ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


martedì 28 febbraio 2017

L'UNGHERIA INIZIA LA COSTRUZIONE DI UNA SOFISTICATA BARRIERA CONTRO LE INFILTRAZIONI DAL CONFINE


L'Ungheria ha dato il via alla costruzione di una seconda barriera, questa volta high-tech, al suo confine con la Serbia: un muro dotato di telecamere notturne e sensori sia di calore sia di movimento per tenere fuori dal Paese gli immigrati. Lo ha indicato oggi il governo di Budapest.
L'annuncio dei progetti per la costruzione di una recinzione alta 3 metri era stato fatto dal primo ministro Viktor Orban, un ammiratore del presidente degli Stati Uniti Donald Trump che ha definito l'immigrazione un "veleno".
La nuova recinzione rafforzerà una barriera esistente eretta nel 2015, al culmine della crisi dei migranti in Europa, lunga 175 chilometri sulla frontiera meridionale dell'Ungheria. La nuova barriera avrà sensori ogni 10-15 centimetri che fanno scattare gli allarmi, come ha dichiarato il capo consigliere per la sicurezza di Orban, Gyorgy Bakondi, al quotidiano Magyar Hirlap.
Un portavoce del governo ha confermato alla France Presse che i lavori sono iniziati, con colonne erette vicino al valico di frontiera di Kelebia. Il giornale ha scritto che il lavoro era stato eseguito da detenuti che hanno completato un tratto di prova lungo 10,3 chilometri.
La nuova barriera sarà completata entro due mesi prima dell'estate, periodo che potrebbe coincidere con l'aumento di migranti che tentano di attraversare la frontiera, secondo il giornale Magyar IDOK.

Fonte:http://www.askanews.it/nuova-europa/migranti-ungheria-inizia-costruzione-nuovo-muro-high-tech_7111020312.htm

IN GERMANIA AUMENTA LA TENSIONE SOCIALE, DIECI ATTACCHI AL GIORNO NEL 2016 CONTRO GLI EXTRACOMUNITARI


Una media di dieci attacchi al giorno contro i migranti nel 2016. Sono i numeri denunciati dal ministero dell’Interno tedesco, riferisce la Bbc online. Circa 560 persone sono rimaste ferite nelle violenze, compresi 43 bambini. I tre quarti degli attacchi, fa sapere ancora Berlino, hanno preso di mira i migranti nei pressi delle loro sistemazioni.
La decisione di Angela Markel di aprire le porte della Germania ai richiedenti asilo, nota la Bbc, ha spaccato l’opinione pubblica e negli ultimi mesi sono aumentati i cosiddetti “crimini d’odio” anche se in realtà si tratta di persone esasperate dalla situazione generale.

Fonte:http://ilsudconsalvini.info/la-germania-sta-scoppiando-dieci-attentati-al-giorno-clandestini-islamici-nel-2016/?utm_content=buffer2fb37&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer

LA TUTA ANTIPROIETTILE DI DOMANI

Il giubbotto antiproiettile del futuro sarà usato non solo per la protezione dai proiettili, ma funzionerà anche come batteria, travestimento e antenna, ha detto in un'intervista il comandante delle forze per le operazioni speciali dal 2009 al 2013, membro del collegio della commissione militare industriale russa, Oleg Martjanov.

"Si tratta della realizzazione di un giubbotto antiproiettile multifunzionale, che non solo potrà eseguire il suo compito principale, ma anche lavorare come batteria, kit di camuffamento, antenna trasmittente" ha detto Martjanov nel giorno delle Forze per operazioni speciali.
Un lavoro attivo è in corso per unire in un unico sistema tutti i sistemi di equipaggiamento militare: sistemi per la visione notturna, di comunicazione, di energia e mezzi per la difesa. Questi sviluppi sono compresi nell'ambito del progetto della fondazione di ricerca "Difensore del futuro".
"Per unire in un unico complesso, attrezzature, sistemi di controllo di armi e mezzi di comunicazione, la ricerca si svolge in diverse aree scientifiche. Alcuni di questi sviluppi saranno utilizzati nel complesso di modernizzazione nazionale "Guerriero", che riunisce strumenti tattici di protezione, armi da fuoco, strumenti di comunicazione e di intelligence e di altri sottosistemi" ha aggiunto il portavoce.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702274132855-antiproiettile-futuro-sistema-protezione/

lunedì 27 febbraio 2017

LA REPUBBLICA CINESE DOMINA GERMANIA E OLTRE


La Cina ha compiuto un altro passo in dominio economico mondiale dopo essere diventato il più importante partner commerciale internazionale di Germania, un luogo un tempo occupato dagli Stati Uniti.
La Germania ha inviato e ricevuto di beni e servizi per un valore di circa $ 180.000.000.000 nel 2016 in Cina, secondo i recenti dati di statistica federale Office.
La Francia era il secondo più grande alleato commerciale della Germania, mentre gli Stati Uniti al terzo posto.
Nel 2015, gli Stati Uniti hanno goduto di una breve esperienza come partner commerciale della Germania, un posto occupato dalla Francia durante il precedente mezzo secolo.
La battuta d'arresto per gli Stati Uniti arriva sulla scia dei commenti del consigliere del presidente degli Stati Uniti Donald Trump del commercio, Peter Navarro, che la Germania ha capitalizzato un euro "grossolanamente sottovalutato" per espandere il surplus commerciale della Germania, suggerendo che un portafoglio più diversificato di partner commerciali sarebbe di buon auspicio per Berlino. La Germania è solo uno dei diversi obiettivi che l'amministrazione Trump ha accusato di sfruttare pratiche di manipolazione di valuta.
L'ottimismo tra gli esportatori in Cina, economia seconda più grande al mondo, sta "aumentando ulteriormente", secondo Clemens Faust dell'Istituto per la ricerca economica Ifo, con sede a Monaco.
Il Vice Cancelliere tedesco Sigmar Gabriel ha sostenuto la politica economica del perno dell'UE verso l'Asia se Trump segue con politiche protezionistiche.
L'Australia fa più commercio con la Cina che negli Stati Uniti, secondo Ian Bremmer, presidente e fondatore del Gruppo Eurasia, una società globale di consulenza rischio politico.
"La Corea del Sud gode di volume degli scambi più elevati con la Cina che con gli Stati Uniti e Giappone messi insieme," afferma Bremmer in un post sul blog. "Benvenuto nel decennio la Cina", ha detto il ricercatore della New York University nel 2015.
L'anno del 2016 ha anche dimostrato di essere un anno in cui il surplus commerciale della Germania ha raggiunto un livello record di 252,9 miliardi di euro, Trading Economics ha riferito il 9 febbraio.

Fonte:https://sputniknews.com/business/201702251051027367-china-usurps-us-germany-trade/

ECONOMIA, SUPERPOTENZE E SCENARI REALI DEL NOSTRO DOMANI - TERZA PARTE


Come nasce un sistema autoritario?
Quelli che vengono storicamente definiti dittatori, un termine con la quale vengono anche definiti i presidenti in Medio Oriente fin dalla guerra in Iraq, altro non sono che sistemi di governo con sistemi politici basati su una disciplina costituzionale avente lo scopo di tenere a freno gli animi di una popolazione divisa in numerose fazioni contrapposte in un unico Paese.
I sistemi monarchici in Europa o i loro omonimi del passato come i sistemi imperiali hanno avuto la stessa funzione, in un momento in cui dopo un periodo di prosperità si entra per vari motivi in periodi più rigidi dettati dalla povertà per situazioni economiche dalle cause di vario tipo (climatiche, disordini civili ecc) il sistema politico centrale cambia all'improvviso diventando autoritario allo scopo di calmare disordini civili con mezzi non convezionali.
Ebbene quando osserviamo quello che sta accadendo oggi in un Europa divisa dal multipartitismo il risultato è che la popolazione è divisa sia nell'opinione sia nel a chi dare sostegno.
Abbiamo spesso osservato come sia tra partiti sia tra persone che sostengono tali partiti si entri molto spesso tanto in contrasto che spesso il confronto non diventa pià verbale.
Ebbene cosa succederebbe se entrassimo nuovamente in un periodo di prolungata povertà con carenza di alimenti e buste paga insostenibili?
La stessa cosa ma su scala enormemente più estesa.
Quello che la maggioranza delle persone non si chiede è: cosa avrebbero fatto Mussolini o Stalin se fosse nato nella società attuale?
La risposta sarebbe che tutti i mezzi ad alta tecnologia che influenzano la nostra vita: Samsung Galaxy, Tablet, Digitalizzazione, Social Network e Media sarebbero stati utilizzati con lo scopo di creare una vasta rete di controllo per monitorare e controllare la popolazione ricavandone inoltre un'enorme massa di dati tra i quali facciamo un elenco di quello che si può ricavare con i mezzi descritti.
-Impronte Digitali.
-Codice Fiscale.
-Conti Bancari.
-Impronta vocale.
-Foto.
-La tua posizione, tramite il GPS.
-I tuoi interessi
-Il tuo indirizzo e-mail e la tua residenza
-Il tuo settore lavorativo.
-Il tuo/a partner.
-Tratti somatici di riconoscimento facciale.
I social network inoltre fungono come un'enorme sistema di convoglio delle emozioni dove tutti interagiscono tramite un sistema elettronico sempre più sofisticato sfogando frustrazioni, opinioni e momenti felici che con il trascorrere del tempo vanno a creare una sempre maggiore dipendenza del web.
Dal momento che siamo in una fase di transizione estremamente rapida nello sviluppo della cosidetta Rivoluzione 4.0 possiamo aspettarci che i sistemi di catalizzazione delle nostre emozioni diventeranno sempre più sofisticati in periodi molto vicini, aumentando di conseguenza ancora di più il livello di controllo.
Non stiamo parlando del mondo fantasy di George Orwell, ma semmai di come un sistema politico sovranazionale potrebbe usare tali sistemi per contrastare i dissensi e come potrebbero cambiare le cose se la situazione politica e sociale in generale andasse degenerando.Un sistema politico che spinge molto per la Rivoluzione 4.0 e per contrastare i dissensi è l'Europa tedesca di oggi, dominata dalla politica della Germania e dell'incompetenza di Bruxelles.
La Germania spinge molto sull'automazione e sulla digitaliazzazione.
La mentalità tedesca ha anche pesantemente condizionato il sistema lavorativo e ed economico dei Paesi dell'Unione Europea e questo ha determinato al sorgere di pesanti contrasti e una crescente voce di dissenso nella maggioranza dei Paesi membri di tale unione, lo dimostra la ferma opposizione di molti Paesi dell'est Europa al ricollocamento di molti immigrati nei loro Paesi, oltre al fatto che l'Unione Europea controlla e decide quali sono i partner commerciali affidabili (nel blocco europeo) e per sue direttive i Paesi membri devono aderire a politiche decise dallo stesso Parlamento Europeo, come ad esempio imporre restrizioni economiche commerciali alla Federazione Russa al prezzo di far perdere notevoli guadagni ai Paesi stessi.

Neanche due anni di guerra commerciale e diplomatica tra Ue e Russia sono costati all'Italia 3,6 miliardi di euro di export andato in fumo. E' questo, secondo il conteggio della Cgia di Mestre, l'effetto delle sanzioni economiche che l'Ue ha introdotto nel 2014 verso Mosca (prima a luglio, poi rafforzate a settembre), a seguito della crisi politico-militare con l'Ucraina, che poi hanno portato all'embargo di reazione da parte della Russia (da agosto). "L'export italiano verso la federazione russa, infatti, è passato dai 10,7 miliardi del 2013 ai 7,1 miliardi di euro del 2015 (-34 per cento)", dice l'ufficio studi dell'associazione di Mestre.Come se non bastasse l'Unione Europea ha decretato nuove misure per i Paesi che vogliono aderire al blocco europeo, in particolar modo per la Serbia.
Il riconoscimento dell'indipendenza della repubblica del Kosovo e l'introduzione di sanzioni contro la Russia saranno le condizioni d'ingresso della Serbia tra i membri dell'Unione Europea, ha detto al canale della tv nazionale RTS il presidente Tomislav Nikolic.
Il capo di Stato della Serbia ha sottolineato che durante una delle visite precedenti a Belgrado del commissario per la politica di vicinato e di allargamento dell'UE, Johannes Hahn, parlando con lui durante una conferenza stampa congiunta, ha elaborato le condizioni dell'integrazione europea. "Il signor Hahn mi ha detto che non si procede senza un accordo sul Kosovo e Metochja, il riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo. Ha anche detto che senza collaborazione in politica estera non saremo in grado di diventare membro dell'Unione Europea" ha detto Nikolic.
"Sono state introdotte le sanzioni contro la Russia, non abbiamo partecipato e avremmo dovuto partecipare, se fossimo stati membri dell'Unione Europea. Contro queste due condizioni, come ho detto prima, molti in Serbia hanno protestato dicendo che non ne hanno sentito parlare prima, ma si tratta di condizioni di cui sentirete parlare domani" ha sottolineato il capo dello stato. Il presidente della Serbia ha detto che i requisiti non sono ancora diventati posizione ufficiale dell'Unione Europea ma "c'è il presagio che per i parlamenti di molti paesi, tra cui il parlamento tedesco, per confermare la nostra adesione, avranno un ruolo fondamentale".
Risulta alla luce dei fatti che quelle che vengono denominate condizioni per un Paese di aderire ad un blocco economico, altro non risultano che essere dei ricatti da parte dei politici tedeschi di tale blocco che vogliono non solo espandere l'influenza dell'Unione Europea verso l'Europa dell'est e sottrarre possibili Paesi sostenitori economici alla Russia, ma chiaramente ridurre la dipendenza dei Paesi membri dell'Unione Europea dal commercio con la Russia e sostituirlo con quello della Germania.
Il fatto che i politici europei continuino a imporre tali poltiche isolazioniste e restrittive al loro stesso blocco economico, denota chiaramente che non sono coscienti della crisi di credibilità che sta rallentando l'Europa, specialmente in un momento in cui i partiti nazionalisti dalla Francia di Marine Le Pen all'Olanda di Geert Wilders stanno guadagnando solidi consensi in tutto il territorio europeo.
Lo scacco matto tuttavia arriverebbe dal fatto che un'Europa a maggioranza nazionalista, potrebbe subire da un cambiamento di regia all'interno della Comissione Europea, vale a dire la possibilità che in caso perdesse le elezioni in Germania, Angela Merkel possa in seguito all'incompetente Claude Junker, il prossimo futuro Presidente della Comissione Europea.
In questo caso si avrebbe un potere politico sovranazionale ancora maggiore di quello che già la Germania possiede all'interno dell'Europa, dove le linee intransigenti dell'attuale Cancelliere tedesco potrebbero rendere impossibile a qualunque Paese membro di sciogliersi dal blocco economico europeo come ha già fatto l'Inghilterra.
Le affermazioni di Angela Merkel sulla cosidetta "Europa a due velocità" sono un'affermazione molto grave in quanto permetterebbe all'Europa di suddividersi in due categorie: una classe di Paesi ricchi come la Germania di dominare l'Europa con riforme e controlli fin oltre i confini territoriali del blocco economico; una seconda classe di Paesi impoveriti economicamente da riforme che impongono tasse più pesanti, debito pubblico insostenibile e una drammatica deindustrializzazione come sta avvenendo in: Italia, Grecia, Spagna, Portogallo ecc.
Normalmente tali cambiamenti avvengono con il contagocce in quanto si fanno una sequenza di cambiamenti con modalità tanto lente che la maggior parte della popolazione non se ne accorge.
Le basi per la creazione di un tale sistema di regime già esistono in modo consoldato:

1) I media come negli Stati Uniti sono influenzati da partiti di opposizione di sinistra, di conseguenza metà dell'informazione con la quale la popolazione convive è rielaborata con lo scopo di condizionare i punti di vista e guardare in modo critico i movimenti nazionalisti con false etichette come: fascisti, neonazisti, estrema destra, populisti ecc.

2) Paesi come la Russia alternativi all'Unione Europea vengono classificati come "non-democratici" arrivando così a parlare di riforme contro la libertà di stampa, la tutela delle minoranze, omicidi di stato e aggiungendo descrizioni che il più delle volte non trovano conferme nei dati reali.
Così facendo si parla di una ipotetica minaccia dalla Russia spingendo così gli europei a entrare in conflitto con un popolo che non ha alcun interesse a fare la guerra all'Europa.

3) La massiccia presenza di reti islamiste radicatesi all'interno dell'Europa a causa dei flussi migratori può essere usata come pretesto per attuare politiche militari per aumentare il livello di controllo all'interno del territorio europeo e in special modo politiche per la sicurezza ancora più restrittive, limitando così la libertà della popolazione europea in alcuni settori della vita privata.

Così facendo la Germania potrebbe nuovamente usare il blocco economico del territorio europeo non solo per diventarne il Paese economicamente dominante ma per trasformarlo in una sua area di influenza geopolitica come sta già succedendo da parte di altre Grandi Potenze in tutto il mondo.

-La Turchia di Erdogan sta espandendo la sua area di influenza in tutti i territori della Primavera Araba, vale a dire in tutti i territori dell'ex Impero Ottomano.

-L'Inghilterra dopo il successo della Brexit sta riallacciando i rapporti con tutte le ex colonie inglesi e i Paesi del Commowealth, vale a dire il vecchio Impero Britannico, e si sta aprendo la strada a trattative per la creazione di un'area di libera circolazione e stretta cooperazione militare-economica con Australia, Nuova Zelanda e Canada in un futuro blocco economico denominato C.A.NZ.UK.
Sarebbe stato strano aspettarsi che anche la Germania visti i tempi non volesse anche la sua parte in questi cambiamenti.














giovedì 23 febbraio 2017

NUOVA ZELANDA: INTENSO SCIAME CON CENTINAIA DI MICROTERREMOTI SCUOTE LA CALDERA DI TAUPO


Uno sciame di centinaia di micro terremoti sta scuotendo l'area a nord ovest di Turangi della zona vulcanica di Taupo.
Tra le 06:00 del 13 febbraio e le 09:30 di Mercoledì, sono stati registrati più di 290 eventi.
Il più grande è stato un terremoto di magnitudo 3.8.
"Quando i terremoti sono abbastanza superficiale si sentiranno più forti delle grandezze che indicano", ha detto Scott, di GNS Science.
Grandi terremoti dannosi sono già accaduti nella zona, dato che è un ambiente rifting attivo.
L'ultima scossa più significativa nella zona è stata di magnitudoi 6.5 a Edgecumbe nel 1987.
L'attuale sciame a ovest di Turangi ha avuto tre fasi.

Alle 9:30 di Mercoledì circa 200 eventi erano stati localizzati nella terza fase, iniziata Martedì sera intorno 17:00 e comprendeva quattro maggiori terremoti dello sciame (M 3.0, 3.4, 3.6 e 3.8).
I più piccoli terremoti nella sciame hanno avuto magnitudo di circa 0.6, mentre la profondità variava tra 1 e 11 chilometri, con la maggior parte di essi tra 5-7 km di profondità.
L'anno scorso in totale circa 500 terremoti sono stati registrati nella zona, con un totale di circa 800 negli ultimi due anni.


Fonte:http://www.stuff.co.nz/national/89674921/swarm-of-hundreds-of-small-quakes-near-taupo

FRANCIA: MARINE LE PEN VINCEREBBE IL PRIMO TURNO ALLE PRESIDENZIALI SECONDO UN SONDAGGIO


Crescono del 2,5 per cento rispetto a inizio febbraio per il leader del partito Front National, Marine Le Pen, le possibilita' di vincere al primo turno le elezioni presidenziali francesi.
E' quanto emerge da un sondaggio BVA-Salesforce.
A Marine Le Pen e' accreditato un 27,5% "ufficiale" di voti, ma molta parte dell'elettorato francese tradizionalmente non gradisce dare indicazioni di voto nei sondaggi.
Il candidato indipendente Emmanuel Macron che all'avvio della sua campagna elettorale sembrava avesse una irresistibile marcia in più, invece ha subito una durissima battuta di arresto per le sue posizioni sulle vicende storiche del colonialismo giudicate dall'opinione pubblica francese anti patriottiche e offensive per la Francia. Da quel momento, tutti i sondaggi hanno registrato un continuo calo di consensi, tanto da essere oggi escluso comunque dal ballottaggio, ammesso però ci si arrivi. Oggi Macron "vale" il 20% mentre il mese scorso veniva accreditato sopra il 24%
L'altro candidato che teoricamente avrebbe la possibilità di competere con Marine Le Pen al ballottaggio è Fillon, vittorioso alle primarie del centrodestra, che gia' da una settimana e' attestato al 21%.
Fillon quindi betterebbe già ora Macron e questo nonostante lo scandalo di fine gennaio che riguarda la moglie, accusata di avere percepito indebitamente per alcuni anni uno stipendio come "assistente parlamentare" del marito, vicenda che dal punto di vista penale è insussistente, ma da quello dell'immagine invece ha zavorrato non poco Fillon che però mantiene una base elettorale solida con il 73% dei suoi sostenitori sicuri della propria scelta. Il primo turno delle elezioni presidenziali francesi e' previsto il 23 aprile, il ballottaggio - se ci sarà - avverrà il 7 maggio.
La legge elettorale francese per la presidenza della repubblica è molto chiara: il candidato che al primo turno ottenesse il 50% +1 dei voti viene immediatamente eletto presidente della Repubblica. Marine Le Pen se proseguisse questo trend potrebbe addirittura farcela e sarebbe un risultato a dire poco storico. Nel passato della Francia, solo Charles De Gaulle vi riuscì, eletto presidente col il 78% dei voti (ma dei grandi elettori) il 21 dicembre del 1958. Da lì in poi, nessuno. Tra i migliori risultati al primo turno delle presidenziali francesi, ci fu quello di Georges Pompidou che arrivò nel 1969 al 44,5%.
Anche un secondo sondaggio - di oggi - indica l'aumento delle possibilità di vittoria di Marine Le Pen al primo turno. La leader del Front National sarebbe la vincitrice del primo turno delle elezioni presidenziali davanti François Fillon, che avrebbe superato Emmanuel Macron e parteciperebbe dunque al ballottaggio: Marine Le Pen uscirebbe sconfitta nella sfida con Fillon al secondo turno, ottenendo il 43% dei voti contro il 57% del suo avversario, ma questa forbice va costantemente chiudendosi: un mese fa, la differenza era 35 a 65. E' questo l'esito di un sondaggio Harris Interactive per France Televisions/L'Emission Politique (di area certamente non favorevole al Front National -ndr), pubblicato oggi, a due mesi dal voto, e che conferma una tendenza già emersa nello scorso passato fine settimana.
La presidente del Front National, con in questo caso il 25% delle intenzioni di voto, guadagna un punto percentuale rispetto all'ultimo sondaggio compiuto dallo stesso istituto, il 9 febbraio scorso. Fillon, da parte sua, sarebbe accreditato del 21% dei voti, davanti all'ex ministro dell'Economia Emmanuel Macron, che cede un punto e si assesta al 20%.

Redazione Milano.

Fonte:http://www.ilnord.it/c-5210_SONDAGGIO_BOMBA_MARINE_LE_PEN_VITTORIOSA_AL_1_TURNO_DELLE_PRESIDENZIALI_POTREBBE_ANCHE_DIVENTARE_SUBITO_PRESIDENTE

LA FEDERAZIONE RUSSA MOSTRA IL SISTEMA DI CONTROLLO SIMULTANEO POLYANA


Questa settimana l'industria Roselektronika ha debuttato il Polyana-D4M1, un sistema di comando e di controllo automatizzato per la difesa aerea, alla mostra di difesa IDEX-2017 ad Abu Dhabi.
Parlando a Expert in linea, un rappresentante della Rostec, la compagnia statale holding di cui Roselektronika fa parte, ha spiegato che il sistema di comando e controllo Polyana-D4M1 è progettato per controllare sistemi missilistici anti-aerei, con una varietà di categorie, compresi i sistemi a lungo raggio come gli S-300, le armi a medio raggio, come il Buk-M1, e sistemi a corto raggio come il sistema missilistico Tor-M1.
Secondo Rostec, Polyana-D4M1 è progettato per contribuire a difendere vasti territori fino a 800 da 800 chilometri quadrati (che è di circa 100 mila chilometri quadrati più grande della Francia) contro attacchi aerei.
Il sistema può monitorare fino a 500 oggetti nemici alla volta, individuando fino a 255 di loro in tempo reale.
Dotato di 20 canali di dati, il sistema raccoglie ed elabora informazioni provenienti da entrambi i sistemi radar sotterranee e con aria base, così come centri di controllo del traffico aereo. Polyana è in grado di comunicare con fino a 14 sistemi anti-aerei, con missili posti di comando e sedi contemporanee.
In altre parole, il sistema di coordinate di difesa aerea - protegge impianti critiche del governo, aree industriali, le basi militari e le aree in cui possono essere implementate unità militari. In una situazione di conflitto, Polyana-D4M1 diventa un sistema di puntamento per impianti di difesa aerea subordinati sulla base dei dati che riceve da ricognizione radar.
Il tempo di risposta del sistema di C & C (cioè il tempo tra quando Polyana riceve il segnale e il tempo che comunica ai sistemi di difesa aerea subordinate al fuoco) è a soli 2-3 secondi.
Secondo Rostec, il sistema è dotato di intelligenza artificiale incorporato e, di conseguenza, è in grado di accumulare conoscenze.
Il sistema è in grado di gestire difesa aerea in tre modalità fondamentali -Manuale (interamente basata su comandi operatore), semi-automatica (l'operatore emette raccomandazioni e sceglie se approvare o meno), e completamente automatico (in cui l'operatore non prende parte al processo di controllo, e le decisioni sono gestiti da AI).
Dato l'uso del sistema della moderna elettronica, è soggetto a miglioramenti incrementali -dalla espansione del numero di sistemi missilistici controllabili, all'espansione del numero di sistemi radar dotandola di dati.
Il Polyana-D4M1 è in grado di 'collegare' entrambi i sistemi di difesa aerea russi e fatti all'estero.
Di conseguenza, Rostec dice che il sistema è sufficientemente flessibile per essere un buon acquisto per gli acquirenti stranieri, dal momento che può essere adattato e integrato nei sistemi di controllo della difesa aerea di qualsiasi paese.
Lo sviluppo del Polyana-D4, il predecessore del D4M1, ha avuto inizio nel tardo periodo sovietico, con il sistema adottato nelle forze di difesa aerea dell'esercito sovietico a partire dal 1986.
La produzione del sistema è stato inizialmente organizzato negli impianti elettromeccanici di Minsk, ma in seguito trasferito a Penza Radio Factory a Penza, Russia centrale.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201702231050980050-polyana-command-control-vehicle-info/

L'EUROPA CONTINUA A PERDERE CREDIBILITA', SI STA FORMANDO UNA NUOVA UNIONE POLITICA EUROSCETTICA INTERNA

La Polonia e l'Ungheria hanno unito le forze per contrastare gli incompetenti funzionari della Commissione europea, ponendo le basi per una nuova forza politica che potrebbe invertire l'Unione Europea dal di dentro, secondo il giornale on-line russo Vzglyad.

Due Paesi, la Polonia e l'Ungheria, hanno aggiunto le loro voci al coro arrabbiato dei paesi europei che sono insoddisfatti di Bruxelles, aumentando la probabilità che la cosidetta "l'Europa Unita" si disintegrerà, conferma il giornale Vzglyad.
I due paesi hanno unito gli sforzi al fine di contrastare l'invadenza estera percepita dei funzionari della Commissione Europea.
Il supporto di Budapest è essenziale per Varsavia, la Polonia potrebbe altrimenti correre il rischio di essere colpita dalle restrizioni.
Vzglyad vede la collaborazione come una nuova forza politica che potrebbe distruggere l'Unione dall'interno.
L'Unione Europea interferisce con le riforme introdotte dalla legge sentenza della Polonia e il partito Giustizia (PiS), che includono la limitazione della libertà giudiziaria della Corte Costituzionale, insieme a estendere il controllo su media statali e il divieto di aborti.
Nel gennaio 2016, la Commissione Europea ha aperto un'indagine sulle modifiche e valutato periodicamente i progressi compiuti nel suo dialogo con la Polonia sulla questione.
Nel mese di febbraio 2017, il governo polacco ha respinto le richieste che attuare le riforme giudiziarie imposte dalla Commissione Europea a sostenere lo stato di diritto.
La Polonia, al momento, rischia di essere spogliata dei suoi diritti di voto dell'UE. Tale decisione, tuttavia, richiederebbe il consenso unanime da tutti i 28 stati membri.
Ciò rende improbabile: il governo ungherese ha annunciato che non avrebbe sostenuto le sanzioni contro Varsavia, secondo Vzglyad.
Questa non è la prima volta che la Polonia e l'Ungheria, che sono governati da politici euroscettici, hanno sfidato Bruxelles, spiega Vzglyad.
In particolare, il primo ministro ungherese Viktor Orban ha tenuto un referendum nazionale nell'autunno del 2016 sul fatto se Budapest deve rimanere attaccato alle decisioni comunitarie in materia di quote per i rifugiati.
Per quanto riguarda la situazione attuale, Vzglyad ha continuato a dire, merita menzione, e non solo a causa del fatto che la Polonia ha ancora una volta deciso di sfidare la leadership dell'UE segnalando la propria disponibilità a perseguire una politica interna indipendente.
"L'unicità della situazione attuale è che le forze euroscettiche hanno cominciato a mostrare una tendenza a unire gli sforzi. Stanno facendo così in modo non solo di apparire congiuntamente ai raduni o sostenere le elezioni, ma di spingere per i propri interessi all'interno dell'UE," ha sottolineato Vzglyad.
Il leader del PiS Andrzej Duda e Orban hanno ripetutamente dimostrato opinioni politiche comuni e ora hanno segnalato la loro disponibilità a lavorare insieme in una mossa che ha confermato i peggiori timori di Bruxelles ', secondo Vzglyad.
Aiutando Varsavia a evitare sanzioni più di non conformità con i requisiti dell'UE, Budapest sa bene che si può anche affrontare la stessa situazione, dato che la politica attuale dell'Ungheria di una maggiore indipendenza dall'Europa ha fatto infuriare la cosidetta "Europa unita".
"Così è possibile parlare della nascita di una nuova unione euroscettica tra la Polonia e l'Ungheria, che è pronta ad internamente si oppongono il ruolo guida dell'UE centrato a Berlino," spiega Vzglyad .
Se Orban e Duda continuare la cooperazione bilaterale, Bruxelles avrà problemi a mettere pressione su Varsavia e Budapest, che possono richiedere il supporto per le forze politiche euroscettici in altri Paesi dell'UE.
La situazione attuale nell'Unione Europea può essere chiamata la più grave crisi istituzionale dell'organizzazione nella sua storia.
Secondo Vzglyad, che ha citato problemi finanziari della zona euro, l'incertezza post-Brexit e le differenze tra i membri UE potrebbe portare a una crisi politica ed economica prolungata e destabilizzare seriamente "Europa unita".


Fonte:https://sputniknews.com/europe/201702221050935746-hungary-poland-brussels-european-commission/

LA REPUBBLICA CINESE PUNTA SULL'EUROPA

La Cina ha focalizzato la sua diplomazia verso l'obiettivo di sviluppare gli scambi e gli investimenti di cooperazione con l'UE e il Regno Unito. Il riconoscimento del paese come un'economia di mercato sarebbe un grande passo avanti in questo percorso, dice Andrei Volodin, esperto dell Accademia Diplomatica Russa.

La gestione europea della diplomazia cinese oggi è completamente concentrata sul settore del commercio e delle innovazioni.
Ad esempio, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, ha incontrato i suoi omologhi in Germania e Gran Bretagna, così come il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, che riconoscono la natura libera dell'economia cinese.
"Il mercato cinese è molto promettente per l'Europa. Naturalmente, si rendono conto degli effetti negativi della deindustrializzazione per gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e l'Unione Europea. Pertanto, il commercio mondiale sta entrando in un'era di protezionismo, e la Cina sta ora considerando il suo ruolo in questo nuovo modello di relazioni che viene classificato dagli esperti come un nuovo nazionalismo economico ", dice l'esperto russo.
Infatti, Pechino ha ora intrapreso un nuovo modello di diplomazia economica destinato finalmente a soddifare l'articolo 15 del protocollo di adesione della Cina all'Organizzazione Mondiale del Commercio.
Riconoscere la Cina come un'economia di mercato da parte dell'UE si rivela essere una sorta di 'pietra nella scarpa' nei loro rapporti, in considerazione del fatto che due giorni prima della riunione le tre maggiori economie dell'area Germania, Francia Bonn e l'Italia hanno esortato il sistema di Bruxelles per rafforzare le norme per gli investimenti cinesi nel blocco.
Per la Gran Bretagna, tuttavia, è estremamente importante cooperare con la Cina al fine di rafforzare il libero scambio su scala mondiale, come ha dichiarato il ministro degli esteri britannico, Boris Johnson, durante l'incontro con il suo omologo cinese sotto consultazioni ministeriali del G20 a Bonn.
"Vediamo che ci sono molte differenze all'interno dell'Unione europea. Nel frattempo, sono sicuro che gli stessi governi nazionali europei si rendono conto della necessità di promuovere e rafforzare la cooperazione economica e commerciale con la Cina, quindi, dovrebbero anche riconoscere la Cina come economia di mercato ", dice Jia Pujing, l'esperto dell'Università del Popolo di Pechino.


Fonti:
https://mundo.sputniknews.com/asia/201702181067061001-china-ofensiva-europa/

mercoledì 22 febbraio 2017

LA REPUBBLICA CINESE HA QUASI COMPLETATO LE SUE ISOLE ARTIFICIALI SUL MAR CINESE MERIDIONALE

La Cina ha quasi completato la costruzione di oltre 20 isole artificiali nel Mar Cinese meridionale, utilizzabili per il posizionamento di missili antiaerei teleguidati, hanno riferito all'agenzia di stampa Reuters due ufficiali americani.

La costruzione di strutture in cemento armato con tetto ripiegabile in corso sull'isola contesa di Nansha, arcipelago Spratly, secondo le fonti anonime americane, può essere considerata un'escalation militare.
"I cinesi non costruiscono qualcosa nel Mar Cinese semplicemente così, senza scopo, inoltre questi oggetti ne ricordano altri, dove sono posizionate batterie di missili antiaerei, quindi, concludiamo che sono progettati proprio per questo scopo, il posizionamento di missili" ha dichiarato la fonte dell'intelligence americana. L'altro funzionario ha sottolineato che sulle isole sono stati costruiti edifici di 20 metri di lunghezza, 10 metri di altezza.
Una fonte dell'agenzia ha anche detto che tali strutture non sono una grave minaccia militare per le forze americane nella regione, poiché sono visibili e vulnerabili. La loro costruzione è piuttosto un modo di rispondere alla politica dell'amministrazione del presidente USA Donald Trump, ha aggiunto il funzionario. "Una risposta logica sarebbe quella politica, qualcosa che non porterà ad una escalation militare in punti strategicamente importanti nella regione" ha detto il funzionario.
Come riportato in precedenza, il segretario di stato USA Rex Tillerson, prima di entrare in carica, ha detto che gli USA devono inviare alla Cina "un segnale chiaro" sull'inammissibilità delle sue azioni sulle isole contese nel Mar Cinese meridionale. Tillerson ha anche definito illegale la costruzione delle isole artificiali in mare da parte della Cina. Pechino ha risposto di operare legalmente e nell'ambito della sua sovranità territoriale. La Cina e alcuni paesi della regione, quali Giappone, Vietnam e Filippine, hanno controversie in atto riguardo i confini e le aree di responsabilità nel Mar Cinese meridionale e nel mar Cinese orientale. Pechino ritiene che le Filippine e il Vietnam stiano consapevolmente utilizzando il supporto americano per un'escalation delle tensioni nella regione. La corte permanente dell'Aja a luglio 2016, dopo la causa intentata dalle Filippine, ha dichiarato che la Cina non ha causa di rivendicazioni territoriali nel Mar Cinese meridionale. La corte ha deciso che l'isola nell'arcipelago delle Spratly, Nansha, non può essere contesa e non costituisce zona economica esclusiva. La Cina non ha riconosciuto la decisione del tribunale.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702224107575-usa-pechino-isolecontese/

ENERGHIA CORPORATION: TURISTI SULLA LUNA DAL 2022

Già dal 2021-2022 un servizio turistico unico sulla nave spaziale Soyuz verrà presentato per la prima volta sul mercato internazionale, riferisce a Ria Novosti il direttore generale di Energhia, Vladimir Solntsev.

"Il volo lunare dei turisti spaziali può avvenire 5-6 anni dopo la chiusura del contratto. La discussione delle condizioni con i potenziali candidati è in corso" ha spiegato il direttore in un'intervista. Secondo lui, per la realizzazione del progetto è necessario effettuare due lanci in maniera consecutiva. "Sarà utilizzato uno schema di lancio doppio, uno verso la navicella Soyuz, l'altro con il blocco D, verso un ulteriore compartimento a tenuta d'aria. Quando vengono agganciati, il blocco D fornisce la spinta per il volo intorno alla Luna. Il combustibile di Soyuz sarà utilizzato per la correzione della traiettoria balistica" ha aggiunto Solntsev, la cui corporazione sta attualmente lavorando ad una protezione aggiuntiva e all'ammodernamento della Soyuz.
"Ci rendiamo conto che abbiamo bisogno di una protezione termica più potente, segnale radio di telecomunicazione, controllo nella discesa nell'atmosfera a velocità cosmica, opportune modifiche ad altri sistemi" ha precisato.
Il presidente della società ha anche detto che voli turistici nello spazio possono essere avviati, Energhia prevede di stipulare un contratto con una società che si occuperà della fornitura di tali servizi. La società è partner di diverse aziende, tra cui Space Adventures. Una di loro ha già proposto di firmare un accordo per nove posti a disposizione sulla Soyuz in volo verso la stazione cosmica internazionale entro il 2021.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702224108007-turisti-luna-energhia-2022/

IL NUOVO CONSIGLIERE AMERICANO ALLA SICUREZZA NAZIONALE


Commentando la recente nomina del tenente generale dello US Army Herbert Raymond McMaster come consigliere per la sicurezza nazionale, dopo le dimissioni del tenente generale Michael Flynn, un analista politico Alexander Khrolenko fornisce le sue ragioni per le quali dovrebbe essere visto come un "preoccupante segnale per la Russia e il mondo".
"Quanto utile per gli Stati Uniti Herbert McMaster sarà nel ruolo del consigliere per la sicurezza nazionale, resta da vedere. Comunque la sua reputazione di un comandante è già stata inciso nella pietra," spiega Khrolenko nel suo articolo per RIA Novosti.
Egli chiama la nomina di McMaster, che i media descrivono come "leader guerriero-intellettuale dell'esercito degli Stati Uniti," un "segnale preoccupante in Russia e nel mondo."
Khrolenko punta a un articolo scritto dal corrispondente della sicurezza nazionale di Politico, Bryan Bender sullo "studio segreto dell'esercito americano sugli obiettivi di Mosca".
"Il tenente Generale HR McMaster ha la testa rasata e una maniera entusiasta che solo aggiunge alla sua reputazione come leader guerriero-intellettuale dell'esercito degli Stati Uniti, uno che spesso cita il famoso prussiano teorico generale e militare Carl Von Clausewitz. Un decennio fa, McMaster ha combattuto una battaglia campale all'interno del Pentagono per un nuovo concetto di guerra per affrontare la minaccia dei terroristi islamici e gli insorti in Afghanistan, Iraq e in altri punti caldi. Ora, la sua nuova missione è più focalizzata sull'Obiettivo: Mosca " scrive Bender.
E' stato McMaster, l'autore ha osservato, che è stato il primo a dire al Comitato dei Servizi Armati del Senato che "è chiaro che mentre il nostro esercito è stato impegnato in Afghanistan e in Iraq, la Russia ha studiato la capacità US capacità e sue le vulnerabilità e ha intrapreso un ammodernamento ambizioso e un notevole successo sforzo."
McMaster, l'autore ha detto, non era semplicemente critico dei suoi colleghi, ma mette insieme un manuale sul teatro di guerra ucraino intitolato Russia, New Generation Warfare Study.
"Lo sforzo di alto livello, ma di basso profilo ha lo scopo di innescare un ripensamento all'ingrosso - e forse anche una riprogettazione - dell'esercito in caso debba confrontarsi con i russi in Europa orientale", ha detto in seguito.
"Si prevede di avere un profondo impatto su ciò che l'esercito degli Stati Uniti sarà simile nei prossimi anni, i tipi di apparecchiature che acquista e le sue unità terrene.", ha suggerito.
McMaster, come capo delle capacità dell'Army Integration Center di Fort Eustis, Virginia dunque "è responsabile di capire quello che l'esercito dovrebbe essere nel 2025 e oltre".
Il suo sforzo è destinato a diventare "il ripensamento più drammatico dopo il crollo dell'Unione Sovietica."
"Questi sono il genere di problemi dell'esercito degli Stati Uniti che non hanno funzionato dopo la fine della Guerra Fredda 25 anni fa," L'autore cita il generale in pensione Wesley Clark, che ha servito come comandante della NATO 1997-2000.
Pur affrontando il Comitato dei Servizi Armati del Senato, McMaster ha poi detto che "la Russia possiede una varietà di sistemi a razzo, missili e cannoni di artiglieria che è più letale dei sistemi di artiglieria dell'esercito degli Stati Uniti e le sue munizioni".
Nel frattempo, Bender ha citato il generale in pensione Wesley Clark che dice che i carri armati della Russia "sono così migliorate che essi sono" in gran parte invulnerabili ai missili anti-carro. "
Bender ha anche osservato che i funzionari militari e di intelligence degli Stati Uniti temono che "Mosca ha ora il vantaggio in settori chiave. Blindati leggeri come quelli dell'esercito armati pesantemente in Iraq e in Afghanistan sono altamente vulnerabili alle sue nuove armi. E carri armati come T-90 della Russia considerati un anacronismo in recenti conflitti - sono ancora decisivi ".
Così come "la combinazione di sistemi aerei senza equipaggio e Cyber ​​offensiva e capacità di guerra elettronica avanzate", che "descrivono un alto grado di sofisticazione tecnologica."
"Quelli del Pentagono ora pensano che gli sforzi della Russia per la modernizzazione delle sue forze nucleari e conflitti in Ucraina orientale e in Siria porteranno a gravi cambiamenti nelle truppe di terra statunitensi. E il consigliere per la sicurezza nazionale del nuovo presidente degli Stati Uniti è in grado di aumentare seriamente la militarizzazione degli Stati Uniti ", afferma il corrispondente RIA Novosti.

Fonte:https://sputniknews.com/world/201702221050939862-us-mcmaster-worrying-signal/

ISLANDA: BREVE MA INTENSO SCIAME DI TERREMOTI SUL LANJOKULL


Il vulcano Langjökull occupa la metà NE del ghiacciaio Langjökullull. Una caldera vertice si trova sotto il ghiaccio.
Diversi vulcani a scudo sono stati costruiti lungo le zone di frattura, e flussi di lava postglaciale sono presenti sul fianco del Langjökull sui lati nord, ovest e orientali.
Uno dei più importanti di questi è un vulcano a scudo che si è formato presso il sito del massiccio flusso di lava Hallmundahraun, che copre 200 km quadrati, ed è stato emesso poco dopo il 900 dC.
L'area termale Geysir, contenente i più grandi geyser dell'Islanda, si trova nel bacino Haukadalur, vicino all'estremità meridionale del sistema fessura lunga che si estende dal vulcano Langjökull centrale.

Nel corso della giornata del 22 febbraio uno sciame di decine terremoti di magnitudo massima di 2.0 ha coinvolto l'area meridionale del sistema vulcanico, in un'area a fianco di un minore edificio vulcanico.
La profondità di questa sequenza sismica è stata tra i 18 e i 3 chilometri a indicare la presenza di un corpo di magma in movimento.
E' improbabile che questa sequenza di terremoti possa determinare una nuova emissione di lava ma nel corso del tempo l'attività sismica nell'area ha registrato diverse scosse anche di magnitudo superiore al 3.0 grado della scala Richter, di conseguenza è possibile che in un futuro prossimo si possa assietere alla prima eruzione storica in quest'area.

ISLANDA: DIFFUSI SCIAMI DI TERREMOTO SUL KATLA



Nella notte del 21-22 febbraio una nuova intensa sequenza di terremoti è iniziata nel settore orientale della sommità del vulcano Katla, la più forte delle scosse ha raggiunto magnitudo 2.1 ed è avvenuta ad una profondità inferiore ai 100 metri.
Successivamente nelle ore successive fino alla giornata del 22 febbraio, altri sciami sismici minori prodotti dal movimento del magma o da variazioni geotermiche dell'acqua da disgelo del ghiacciaio surriscaldata a poca profondità, probabilmente da entrambi i fenomeni, si sono diffusi in diversi punti dell'area sommitale con una profondità minima per la maggioranza di appena cento metri, mentre per alcuni la profondità massima era di 3.0 km; 3.2 km; 3.6 km; 3.9 km.

Non ci sono dubbi sull'origine magmatica di questi ultimi, quello che lascia perplessi però è la presenza di una così poco profonda ma diffusa attività sismica in tutta l'area sommitale del vulcano.
Impossibile sapere con certezza quando inizierà la prossima eruzione, ma dopo alcuni mesi in cui questo genere di fenomeno a bassa profondità si è fatto la norma, se ne può concludere che sia questione di tempi relativamente brevi.

GLI STATI UNITI ACCRESCONO IL LORO ESERCITO


L'esercito americano sta offrendo bonus per un valore fino a $ 40.000 o contratti di arruolamento più brevi di due anni nel tentativo di reclutare almeno 6.000 quest'anno di quanto non fosse previsto.
In un rovesciamento di un prelievo che è in corso da anni, l'esercito ha ora bisogno di aggiungere 16.000 altri soldati tra le sue fila in servizio attivo dal 30 settembre alla crescita, viene delineata la legge 2017 National Defense Authorization, che richiede anche al'l'esercito di mantenere 9.000 più soldati di quanto originariamente previsto.
Questo significa che due anni di nuovi arruolamenti sono sul tavolo per quasi 100 specialità militari professionali, e il reclutamento dello US Army Command è pronto a incanalare 300.000.000 $ in bonus di arruolamento, incentivi alle assunzioni e di marketing, secondo il suo vice comandante.
Il piano di reclutamento, che include l'aggiunta di circa 600 nuovi reclutatori e incrementare la loro paga, si combinano con il piano di conservazione dell'esercito - il servizio sta offrendo grandi bonus ai soldati già esistenti pure, tra $ 10.000 per una proroga di un anno - per mettere la componente attiva a 476.000 soldati entro la fine di settembre.
In tutto, l'esercito ha bisogno di crescere da 28.000 soldati nell'esercito attivo, l'Army National Guard e Army Reserve dal 30 settembre
L'esercito poi si trova ad affrontare la sfida di determinare dove mettere tutti i nuovi organi, che saranno in totale 6.000 reclute, 9.000 soldati riarruolati e 1.000 mantenuti ufficiali.
Una decisione sulla ultimo piano di per includere la Guardia Nazionale e la Riserva dell'Esercito, entrerà nel mese di febbraio, ha detto il tenente colonnello Randy Taylor, un portavoce dell'esercito.
Questo compito è reso ancora più complicato dall'incertezza di bilancio di fronte l'esercito.
A partire dal 14 febbraio, l'esercito ha arruolato 20.600 reclute in questo anno fiscale, secondo USAREC.
In totale, il servizio è a circa il 53 per cento del suo obiettivo totale per l'anno, afferma il sergente maggiore dell'esercito Dan Dailey.
Il passo successivo è per il Congresso ad approvare un disegno di legge di stanziamenti con un budget per abbinare i nuovi numeri.
Dailey si è detto fiducioso che l'esercito avrebbe ottenuto abbastanza soldi nel bilancio di quest'anno per formarsi adeguatamente e dotare l'afflusso di nuovi soldati - e pagare i bonus che l'esercito promette di soldati vecchi e nuovi.
"Stiamo per tornare indietro e chiedere più soldi", ha detto Dailey.
Egli ha aggiunto che i leader di alto livello dell'esercito hanno a lungo dato l'allarme su quanto l'esercito si stava riducendo.
"Negli ultimi anni, abbiamo parlato circa il rischio con la dimensione della nostra forza", ha detto Dailey. "[Capo di Stato Maggiore Gen. Mark Milley] ha reso molto chiaro che lui è a disagio con il nostro rischio. Abbiamo comunicato con il Congresso che abbiamo bisogno di aumentare la nostra forza".
Ma i numeri non sono tutto, ha detto.
"Abbiamo bisogno delle risorse necessarie per compiere le missioni che abbiamo a portata di mano", ha detto, compreso tutto da obblighi di comandanti combattenti nel Pacifico, Europa, Medio Oriente e oltre, fino alle prestazioni e il morale, del benessere e programmi di tempo libero a casa che forniscono un'elevata qualità di vita per i soldati.

martedì 21 febbraio 2017

DONALD TRUMP NOMINA ALLA SICUREZZA NAZIONALE IL TENENTE GENERALE MCMASTER


WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump, ha nominato il tenente generale in congedo H. R. McMaster nuovo consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca. McMaster, stratega militare, succedera' a Michael Flynn. McMaster, stratega militare acclamato per il suo contributo all'evoluzione delle dottrine militari statunitensi nel Golfo Persico e in Iraq, è anche una sorta di outsider: come sottolinea il quotidiano Washington Post, nel corso della sua carriera ha trascorso pochissimo tempo negli uffici del Pentagono e nelle stanze del potere di Washington e questo ''potrebbe ostacolarlo'' nell'esercizio delle sue funzioni, ma forse proprio per questo scelto da Trump in quanto non compromesso con le lobby militari. La nomina di McMaster e' stata accolta entusiasticamente dal fronte neo-conservatore: John McCain, una delle figure del Partito repubblicano piu' critiche nei confronti di Trump, ha elogiato la nomina del generale su Twitter: ''Il tenente generale HR McMaster e' una scelta straordinaria per il ruolo di consigliere della sicurezza nazionale; un uomo di genuino intelletto, carattere ed abilita''', ha scritto il senatore.
Trump ha scelto parole simili per annunciare la nomina dell'ufficiale alla stampa, dalla sua residenza in Florida. McMaster, oggi 54 enne, balzo' agli onori della cronaca quando, da giovane ufficiale, critico' ferocemente lo stato maggiore congiunto Usa per la gestione della Guerra del Vietnam. Gli e' attribuito il merito d'aver elaborato la svolta strategica metta in atto dal generale David Petraeus in Iraq, e che consenti' agli Usa di ribaltare una difficilissima situazione sul campo.

Fonte:http://www.ilnord.it/i-5502_TRUMP_NOMINA_DURO_MCMASTER

UN MISTERIOSO SISTEMA ANTI-MISSILE DIFENDERA' I CIELI DI MOSCA


Taghiev non ha fatto dichiarazioni esplicite riguardo un particolare sistema di difesa antimissilistica, ma si può supporre che si tratta del promettente sistema sviluppo antimissile "Nudol" Mosca A-235, che presto dovrebbe sostituire gli "Amur" A-135.
Il colonnello ha riferito di test di lancio periodici di missili già dotati di armamenti sul campo di Saraj Shagan, per la verifica delle caratteristiche tattiche e tecniche, probabilmente, di missili a corto raggio 53Т6 utilizzati sugli "Amur" e di esercitazioni per un nuovo sviluppo del progetto "Almaz-Antey". In verità vige una completa segretezza riguardo tutti gli elementi esistenti di sviluppo antimissile e questo non è chiaro: sarà un razzo assolutamente nuovo o una modifica del 53Т6?
La versione modificata la chiamano proprio "successore" 53Т6, ma la modifica di un vecchio razzo, necessita, in effetti, di un nuovo sviluppo, soprattutto per quanto riguarda il contenuto tecnologico del progetto. La produzione dei 53Т6 è stata interrotta e tutte le sue attrezzature e disegni sono stati distrutti negli anni 90, dunque la produzione di razzi è dovuta ripartire praticamente da zero.
Taghiev ha definito unico questo promettente razzo, senza analoghi al mondo, ma bluffa un pò, quando dice che l'unica caratteristica segreta del un nuovo missile è la velocità, pari a 3 km/s, cioè più di 8M.
Le caratteristiche del vecchio razzo erano segrete e per questo contengono molte arbitrarietà: il valore minimo di velocità iniziava da 3,6 km/s e terminava con un livello di valori al limite della follia: 14M. In questo modo, possiamo solo supporre che il nuovo missile, che arbitrariamente chiameremo 53Т6М, dovrebbe superare il vecchio in almeno un paio di potenzialità.
È noto, inoltre, che il 53Т6М è dotato di testata cinetica, cioè è capace di distruggere un missile durante uno scontro diretto. Ciò significa, in primo luogo, che ha una maggiore precisione di guida grazie a un sistema di controllo più evoluto. In secondo luogo, durante le manovre a velocità elevate, il razzo è capace di sopportare un enorme sovraccarico.
La maggior parte delle caratteristiche 53Т6М hanno carattere valutativo.
L'altezza a cui il missile è in grado di intercettare l'obiettivo è 30 km, la distanza di lancio arriva fino a 100 km. Il suo massimo di sovraccarico è 210 g longitudinali, 90 g trasversali. La massa del razzo armato di motore solido a reazione si avvicina alle 10 tonnellate. Questa massa, con il combustibile, raggiunge il 75% della massa di partenza del razzo.
Bisogna ricordare che le due precedenti modifiche dei sistemi antimissilistici Mosca, A-35 e A-135, sono piuttosto spaventose: non solo per il missile balistico intercontinentale, che però hanno dovuto eliminare. Per garantire l'annientamento dei missili, che rappresentano una minaccia nella regione di Mosca, in essi vengono utilizzati testate nucleari da combattimento. Nei missili E-35 la carica aveva una capacità di 2 Mt, mentre gli E-135 erano in grado di abbattere fino a 20 ct. grazie all'utilizzo di un potente flusso di neutroni, capaci di neutralizzare le carica dei missili in fase d'attacco. Ora la potenza è stata ridotta a 10 ct.
L'attuale sistema E-135, che presto sarà sostituito dal E-235, è stato messo in servizio nel 1995. I suoi sviluppatori progettisti sono stati la Vympel e l'Istituto di ricerca di costruzione di strumenti radio.
Gli A135 sono composti da:

• radar di rilevamento Don-2N, unico nelle sue caratteristiche. Nel corso della collaborazione russo-americana negli anni duemila, solo questo radar poteva individuare la traiettoria di un oggetto spaziale del diametro di 5 cm ad una distanza di 2000 km;

• due tipi di missili intercettori di base mineraria: di media ed estrema intercettazione;

• 7 complessi di fuoco;

• centro di comando e calcolo con l'elaboratore elettronico Elbrus-2.

Naturalmente, gli A-135 non possono respingere tutte le risorse dei missili balistici intercontinentali a disposizione degli Stati Uniti. Tuttavia, la sua potenza è cresciuta notevolmente rispetto agli E-35, garantendo l'intercettazione sincrono di due sottomarini strategici americani, ciascuno dei quali armato di 16 missili, con 3 testate nucleari.
Il missile a lungo raggio 51Т6 è costruito con uno schema combinato: il primo stadio solido, nel secondo vengono utilizzati razzi a propellente liquido.
L'area interessata va in altezza da 70 km a 670 km. I dati sulla distanza sono contraddittori: i minimi sono pari a 130 km, i futuri, secondo varie fonti, andranno da 350 km a 850 km. Questi missili sono stati in servizio fino al 2006, dopo di che, è iniziato il loro smantellamento.
Ora il cielo della regione di Mosca custodisce un missile a corto raggio 53Т6, un razzo che ha il record mondiale di saturazione energetica. Il capo costruttore dello sviluppo, A. Basistov, dopo la fine delle esercitazioni statali, ha detto che la capacità di questi missili è significativamente più alta di quanto non si creda: "il sistema ha mostrato notevoli risorse su tutti i parametri. La velocità antimissilistica dei 53Т6 può realizzare l'annientamento di obiettivi balistici a lungo raggio 2,5 volte più grandi e ad altitudini 3 volte superiori di quelle che noi oggi abbiamo certificato. Il sistema è pronto ad eseguire i suoi compiti con satelliti a bassa orbita e altre attività".
Per la progettazione degli E-235 gran parte dell'attrezzatura ha subito una profonda riqualificazione. Questo lo hanno cominciato a realizzare nell'ultimo decennio. Negli ultimi anni, la distanza d'azione e risoluzione sono migliorate di due volte. È notevolmente aumentata la potenza di calcolo del centro di comando.
Al posto dell'ormai arcaico Elbrus-2 ci sarà il moderno calcolatore elettronico Elbrus-3M, per un nuovo elemento base. Sono stati sviluppati nuovi e più sofisticati algoritmi di individuazione degli obiettivi, per individuare e prevedere la traiettoria di volo.
Ora in servizio ci sono gli 53Т6 e li completano i nuovi missili a lungo raggio. Appare migliorata anche la versione dell'antimissile a corto raggio, di cui ha riferito il colonnello Taghiev. E in un futuro poco lontano dovrebbe apparire anche l'antimissile a medio raggio, di cui non si sa assolutamente nulla.
Il missile a lungo raggio è un mezzo del settore antimissilistico, l'avviamento di lancio è avvenuto nel 2014 al poligono di Plesetsk. Secondo un rapporto del Ministero della difesa americana, nel mese di maggio 2015, il razzo ha colpito con successo l'obiettivo satellite. Le informazioni a disposizione dicono che la portata di questo razzo può raggiungere i 1500 km, e il punto più alto della traiettoria è di 750 km.
Nel sistema di difesa antimissilistica di nuova generazione non sono presenti le testate nucleari. Le componenti da combattimento sono ad azione cinetica o esplosiva. L' importante è che se prima gli antimissile erano composti da una base mineraria di partenza, ora sono mobili, con carrello a ruote. Quindi c'è la possibilità che il nuovo sistema di armi sarà capace di proteggere non solo Mosca e dintorni.


Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702214105183-sistema-antimissile-coprira-cielo-di-mosca/

LA REPUBBLICA CINESE REAGISCE BRUSCAMENTE ALLA PROVOCAZIONE AMERICANA

La Cina rispetta la libertà di navigazione nel Mar Cinese meridionale garantita dal diritto internazionale, ma è risolutamente contro i tentativi di minaccia alla sovranità dei paesi della regione.

Lo ha detto in una conferenza stampa il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri Geng Shuang. In precedenza è stato riferito che un gruppo di portaerei americane d'attacco ha iniziato a pattugliare il Mar Cinese meridionale in un momento di tensione lungo i confini della regione.
"La Cina considera adeguata la comunicazione. La Cina rispetta la libertà di mare e di navigazione aerea, nel Mar Cinese meridionale sulla base del diritto internazionale, ma condanna con forza il tentativo di altri paesi di minacciare e mettere in discussione la sovranità e la sicurezza costiera dei paesi, con il pretesto della libertà di mare e di navigazione aerea. Ci auguriamo che i paesi siano rispettosi e possano fare di più per la pace e la stabilità nella regione" ha detto Geng Shuang, rispondendo alla domanda su come Pechino commenti il pattugliamento della squadra d'assalto della Marina degli USA nel Mar Cinese meridionale.
Il nuovo segretario di Stato USA Rex Tillerson, prima di entrare in carica, ha detto che gli Stati Uniti devono inviare alla Cina "un segnale chiaro" sull'inammissibilità delle sue azioni sulle isole contese nel Mar Cinese meridionale. Egli ha anche definito illegale la costruzione della Cina di isole artificiali in mare.
Pechino ha risposto di operare legalmente e nell'ambito della sua sovranità territoriale.
Tra la Cina e alcuni paesi della regione, come Giappone, Vietnam e Filippine, ci sono delle controversie sui confini marini e aerei nel Mar Cinese meridionale e nel mar Cinese Orientale. La Cina ritiene che le Filippine e il Vietnam utilizzino consapevolmente il supporto americano per un'escalation delle tensioni nella regione. La corte permanente dell'Aja nel luglio 2016, dopo una causa intentata dalle Filippine, ha deciso che la Cina non ha ragione di rivendicazione territoriale nel Mar Cinese meridionale.
La corte ha deciso che la controversia per i territori contesi dell'arcipelago delle isole Spratly non sussiste e le isole non costituiscono zona economica esclusiva. La Cina non ha riconosciuto questa decisione del tribunale arbitrale.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702214104170-cina-usa-pattugliamento-mare/

CILE: SEGNALI DI RISVEGLIO DAL VULCANO PLANCHON-PETEROA


Il servizio SERNAGEOMIN descrive le seguenti informazioni ottenute da apparecchiature di monitoraggio elaborate e analizzati al Osservatorio Vulcanologico Sud delle Ande, un centro di interpretazione dei dati della Rete Nazionale dei Vulcani.
Il 19 febbraio alle 03:26 ora locale (06:26 GMT), le stazioni di monitoraggio installate nei pressi del complesso vulcanico Planchon-Peteroa, hanno registrato un terremoto associato con fratturazione della roccia (vulcano tettonico). L'evento è stato situato 3,7 km a nord-ovest (NNW) del cratere principale.
L'evento è stato preceduto da un terremoto VT di tipo di grandezza inferiore, e dopo l'evento, una replica di magnitudo più bassa è stata registrata.
Inoltre, quando il rapporto è stato emesso, la registrazione delle repliche è cessata.
Non ci sono informazioni da parte delle autorità o la comunità circa le percezioni nelle aree limitrofe.
Il livello di allerta vulcanica tecnico rimane giallo.
Si tratta di un vulcano che ha prodotto eruzioni molto intese, la sua ultima eruzione risale al 2011 la cui cenere giunse fino in Argentina.

Fonte:http://lechaudrondevulcain.com/blog/2017/02/21/february-21-2017-en-ubinas-planchon-peteroa-piton-de-la-fournaise-fuego/

ISLANDA: GRIMSVOTN, ORAEFAJOKULL E KATLA IN MOVIMENTO


Dopo l'eruzione del 2011 il vulcano Grimsvotn, nel centro del Vatnajokull, nei mesi scorsi ha chiaramente manifestato un nuovo aumento dell'attività sismica,  evidente fatto che la sua camera magmatica si stava nuovamente ricaricando.
Questo vulcano erutta con una media di 3-4 anni, ma dopo la sua ultima eruzione, la maggiore da 140 anni del 2011 è rimasto insolitamente silenzioso.

Il vulcano tuttavia in questi giorni ha manifestato un deciso incremento sismico in tutta l'area circostante del sito dell'ultima eruzione con scosse di terremoto tra i 7 chilometri e i 100 metri di profondità, chiaro segno che una nuova eruzione e molto vicina.
Si tratta di un vulcano con la maggiore frequenza di eruzioni in Islanda.
A sud-ovest del ghiacciaio Vatnajokull invece si trova il vulcano Oraefajokull.
Si tratta di un sistema vulcanico a magma riolitico, vale a dire con elevati contenuti di silice il che lo rendono un un vulcano tipicamente esplosivo, in grado quindi di produrre eruzioni tipicamente pliniane con breve preavviso come il Saint Helens negli Stati Uniti e il Pinatubo nelle Filippine.
Nei giorni scorsi il vulcano Oraefajokull ha prodotto una scossa di magnitudo 2.7, collocata a profondità di appena 2 chilometri, un chiaro segnale che il magma si trova a poca profondità.

Oraefajokull si è risvegliato due volte in tempi storici. Nel 1362, il vulcano ha eruttato in modo esplosivo, con enormi quantità di cenere espulse.
Il distretto di Litla-Herad è stata distrutta dalle inondazioni.
Un'eruzione nel mese di agosto 1727-28 era minore, anche se le inondazioni hanno causato comunque parecchi danni.
Nel corso degli ultimi anni l'attività sismica nell'area del vulcano è aumentata tuttavia prevedere la sua prossima eruzione è impossibile in quanto i vulcani a carattere esplosivo non si comportano come quelli effusivi, in quanto spesso l'attività sismica inizia all'improvviso e precede di pochi giorni e talvolta anche ore, l'inizio dell'eruzione.
Il candidato più probabile che sembra preparare la prossima eruzione è il Katla.

L'attività sommitale del vulcano Katla si mantiene dalla scorsa estate su livelli estremamente elevati, con centinaia di scosse di terremoti tra le quali ormai decine nel complesso hanno raggiunto magnitudo tra 4.5 e 3.0, relativamente a bassa profondità.
Il 21 febbraio una scossa di magnitudo 2.8 è avvenuta sulla sommità del vulcano a livello talmente superficiale che è stata calcolata ad una profondità di 0 chilmentri, vale a dire pochi metri sotto la superficie del vulcano.

L'origine potrebbe essere di origine geotermica ma da quello che risulta nel complesso quasi tutte le scosse di terremoto sono ormai collocate a profondità relativamente bassa tra 1 e 0.1 chilometri sotto la sommità del vulcano, se fossero di origine magmatica significa che il magma all'interno del vulcano si trova a una profondità di relativamente massima di un chilometro e di conseguenza è ormai prossimo ad un'eruzione, se invece fossero di origine geotermica significa che l'acqua prodotta dal disgelo della neve a causa dell'aumento delle temperature è letteralmente in ebollizione in tutta l'area della caldera e anche qui indica la presenza di una vasta massa di magma a scarsa profondità.
In entrambi l'attività sulla sommità di Katla è in fermento.
Sorprende piuttosto il fatto che il vulcano non sia già in eruzione.

lunedì 20 febbraio 2017

UN MONDO SCONOSCIUTO SOTTO UN SOLE SCONOSCIUTO - SECONDA PARTE


Questo articolo ricalca il seguito di un'altro articolo scritto nel 2013, quando si faceva riferimento a come la Radiazione Cosmica durante le crisi solari sembra essere responsabile di un'aumento del decadimento radioattivo all'interno del nostro pianeta a causa di un'aumento dei neutroni, durante la quale si evidenzia come i periodi di bassa attività solare sono responsabili di un naturale lieve aumento dell'energia termica interna al nostro pianeta causando fasi più intense di fenomeni di vulcanismo e attività sismica.

Quando venne scritto il primo articolo la Radiazione Cosmica nei grafici era in un trend ancora basso, in quanto l'attività solare era più intensa, tuttavia ora sembra che con un nuovo declino dell'attività solare il fenomeno si stia nuovamente intensificando.

L'attività mensile del ciclo solare 24 dal dicembre 2008 (rosso) rispetto ai cicli medi solari 1-23 (blu) e la molto simile al Ciclo Solare 5 (nero).
L'immagine più in alto mostra l'aumento dei neutrono prodotti dalla Radiazione Cosmica rispetto al 2013, di cui si faceva menzione nella prima parte.Dopo aver spiegato nel dettaglio con tanto di numerose vicende storiche i grandi fenomeni di vulcanismo durante i minimo solari della Piccola Età del Ghiaccio come Minimo di Maunder, Minimo di Dalton, Minimo di Spoerer e Minimo di Wolf, è interessante notare come ad accompagnare questo aumento della Radiazione Cosmica stiamo assistendo puntualmente ad un'incremento del rischio vulcanico in differenti aree del pianeta.
Islanda

Il vulcano Katla dalla scorsa estate è costantemente rimasto irrequieto come non lo era dal 2011 (anno in cui la stessa Radiazione Cosmica era ancora alta).Nel 2011, l'attività geologica ha portato molti a speculare sul fatto che una piccola eruzione subglaciale aveva avuto luogo.
Nel giugno del 2011, il tremore armonico è stato nuovamente rilevato sul vulcano Katla.
Pochi giorni dopo, un sciame sismico ha avuto luogo nella caldera, segnale di movimento del magma all'interno del vulcano, portando ad un aumento di timori di una eruzione nel prossimo futuro.
L'8 e il 9 luglio, un altro picco di tremore armonico si è verificato.
Nuove fratture si sono formate sul ghiacciaio, così come una calderone di acqua da disgelo, a causa dell'attività geotermica.
La mattina del 9 luglio, un inondazione dal ghiacciaio è stata segnalata nel fiume Múlakvísl, e anche in seguito nel fiume Skálm.
Il ponte è stato distrutto a Múlakvísl così come altre parti della strada, Route 1, sulla tangenziale islandese.
Quest'anno
 
Le scosse di terremoto sono continuate fino ad oggi e ora hanno assunto una tendenza piuttosto chiara, sono diventate a maggioranza a profondità inferiori al chilometro, segno chiaro che il vulcano è ormai vicino ad una nuova fase eruttiva e il magma è proprio il cratere.
Cile

Il vulcano Lanin, in Cile, ha manifestato decine di micro terremoti di origine vulcano-tettonica.
Un totale di 59 terremoti sono stati registrati in 45 minuti.
Per quanto riguarda l'attività di superficie, nessun cambiamento è stato osservato.
Data l'importanza di questa insolita sequenza sciami su questo tipo di vulcano, il livello di allerta vulcanica tecnico è stato sollevato a giallo, con particolare attenzione alla sua evoluzione.
Il vulcano non ha eruzioni storiche conosciute.
India

L'unico vulcano attivo dell'India nelle isole Andamane e Nicobare è in eruzione, ancora una volta.
Il vulcano Barren Island, situato a circa 140 km a nord est di Port Blair, ha iniziato a eruttare nel 1991, dopo una fase dormiente di oltre 150 anni e ha mostrato attività intermittente da allora.
Un team di scienziati guidati da Istituto Nazionale di Oceanografia del dottor Abhay Mudholkar ha detto che il vulcano è attivo e stava nuovamente riversando fumo e lava.
Ecuador

Dallo scorso giugno il vulcano Cayambe continua a manifestare un'intensa attività sismica al di sopra dei livelli di norma, testimonianze di scalatori hanno riportato la presenza di nuove fratture nel ghiacciaio, probabilmente a causa di un'aumento dell'energia geotermica come un'aumento dell'odore di zolfo.


L'attività sismica cumulativa mostra una chiara tendenza al rialzo anche se si è segnalato nel mese di febbraio un leggero decremento, seppur continui a mantenersi al di sopra dei livelli di norma.
Si tratta di un vulcano a carattere esplosivo e l'ultima eruzione risale al periodo 1785-1786.
Indonesia

Il sito Mírová ha rilevato un'anomalia termica, descritta come elevata, il 18 febbraio sul vulcano Anak Krakatau.
Un'evidente segnale che dopo una media fase di calma il vulcano si sta nuovamente facendo sentire.

Conclusione
E' interessante notare come i fenomeni di vulcanismo che stanno nuovamente facendosi sentire dopo un breve periodo di calma sembrano coincidere proprio in una fase in cui l'attività solare scende in un periodo di tranquillità e un'aumento della Radiazione Cosmica.







GLI STATI UNITI MANDANO NAVI DA GUERRA NEL MAR CINESE MERIDIONALE


L'operazione è venuta pochi giorni dopo che il ministero degli Esteri cinese ha messo in guardia Washington contro azioni che minano la sovranità della Cina nella regione.
"Esortiamo gli Stati Uniti a non prendere alcuna azione che sfidi la sovranità e la sicurezza della Cina", ha dichiarato Geng Shuang, portavoce del ministero degli Esteri cinese, nel corso di una conferenza stampa.
A sua volta, il nuovo segretario di Stato americano Rex Tillerson, anche prima di assumere l'incarico ha detto che gli Stati membri devono inviare alla Cina un "segnale chiaro" circa l'inammissibilità delle sue azioni sulle isole contese nel Mar Cinese Meridionale.
In particolare, la costruzione di isole artificiali da parte della Cina, così come le affermazioni di Pechino per quasi tutti i territori ricchi di risorse nella regione come illegali.
Cina e altri paesi, in particolare in Giappone, il Vietnam e le Filippine, hanno a lungo avuto dispute sui confini marittimi nel Mar Cinese Meridionale.
Ora Pechino ritiene che le Filippine e il Vietnam hanno usato deliberatamente il sostegno degli Stati Uniti per l'escalation delle tensioni nella regione.
Secondo i cinesi media statali, i funzionari di Pechino hanno annunciato l'intenzione di rivedere una legge di 34 anni fa sulla sicurezza marittima che permetterebbe le autorità competenti a "a far navigare alcune navi straniere di passaggio attraverso le acque territoriali cinesi".
Cina e Stati Uniti hanno mantenuto le tensioni costanti sulle navi americane in transito sul Mar Cinese Meridionale sotto le pattuglie con la bandiera della "libertà di navigazione" e la nuova legge potrebbe fornire alla Cinala potenza di fuoco legale per limitare l'accesso alle acque che sono proprie.


Fonte:https://sputniknews.com/asia/201702191050844675-us-patrol-china-sea/

venerdì 17 febbraio 2017

IL PRESIDENTE MOLDAVO HA DICHIARATO CHE SE APERTO L'UFFICIO NATO, SARA' IMMEDIATAMENTE CHIUSO

Il presidente della Moldavia Igor Dodon ha dichiarato oggi che se sarà aperto un ufficio NATO a Chisinau quest’anno, chiuderà subito dopo le elezioni parlamentari.

"A tal proposito la scorsa settimana ho interpellato l'esecutivo, loro mi hanno ripetuto che è stato sottoscritto un accordo per la sua apertura prima della mia elezione, prevedendo che lo avrei impedito. Quindi l'accordo siglato è stato ratificato dal parlamento", ha detto Dodon in un'intervista al canale Rossiya-24.
Dodon ha sottolineato che "per legge loro possono aprire questo ufficio NATO".
"Ma li ho avvertiti ce se lo apriranno quest'anno, noi lo chiuderemo subito dopo le elezioni parlamentari. Quindi che senso ha aprirlo?", ha osservato.
Il presidente moldavo ha aggiunto che la sua visita a Bruxelles agli inizi di febbraio è stata realizzata principalmente con l'obiettivo di incontrare l'amministrazione NATO e fargli presente la sua posizione.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702174089002-moldavia-dodon-ufficio-nato/

BREVE: PARLAMENTO EUROPEO DECIDE DI CREARE UN'ESERCITO COMUNE EUROPEO


La risoluzione è stata votata da 283 eurodeputati, dei quali 83 si sono astenuti.
Il documento contiene anche disposizioni per rafforzare la centralizzazione dell'Unione europea e per la creazione della carica di Ministro delle finanze UE.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702174088769-Parlamento-europeo-approva-risoluzione-creazione-esercito-UE/

IL PRESIDENTE DI DONETSK ANNUNCIA LA VOLONTA' DI LIBERARE LE ZONE OCCUPATE DAI MERCENARI DEL REGIME UCRAINO

Il capo della repubblica popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko ha dichiarato la volontà di prendere militarmente le zone del Donbass controllate da Kiev.

"Abbiamo sempre detto che la liberazione dei territori occupati delle regioni di Donetsk e Lugansk è il nostro compito collettivo. E abbiamo sempre detto che è auspicabile farlo con mezzi politici. Se questo a Kiev non lo capiscono, allora lasciate che vi ricordo che siamo in grado di farlo con l'esercito" cita le parole di Zakharchenko l'agenzia Interfax.
In precedenza i capi delle repubbliche autoproclamate Igor Plotsnitsky e Aleksandr Zakharchenko hanno detto di aver sviluppato un programma di assistenza umanitaria ai residenti delle zone controllate da Kiev nel Donbass.

Fonte:https://it.sputniknews.com/mondo/201702174088628-Zakharchenko-annuncia-della-volonta-intraprendere-azioni-militari-contro-Kiev/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog