LE POLITICHE TEDESCHE DELL'EUROPA HANNO STANNO DAVVERO CANCELLANDO LA GRECIA


La dispersione della Grecia continua, poiché l'austerità dell'UE schiaccia drammaticamente la speranza delle donne di avviare una famiglia.
La crisi economica in corso da più di 8 anni in Grecia con i tagli di stipendi e pensioni sta causando una diminuzione allarmante della piscina genica greca.
Il semplice fatto è che le coppie greche non sono in grado di sostenere un figlio, lasciando molti giovani greci che scelgono di non avere figli.
Stiamo assistendo in prima fila ad una completa disgregazione del sistema pensionistico della Grecia, nonché alla disintegrazione della Repubblica ellenica a causa dell'incapacità di ricostituire la popolazione.
Il medico di fecondità, Minas Mastrominas, dice al New York Times che molte donne hanno deciso di non concepire.
Ha detto: Dopo otto anni di ristagno economico, stanno abbandonando i loro sogni.
Non è solo la Grecia che soffre di bassi tassi di natalità.
Infatti l'andamento si diffonde nella maggior parte dell'Europa, con Spagna, Portogallo e Italia che registrano anche tassi pericolosamente bassi.

Indy100 nota che la disoccupazione continua ad essere un problema serio in Grecia.
Le tariffe sono leggermente inferiori rispetto al 2016 quando erano del 23,9 per cento, ma sono ancora molto alte al 23,5 per cento.
Il crollo ha colpito maggiormente le donne, con tassi di disoccupazione del 27 per cento rispetto al 20 per cento degli uomini.
Le riduzioni fiscali e le sovvenzioni infantili per famiglie di grandi dimensioni sono diminuite, e il paese sta nel bilancio minimo dell'UE per i benefici per famiglie e bambini.
Una delle aree più importanti che saranno detrimenti interessate sono le pensioni e il sistema di welfare.
Inoltre, secondo Eurostat, tali bassi tassi di natalità - sotto 2.1 - potrebbero creare un disastro demografico.
Ciò avrà un impatto sulle pensioni, con meno giovani che lavorano.
Le pensioni ridotte per i nonni, che tradizionalmente si prendono cura dei figli della famiglia, significa che i genitori dovranno raggiungere il loro budget decrescente per pagare la cura dei bambini.
Tutte queste circostanze offrono un ambiente non accomodante per avere figli, creando una diminuzione a spirale dei tassi di natalità.

Il New York Times riporta:
Mentre le popolazioni in declino minacciano tutta l'Europa, "il problema veramente grave è che alcuni dei paesi più deboli sono quelli con le demografie meno favorevoli", ha dichiarato Simon Tilford, vice direttore del Centro per la riforma europea a Londra. "I bassi livelli di nascita del sud significheranno una crescita e una produttività più deboli, riducendo il natalità e producendo ulteriori problemi fiscali".
Il Times, ha aggiunto , "suggerisce che le prestazioni economiche già divergenti tra l'Europa settentrionale e quella meridionale possono diventare strutturali piuttosto che cicliche".
I tassi di natalità più bassi sono stati aggravati dalle pressioni fiscali che i paesi costretti offrono ai programmi di sostegno familiare.
Mentre la Francia offre una prestazione familiare mensile di 130 euro per un bambino dopo il secondo figlio, la Grecia fornisce solo 40 euro.
I Paesi hanno riconosciuto il problema e recentemente si sono rivelati in azione. La Spagna ha nominato un cosiddetto zar del sesso a febbraio per forgiare un piano d'azione nazionale sulla fertilità e affrontare la diminuzione della popolazione nelle zone rurali.
L'Italia ha aumentato i bonus per avere bambini e sostenuto le leggi sul lavoro per concedere un congedo parentale più flessibile.
La Grecia, come il più debole legame economico, non ha le stesse opzioni.

Fonte:http://theduran.com/depopulation-of-greece-continues-as-eu-austerity-crushes-womens-hope-of-starting-a-family-charts/

Commenti