ISLANDA: NELLA PENISOLA DI REYKJANES L'ATTIVITA' GEOTERMICA E' IN FERMENTO


L'attività nei siti geotermici sulla penisola di Reykjanes è in crescita negli ultimi mesi.

Una delle sorgenti termali più conosciute della regione, Gunnuhver alla punta meridionale della penisola, sta attualmente mostrando una maggiore attività che in qualsiasi momento nel passato recente. Numerosi grandi eventi sismici sono stati registrati sulla costa di Reykjanes, indicando una crescente attività geologica.
Reykjanes è tra le regioni più vulcanicamente attive dell'Islanda.
Un portavoce del Geopark di Reykjanes ha detto al quotidiano locale Morgunblaðið che tutti i fori e le sorgenti termali nelle aree geotermiche della penisola stanno mostrando crescenti livelli di attività negli ultimi mesi.
Colonne di vapore alte si alzano da geyser e buche geotermiche.
I geofisici che hanno parlato con Morgunblaðið hanno dichiarato che l'attività crescente non è necessariamente un segno di un'eruzione imminente, in quanto le aree geotermiche mostrano frequentemente diversi livelli di attività. Tuttavia, sono stati recentemente osservati grossi terremoti nelle estremità opposte della cintura vulcanica di Reykjanes.

Quest'anno, tre forti terremoti sono avvenuti i sul crinale di Reykjanes, a ovest dell'isola di Eldey, e la terra ha tremato anche a est del vulcano Hengill, a sud del parco nazionale di Pingvellir.

Fonte:http://www.earth-of-fire.com/2017/05/news-from-the-poas-the-reykjanes-peninsula-and-the-nishinoshima.html

Commenti