ISLANDA: VASTO SCIAME SISMICO SCUOTE IL VULCANO FAGRADALSFJALL?


Un intenso quanto fitto sciame di terremoti è iniziato nella giornata odierna nell'area del impronunciabile vulcano Fagradalsfjall.
Lo sciame di terremoti comprende una vasta area ma sembra concentrarsi proprio tutto attorno al sistema vulcanico.
Il numero dei terremoti ormai ha superato abbondantemente 400 terremoti che vanno fino a M4.0.
La profondità media dei terremoti si svolge tra gli 8 e i 2 km in quella che sembra chiaramente essere un'intrusione magmatica in profondità nel sistema vulcanico.
Ben poco si sa sullo stile eruttivo di Fagradalsfjall eccetto il fatto che i suoi ultimi episodi eruttivi risalgono all'Era Glaciale, almeno 10.000 anni fa.
Già il 22 luglio alle 13:55, un terremoto di magnitudo 4.0 si era verificato nei pressi di Fagradalsfjall.
I terremoti staanno migrando leggermente verso il Mt Keilir diventando sempre più superficiali.

Anche Keilir è anche un cono vulcanico pleistocenico dalla seconda metà dell'ultimo periodo glaciale in Islanda.

Tale sciame di terremoti ricorda molto quello che accompagnò il risveglio del vulcano Bardarbunga nel 2014.
Al momento per comprendere l'evoluzione del fenomeno non resta che aspettare.
Nel maggio 2017 le autorità della penisola islandese avevano segnalato che la temperatura delle aree geotermali era drasticamente aumentata nei mesi precedenti e in alcuni punti era la più elevata di sempre.

Commenti