LA CINA MUOVE I PASSI PER FORMARE UN BLOCCO MILITARE EURASIATICO CON LA RUSSIA

Il comandante della Forza dell'Esercito della Liberazione Popolare (PLAAF) ha segnalato l'intenzione della Cina di continuare lo sviluppo di una cooperazione piena con le forze di difesa aerospaziali russe. L'analista militare russo Alexander Khrolenko afferma che il segnale di intenti è il primo passo sulla strada per creare una difesa aerea comune nello spazio eurasiatico.

Parlando ai giornalisti alla cerimonia di apertura dei giochi d'esercito internazionali di Aviadarts-2017 a Changchun, in Cina, il comandante PLAAF, il generale Ma Xiaotian, ha dichiarato che Pechino sta cercando di sviluppare una cooperazione piena con la forza aerea russa.
Ma ha sottolineato che la Cina e la Russia sono "vicini amichevoli" che "svolgono un ruolo importante nell'arena globale", aggiungendo che "nella situazione complessa e volatile di oggi nella struttura delle relazioni internazionali, entrambi i paesi hanno interessi comuni e bisogni strategici".
La forza aerea cinese sta cercando di rafforzare la cooperazione in vari settori, dagli esercizi di volo tattici comuni alla cooperazione nei campi della difesa missilistica e della logistica, secondo l'ufficiale.
In precedenza, il comandante del comandante delle forze aerospaziali russe (VKS) Col. Gen. Viktor Bondarev ha elogiato lo stato della cooperazione russo-cinese delle forze aeree, sottolineando che le relazioni tra le forze aeree dei due paesi erano "eccellenti".
"Il partito cinese conosce i nostri aerei e gli elicotteri e acquista molto. Penso che nel campo dell'aviazione militare, abbiamo trovato un equilibrio e continuiamo a lavorare per il nostro beneficio reciproco in questa direzione", ha detto Bondarev.
Commentando il significato delle osservazioni di Ma e Bondarev, l'osservatore militare di RIA Novosti, Alexander Khrolenko, ha scritto che era chiaro che la recente turbolenza geopolitica globale ha spinto i due paesi a prendere il passo successivo dai tradizionali progetti economici congiunti e dalla cooperazione militare e tecnica "allo sviluppo delle strategie congiunte "che riguardano tutti i rami delle forze armate.
"Oltre la Russia e la Cina c'è uno spazio aereo comune, che deve essere protetto contro una vasta gamma di minacce moderne, facendo sfruttare al meglio l'interazione tra l'aviazione di combattimento e le forze di difesa missilistica dei due Paesi", ha aggiunto il giornalista.
E sebbene Mosca e Pechino non dispongano attualmente di piani per la creazione di un blocco militare classico, "uno spazio comune di difesa aerea è più importante di qualsiasi formalità", secondo Khrolenko.
La crescente collaborazione tra le forze aeree russe e cinesi è solo una componente della collaborazione militare, ha ricordato il giornalista, e il cielo può davvero essere il limite per quanto riguarda il futuro partenariato.
All'inizio di quest'anno, la Russia ha cominciato a fornire la Cina i suoi ultimi combattenti di generazione Su-35 4 ++.
In primavera, la Cina ha consegnato il sistema missilistico superficie-aria S-400.
Secondo Khrolenko, oltre a miliardi di contratti, "queste vendite significano che il partito russo sarà in grado di formare specialisti cinesi, condividere segreti di armi e tattiche di combattimento. In futuro, sarà possibile creare un'alleanza congiunta tra Russia e Cinese e difesa missilistica in Asia orientale, limitata a paesi terzi. Incidentalmente, entro la fine di quest'anno, i due paesi terranno i loro secondi esercizi di difesa missilistico comuni ".
Questi sviluppi sono significativi, secondo il giornalista, poiché anche per loro, le forze aeree russe e cinesi hanno causato mal di testa ai pianificatori del Pentagono e agli analisti militari. Gli osservatori statunitensi hanno scritto articolo dopo l'articolo sul potere crescente del potere di combattimento di VKS e del PLAAF nei confronti degli USAF, dedicando particolare attenzione agli sviluppi russi e cinesi nei sistemi missilistici a lungo raggio aereo.
Ma la più grande paura del Pentagono, secondo la Khrolenko, è che, molto presto, "non potranno più designare alcun paese che ama come" emarginati globali "e bombardarli con impunità".
E se la Russia e la Cina hanno a che fare con gli Stati Uniti, "possiamo supporre che combinare il loro potenziale significherebbe in modo significativo le capacità" eccezionali "degli Stati Uniti per condurre operazioni aeree nei teatri d'Asia Pacifico ed europei" ha sottolineato il giornalista.
Durante una grande sfilata militare che segnala il 90 ° anniversario della creazione dell'esercito di liberazione popolare, il presidente cinese Xi Jinping ha annunciato l'intenzione di Pechino di creare il più potente esercito della storia del paese.
Secondo Khrolenko, "l'idea principale del leader cinese è che una vita pacifica sia una ricompensa per ogni popolo, mentre la difesa della pace è la principale responsabilità dell'esercito popolare (che a due milioni di personale rimane il più grande nel contempo, i militari cinesi ritengono che la presenza militare e politica globale e la pressione degli Stati Uniti siano una minaccia di sicurezza strategica comune per Pechino e Mosca ".
Alla luce di queste ambizioni, la Russia, secondo il giornalista, "può e deve facilitare lo sviluppo di questa forza amichevole nei pressi delle sue frontiere orientali e partecipare, figurativamente, alla costruzione di una seconda Grande Muraglia Cinese orientata principalmente verso la Pacifico (e le basi militari americane lì). Molto è già stato fatti a questo proposito ".
All'inizio di quest'anno, la Russia e la Cina hanno firmato una mappa stradale per la cooperazione militare fino al 2020.
Oltre alle esercitazioni e alle esercitazioni navali congiunte, i militari dei due paesi partecipano attivamente alle partite, alle mostre e alle mostre dell'esercito e delle forze aeree congiunte , e hanno piani per una cooperazione ampliata per contrastare le minacce poste dal terrorismo e dall'estremismo.
In ultima analisi, Khrolenko ritiene che l'intensità crescente dei negoziati tra Mosca e Pechino "su tutta una serie di problemi di sicurezza globali e regionali testimonia la crescente fiducia tra i due paesi e lo sviluppo della cooperazione militare fino al livello delle possibili operazioni congiunte. "
In ogni caso, "l'interazione tra la Russia e la Cina nel settore della difesa già limita le opportunità per l'espansione statunitense e quindi sta cambiando il mondo", ha concluso il giornalista.


Fonte:https://sputniknews.com/military/201708011056086886-russian-chinese-common-airspace-defense/

Commenti