LA REPUBBLICA CINESE AUMENTA LE SUE UNITA' DELL'ESERCITO

La Cina prevede di aumentare il numero delle sue unità del Corpo dei Marines da 20.000 a 100.000 al fine di proteggere le proprie comunicazioni marine vitali e gli interessi crescenti all'estero, secondo il quotidiano di Hong Kong South China Morning Post citando fonti militari ed esperti.

La pubblicazione si riferisce alla base logistica cinese nel Gibuti e porto di Gwadar nel sud-ovest del Pakistan.
Le aree di tutela degli interessi comprendono anche la penisola coreana, la Cina orientale e il Mar Cinese Meridionale, e i territori di terra e di mare lungo la Via della Seta, tra cui l'Afghanistan.
Il giornale ha inoltre rilevato che il contingente della marina cinese è stato quasi raddoppiato a quello esistente di 20.000 trasferendo due brigate dell'esercito regolare alla loro squadra.
Allo stesso tempo, con un incremento di 100.000 militari il numero di forze navali inoltre aumenta del 15 per cento, dove attualmente il numero di personale della Marina cinese è stimato a 235.000 uomini.
L'analista militare russo Vladimir Evseev ha ricordato che il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha 200.000 soldati nei suoi ranghi.
"La Cina sta cercando di creare una fanteria marina il cui numero è solo due volte inferiore a quello degli Stati Uniti. Cosa significa questo? Naturalmente, il rafforzamento della presenza a Gibuti non è il motivo principale. Il punto è che la Cina è sempre più interessata nella regione Asia-Pacifico ", ha detto Evseev.
In realtà, questo è parte della politica di contenimento degli Stati Uniti; altrimenti un aumento di cinque volte del numero di Marines non è semplicemente necessario.
La Cina vuole essere uno stato paragonabile a potenziale militare per gli Stati Uniti nella regione Asia-Pacifico.
Ecco perché ha bisogno di 100.000 marines, secondo l'analista.
D'altra parte, l'analista militare indipendente Zhao Chu sostiene con il parere di questo articolo South China Morning Post e con l'esperto russo sul possibile coinvolgimento di marines cinesi nella salvaguardia degli interessi di sicurezza della Cina nella penisola coreana.
"Tutti sanno che la Cina e la Corea del Nord sono vincolati da una terra di confine, come nel 1950 quando le unità di volontari cinesi sono anche entrati nella penisola coreana via terra, quindi è molto difficile immaginare che la Cina possa svolgere un invasione militare su larga scala della penisola coreana fino al dispiegamento di un combattimento pronto di forza d'assalto su larga scala. Questi tipi di dichiarazioni sono un po 'infondate ", ha detto Zhao Chu.
Secondo un esperto di geopolitica e ex analista del comitato di difesa e la commissione affari internazionali della Duma di Stato, Konstantin Sokolov, ha detto che è necessario valutare il numero di marines in primo luogo rispetto al territorio che può essere controllato.
"In Oriente e Sud-Est asiatico, ci sono un sacco di territori insulari che fanno parte degli interessi economici e interessi di sicurezza della Cina. Presumo che se un probabile nemico appare in queste zone e vi è la necessità del controllo, sarà necessario un numero elevato di polizia militare o il Corpo dei Marines. Quindi, dal mio punto di vista, la Cina, probabilmente, può giustamente andare ad aumentare il numero dei suoi marines ", ha detto Sokolov.
L'esperto ha inoltre affermato che il focolaio in questo momento è, naturalmente, la penisola coreana.
Si deve capire il motivo per cui, per molti decenni e per diverse generazioni, è stato un punto di confronto.
"Lo scenario del controllo degli Stati Uniti sulla Corea del Nord non è stato tolto. Questo è l'unico punto in cui si può creare una testa di ponte militare terrestre che potrebbe seriamente minacciare la Cina lungo il suo confine terrestre con la Corea del Nord. Dal punto di vista strategico, questo è il punto principale di garantire interessi di sicurezza della Cina ", ha detto Sokolov.
L'esperto ha inoltre affermato che ci sono molti scenari, ma in linea di principio, la Cina affronta il compito principale: in caso di destabilizzazione della situazione, prima di tutto in Asia, si renderà necessario per la Cina utilizzi il suo Corpo dei Marines.
«Per non parlare di altre parti del mondo, dal momento che la Cina è una potenza mondiale ed è naturale che i suoi interessi esistono ovunque", ha concluso l'esperto.
In precedenza è stato riferito che l'eventuale spiegamento di marines della Cina a Gibuti è destinato ad aumentare la vigilanza del Stati Uniti . Di recente, il capo del Comando africano delle Forze Armate degli Stati Uniti, Thomas Waldhauser, ha dichiarato nWLL Commissione Esteri del Senato che la stessa vicinanza della base militare cinese a Gibuti al campo americano Lemonnier, che si trova vicino all'aeroporto internazionale di Gibuti, pone una minaccia per il Pentagono.
Il generale ha anche ricordato ai senatori che la base cinese rafforza la presenza navale della Cina nella regione.

Fonte:https://sputniknews.com/asia/201703131051540473-chinese-marine-corps-protect-strategic-interest/

Commenti