

Sorprendentemente, l'economia britannica ha sfidato tutti i rischi legati alla Brexit per l'economia fino ad ora, e le prossime elezioni schierenti avranno un impatto trascurabile sull'economia, che è pronta a crescere a ritmo più veloce dopo gli Stati Uniti tra le più avanzate Nazioni quest'anno.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha sollevato la sua previsione per la crescita economica del Regno Unito nel 2017, quando il Primo Ministro Theresa May ha chiesto un'elezione più schietta entro la fine dell'anno. Il Fondo ha citato l'inaspettata resilienza più forte delle principali industrie britanniche agli shock politici e ai vincitori d'oltremare nella loro prospettiva economica aggiornata.
Il FMI ha dichiarato di prevedere che l'economia britannica si espanderà di 2pc anno su anno nel 2017 rispetto alle precedenti previsioni di appena 1,5pc per l'anno, avendo anche detto che l'aumento del protezionismo potrebbe bloccare la crescita britannica nel medio periodo.
Tuttavia, il Regno Unito sarebbe l'economia più avanzata secondo più rapidamente in crescita al mondo dopo gli Stati Uniti, ha dichiarato il Fondo nel loro semestre internazionale di prospettive economiche.
L'economia mondiale sta guadagnando slancio, ha detto il FMI, dopo aver esaminato le loro proiezioni di crescita mondiali fino a 3,5 punti nel 2017 e 3,6 punti all'anno successivo.
Questo è un buon segno per i mercati delle materie prime in particolare, e il Regno Unito è un prominente produttore di petrolio.
La prospettiva economica esaminata include anche una valutazione più favorevole delle industrie britanniche e di altre industrie.
L'espansione del PIL "è rimasta solida nel Regno Unito, dove la spesa si è rivelata resiliente dopo il referendum del giugno 2016 a favore di lasciare l'Unione europea", ha detto il Fondo.
Infatti, i consumatori inglesi, che guidano circa 79 punti percentuali del PIL del Regno Unito, hanno mantenuto un ritmo costante di spesa e di prestiti durante i mesi di referendum dopo la Brexit fino ad oggi. Il rimbalzo nell'attività industriale e nella sostenibilità del settore bancario hanno contribuito notevolmente alla resistenza economica del Regno Unito.
Un altro fattore è stato il taglio dei tassi di interesse da parte della Banca d'Inghilterra ad un 0,25pc senza precedenti da 0,5pc.
Il tasso precedente era rimasto intatto dalla crisi economica mondiale del 2009.
"L'economia globale sembra stia guadagnando slancio - potremmo essere a un punto di svolta", ha detto Maurice Obstfeld del FMI. "Ma anche mentre le cose alzano, il sistema post-WWII delle relazioni economiche internazionali è sotto un grave sforzo nonostante i benefici complessivi che ha fornito - e proprio perché la crescita e i conseguenti aggiustamenti economici hanno spesso comportato ricompense e costi non equilibrati all'interno dei paesi".
Il Fondo aveva precedentemente previsto che il Regno Unito crescesse di 1,1 punti nell'ottobre del 2016 quando i timori della Brexit erano pieni a 1,5 punti in gennaio dopo che queste preoccupazioni erano svanite gradualmente. I britannici sfidano le proiezioni torbide in entrambe le direzioni, e ora che il primo ministro Theresa May ha chiesto un'elezione schietta, l'economia del Regno Unito non sarà probabilmente influenzata sia dal punto di vista dell'analisi prospettica e delle prestazioni effettive.
"Sembra che si stia favorendo meno austerità e politiche meno restrittive rispetto ai suoi predecessori. È un primo ministro di centro ", ha scritto Jonathan Eley del Financial Times. "Se lo segue, ciò potrebbe prolungare il consumo e la crescita nel Regno Unito. E questo beneficerebbe sia le azioni che la sterlina ".
Infatti, i britannici sono scontenti con le realtà economiche della crisi del debito post-europeo del 2011 e le relative politiche di austerità.
Il FMI, tuttavia, ha sottolineato le sfide a lungo termine dell'economia del Regno Unito, derivanti dagli svantaggi percepiti dal protezionismo commerciale.
Il governo dovrà lavorare duramente a conseguire vantaggiose operazioni commerciali internazionali dopo la separazione effettiva dall'UE per migliorare le esportazioni del Regno Unito e continuare a ridurre il deficit commerciale.
Le prossime elezioni generali produrranno alcuni rischi economici più vicini alla giornata elettorale, ha osservato l'FMI, ma la situazione si stabilizzerà immediatamente dopo la pubblicazione dei risultati.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201704201052801903-uk-economy-elections/

venerdì 27 gennaio 2017

L'INGHILTERRA NONOSTANTE IL PRESUNTO EFFETTO DELLA BREXIT SUPERA LE ALTRE ECONOMIE DI GRANDI DIMENSIONI


Maggiore è il successo, maggiore è la paranoia: anche se l'Ufficio per le statistiche nazionali (ONS) nelle stime preliminari suggerisce il Regno Unito è stato il miglior performer tra le principali economie avanzate nel 2016, molte aziende del settore privato hanno espresso crescenti preoccupazioni per la prospettive economiche in questo anno.
Nel settore manifatturiera britannico, tuttavia, c'è una storia completamente diversa.
Secondo la Confederazione delle stime del British Industry, il trimestrale indice di attività di ottimismo è avanzato nella lettura di +15 a gennaio rispetto a quella del -8 nel mese di ottobre, ed è attualmente al suo livello più alto dal gennaio 2015.
L'ONS sta rilasciando le sue cifre di crescita del PIL per il quarto trimestre, e le relazioni preliminari suggeriscono il Regno Unito ha superato altre grandi economie dell'anno passato.
La crescita trimestre su trimestre è proiettata a 0.5pc, e la crescita per l'intero 2016 è stimata a 2pc, finora la più alta stima preliminare tra i G7.

La fiducia dei consumatori è ancora robusta, anche se sotto la pressione derivante dalla crescente inflazione alimentata dal 15 per cento della svalutazione della sterline per l'anno.
Nel quarto trimestre le vendite al dettaglio sono aumentate 1.4pc, anche se cadute nel periodo delle vacanze cruciali nel mese di dicembre.
Eppure, quel mese, gli acquisti dei consumatori sono stati 4.9 pc da un anno prima.
"Le famiglie sembrano essere stiano del tutto guardando attraverso le incertezze correlate alla Brexit.
Il tasso di risparmio è sceso verso il basso pre-crisi, " afferma Mark Carney, Governatore della Bank of England (BOE).
Dopo che il regolatore ha tagliato i tassi di interesse di base per 0.25 pc da 0.5pc nel mese di agosto, il risparmio è diventato una strategia ancora meno attraente per la pianificazione delle finanze personali, da qui la spesa folle che ha comportato verso la fine dell'anno.
Il credito al consumo ha ampliato in modo significativo, un buon segno per i creditori.
Il mercato del lavoro nel Regno Unito, nel frattempo, è solido ed è vicino alla 'piena occupazione' con 4.5pc di persone in età lavorativa che hanno un posto di lavoro.
Per fare un confronto, negli Stati Uniti, lo tasso di partecipazione al lavoro è più o meno 62pc.

Fonte:https://sputniknews.com/business/201701261050024411-uk-outperforms-large-economies/

venerdì 20 gennaio 2017

RITORNO AL "IMPERO BRITANNICO?"


Recentemente le dichiarazioni di Theresa May sulla sulla cosidetta Hard Brexit, hanno lasciato molti di sorpresa.
"Dobbiamo prepararci a un negoziato duro con l'Unione europea, per stabilire il ruolo della Gran Bretagna su scala globale e guardando a una serie di accordi commerciali che non siano limitati all'Europa, ma vadano oltre l'Europa".
"Il Regno Unito deve affrontare un periodo di importantissimo cambiamento. Significa che dobbiamo passare per un duro negoziato e forgiare un nuovo ruolo per noi stessi nel mondo, il che vuol dire accettare che la strada che abbiamo di fronte sarà incerta in alcuni momenti". Theresa May è pronta per una "hard Brexit" e non teme lo scontro con l'Unione Europea: la strada intrapresa, secondo il premier britannico, è piena di incognite ma "fuori dall'Ue ci aspetta un futuro più brillante" ha detto al Forum economico mondiale.
Il Regno Unito, secondo il suo premier, ha ora "un'opportunità unica" e intende svolger eun ruolo di leadership come difensore "più forte ed energico" degli affari, del libero mercato e del libero commercio nel mondo. La May ha annunciato di aver già iniziato a discutere nuovi legami commerciali per il futuro con Paesi come Nuova Zelanda, Australia e India.
E' piuttosto chiaro che l'Inghilterra ha interesse per quei Paesi membri del Commowealth Britannico aventi una crescita economica in termini di PIL estremamente elevata.Per fare dichiarazioni tanto forti il Primo Ministro inglese doveva indubbiamente avere delle certezze circa il futuro dell'Inghilterra.
In effetti la mappa sottostante dei Paesi membri del Commowealth Britannico evidenzia come una vasta percentuale di essi si tratti di Paesi con economie estremamente solide e un PIL i crescita, eccettuata l'India che già da sola rappresenta una superpotenza emergente a tutti gli effetti.

La nomenclatura attuale Commonwealth delle Nazioni si ritiene sufficiente a distinguerlo da altre organizzazioni quali la Comunità di Stati Indipendenti, detta in inglese Commonwealth of Independent States, o il Commonwealth australiano. Esso è presieduto dalla regina di Gran Bretagna e Irlanda del nord Elisabetta II, che viene riconosciuta indistintamente da ogni Stato e come tale è simbolo di libera associazione dei membri dell'organizzazione. Questa posizione, tuttavia, non concede potere politico soprannazionale. La regina governa simbolicamente il Commonwealth mentre il capo esecutivo dell'organizzazione è il segretario generale del Commonwealth che presiede il Segretariato del Commonwealth.
Reami del Commonwealth, Regno Unito incluso.
La regina Elisabetta II è anche Capo di Stato, separatamente, di sedici membri del Commonwealth, chiamati Reami del Commonwealth. Ogni Reame è indipendente ed Elisabetta II, come monarca, detiene distintamente un titolo per ognuno di essi, sebbene tutti includano alla fine le parole "Capo del Commonwealth"; trentun membri sono repubbliche del Commonwealth e sei possiedono un proprio monarca (Brunei, Lesotho, Malesia, Samoa, Swaziland e Tonga).Quando alla fine verrà applicato l'ormai noto Art.50, necessario per l'Inghilterra per dichiarare la propria indipendenza dall'Unione Europea, verranno nel contempo stabiliti nuovi legami commerciali ed economici di libera circolazione per Paesi come Nuova Zelanda, Australia e Canada che porteranno il Regno Unito a stabilire una maggiore influenza su tali Paesi, specialmente l'India.
Si evince che le ragioni della Brexit erano più vantaggiose che svantaggiose rispetto a rimanere nell'Unione Europea.
L'Inghilterra da sola è un Paese la cui influenza ai tempi dell'Impero Britannico, sotto la monarchia inglese, era molto maggiore e più estesa rispetto a quella degli Stati Uniti di oggi.
Uscire dall'Unione Europea ha significato semplicemente togliere all'Inghilterra l'ultimo ostacolo che le impediva di essere padrona del suo futuro e per la sua economia estendendo di nuovo la sua influenza al Commowelth Britannico.

Theresa May ha già dichiarato apertamente che al momento di lasciare l'Unione Europea, l'Inghilterra ha intenzione di sviluppare un rapporto di libero scambio con Nuova Zelanda,
"Attraverso la nostra nuovo dialogo commerciale bilaterale, ci impegneremo per una maggiore liberalizzazione del commercio globale e la riforma, condividere esperienze e individuare i modi per rafforzare la nostra relazione commerciale".
Il capo di stato neozelandese ha anche detto che voleva vedere un accordo commerciale concluso "il prima possibile" dopo la Brexit, e il suo paese sarebbe stato il "partner ideale" per il Regno Unito per dimostrare la sua capacità di garantire un accordo di alta qualità.
Alla domanda su come presto un accordo potrebbe essere raggiunto, il premier della Nuova Zelanda ha detto: "Per quanto riguarda l'accordo commerciale, ci auguriamo che si possa negoziare al più presto possibile dopo che l'uscita è stata completata.
"Se il Regno Unito vuole dimostrare che possono negoziare un accordo commerciale di alta qualità, la Nuova Zelanda è il partner ideale per questo. "
La signora May ha aggiunto: "La Nuova Zelanda è un paese importante per noi, proprio a causa dei legami storici che condividiamo, i valori condivisi che abbiamo, la convinzione condivisa in libero commercio che abbiamo.
E 'anche uno dei partner globali "cinque occhi" che condividono la loro intelligence di sicurezza con il Regno Unito, insieme con gli Stati Uniti, Canada e Australia.
Parlando ad una conferenza stampa al fianco di Mr English, la signora May ha detto che i due Paesi hanno un rapporto commerciale "forte e in crescita" del valore di oltre 3 miliardi di £ all'anno.
La Gran Bretagna è anche il secondo più grande investitore straniero in Nuova Zelanda e il suo quinto partner commerciale bilaterale, ha detto.
Un nuovo rapporto, pubblicato dal Gruppo Free Enterprise, ha chiesto opzioni per quanto riguarda la libertà di movimento tra il Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda una volta che il Regno Unito lasci l'Unione Europea.
"Il movimento delle merci tra i nostri due paesi dovrebbe essere assolutamente libero di tariffe o quote. E gli standard di prodotti e servizi di ogni Paese dovrebbe essere riconosciuto in un altro. Se una macchina è in grado di essere venduta in Gran Bretagna, è adatto per essere venduta in Australia.
Se un medico è in grado di praticare in Australia, lui o lei deve essere in grado di praticare nel Regno Unito non abbiamo bisogno di un mercato uniforme, abbiamo bisogno di un comune bisogno di ciò la Comunità Economica Europea degli anni '70 non ha permesso di conseguire.
Persone che vengono a lavorare piuttosto che usufruire dei servizi di sicurezza o di salute sociale, australiani dovrebbero anche essere liberi di vivere nel Regno Unito e viceversa.
In un mondo in cui troppe persone hanno paura del futuro, Brexit ha dimostrato che un grande Paese e un grande popolo e sono pronti ad "avere un andare", come diciamo noi australiani.
I britannici possono essere sicuri che gli australiani di oggi si uniranno ai nostri amici con la passione per i quali i nostri antenati erano giustamente famosi. "


Parlando con il Competitive Enterprise Institute programma radiofonico, Andrew Roberts (storico, autore, e visiting professor presso il Dipartimento War Studies presso il King College, Londra) hanno discusso del futuro della civiltà occidentale e la proposta di un'unione tra il Canada, Australia, Nuova Zelanda e il Regno Unito per rafforzare il libero commercio, la libera circolazione e le alleanze di difesa tra i quattro Paesi.
Roberts ha spiegato la forza dei Paesi C.A.NZ.UK uniti negli affari economici e globali:
"Sarebbe straordinariamente forte. Sarebbe il 3 ° più grande in termini di PIL pro capite [e] sarebbe stato il 3 ° più forte del mondo in termini di Difesa.
Abbiamo già lo stato di diritto, che è praticamente la stesso, tutti e quattro i paesi hanno lo stesso capo dello Stato, abbiamo la stessa lingua. Abbiamo cose che ci legano che sono molto più di qualsiasi normale unione di stati "
Roberts ha anche sottolineato che l'obiettivo ideale di una unione tra il Canada, l'Australia, la Nuova Zelanda e il Regno Unito è quello di promuovere un accordo di difesa con "una zona di libero scambio con la libera circolazione delle persone". In tal modo, le quattro nazioni sarebbero in grado di negoziare accordi commerciali significativi con gli USA e sostenere maggiori rapporti commerciali in tutto il mondo.
Come si è osservato nelle dichiarazioni di Thersa May e nello sviluppo di aree di libero scambio con Nuova Zelanda e altri Paesi è quanto sta già avvenendo.

Se dal punto di vista economico l'Unione CANZUK diventerà il cuore pulsante del nuovo Commowealth Britannico, i restanti Paesi come India e le altre ex colonie inglesi potrebbero nel prossimo futuro passare direttamente sotto l'influenza della nuova potenza emergente.
In questo caso non sorprenderebbe se a livello di governo ci saranno importanti cambiamenti nella struttura del potere inglese, come ad esempio un ritorno allo stato monarchico.
L'estensione dell'Commowealth Britannico, la nascita dell'Unione CANZUK e possibilmente un ritorno della monarchia inglese al governo darebbe alla monarchia inglese un'influenza paragonabile solo a quella americana, se non superiore.
Per chi considerasse impossibili questi fattori, si fa notare che cambiamenti nelle strutture di governo sono già avvenuti nel mondo, come ad esempio la possibilità del parlamento turco di indire un referendum entro l'estate per convertire la Turchia in una Repubblica Presidenziale, la quale darebbe ad Erdogan pieni poteri legislativi.
































lunedì 16 gennaio 2017

UNO STORICO PROPONE UN'UNIONE CANZUK COME OBIETTIVO POST BREXIT


Parlando con il Competitive Enterprise Institute programma radiofonico, Andrew Roberts (storico, autore, e professore presso il Dipartimento War Studies presso il King College, Londra) hanno discusso del futuro della civiltà occidentale e la proposta di un'unione tra il Canada, Australia, Nuova Zelanda e il Regno Unito per rafforzare il libero commercio, la libera circolazione e le alleanze di difesa tra i quattro paesi.
Andrew Roberts è un autore britannico di primo piano e storico.
In una dettagliata intervista con la radio show, Bill Frezza, Roberts ha spiegato la forza dei paesi CANZUK uniti negli affari economici e globali:
"Sarebbe straordinariamente forte. Sarebbe il 3 ° più grande in termini di PIL pro capite [e] sarebbe il 3 ° stato più forte del mondo in termini di difesa. Abbiamo già lo stato di diritto, che è praticamente la stessa, tutti e quattro i paesi hanno lo stesso capo dello Stato, abbiamo la stessa lingua ... abbiamo cose che ci legano che sono molto più di qualsiasi normale unione di stati ".
Roberts ha anche sottolineato che l'obiettivo ideale di una unione tra il Canada, l'Australia, la Nuova Zelanda e il Regno Unito è quello di promuovere un accordo di difesa con "una zona di libero scambio con la libera circolazione delle persone".
In tal modo, le quattro nazioni sarebbero in grado di negoziare accordi commerciali significativi con gli USA e sostenere maggiori rapporti commerciali in tutto il mondo.

Fonte:http://www.cfmo.org/2017/01/leading-historian-proposes-canzuk-union.html

venerdì 23 dicembre 2016

PER GLI INGLESI L'UNIONE EUROPEA E' STORIA, CANZUK IL FUTURO


Non c'è dubbio che tempi pessimi attendono per l'Unione europea.
Dopo il voto storico di indipendenza Brexit del 23 giugno 2016, l'Unione Europea è stata lasciata nella propria situazione.
Non aveva solo ha perso uno dei suoi principali attori a sinistra del blocco dopo 43 anni, ma il panico si è diffuso a Bruxelles, chiedendosi se ci sarebbe stato un altro Stato membro per rivendicare l'indipendenza.
Negli ultimi mesi, l'intera struttura economica e politica dell'Europa è cambiata. Sempre più esperti stanno appoggiano i paesi a seguire le orme del Regno Unito e tenere i loro referendum per l'adesione all'UE, e le popolazioni di Francia, Paesi Bassi, Austria e Croazia stanno già spingendo la retorica anti-UE per la sovranità.
E ora, contro tutte le previsioni, il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha assicurato il suo posto alla Casa Bianca per il gennaio 2017.
Trump non ha fatto segreto delle sue opinioni riguardanti l'UE, ed era favorevole al voto ambizioso del Regno Unito contro la politica anti-establishment e "l'elite di Bruxelles".
Non commettiamo errori, l'UE ha visto giorni migliori, e il 2017 potrebbe decidere il suo destino.
L'Olanda ospita le sue elezioni parlamentari il 15 marzo, e recenti sondaggi mostrano che Geert Wilders (il leader anti-UE del Partito della Libertà) è testa a testa con i liberali del primo ministro Mark Rutte.
Se Wilders tira fuori una vittoria elettorale, i Paesi Bassi amministreranno un voto "Nexit" sull'adesione all'UE, e voteranno propensi a lasciare.
In Francia, gli elettori hanno notevolmente aumentato il supporto per il Fronte nazionale anti-UE, e con il secondo turno delle elezioni presidenziali in arrivo il 7 maggio, Marine Le Pen avrà un'apertura di prendere la corsa, soprattutto se si considera che l'attuale presidente, Francois Hollande , è il presidente più impopolare della storia francese.
E anche i grandi giocatori d'Europa stanno stringendo i denti contro gli incompetenti politici europei.
La Germania ha votato contro il suo Cancelliere attuale, Angela Merkel, in una serie di elezioni regionali dopo una politica dei rifugiati porta aperta (omologati dall'Unione Europea) che ha causato disordini nelle principali città.
Le elezioni federali sono in arrivo in autunno 2017, e come ha dichiarato Frank Petry (co-leader del Alternative per la Germania del partito):
"... Proprio come gli americani non credevano i sondaggisti dei media mainstream, i tedeschi devono anche avere il coraggio di fare il loro segno presso le urne per se stessi".
Naturalmente, nessuno va definitivamente dicendo che l'Unione europea crollerà nei prossimi anni, ma non è un'argomento fuori questione.
Con i disordini civili e l'insoddisfazione del pubblico in aumento con il progetto UE, vi è la possibilità che il blocco di 28 Paesi sia assegnato ai libri di storia.
Dopo tutto, chi avrebbe mai pensato, 5 anni fa, che entro gennaio 2017, il Regno Unito avrebbe votato a lasciare l'UE e Donald Trump sarebbe presidente degli Stati Uniti?
Se c'è qualcosa che abbiamo imparato, è che nulla in politica è impossibile.
Se abbastanza persone sostengono una causa per le giuste ragioni, il cambiamento è solo grazie al voto popolare, e purtroppo per l'UE, potrebbe trovarsi sul lato sbagliato del declino a grande sostegno del pubblico.
Ma se lo scenario peggiore dovesse accadere, il Regno Unito non deve preoccuparsi, perché un'alternativa ancora migliore è proprio dietro l'angolo; una unione tra il Canada, l'Australia, la Nuova Zelanda e il Regno Unito, comunemente nota come "CANZUK".
Questa alternativa potrebbe comprendere gli ideali di libera circolazione (consentendo ai cittadini di risiedere temporaneamente o definitivamente in una di queste nazioni per un certo periodo di tempo), senza l'ordine del giorno federalista come si è visto nella UE che impone scelte politiche, economiche e militari centrali.
I cittadini britannici avranno la possibilità di vivere, lavorare e studiare in Australia, Canada e Nuova Zelanda senza i requisiti di visti o permessi di lavoro, e per di più, la libera circolazione porterebbe a una unione più prospera e fiorente delle nazioni.
Da USD $ 6.5 miliardi di dollari di PIL combinato, un'unione CANZUK formerebbe il quarto più grande gruppo al mondo (dopo gli Stati Uniti, l'UE e la Cina).
Il commercio totale globale per questi quattro paesi sarebbe di circa di US $ 3,5 miliardi di dollari, e le spese militari combinate varrebbero la pena di US $ 110 miliardi (terzo posto nel mondo).
In sostanza, le quattro nazioni diventerebbero parte del sindacato più politicamente ed economicamente progressivo nel mondo, avanzando l'innovazione, il commercio, la crescita e la diplomazia per una maggiore prosperità e una maggiore qualità della vita.
In tempi in cui l'attuale sistemazione del Regno Unito con l'UE sta diminuendo, il ritorno al Commonwealth che una volta era prospero è solo agli inizi.
Boris Johnson e Julie Bishop (ministro australiano degli affari esteri) hanno già espresso interesse per la liberalizzazione dei visti tra i due paesi, e con l'ex primo ministro australiano, Tony Abbott, che ha dichiarato il supporto per la libera circolazione e la loro petizione online ha già incontrato oltre 169.000 firme (e in aumento), sembra che una unione CANZUK è più vicina che mai.
Nessuno sa veramente se l'UE porterà avanti o cadrà sotto una crescente insoddisfazione dell'opinione pubblica, ma in entrambi i casi, il futuro per la Gran Bretagna è luminoso.
Se abbiamo anticipato gli argomenti per una unione CANZUK, soprattutto nel clima politico attuale, non vi è alcun motivo per cui la libera circolazione le quattro nazioni non può avere successo.
Da un grande progetto politico per il futuro l'Unione europea è storia, ma CANZUK è il futuro per i britannici.

Fonte:http://www.dailyglobe.co.uk/comment/brexit-canzuk-union-new-alternative-uk/

lunedì 19 dicembre 2016

DOPO LA BREXIT LA RIVOLUZIONE TECNOLOGICA MUTERA' IL VOLTO DI LONDRA


Il mercato degli uffici di Londra cambierà più nei prossimi cinque anni che nei 15 anni dal crollo delle Torri Gemelle del 2001, con una combinazione di fattori molto più grande dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea che entreranno in gioco in tutta la capitale.
Mentre vi è stata tanta discussione sul futuro del gruppo bancario di Londra dal referendum, questo ignora la rivoluzione nell'economia della capitale che è iniziata negli ultimi anni.
Quando ho iniziato la mia carriera nella City nel 1989, le paninoteche e pub intorno a Cannon Street sono stati inondati con le giacche multicolore di commercianti di LIFFE.
Nel il tempo che la Gran Bretagna lascia l'Unione europea, il personale di pantaloni a vita bassa con la barba di Deliveroo e Bloomberg dominerà il sushi bar in quella parte della Square Mile.
Questa replica + quello che abbiamo visto a San Francisco e New York, dove le aziende tecnologiche sono scoppiate del sud di Manhattan - o SOMA - nei distretti e l'inscatolamento della carne, rispettivamente, e invaso i quartieri finanziari vicini alla ricerca di spazi per uffici.
La tecnologia e la rivoluzione creativa che essi rappresentano è appena iniziata.
Se avete un bambino di età inferiore ai cinque anni, non potranno mai imparare a guidare.
Con il tempo che inizerà la generazione che lavora a Londra, useranno i loro smartphone per evocare veicoli Uber auto-guida, che permetterà di navigare attraverso un algoritmo, scritto da qualcuno in un avvio tech, che è attualmente in una WeWork.
A quel punto, i loro uffici saranno probabilmente in Nine Elms o in Canada Water.
Così come la Gran Bretagna si prepara a invocare l'articolo 50, i proprietari stanno diventando nervosi, ma dovrebbero ignorare il rumore della Brexit a breve termine, e concentrarsi su queste tendenze eccellenti.
Negli ultimi cinque anni, l'ufficio di adozione nel centro di Londra è stato il 55 per cento più alto per le imprese TMT di finanza.
Questa tendenza non sta per invertirsi. Si trova a fiorire, e cambierà l'ambiente di ufficio in modo irriconoscibile.
La mia opinione è che l'effetto del referendum nei prossimi 18 mesi a due anni può essere un ammorbidimento nel mercato che si mostrerà ai padroni di casa fornendo una maggiore flessibilità locazione e incentivi agli inquilini piuttosto che un calo significativo degli affitti.
Ma allo stesso tempo, gli occupanti delle proprietà nel centro di Londra devono essere consapevoli di ritardare una decisione di spostarsi troppo a lungo.
Se i loro eventi di locazione sono nel 2018, 2019 o 2020, c'è il pericolo che essi cercheranno di muoversi nel momento in cui la fornitura di uffici, anche con l'attuale domanda sommessa, sta diventando molto stretta.
Questo perché alcuni sviluppatori inevitabilmente nel prossimo anno decideranno di ritardare la costruzione di nuovi uffici con l'incertezza che continua a circondare il ruolo della città in Europa, la creazione di una quantità limitata di nuovi edifici, quando le aziende cominciano a ritrovare la fiducia, come inevitabilmente sarà, se il paesaggio economico diventerà più chiaro.
Per saperne di più: Brexit: inequivocabilmente un bene per l'economia del Regno Unito nel breve e lungo termine
Ma mentre le ricadute sul referendum interesseranno le aziende che cercano di muoversi all'interno di Londra, a breve termine, è opinione che ci sono questioni molto più grandi in gioco.
L'aumento nel co-working, guidato da artisti del calibro di WeWork, The Office Group, Neuehouse e Second Home, è un fattore enorme, con alcune delle più grandi aziende del mondo che ora utilizzano questo settore per espandersi e contrarsi rapidamente in luoghi chiave.
Vedremo molto di più di questo tipo di spazi negli uffici a Londra, in futuro, in quanto diventa una parte essenziale dei criteri di un occupante quando si sceglie un luogo o anche un edificio per uffici, e le più grandi società immobiliari del Regno Unito sono suscettibili di competere offrendo loro soluzioni.
Avanti, Crossrail avrà un ulteriore impatto drammatico sul posto di lavoro di Londra quando si apre nel 2018.

Crossrail - o la linea Elizabeth - sta già ri-plasmando Londra. Mi aspetto di vedere il triangolo creato da Farringdon, Old Street e Aldgate diventare un nesso in cui la tecnologia e mondi finanziari si fondono, cambiando completamente la città come questa tradizionale maglia di base di uffici un ore di lavoro straordinario con le nuove attività di produzione.
Il terzo grande cambiamento previsto è un ulteriore spostamento verso Est quando la demografia e i costi continuano a fare ovest di Londra e il West End un luogo costoso per vivere e lavorare.
Nel 1991, la popolazione di Londra era 6,9 milioni. Nel 2001, era cresciuta a 7,2 milioni, ed entro il 2011 a 8,2 milioni.
La popolazione della capitale è ora di 8.6 milioni, con il Piano di Londra che prevede che la capitale crescerà di 100.000 persone l'anno per i prossimi 10 anni.
Secondo Oxford Economics, l'effetto a catena è che 200.000 nuovi posti di lavoro d'ufficio sono pronti a essere creati nei prossimi cinque anni, che necessitano di altri 20 piedi quadrati di uffici.
Con l'occupazione, la terra e gli alloggi sono ancora molto più convenienti a East London rispetto a West, questo significa inevitabilmente un'ulteriore crescita per le posizioni ad est del Tower Bridge, sfruttando il rapido aumento di Canary Wharf, Stratford e North Greenwich.
La crescita demografica significa che la City e West End continuerà a prosperare, ma nell'indipendenza.

Fonte:http://www.cityam.com/255737/tech-revolution-not-brexit-reshape-face-london

martedì 20 settembre 2016

L'ALLEANZA BRITANNICA DI C.A.NZ.UK: QUINTA AL MONDO PER LA QUALITA' DELLA VITA


Di tutte le tante splendide opportunità offerte dal voto eroico Brexit del popolo britannico, forse il più grande è la rianimazione del concetto di un'Unione CANZUK.
Il grande sogno di Winston Churchill di un'alleanza occidentale basata su tre blocchi separati presto potrebbe vivere di nuovo, grazie al successo della Brexit.
Il primo e secondo blocco - degli Stati Uniti e uno Stato degli Stati d'Europa - potrebbe essere già in atto.
Ora è il momento per l'ultimo - CANZUK - di riprendere il suo posto come il terzo pilastro della civiltà occidentale.
I paesi della Corona del Canada, Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito (CANZUK) necessitano di formare una nuova federazione basata sul libero commercio, la libera circolazione dei popoli, la difesa reciproca, e una struttura politica limitata confederale ma efficace.
Come uno dei leader del progetto CANZUK, James Bennett, sottolinea nel suo nuovo libro A Time For Audacity: New Options Beyond Europe : “ In the era of the internet and cheap global air travel, common language, law, history and traditions of government count far more than geographical proximity. ”
Molto di più rispetto unisce piuttosto che dividere i paesi CANZUK, per diventare un'Unione che diventerebbe subito una delle superpotenze mondiali a fianco di Stati Uniti, e la Cina.
Sarebbe facilmente il più grande paese del pianeta, avente una popolazione complessiva di 129 milioni, la terza più grande economia e il terzo più grande budget per la difesa.
Un movimento verso una tale entità è già iniziato, con 160.000 persone che hanno sottoscritto una petizione per il movimento CANZUK libero dei popoli su www.cfmo.org nel giro di pochi mesi.
La libera circolazione CANZUK porterebbe un beneficio immediato per i britannici ordinari, con la reciprocità efficace sotto forma di opportunità di lavoro, di business che i britannici ordinari possono godere, in contrasto con i benefici solo teorici che ha portato l'Unione europea.
A differenza della libera circolazione nell'UE, CANZUK fornirebbe non solo il diritto di prendere un posto di lavoro in uno Stato membro, ma in una realtà dove ci sono posti di lavoro reali disponibili.
La proposta di un Unione CANZUK sarà più come una delle federazioni di successo del mondo di lingua inglese conosciute, come il Canada e l'Australia.
Coloro che differiscono da parte dell'UE in quanto avevano i presupposti per la formazione di un parlamento e del governo che potrebbe esercitare il controllo sulle loro economia con regole estranee, in contrasto con i sistemi incontrollabili di Bruxelles.
Il ministro degli esteri australiano Julie Bishop ha recentemente detto che un accordo di libero scambio con il post-Brexit la Gran Bretagna potrebbe portare a "un migliore accesso" con più visti per i viaggi tra l'Australia e la Gran Bretagna. Vi è supporto simile in Nuova Zelanda e il Canada.
Ma questo dovrebbe essere solo l'inizio. Ora che la Gran Bretagna è libera della UE, può inseguire il sogno dei primi giganti del 20 ° secolo come Joseph Chamberlain - per inciso, eroe politico di Theresa May - per una combinazione Anglospherica di Stati liberi che proiettano una voce forte e indipendente in tutto il mondo.
L'Unione CANZUK del libero scambio e la libera circolazione dovrebbe essere il nucleo per la ricreazione del sogno dei popoli di lingua inglese che è stato distrutto dall'ingresso della Gran Bretagna nell'Unione europea. Correggendo l'errore del 1973.
I Paesi CANZUK insieme hanno molto più del potenziale di successo nella costruzione dello Stato di qualsiasi stato membro della UE.
Un capo comune di stato, una lingua di maggioranza, sistemi giuridici sulla base della Magna Carta e il diritto comune, la tradizione parlamentare Westminster, una struttura militare, e una lunga storia di collaborazione anche nella più fiera collaborazione militare volontaria nella storia umana, resistendo all'aggressione nazista.
Tutto quello che manca è la vicinanza geografica, che sta diventando sempre meno importante nel mondo moderno. CANZUK è un'idea il cui tempo è, grazie al Brexit, finalmente pronto.
Le prove per la compatibilità economica e sociale tra queste quattro nazioni è molto considerata.
Collettivamente, si avrebbe la quarta più grande area economica del mondo, un PIL combinato di $ 6 miliardi di dollari, un valore del PIL pro capite superiore a quello degli Stati Uniti e un tasso di disoccupazione inferiore al 6% (per non parlare di innumerevoli opportunità per le imprese e commercio che esisterebbe abbracciando la libera circolazione tra i nostri cittadini).
E c'è più di una buona notizia. L'ultima ricerca indica che, operando nell'ambito di un accordo di libera circolazione ("l'Uniuone CANZUK"), la qualità combinata di vita sarebbe la quinta più alta del mondo.
I risultati combinano misure economiche standard come il potere d'acquisto, la sicurezza, l'assistenza sanitaria e il costo della vita (tra gli altri) di formulare una qualità di rango di vita per ogni Paese. Individualmente, il Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda e Canada sono tra i primi 15 paesi in tutto il mondo per la qualità della vita, come illustrato di seguito:

Cosa indicano gli Indici

Tutte le misure di indice vengono confrontate con un valore base di 100,00. Quando si misura l'indice del costo della vita nelle città, New York (USA) è impostato come la misura di base per le statistiche a livello mondiale, e avrà sempre il valore di indice di 100,00. Dalle ricerche per quanto riguarda le più recenti città CANZUK , Vancouver (Canada) ha un indice del costo della vita pari a 72,2, il che significa che il costo della vita a Vancouver è solo il 72,2% di quello di New York City (vale a dire: il costo della vita a Vancouver è 27.8 % in meno rispetto a New York).
Allo stesso modo, le misure simili vengono prese in tutte le città in Canada per calcolare un valore a livello nazionale collettivo.
Ad esempio, un costo della vita nel valore dell'indice verrà registrato a Calgary, Vancouver, Toronto, Montreal, Edmonton e in altre città canadesi, e una media sarà calcolata per creare un costo della vita nel valore dell'indice per il Canada. Questa formula è condotta con numerose altre misure come la sanità, la sicurezza e il potere d'acquisto di creare una qualità finale di indice di vita per il Canada.
Pertanto, al momento di rivedere le informazioni di cui sopra, più alto è il valore dato alla qualità della vita, potere d'acquisto, la sicurezza e la sanità indici, meglio è.
Più basso è il valore dato al indice del costo della vita, meglio è.


Come funziona un'Unione CANZUK confrontata?

Combinando il Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda e Canada nell'ambito di un accordo di libera circolazione, si raggiunge una media CANZUK per tutti gli indici e un rango generale per la qualità della vita:

Dalla ricerca mostrata, la libertà di circolazione pone una Unione CANZUK al quinto posto nel mondo per la qualità della vita, che implica eccezionalmente elevati standard di assistenza sanitaria, i costi di potere d'acquisto di vita, la sicurezza e oltre.
Con questi dati (oltre ai vantaggi economici e sociali della libertà di movimento tra tali nazioni), si può determinare che la libera circolazione è una ricerca preziosa per migliorare la qualità della vita, e servirà a beneficio dei popoli dal punto di vista economico.
Il rischio economico e sociale di introdurre la libera circolazione all'interno della zona CANZUK sarebbe eccezionalmente basso.




Fonti:
http://www.cfmo.org/2016/09/canzuk-canada-australia-new-zealand-and.html
http://www.cfmo.org/2016/08/canzuk-union-ranked-5th-in-world-for.html

mercoledì 10 agosto 2016

UN ECONOMISTA HA PROPOSTO UN'UNIONE ECONOMICO-MILITARE DI INGHILTERRA, CANADA, AUSTRALIA, NUOVA ZELANDA


Tra BREXIT, NAFTA e TPP, accordi commerciali e unioni economiche (e dissoluzioni) hanno dominato i titoli della news negli ultimi tempi.
E un economista con sede a Londra che è stato il consigliere capo per il lato Leave prima del voto BREXIT ha una proposta alternativa - una unione economica e militare formale tra il Canada, il Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda.
L'acronimo di Andrew Lilico, il presidente di consulenza Europe Economics, ha messo a punto, è CANZUK.
"Questi paesi potrebbero unirsi in una stretta alleanza geopolitica basata intorno al settore commerciale, libera circolazione delle persone, le relazioni di mutua difesa, la convergenza normativa e chissà che in futuro", dice Lilico. "Così siamo insieme, e puntiamo a crescere insieme più da vicino nel tempo, riflettendo quali sono le già somiglianze culturali e costituzionali, e gli interessi economici comuni."
Lilico insiste non è uno scherzo - siamo tutti in primo luogo potenze di lingua inglese con livelli di istruzione e di reddito simili.
Egli dice che unendo tali economie potrebbe portare ogni nazione ad una maggiore rilevanza sulla scena mondiale.
Sarebbe un'unione economica simile alla UE, dove i cittadini potrebbero lavorare in uno qualsiasi dei quattro Paesi membri.
"C'è l'opportunità di essere parte di un importante sindacato internazionale, piuttosto che essere dominati su base regionale", dice Lilico. "C'è stare insieme con la gente con una mentalità molto simile, in termini di storia costituzionale e di cultura, che potrebbe riflettersi in diversi modi di organizzare regolamenti o altri tipi di piattaforme internazionali. C'è anche la possibilità di venire a vivere in diversi luoghi: il Regno Unito, o vivere e lavorare in Australia ".
"Ci sarebbe la sicurezza di difesa reciproca. Si potrebbe scoprire che gli inglesi hanno mandato la Marina per aiutare a difendere il Passaggio a Nord Ovest o perseguire altri interessi canadesi. "
Lilico conferma che la tecnologia rende la geografia meno rilevante, e non dovrebbe più essere il motivo principale per occasioni economiche. In base a tale proposta, la capitale dell'Unione dovrebber essere una nazione non del Regno Unito - e per coloro che temono un ritorno ad un Impero Britannico come arrangiamento, Lilico dice che non si dovrebbe avere alcun timore.
"Assolutamente no", dice Lilico. "Al tempo dell'Impero Britannico, la popolazione britannica era enormemente più grande delle popolazioni in Canada, Australia e molte altre parti dell'Impero.
Quello di cui stiamo parlando qui non è quel genere di cose a tutti. E 'un tipo molto più simmetrico di sistemazione. Allo stato attuale, il PIL del Canada e l'Australia sarebbe leggermente più grande del Regno Unito, e la popolazione è quasi quella del Regno Unito. Non stiamo parlando di qualsiasi tipo di accordo di dominio ".
"Quello di cui stiamo parlando qui è la gente che guarda il mondo in modo tutto simile, hanno costituzioni abbastanza simili, e gli interessi strettamente allineati, lavorando insieme per il loro reciproco supporto e beneficio, e di promuovere un modo leggermente diverso di vedere le cose".
"Alcuni degli accordi geopolitici che abbiamo avuto in tutto il mondo sono superati. Essi riflettono il mondo dei comunisti e capitalisti, e il tipo di est contro ovest e in qualche misura, accordi a nord rispetto che al sud sono stati rilevanti nel passato. Ma abbiamo bisogno di passare a un diverso insieme di accordi geopolitici per il futuro ".
Lilico sostiene che una tale unione potrebbe a dare a ciascuno del Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda più influenza sulla scena internazionale. Questo argomento viene fornito con la Gran Bretagna insieme a lasciare formalmente l'Unione Europea a seguito di un referendum di giugno in cui il 51.9 per cento degli elettori ha scelto l'opportunità "Lascia".


Fonte:http://www.cfmo.org/2016/08/leading-economist-proposes-canada-uk.html

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog