NELL'OCEANO ARTICO LA RUSSIA AUMENTA LA SORVEGLIANZA AL LIVELLO DELL'UNIONE SOVIETICA

La flotta settentrionale della Russia sarà regolarmente in allerta di combattimento nella regione artica, ha dichiarato il comandante della flotta Nikolai Evmenov. Secondo l'esperto militare Alexander Mozgovoi, la Russia sta espandendo la sua forza navale nella regione.



La flotta settentrionale della Russia sarà in regata allarme subacqueo e aereo in diverse parti dell'Oceano Artico.
Il compito è stato assegnato alla flotta per la seconda metà del 2017, ha detto ai giornalisti il ​​Vice Commissario Comandante della Flotta Nikolai Evmenov.
"Verificheremo regolarmente la nostra presenza in diverse aree dell'Oceano Artico, compreso l'attività subacquea e nell'aria, e forniremo la sicurezza della navigazione lungo la rotta del Mare del Nord", ha detto il comandante.
Ha aggiunto che la Russia continuerà anche l'esplorazione della regione artica.
"C'è un pacchetto di attività idrografico e oceanografico, tra cui la ricerca scientifica sulla raffinazione dei confini delle acque territoriali così come i confini dell'esclusiva zona economica e dell'area continentale dell'Oceano Artico", ha detto Evmenev.
In un'intervista l'esperto militare e navale indipendente Alexander Mozgovoi ha sottolineato che la Russia sta rafforzando la sua presenza nella regione.
"Durante la guerra fredda, la regione artica è stata pattugliata sott'acqua e dall'aria, mentre le acque sotto il ghiaccio dell'Artico erano un'arena attiva della guerra fredda: c'erano sottomarini americani, britannici e sovietici, ovviamente anche la sorveglianza aerea. Erano aeromobili appositamente progettati, compresi i Tu-142 e il-38, ma dopo il crollo dell'Unione Sovietica queste attività sono state ridotte in modo significativo ", ha detto Mozgovoi.
Secondo l'esperto, la Russia sta attualmente riprendendo le attività indotte nell'era sovietica.
"I sottomarini e gli aeromobili controllano le acque che confinano con il territorio della Russia nell'Artico", ha detto.
L'esperto ha notato che oltre alle attività subacquee e aeree, la Russia lancerà presto la pattuglia delle superfici nell'Artico.
"Il rompighiaccio di Ilya Muromets dovrebbe entrare in servizio con la Russia Navale quest'anno, attualmente la sua costruzione è in corso di completamento e sarà utilizzato per le navi da guerra e navi nelle acque artiche. Anche la Russia non ha mai avuto navi di questo tipo nella sua flotta, la nave porterà sistemi artiglieria pesanti e sistemi missilistici ", ha detto Mozgovoi.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201706011054208877-russia-arctic-control/

Commenti