LA TURCHIA SOSPENDE IL SUO PROGETTO DI ADESIONE ALL'UNIONE EUROPEA


Ankara ha deciso di sospendere il suo progetto di diventare membro dell'Unione europea che aveva guidato, sostenuto dagli Stati Uniti dal 1987.
Questa decisione è legata a una potenziale opportunità per la Turchia di negoziare la sua adesione all'Eurasiatico Unione economica.
Dalla creazione della Turchia moderna nel 1920, questo stato non ha mostrato alcuna riluttanza nel costruire legami, sia con l'Europa, l'Asia, sia il mondo musulmano.
L'Unione Economica Eurasiatica, è un seguito per l'Unione doganale eurasiatica e la Comunità economica eurasiatica. Dal 2015, ha riunito Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Russia. Tagikistan e Siria hanno presentato ufficialmente le loro candidature all'adesione. Anche Mosca prevede che Moldavia, Donbass e gli Stati del Caucaso diventeranno membri.
Se la Turchia presentasse un'applicazione formale per l'adesione, sarebbe stata associata un'altra dall'Azerbaigian.
Entrambe queste richieste rappresenterebbero gravi problemi per l'Armenia che avevano chiesto varie assicurazioni (in particolare la risoluzione del problema sull'Alto Karabakh).
Se la Turchia si unisse all'Unione economica eurasiatica, questo renderebbe problematica la sua adesione al Nato - i cui servizi segreti hanno già fatto diversi tentativi di assassinare il presidente Recep Tayyip Erdoğan. È da questo punto che si devono leggere le attuali trattative tra l'esercito turco e la Russia, per l'acquisto dei russi S400 (anti-air defense systems).

Fonte:http://www.voltairenet.org/article196227.html

Commenti