ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


mercoledì 28 dicembre 2016

BREXIT 2016: NEL 2017 INIZIA L'ATTESA SEPARAZIONE DALL'UNIONE EUROPEA




La Gran Bretagna è sempre stato un membro riluttante dell'Unione europea.
E ' uno stato non l'ha mai voluta veramente, in primo luogo.
Nel 1963, il presidente francese Charles de Gaulle ha posto il veto britannico nell'applicazione di unirsi a quella che oggi è l'Unione europea, dichiarando: "Angleterre, ce n'est plus grand scelto" (Inghilterra non è più molto).
De Gaulle ha ribadito questo quattro anni più tardi e il Regno Unito ha deciso di premere per l'adesione di nascosto e di aspettare fino a quando de Gaulle era scomparso.
Il Regno Unito, infine, si è unito nel 1973 quello che allora era conosciuto come il "mercato comune" - un blocco commerciale - sotto il primo ministro conservatore Edward Heath.
La strada per il divorzio ha avuto inizio con Heath, che ha detto in una trasmissione televisiva, Gennaio 1973:
"Ci sono alcuni in questo paese che temono che ad andare in Europa, saremo in qualche modo a sacrificare l'indipendenza e la sovranità. Questi timori, non ho bisogno di dire, sono del tutto ingiustificati."
Tuttavia, il blocco si è trasformato dall'essere un blocco commerciale - basato sulla vecchia europa del carbone e dell'acciaio (CECA) e la Comunità Economica Europea (CEE), formato da Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Germania Ovest nel 1951 e 1958, rispettivamente, - ad un blocco più politico sotto controllo del Trattato di Maastricht del 1992, che ha istituito l'Unione Europea nel 1993.
Il trattato di Maastricht - firmato da un altro conservatore primo ministro, John Major - ha portato ad un'ulteriore controllo e integrazione dell'UE, maggiori poteri per il Parlamento, nonché la creazione della moneta unica dell'euro. Tuttavia, il Regno Unito non è andato insieme a tutti del Trattato di Maastricht. Né ha un account con altri emendamenti.
Il Regno Unito non è un membro della zona della moneta unica la famigerata zona euro, né un partecipante nella zona di Schengen - la zona di libera circolazione non protetta dai controlli alle frontiere.
Si tratta di due fattori importanti quando si considera la crisi attuale stabilità all'interno della zona euro e l'effetto della crisi dei clandestini sui paesi Schengen.
Il trattato di Maastricht - visto da molti nel partito conservatore come una capitolazione in Europa e un rovesciamento della promessa di Heath della sovranità - ha creato scompiglio all'interno dei conservatori e ha portato alla fondazione del UK Independence Party, con l'ex-Tory Nigel Farage come uno dei suoi fondatori.
Così amara è stato l'acrimonia all'interno del partito che l'ex primo ministro John Major - che ha firmato il trattato - ha perso le elezioni 1997 sulla questione e tenuto i conservatori potere per 13 anni.
I conservatori finalmente sono scivolati al potere - in coalizione con i Liberaldemocratici - nel 2010, ma ancora la questione della sovranità britannica e gli eccessi di Bruxelles è stato un anno di divisione.
Nel tentativo di vincere le elezioni 2015, il primo ministro David Cameron è stato costretto a promettere un referendum In-Out sulla questione entro la fine del 2017.
Nel momento in cui la data è stato annunciato campagne rivali hanno iniziato la campagna.
I più grandi cannoni del mondo sono stati a favore della campagna di Cameron, di rimanere.
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto che il Regno Unito dovrebbe essere al "fondo alla coda" se avese lasciato l'UE e Christine Lagarde, direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, ha avvertito: "Non abbiamo trovato nulla di positivo da dire su un voto Brexit ".
Cameron ha invocato ricordi delle battaglie di Waterloo e Trafalgar nel suggerire che girando le spalle l'UE potrebbe mettere la Gran Bretagna a rischio di una nuova guerra. "L'isolazionismo non è mai servito a questo Paese.
Ogni volta che rivolgiamo la nostra spalle all'Europa, prima o poi si arriva a pentirsene. E se le cose vanno male in Europa, cerchiamo di fingere che possiamo essere immuni dalle conseguenze", ha detto Cameron.
Alla fine, il 'Progetto Paura' è stato un disastro.
Più si cercava di far illudere la gente che lasciare l'UE significherebbe una catastrofe per la Gran Bretagna, più determinati sono diventati. La questione determinante per molti - e in particolare quelli dei conservatori - è stata l'incapacità di controllare il numero di lavoratori migranti dell'UE nel Regno Unito e la perdita percepita di sovranità britannica sui diritti umani, la giustizia e controlli alle frontiere britanniche.
Il popolo britannico ha consegnato il ​​loro verdetto, il 23 giugno, con un voto del 52 per cento di lasciare l'Unione Europea contro un voto del 48 a rimanere. Sei mesi più tardi, il governo britannico - ora sotto il primo ministro Theresa May - ha ancora da far scattare l'articolo 50 del trattato di Lisbona , per iniziare il processo formale di lasciare.
Il dissenso su ciò che esattamente si intende per "Brexit" la maggior parte di tutto come il Regno Unito dovrebbe districarsi dalla pericolosa macchina di Bruxelles e quale sarà il suo rapporto futuro con esso.
Tale ultimo problema dovrebbe essere cima all'ordine del giorno per il 2017.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201612281048750638-brexit-referendum-background-2016/

L'IMPERO DEL SOL LEVANTE COSTRUIRA' UN PONTE ENERGETICO CON LA RUSSIA DA $ 110.000.000.00

La visita del presidente Putin in Giappone all'inizio di questo mese sta dando i suoi frutti, con l'economia industriale del Giappone che ha fame di forniture di energia, la Russia può cominciare a fornire la nazione asiatica con l'elettricità molto presto.



Gli investitori giapponesi stanno cercando di investire pesantemente in un progetto che collegherebbe dall'Estremo Oriente la Regione di Primorye della Russia e Sakhalin con il nord dell'isola giapponese di Hokkaido tramite una rete energetica.
Parlando ai media russi all'inizio di questa settimana, Oleg Budargin, direttore generale della società elettrica russa Rossetti, ha spiegato che le controparti giapponesi della società erano quelli a proporre l'idea.
"Le aziende giapponesi sono venuti da noi al San Pietroburgo Economic Forum di quest'anno con una proposta: costruire un ponte energetico russo-giapponese", ha detto Budargin, parlando con i giornalisti a Kaliningrad.
Il funzionario della compagnia ha ricordato che l'idea di questo tipo di progetti su larga scala è stata discussa per diversi decenni, anche se in passato la Russia è stato quella ad avviarne le discussioni.
Budargin ha detto che gli imprenditori giapponesi sono pronti a investire fino a $ 11 miliardi nel progetto.
Essi ora devono affrontare diversi ostacoli sul piano nazionale, che devono prima essere superate.
In particolare, il governo del paese avrebbe dovuto prima di modificare o eliminare una legge nazionale che vieta l'importazione di energia elettrica da altri Paesi.
Sottolineando i potenziali vantaggi del progetto, Budargin ha ricordato che il Giappone non ha riserve di idrocarburi propri, e che dopo il disastro alla centrale nucleare di Fukushima nel 2011, la fiducia delle autorità nell'uso del nucleare ha colpito al minimo storico.
La Russia, dal canto suo, ha tutte le risorse necessarie per l'esportazione di energia elettrica, e non avrebbe nemmeno bisogno di costruire nuove capacità di generazione.
Al momento, oltre il 30% della capacità di generazione dell'Estremo Oriente della Russia è costituita da riserve.
Rossetti ha già firmato un memorandum multinazionale 'sulla creazione di un mercato per l'energia elettrica nella regione Asia-Pacifico'.
Sulla base di tale documento, i governi e le compagnie energetiche nazionali stanno conducendo trattative per quanto riguarda l'integrazione delle infrastrutture energetiche regionali.
Insieme con la Russia e il Giappone, la Cina, la Mongolia e Corea del Sud sono coinvolti anche in questo sforzo.
Questi negoziati hanno un futuro luminoso, ha sottolineato Budargin.

Fonte:https://sputniknews.com/business/201612281049071610-japan-russia-energy-bridge-prospects/

LA GENERAZIONE DI ARMAMENTI IPERSONICI RUSSI E' SUPERIORE A QUALSIASI POTENZIALE AGGRESSORE




"Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che, se appena permettiamo a noi stessi di rilassarsi anche solo per un minuto, consentiremo almeno un fallimento importante nella modernizzazione dell'esercito e della marina, nella formazione delle truppe, la situazione potrebbe cambiare velocemente ", ha detto il presidente.
Uno dei principali componenti della capacità della Russia rche espingono ogni potenziale aggressione sono gli armamenti ipersonici.

La Strategia Hypersonic della Russia

Nel mese di marzo, l'industria della difesa russa ha iniziato i test del nuovo missile ipersonico Tsirkon 3M22, che è stato progettato per essere trasportato da navi da guerra e sottomarini avanzati e modernizzati.
La produzione del missile dovrebbe essere lanciata nel 2017.
L'Ammiraglio Nakhimov e gli incrociatori di missili a propulsione nucleare Pyotr Veliky saranno i primi a ricevere le nuove armi.
Il 25 ottobre, la Russia ha testato con successo una testata ipersonico per i missili intercontinentali avanzati.
Il veicolo ipersonico (noto con il nome in codice di sviluppo Izdelie 4202) è stato lanciato da una gamma nella regione di Orenburg e ha raggiunto alla gamma Kura in Kamchatka.
Vale la pena notare che i sistemi elettronici di bordo, attrezzature elettroniche e sistema di controllo della Izdelie 4202 sono stati sviluppati e realizzati in Russia, come parte di un piano di sostituzione delle importazioni industriale su larga scala.
In precedenza, Boris Obnosov, direttore del Tactical Missiles Corporation, ha detto che la Russia sta sviluppando veicoli volanti ipersonici.
Allo stesso tempo, il comandante dei missili russo e forze di artiglieria il tenente generale Mikhail Matveevsky ha confermato che la Russia sta sviluppando un nuovo tipo avanzato di testate.
Il 6 ottobre, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha detto che la Russia utilizzato nuovi missili Kh-101 ipersonici con una gamma di fino a 4.500 km durante la sua operazione militare in Siria.
Un veicolo può essere descritto ipersonico se può raggiungere una velocità di oltre 4500 chilometri all'ora.
Un veicolo ipersonico non poter essere mosso con un motore a reazione normale.
Si richiede l'uso di un motore ramjet a combustione supersonica.
La Russia ha sviluppato un nuovo tipo di combustibile, la Detsilin-M, con un aumento del 20 per cento della capacità di energia.
Dopo che un veicolo ipersonico accelera alla velocità designata inizia un volo maneggevole nell'atmosfera in condizioni di alta temperatura.
A velocità ipersonica, un veicolo è avvolto in una nuvola di plasma in grado di bruciare le antenne, sensori e dispositivi di controllo. In tali condizioni, materiali e tecnologie più avanzate sono necessarie per consentire il funzionamento dei sistemi di obiettivi e l'acquisizione del controllo del mezzo.
Una testata ipersonico viaggia ad una velocità di circa Mach 15 (sette km al secondo) ad una altitudine di 100 km. Prima di entrare nella densa atmosfera esegue una manovra complicata per penetrare la difesa missilistica del nemico. Gli armamenti ipersonici sono in grado di superare qualsiasi dei tipi esistenti di difesa missilistica.
Gli specializzati si aspettano che i sistemi missilistici ipersonici manterranno la parità militare e strategica nei prossimi decenni.
Ad esempio, il missile pesante Sarmat della Russia si prevede trasportare missili ipersonici.
I test di caduta del missile Sarmat inizieranno nel 2017.
La Russia sta attualmente sviluppando la prervenzione da ogni tipo di aggressione in tutti gli ambienti, compreso lo spazio. Il 28 ottobre, il ministro delle Finanze Anton Siluanov ha detto che la Russia continuerà la modernizzazione delle sue forze armate.
In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha fissato un obiettivo di modernizzare il 79 per cento della struttura militare russo entro il 2020.
L'Occidente sta osservando con nervosismo la situazione, citando uno studio da parte della Forze Armate degli Stati Uniti, il Washington Free Beacon ha riferito che Washington è "in ritardo rispetto alla Russia e la Cina nella corsa alla tecnologia" per lo sviluppo di entrambe le armi ipersonici difensive e offensive.
"La Repubblica Popolare Cinese e la Federazione Russa fanno già le prove di volo ad alta velocità di manovra delle armi (HSMWs) che possono mettere in pericolo sia le forze degli Stati Uniti in avanti dispiegate e anche negli Stati Uniti continentali in sé. Queste armi sembrano operare in regimi di velocità e altitudine , con la manovrabilità che potrebbe vanificare i costrutti di difesa missilistica esistenti e le capacità di armi " afferma una sintesi della relazione letta.
Secondo lo spagnolo quotidiano on-line El Confidencial, la Russia sta ultimando lo sviluppo del nuovo missile RS-28 Sarmat missile, che mira a sostituire l'attuale R-36 Voevoda (nome in codice NATO Satana).
"Il missile può raggiungere velocità fino a 7000 chilometri all'ora e può colpire obiettivi sul territorio degli Stati Uniti. Il missile ha nuovi motori potenti e un design più leggero" spiega l'articolo.
Secondo la pubblicazione, il nuovo missile ha un peso di oltre 100 tonnellate e un carico utile di 10 tonnellate. Questo può essere una testata di 50 megaton o 10-15 testate nucleari in grado di eseguire manovre ipersonici.
The National Interest anche toccato l'aviazione da combattimento russa.
"I russi non sono solo l'obiettivo di dotare il nuovo caccia con le armi ipersoniche, Mosca sta progettando la sua cellula di sesta generazione per essere in grado di raggiungere la velocità ipersonica," spiega Dave Majumdar, editor di difesa della NI.


Fonte:https://sputniknews.com/military/201612231048923132-russia-hypersonic-weapons/

LA MARINA RUSSA ORA CONNESSA DIRETTAMENTE DAL FONDALE MARINO




La marina russa ora vanta un avanzato sistema di Wi-Fi che collega veicoli sottomarini e le attrezzature a Internet per garantire la ricezione e la trasmissione di informazioni audio e digitali stabili, conferma Izvestia.
Il sistema di dialogo, sviluppato da OceanPribor e già ribattezzato "modem" sottomarino dai marinai russi, trasmette segnali vocali e digitali a 35 chilometri di distanza.
Un rappresentante del servizio stampa del OceanPribor ha detto al giornale che i modem idro-acustici sono già stati installati sui sommergibili unici Rus, Konsul, Bester e anche sul drone sottomarino Klavesin.
Anche i sommozzatori della Marina utilizzano il sistema di comunicazioni mobili Vuoksa che, a differenza dei sistemi di comunicazione digitali che utilizzano le onde elettromagnetiche per la trasmissione di informazioni, lo fa tramite onde acustiche.
Per assicurarsi che il segnale in uscita non si diffonda e per evitare l'effetto Doppler che può comportare gravi distorsioni delle informazioni trasmesse, gli sviluppatori del sistema usano metodi matematici avanzati di elaborazione dei segnali.
In questo modo si hanno scambi senza ostacoli sottomarini mobili di telefonia e trasmissioni di enormi masse di informazioni sia sulle frequenze russe e quelli utilizzati dalla Marina Militare NATO.
Artur Abelentsev, direttore generale delle comunicazioni subacquea e laboratori di navigazione, ha detto a Izvestia che, secondo gli esperti a L-3 Communications Holdings, una società statunitense che fornisce comando e controllo, le comunicazioni, l'intelligence,i sistemi di sorveglianza e ricognizione e prodotti, hanno usato il loro modem idro-acustico per fornire a due vie di comunicazioni affidabili al punto più profondo dell'oceano, un'area della Fossa delle Marianne chiamato Challenger, profonda 11 chilometri.
"Record impressionanti sono stati anche impostati dalla norvegese Kongsberg, il britannico Sonardyne e altre società, ma per il fatto che la maggior parte del lavoro sommerso in Russia è fatto a profondità non superiori a un chilometro, abbiamo bisogno di produzione di massa di modem subacquei e sommergibili che possono utilizzare per comunicare la posizione di loro stessi ", ha detto Abelentsev.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/201612251048970996-russia-navy-internet/

venerdì 23 dicembre 2016

IN FASE DI PROGETTAZIONE UN NUOVO ROMPIGHIACCIO A PROPULSIONE NUCLEARE


Interessante la nuova proposta di rompighiaccio a propulsione nucleare della Russia.
Il futuro rompi-ghiaccio, che è stato chiamato 'Leader', è stato progettato per mantenere il Passaggio a nord-est, lungo la costa artica del Paese, aperta tutto l'anno.
I piani sono stati presentati da Dmitry Rogozin, il Vice Primo Ministro della Russia.
Rogozin, 52 anni, che è stato responsabile del settore della difesa della Russia a partire dal 2011, ha rivelato che il rompighiaccio rivoluzionaria sarebbe chiamato Leader.
Si avrebbe una capacità di lavoro di 110 megawatt e sarebbe in grado di tagliare attraverso il ghiaccio fino a 4,5 metri (14,8 piedi) di profondità.
E sarebbe capace di solcare uno strato di ghiaccio di due metri (6,6 piedi) di spessore ad una velocità di 29 km all'ora (18 mph).
Leader permetterebbe alle petroliere che trasportano il gas naturale liquefatto (GNL) di peso fino a 300.000 tonnellate di passare attraverso la rotta del Mare del Nord in ogni stagione.
Il progetto è in fase di sviluppo presso il Centro di Ricerca Stato Krylov nella seconda città della Russia St Petersburg, nella parte nord-occidentale del paese.
La costruzione unica, che elimina la tradizionale disegno, darebbe al nuovo rompighiaccio la massima manovrabilità del mondo, ha aggiunto.
La via del Mare del Nord si trova interamente in acque artiche, dal Mare di Kara, al largo della Siberia, per lo stretto di Bering.
Le parti sono libere dal ghiaccio per soli due mesi all'anno.
Nel mese di giugno, la Russia ha lanciato la sua più grande rompighiaccio, Il Arktika, nella speranza di mantenere le difese nazionali e la navigazione nell'Artico.
L'enorme rompighiaccio è di 178 metri (586 piedi) di lunghezza e più di 40 metri (100 piedi), sarà in grado di rompere il ghiaccio fino a 10 piedi di spessore, e 13 piedi di profondità.
Al suo lancio, Sergey Kiriyenko, direttore generale di Rosatom, ha detto: 'Il lancio del Arktika è una vittoria in tutti i sensi. Oggi possiamo dire che entro la fine del 2017, questo rompighiaccio si unirà a Rosatomflot.
'Questo aprirà radicalmente nuove opportunità di fronte al nostro paese in termini di mantenimento delle difese nazionali e di navigazione per tutto l'anno nella regione artica e garantirà lo sviluppo economico in una regione che è di cruciale importanza per la Russia e il mondo intero.'

Fonte:http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-4054736/Russia-s-futuristic-new-weapon-race-control-Arctic-Nuclear-powered-ice-breaker-vital-coastline-open-year-round.html

PER GLI INGLESI L'UNIONE EUROPEA E' STORIA, CANZUK IL FUTURO


Non c'è dubbio che tempi pessimi attendono per l'Unione europea.
Dopo il voto storico di indipendenza Brexit del 23 giugno 2016, l'Unione Europea è stata lasciata nella propria situazione.
Non aveva solo ha perso uno dei suoi principali attori a sinistra del blocco dopo 43 anni, ma il panico si è diffuso a Bruxelles, chiedendosi se ci sarebbe stato un altro Stato membro per rivendicare l'indipendenza.
Negli ultimi mesi, l'intera struttura economica e politica dell'Europa è cambiata. Sempre più esperti stanno appoggiano i paesi a seguire le orme del Regno Unito e tenere i loro referendum per l'adesione all'UE, e le popolazioni di Francia, Paesi Bassi, Austria e Croazia stanno già spingendo la retorica anti-UE per la sovranità.
E ora, contro tutte le previsioni, il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha assicurato il suo posto alla Casa Bianca per il gennaio 2017.
Trump non ha fatto segreto delle sue opinioni riguardanti l'UE, ed era favorevole al voto ambizioso del Regno Unito contro la politica anti-establishment e "l'elite di Bruxelles".
Non commettiamo errori, l'UE ha visto giorni migliori, e il 2017 potrebbe decidere il suo destino.
L'Olanda ospita le sue elezioni parlamentari il 15 marzo, e recenti sondaggi mostrano che Geert Wilders (il leader anti-UE del Partito della Libertà) è testa a testa con i liberali del primo ministro Mark Rutte.
Se Wilders tira fuori una vittoria elettorale, i Paesi Bassi amministreranno un voto "Nexit" sull'adesione all'UE, e voteranno propensi a lasciare.
In Francia, gli elettori hanno notevolmente aumentato il supporto per il Fronte nazionale anti-UE, e con il secondo turno delle elezioni presidenziali in arrivo il 7 maggio, Marine Le Pen avrà un'apertura di prendere la corsa, soprattutto se si considera che l'attuale presidente, Francois Hollande , è il presidente più impopolare della storia francese.
E anche i grandi giocatori d'Europa stanno stringendo i denti contro gli incompetenti politici europei.
La Germania ha votato contro il suo Cancelliere attuale, Angela Merkel, in una serie di elezioni regionali dopo una politica dei rifugiati porta aperta (omologati dall'Unione Europea) che ha causato disordini nelle principali città.
Le elezioni federali sono in arrivo in autunno 2017, e come ha dichiarato Frank Petry (co-leader del Alternative per la Germania del partito):
"... Proprio come gli americani non credevano i sondaggisti dei media mainstream, i tedeschi devono anche avere il coraggio di fare il loro segno presso le urne per se stessi".
Naturalmente, nessuno va definitivamente dicendo che l'Unione europea crollerà nei prossimi anni, ma non è un'argomento fuori questione.
Con i disordini civili e l'insoddisfazione del pubblico in aumento con il progetto UE, vi è la possibilità che il blocco di 28 Paesi sia assegnato ai libri di storia.
Dopo tutto, chi avrebbe mai pensato, 5 anni fa, che entro gennaio 2017, il Regno Unito avrebbe votato a lasciare l'UE e Donald Trump sarebbe presidente degli Stati Uniti?
Se c'è qualcosa che abbiamo imparato, è che nulla in politica è impossibile.
Se abbastanza persone sostengono una causa per le giuste ragioni, il cambiamento è solo grazie al voto popolare, e purtroppo per l'UE, potrebbe trovarsi sul lato sbagliato del declino a grande sostegno del pubblico.
Ma se lo scenario peggiore dovesse accadere, il Regno Unito non deve preoccuparsi, perché un'alternativa ancora migliore è proprio dietro l'angolo; una unione tra il Canada, l'Australia, la Nuova Zelanda e il Regno Unito, comunemente nota come "CANZUK".
Questa alternativa potrebbe comprendere gli ideali di libera circolazione (consentendo ai cittadini di risiedere temporaneamente o definitivamente in una di queste nazioni per un certo periodo di tempo), senza l'ordine del giorno federalista come si è visto nella UE che impone scelte politiche, economiche e militari centrali.
I cittadini britannici avranno la possibilità di vivere, lavorare e studiare in Australia, Canada e Nuova Zelanda senza i requisiti di visti o permessi di lavoro, e per di più, la libera circolazione porterebbe a una unione più prospera e fiorente delle nazioni.
Da USD $ 6.5 miliardi di dollari di PIL combinato, un'unione CANZUK formerebbe il quarto più grande gruppo al mondo (dopo gli Stati Uniti, l'UE e la Cina).
Il commercio totale globale per questi quattro paesi sarebbe di circa di US $ 3,5 miliardi di dollari, e le spese militari combinate varrebbero la pena di US $ 110 miliardi (terzo posto nel mondo).
In sostanza, le quattro nazioni diventerebbero parte del sindacato più politicamente ed economicamente progressivo nel mondo, avanzando l'innovazione, il commercio, la crescita e la diplomazia per una maggiore prosperità e una maggiore qualità della vita.
In tempi in cui l'attuale sistemazione del Regno Unito con l'UE sta diminuendo, il ritorno al Commonwealth che una volta era prospero è solo agli inizi.
Boris Johnson e Julie Bishop (ministro australiano degli affari esteri) hanno già espresso interesse per la liberalizzazione dei visti tra i due paesi, e con l'ex primo ministro australiano, Tony Abbott, che ha dichiarato il supporto per la libera circolazione e la loro petizione online ha già incontrato oltre 169.000 firme (e in aumento), sembra che una unione CANZUK è più vicina che mai.
Nessuno sa veramente se l'UE porterà avanti o cadrà sotto una crescente insoddisfazione dell'opinione pubblica, ma in entrambi i casi, il futuro per la Gran Bretagna è luminoso.
Se abbiamo anticipato gli argomenti per una unione CANZUK, soprattutto nel clima politico attuale, non vi è alcun motivo per cui la libera circolazione le quattro nazioni non può avere successo.
Da un grande progetto politico per il futuro l'Unione europea è storia, ma CANZUK è il futuro per i britannici.

Fonte:http://www.dailyglobe.co.uk/comment/brexit-canzuk-union-new-alternative-uk/

giovedì 22 dicembre 2016

ALEUTINE ISLAND: SI RISVEGLIA IL VULCANO BOGOSLOF


Un remoto vulcano delle Aleutine si è risvegliato scaraventando una nube di cenere in aria e costringendo gli scienziati a raccogliere segnalazioni ai massimi livelli.
I piloti hanno riportato un'eruzione esplosiva di breve durata e una nube di cenere che sorge a circa 34.000 piedi (10 km) sopra il vulcano Bogoslof, l'Alaska Volcano Observatory lo riferisce sul suo sito web.
L'esplosione ha portato il centro di controllo ad aumentare il codice del colore aviazione a livello di allarme rosso, i più alti livelli.
Il 24 ottobre, gli scienziati dell'Alaska Volcano Observatory hanno sollevato il livello di allerta arancione dal giallo per il vulcano Cleveland, sulla disabitata Chuginadak Island, dopo che un'esplosione è stata rilevato sulla montagna e sentita dai residenti di un piccolo paesino a circa 45 miglia (72 km ) di distanza.
Un altra potente esplosione è avvenuta alle vulcano alle 17:20 ora locale del 21 dicembre 2016. La seconda eruzione era molto più forte e più ricca in cenere rispetto alla prima rilevata la sera prima.
Ha prodotto una relativamente grande colonna di cenere che è salita a 35.000 piedi (12 km) di altitudine e alla deriva NE a 40 nodi. Il codice colore trasporto aereo è stato immediatamente sollevato al rosso; questo pennacchio era molto pericoloso per gli aeromobili nella zona che ora dovrebbero evitare i pressi dell'isola.


Fonte:https://www.volcanodiscovery.com/bogoslof/news/60571/Bogoslof-volcano-Aleutian-Islands-another-powerful-explosion-ash-to-flight-level-350.html

EFFETTO "NO-BORDERS": MIGLIAIA DI CLANDESTINI SOSPETTATI IN TUTTO IL TERRITORIO TEDESCO

Circa 7.000 persone sospettate di terrorismo sono in azione in Germania, con 550 di loro che sono estremamente potenziali terroristi, Richard Barrett, l'ex capo antiterrorismo.



Barrett ha detto che i casi dal vivo di cui le persone che sono venute all'attenzione dei servizi di sicurezza tedeschi in relazione alla radicale dell'estremismo jihadista ed erano "degni di una sorta di esame." Egli ha sottolineato che questo è "numero quasi impossibile da controllare."
"Nella sola Germania, mi sa ci sono almeno circa 550 potenziali terroristi davvero estremi. In aggiunta a ciò, se si includono tutti i Laender [stati] in Germania, ci sono circa 7.000 casi dal vivo," ha detto Barrett all'emittente BBC L'unico sospetto nella attacco mercato di Berlino Natale è Anis Amri, un richiedente asilo tunisino che era sotto sorveglianza per diversi mesi quest'anno dopo il suo arrivo in Germania nel 2015.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201612221048884131-terrorists-at-large-germany/

LA FEDERAZIONE RUSSA CONSOLIDA LA SUA POTENZA NAVALE NEI MARI


La Russia ha rafforzato le sue posizioni come potenza marittima, nonostante la situazione nel mondo, conferma il vice primo ministro Dmitry Rogozin.
"La dottrina della Marine nelle posizioni del nostro paese come potenza marittima, nella ben noto situazione internazionale è rafforzata", ha detto Rogozin durante l'incontro giubilare del Marine Board a Sebastopoli.
Il presidente russo Vladimir Putin ha approvato la nuova versione della dottrina della Marina del Paese nel mese di luglio del 2015.
La dottrina implica una forte presenza della Marina della nazione nel Mar Mediterraneo, il rafforzamento delle posizioni della Russia nella regione artica e una stretta cooperazione navale con l'India e la Cina.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/201612211048826808-russia-crimea-doctrine/

L'AMERICA DI DONALD TRUMP NON TEME PIU' LA FEDERAZIONE RUSSA


La Russia non è più una minaccia per l'America guidata da Donald Trump, e il Pentagono la cancella dalla lista delle "priorità" per la difesa.
Un bel assist a Putin o solo una dimenticanza? Il rispetto che c'è tra i due presidenti fa pensare però alla prima alternativa.

La Scelta di Trump

Un documento del transition team di Donald Trump, è stato inviato da Brian McKeon, sottosegretario alla Difesa facente funzioni, ai dipendenti del proprio ufficio. In questo documento non è menzionata Mosca tra le preoccupazioni del presidente-eletto. Inoltre a questa "scelta" indica invece altre materie su cui impostare il lavoro del Pentagono. La lista è comporta un bella mole di Natale e comporta una strategia per "la sconfitta dell'Isis"; l'eliminazione dei tetti di spesa per la difesa; lo sviluppo di una strategia per la cybersicurezza, e una "maggiore efficienza" nel lavoro degli uffici.
Il memo, pubblicato in esclusiva da Foreign Policy, è datato 1 dicembre ed è stato trasmesso a McKeon da Mira Ricardel, ex funzionario dell'amministrazione Bush e alla guida della squadra che gestisce il passaggio di consegne dall'amministrazione Obama a quella di Trump, che si insedierà i prossimo 20 gennaio. Nel memo si fa cenno anche alla Cina e alla Corea del nord, oggetto di diversi "briefing" del transition team, ma non fa alcuna menzione della Russia.

Ann.

Fonte:http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ora-lamerica-trump-non-teme-pi-russia-1344958.html

L'INVERNO 2016-2017 NEGLI STATI UNITI E' GIA' PIU' FREDDO DI QUALUNQUE MOMENTO DELL'INVERNO PRECEDENTE


L'inverno non era ancora ufficialmente iniziato.
Ma i numeri dicono un fatto freddo e rigido: a partire dal 7 am EST della mattina, 18 Dicembre 2016, la temperatura media di 48 stati degli Stati Uniti è più fredda di qualsiasi momento di tutto l'inverno scorso.
Con questo appezzamento i dati evidenziano che la temperatura media è di 16 gradi F°, di 4 gradi più fredda di qualsiasi momento dello scorso inverno.
Quel che è peggio, è che la parte più fredda dell'inverno è ancora a sei settimane di distanza.

Il grafico dal sito meteorologico Weatherbell.com con h / t del Dr. Roy Spencer.

Fonte:https://wattsupwiththat.com/2016/12/18/u-s-average-temperature-16f-colder-than-any-time-last-winter-and-winter-hasnt-started-yet/

mercoledì 21 dicembre 2016

PROFESSORE FINLANDESE PROPONE UN'ALLEANZA TRA LA POTENZA NORDICA E LA FEDERAZIONE RUSSA


Con grande stupore dei suoi colleghi finlandesi, Alpo Juntunen, professore onorario presso la National Defense University finlandese, ha sostenuto la creazione di un'alleanza militare con il grande vicino orientale della Finlandia in mezzo a un dibattito della NATO che ha spezzato il paese nordico.
"Una soluzione davvero pratica per il nostro problema di sicurezza sarebbe una alleanza di difesa con la Russia", ha detto Juntunen, come citato dal quotidiano finlandese Aamulehti .
Juntunen specificamente ha dissuaso i suoi connazionali di unirsi alla NATO e in particolare ha messo in guardia contro quella che ha definito "la via estone."
"L'UE non è una potenza militare, la NATO metterebbe in pericolo solo la sua posizione nei piccoli Stati baltici", ha detto Juntunen, chiamando l'esempio Baltico "allarmante".
Secondo Juntunen, la crisi ucraina e la riunificazione della Crimea con la Russia ha innescato un periodo di scontro tra la Russia e l'Occidente.
Se questo confronto degenera in una guerra in piena regola, la Finlandia sarebbe rimasta sola-
Oggi, anche vicina la Svezia, l'unico paese non allineato Nordico oltre la Finlandia, è pronto solo per "una stretta cooperazione militare", ma opta per alleanze a tutti gli effetti.
Un'alleanza militare con la Russia, che, secondo Juntunen, dovrebbe essere redatta con cura, nel rispetto degli interessi di entrambi i paesi e del diritto internazionale, permetterebbe ai finlandesi di mantenere la loro neutralità cara, paradossale come può sembrare.
Juntunen ha continuato a chiamare il "più importante vicino di casa" della Russia la Finlandia e ha sottolineato che Helsinki non deve in nessun caso stare in piedi contro Mosca.
Mentre atteggiamento dei finlandesi verso la Russia è ancora un po 'influenzato dalla Guerra d'Inverno (1939-1940) e la perdita di Carelia, Juntunen ha sostenuto che le altre, le esperienze più positive non devono essere dimenticate. S
econdo il professore finlandese, la vita di Finlandia come parte dell'Impero Russo nel 1800 è stata caratterizzata da pace e sviluppo a lungo termine.
"Quando la Finlandia ha fatto parte della Svezia [1300-1809], il nostro paese è stato in una battaglia senza fine, mentre alla Finlandia come un granducato dell'impero russo [1809-1917] è stata garantita la sicurezza", ha detto Juntunen.
Juntunen ha illustrato le analogie al dopoguerra. Dopo la seconda guerra mondiale, il presidente finlandese Juho Kusti Paasikivi ha formulato una politica di co-esistenza segnata dalla necessità di mantenere un rapporto buono e di fiducia con l'Unione Sovietica.
Nei decenni successivi, questa politica, conosciuta come la "Paasikivi-Kekkonen Line" o "finlandizzazione" è stata confermata dal suo successore Urho Kekkonen.
Anche se a volte ha portato a problemi come l'auto-censura, ha permesso alla Finlandia di rimanere indipendente.
Juntunen ha riconosciuto che la politica è stata sottoposta a denigrare critiche nei giorni post-sovietici.
Dopo il crollo dell'URSS, la Finlandia sembra aver dimenticato le realtà geopolitiche, la storia, così come il fatto che si condivide un confine lungo 1.300 chilometri con la Russia, ha spiegato Juntunen.
Juntunen è un dottorato di ricerca, professore emerito presso la National Defense University e professore associato presso l'Università di Helsinki e Joensuu.
Egli è l'autore di una serie di ricerche sulla Russia a tema e libri, tra i quali "East o le opzioni Pccidentali della Russia" (2003) e "Il ritorno dell'Impero" (2012).
Finora, nessun politico finlandese ha commentato la proposta di Juntunen, poiché si tratta di questioni politicamente cariche.

Fonte:https://sputniknews.com/europe/201612211048820732-finnish-professor-alliance-russia/

L'IMMIGRAZIONE IN GERMANIA: "IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI"



Il 19 dicembre 2016, a distanza di un'anno dal Capodanno di Colonia, un terrorista ha intenzionalmente speronato un camion in un mercato di Natale a Berlino, uccidendo almeno una dozzina di persone e ferendone altre 48.
In un pezzo di tempestiva sulla questione della criminalità dei migranti in Germania, l'osservatore politico Dmitri Dobrov ha osservato che il problema sta raggiungendo un punto di ebollizione, anche se i politici e la polizia e i media continuano a ignorarlo di proposito.
L'attacco mortale nel centro di Berlino è stato commesso da Naved B, un'extracomunitario richiedente asilo pakistano registrato in un campo a Berlino.
L'attacco al mercatino di Natale aumenterà sicuramente di nuovo le preoccupazioni del pubblico per la decisione del governo tedesco di accogliere centinaia di migliaia di rifugiati a partire dal 2015, quando il cancelliere Angela Merkel ha introdotto quello che è pari a una politica della porta aperta per tutti i migranti che cercano di entrare nel paese.
Oltre un milione di persone provenienti dal Nord Africa, Siria e altri paesi del terzo mondo sono arrivati ​​in Germania nel 2015, molti dei quali giovani, uomini validi, ben presto con un conseguente contraccolpo sociale e culturale quando molti extracomunitari si sono scontrati con la gente del posto.
La crisi ha portato alla ascesa politica dei nazionalisti di destra, che dicono che gli stranieri in arrivo rappresentano una minaccia per l'identità nazionale e la sicurezza della Germania.
Secondo le statistiche tenute dalla polizia criminale federale, negli ultimi due anni hanno visto un drammatico aumento del numero di reati commessi da stranieri, e in particolare da parte degli immigrati privi di documenti, quindi illegali o clandestini.
Nel solo 2015, gli extracomunitari hanno causato oltre 200.000 reati, 80% in più rispetto all'anno precedente.
Tuttavia, secondo numerosi esperti e criminologi, le cifre reali sono probabilmente anche peggio, dal momento che le statistiche di polizia rappresentano solo per i casi che sono segnalati, che in Germania in media sono meno del 50%.
E c'è di peggio. Secondo il commentatore politico ed esperto Dmitri Dobrov, la realtà è che "molti crimini sono deliberatamente ignorati, poiché non vi è una direttiva politica di non pubblicizzare i crimini commessi dai rifugiati, in modo da non suscitare il sentimento anti-immigrati."
Chiaramente questo espone la popolazione tedesca al pericolo.
In un recente articolo per l'agenzia di stampa RIA Novosti russa, pubblicato poche ore prima dell'attacco Berlino, Dobrov ha spiegato che la direttiva, tramandata dai politici ed eseguita dalla polizia e dai media mainstream, comprende sia i crimini "minori" come il furto e falsificazione, ", ma anche oltre 36.000 reati gravi, compresi gli attacchi che causano danni fisici, rapina, estorsione e la polizia tedesca ha ricevuto più di 1.500 segnalazioni di stupro che secondo criminologi è solo una frazione della vera scala di questo tipo di reato"
All'inizio di quest'anno, Andre Schulz, il capo dell'Associazione di polizia criminale, che ha criticato il governo tedesco per la sua indifferenza contro l'ondata di criminalità causata dai rifugiati, ha detto che fino al 90% dei crimini sessuali commessi in Germania non sono effettivamente riportati nelle statistiche ufficiali.
Ancora peggio, ha detto, sono stati compiuti sforzi per mettere a tacere le denunce penali contro i migranti.
Tenendo conto dei dati dello scorso anno, oltre il 20% dei nuovi arrivati ​​hanno commesso crimini di qualche tipo.
Tali dati, Dobrov sottolineato, non sono nemmeno inclusi nelle statistiche sulla criminalità provenienti da diversi stati, e di non aver classificato le persone provenienti dai paesi del Maghreb come migranti.
Alla luce di queste cifre scioccanti, il commentatore ha scritto che "nascondere la reale portata dei crimini è diventata la pratica preferita delle autorità tedesche. Gli eventi a Colonia sulla notte di Capodanno 2015 sono un esempio illustrativo che è già diventato parte della storia dell'Europa contemporanea. Poi, centinaia di giovani extracomunitari hanno terrorizzato le donne tedesche. Dopo alcuni giorni, la polizia e i media hanno silenziato l'incidente ".
La copertura era così evidente, Dobrov ha osservato, che l'ex ministro degli Interni Hans-Peter Friedrich l'ha definito un "congiura del silenzio".
Quasi un anno dopo, poco sembra essere cambiato, l'analista ha aggiunto. "Un'ondata di indignazione è esplosa sui social network tedeschi dopo il recente rifiuto da parte del canale televisivo ARD della Germania di trasmettere la notizia del crimine commesso a Friburgo, quando un giovane rifugiato dall'Afghanistan ha violentata e annegato una studente tedesca - la figlia di grande funzionario della Commissione Europea ".

I redattori di ARD si sono giustificati con la scusa che la notizia è stata una 'storia minore' di 'interesse regionale' non degno di copertura.
"Infatti," Dobrov ha osservato che "gli editori stanno semplicemente seguendo la linea ufficiale in modo da non 'provocare atteggiamenti xenofobi'. Il cancelliere Merkel e Vice-Cancelliere Sigmar Gabriel ha esortato contro 'conclusioni premature' e 'fomentare il malcontento popolare' sulla questione ".
Secondo il giornalista, l'incidente a Friburgo "ancora una volta ha sollevato la questione della censura sulla stampa tedesca, che è ufficialmente indenne, ma in realtà opera secondo una chiara serie di regole. L'elemento principale della censura in questi casi è la direttiva 12.1 il codice della stampa tedesca.
Questo paragrafo obbliga i giornalisti a seguire le regole di auto-censura e, in particolare, di non riportare la nazionalità delle persone sospettate di crimini, a meno che non ci sia un 'ragione molto seria per farlo'.
L'articolo è molto vago, e impregnato di correttezza politica che i media portano al punto di assurdità nella sua politica editoriale ".
Un altro "esempio luminoso" di questo autocensura è stato dimostrato proprio questa settimana, Dobrov ha scritto, quando i media hanno riferito su un incidente che ha avuto luogo nel mese di ottobre, dopo che un uomo che si ritiene essere di origine Medio Orientale ha calciato una donna giù per le scale nella metropolitana di Berlino a quello che la polizia ha descritto come un 'atto di violenza casuale'.
La donna è stata gravemente ferita, e l'uomo, che si rivelò essere un 27 cittadino bulgaro, è stato fermato durante il fine settimana.
Ci sono innumerevoli casi di questo tipo", ha sottolineato Dobrov. "la stampa liberale della Germania trova 'scomodo' specificare la nazionalità e l'origine nazionale degli autori."
Naturalmente, "sono previste eccezioni quando si tratta di cosiddetta 'mafia russa'. Tutti i criminali della ex Unione Sovietica, tra i ladri georgiani, creduti per tenere conto di quasi la metà dei furti di appartamenti in Germania, sono contrassegnati così [come 'mafia russa'] ".
Perché la Germania fa questo? In ultima analisi, l'osservatore ha sottolineato che anche rispetto ai media in altri paesi dell'UE, la Germania è un "caso speciale" quando si tratta di liberalismo e correttezza politica. Ci sono ragioni storiche per questo, Dobrov spiegato. "Dopo la seconda guerra mondiale, le autorità di occupazione occidentali hanno impostato un esperimento - per sradicare completamente il nazismo dallo spirito tedesco, ma, allo stesso tempo, di fare lo stesso con tutta l'associata identità nazionale tedesca e la tradizione conservatrice", ha osservato .
Questo esperimento ", che ha in gran parte riuscito," sta dando i frutti, secondo il commentatore.
"La nuova cultura politica di correttezza politica, l'edonismo e il liberalismo di sinistra, innestato nei tedeschi nelle zone occidentali di occupazione, è diventata la norma in Germania. È degno di nota," Dobrov aggiunto, "che nella zona di occupazione sovietica (East Germania), la mentalità tedesca non è stata riformattata nella stessa misura. " (di ignoranza.)
E 'per questo motivo, ha osservato, che i media dominati dalla cultura politica della Germania Occidentale ora ", si chiedono il motivo per cui la popolazione della Germania orientale hanno mantenuto l'' anacronistico 'di identità nazionale, e hanno persistito nella loro riluttanza ad accettare migliaia di clandestini da paesi musulmani ".
In questo senso, "Tedeschi ovest e tedeschi dell'est sono in molti modi persone diverse in termini di caratteristiche psicologiche e ideologiche, anche se parlano la stessa lingua."
Agenzie di stampa tedeschi stanno segnalando che il sostegno ai gruppi salafiti fondamentalisti nel paese è aumentato, indicando che ci sono almeno 10.000 aderenti alla dottrina islamica rigorosa nel paese del nord Europa.
Il Servizio Federale di Intellicence di Berlino (BND) e l'agenzia di intelligence interna, l'Ufficio Federale per la Protezione della Costituzione (BfV), stanno indicando i Paesi del Golfo che finanziano gruppi religiosi, moschee, gruppi di conversione e gli imam integralisti.
Un rapporto redatto da parte delle agenzie ha osservato che i gruppi missionari, tra cui lo sceicco Bin Eid Mohammad al-Thani Charitable Association e l'Arabia Lega Musulmana Mondiale hanno effettuato parte di una "strategia di lungo corso di esercitare un'influenza" dalle nazioni del Golfo. Il rapporto ha anche nominato il Kuwait Revival of Islamic Heritage Society (RIHS), una ONG bandito da Mosca e Washington per presunti legami con Al-Qaeda.
Il Belfast Telegraph ha citato il rapporto, dicendo che le organizzazioni citate sono "strettamente connesse con gli uffici governativi nei loro paesi d'origine."
RIHS e l'associazione Sheikh Eid hanno ovviamente negato le accuse, così come ambasciatore saudita Awwas Alawwad, che ha detto che il regno non ha "alcun legame con salafismo tedesco" e non esporta ministri o costruisce moschee.
Il rapporto è trapelata settimane dopo che Berlino vietato Die Wahre Religion (della vera religione), un gruppo che sostiene di diffondere il suo stile della religione "in una forma moderna e con l'aiuto dei nuovi media."
Dopo gli arresti in 190 sedi del Gruppo in 60 città della Germania occidentale, il ministro dell'Interno Thomas de Maiziere ha detto ai giornalisti a Berlino, "Le traduzioni del Corano vengono distribuite insieme ai messaggi di odio e di ideologie incostituzionali ... gli adolescenti vengono radicalizzati con le teorie della cospirazione". Ha aggiunto: "Noi non vogliamo terrorismo in Germania ... e non vogliamo esportare il terrorismo." E 'stato stimato che circa 850 persone hanno viaggiato in Iraq e la Siria dalla Germania per unirsi a gruppi fondamentalisti militanti come l'ISIS.
A inizio dicembre 2016 un gruppo di attivisti tedeschi chiamato XY Einzelfall ha utilizzato mezzi di comunicazione e rapporti di polizia per creare una mappa di crimini in tutta la Germania utilizzando Google Maps e quindi confrontata con un altro mappa che mostra la posizione dei centri di accoglienza della Germania.
Le due mappe hanno dimostrato un legame tra la presenza di un campo profughi e la percentuale di crimini sessuali nelle sue vicinanze.
Il lato peggiore però arriva dalla popolazione tedesca dove a causa dalla massiccia occupazione una buona percentuale di residenti tedeschi si sta preparando per andare a vivere altrove dopo l'approvazione della politica "no-borders" della cancelliera tedesca.
Secondo i calcoli di Die Welt, oltre 1,5 milioni di tedeschi, molti dei quali specialisti istruiti, hanno lasciato il paese negli ultimi dieci anni, con il deflusso di accelerazione dell'assedio degli extracomunitari facilitato dalla politica della porta aperta del Cancelliere Angela Merkel.
Nel frattempo, gli esperti hanno indicato che molti dei nuovi residenti del paese non hanno alcuna istruzione di cui parlare, e che molti extracomunitari non sono desiderosi di essere integrati nella società tedesca o nell'economia, con le condizioni sociali che li rendono facilmente inclini al crimine.
Il governo tedesco ha iniziato una campagna per costringere alcuni dei nuovi arrivati ​​a lasciare, elaborando la legislazione che costringerebbe coloro che non sono ammissibili per lo status di asilo a uscire.
Ma gli sforzi delle autorità per frenare l'immigrazione si trovano ad affrontare un successo solo minimo.
Nel mese di agosto, a capo del servizio di migrazione tedesco Frank-Juergen Weise ha detto ai media locali che altri 300.000 immigrati sono stati in grado di arrivare nel paese prima della fine dell'anno.
Gli indici di gradimento del cancelliere Merkel sono scesi ai minimi storici in relazione alla crisi degli extracomunitari, che ha portato anche a fessure all'interno la propria alleanza politica dell'Unione Democratica Cristiana / con la bavarese Unione Cristiano Sociale.
La scorsa settimana, il leader CSU Horst Seehofer ha avvertito che potrebbe non invitare la Merkel alla riunione di partito il mese prossimo del CSU, citando disaccordi con il cancelliere per quanto riguarda la politica di immigrazione.
Osservatori russi hanno detto che gli eventi sembrano degenerare in una situazione spiacevole in cui "I tedeschi sono trasformati in stranieri nel proprio paese, senza alcun miglioramento della situazione in qualsiasi punto di vista ... La triste ironia è che i tedeschi disincantati sono stati costretti a lasciare il Paese, perché la Merkel non vuole lasciare l'ufficio. Gli immigrati provenienti dalla Germania si sentono in un senso di disperazione, vedendo come il governo distrugge il proprio paese e la sua storia, con la sua politica di immigrazione suicida ".
Gli analisti hanno anche avvertito che il rapido afflusso di rifugiati provenienti da paesi musulmani sta proponendo nuovi problemi demografici e molti altri problemi.
















martedì 20 dicembre 2016

LE IMPRESE SPAGNOLE PER NON PERDERE IL CONVENIENTE MERCATO RUSSO SI SPOSTANO NELL'OMINIMO PAESE


«La possibilità di trasferire la loro produzione [in Russia] è stata presa in considerazione anche dalla Index, uno dei maggiori produttori al mondo di abbigliamento, per il quale la Russia è il più grande mercato, dopo la Cina, dei marchi Zara, Oysho, Massimo Dutti, Bershka, Pull & Bear ed altri», ha detto la Kurochkina.
Già un certo numero di aziende spagnole hanno avviato la produzione in Russia. È il caso di una fabbrica di componenti per automobili che ha aperto uno stabilimento nella regione di Samara. «Alla base degli scambi commerciali tra i due paesi rimane il settore petrolifero e del gas, ma negli ultimi anni è cresciuta l'offerta delle società russe per la fornitura in Spagna di prodotti high-tech… Penso che il successo in questo settore migliorerà le esportazioni russe», ha spiegato la rappresentante. Le aziende interessate a trasferire la propria attività in Russia sono anche quelle alimentari, il cui fatturato è crollato dopo l'introduzione delle sanzioni. Inoltre c'è anche l'interesse russo per alcune aziende spagnole. Secondo la Kurochkina i russi sono interessati alla esperienza spagnola nel settore della gestione stradale. «Alcune aziende spagnole sono leader nel settore della costruzione e gestione di autostrade e degli impianti di pagamento del pedaggio», ha precisato. Inoltre in vista dei Mondiali di calcio del 2018 sono stati condotti intensi negoziati tra l'amministrazione di Nizhny Novgorod e la spagnola Palau Turf, uno dei leader mondiali nella produzione di rivestimenti per campi da calcio, riguardo il trasferimento della produzione in Russia.

Fonte:https://it.sputniknews.com/economia/201612153796141-spagna-commercio-russia/

SINTESI DELLA GRANDE EREDITA' DI BARACK OBAMA


C'è stato al di là di ogni dubbio un debole tentativo da parte dell'amministrazione di Barack Obama e Hillary Clinton di fomentare una crescente tensione contro la Federazione Russa, paragonabile per certi versi al razzismo, in molti campi dello scenario internazionale che va dallo sport, al successo dell'operazione anti-terrorismo in Siria dove la liberazione di Aleppo è certi versi paragonabile come importanza alla liberazione di Stalingrado dai nazisti e la liberazione dell'Europa dal nazi-fascismo grazie all'URSS e in minima parte anche grazie agli americani.

Persino durante la campagna elettorale americana e dopo la vittoria del presidente Donald Trump, si è osservato un crescente tentativo da parte di più parti di accusare la superpotenza dell'est di aver intercesso con i risultati delle elezioni americane, naturalmente senza mai fornire una prova di qualsiasi tipo proprio per il fatto che contrariamente alla tremenda amministrazione Obama-Clinton, l'attuale Presidente americano non intende perseguire politiche autodistruttive verso la Russia ma preferisce ricostruire in modo solido i rapporti con la politica russa, contrariamente a chi in precedenza stava spingendo l'Europa ad una guerra con i loro alleati.
Fortuna vuole che Barack Obama ormai si è esposto troppo circa le sue reali intenzioni di defenestrare il legittimo presidente Donald Trump, e le sue posizioni chiaramente anti-russe hanno esclusivemente dimostrato quando profonda sia stata la sue incompenza a livello presidenziale, pari quanto al presidente della Comissione Europea, Claude Junker.
«Senza Putin in Russia non si muove una foglia», ha detto Obama.
Il presidente ha ricordato di aver avvertito Putin che potrebbero esserci serie conseguenze e di una risposta «proporzionale» degli USA agli attacchi hacker che secondo molti democratici avrebbero favorito la vittoria di Trump.
Obama ha anche manifestato sconcerto per gli elettori repubblicani e i loro esponenti che appoggiano Putin, osservando che «per ora Ronald Reagan si sta rigirando nella tomba». «I russi non ci cambieranno e non ci indeboliranno. Sono un piccolo paese; una nazione debole. La loro economia non produce nulla che qualcuno voglia comprare a parte petrolio, gas e armi. Non hanno fatto innovazioni. Ma possono influenzarci se perdiamo il senso di chi siamo. Possono colpirci se abbandoniamo i nostri valori», ha detto Obama.
L'espressione usata da Barack Obama in questo discorso ha sottolineato l'eco dei suoi numerosi fallimenti politici della sua politica estera e interna.

La foto di Obama che arriva a Hangzhou (Cina) per il G20 ha fatto il giro del mondo perché il presidente americano non ha ricevuto la tradizionale accoglienza che il protocollo riserva ai leader: niente scala mobile apoggiata all’aereo e nemmeno il tappeto rosso.
Obama è sceso dalla scaletta nascosta nell'Air Force One.
Secondo alcuni analisti la disattenzione non è casuale. Specie considerata l'importanza dell'appuntamento internazionale.
Non occorre molto per smentire le dichiarazioni dell'ex presidente americano, la Russia è diventata la nuova America che si vedeva ai tempi dell'URSS:
-Nel 2016 la Federazione Russa è diventata il principale esportatore agricolo di grano mondiale, grazie alle restrizioni economiche USA-UE che ne hanno favorito la produzione interna.
-Nel 2016 la Russia ha prodotto una nuova generazione di missili nucleari che non hanno uguali come tecnologia nemmeno negli Stati Uniti, nonostante il budget maggiore dell'esercito, in quanto tali missili viaggiano a cinque volte la velocità del suono e di conseguenza definiti ipersonici.
-Le restrizioni economiche USA-UE hanno scarsamente influito sull'economia russa, dal momento che persino il picco della "crisi economica" è già stato superato e anzi ha favorito la conversione dell'industria russa che presto diventerà fornitore autonomo di nuove tecnologie come tablet, cellulari e molto altro.
-Molte imprese europee, in particolare tedesche, hanno aggirato le restrizoni economiche europee trasferendosi direttamente sul territorio russo.
-La popolazione ucraina, dopo l'insediamento del dittatore ucraino, ha iniziato un forte esodo verso il territorio russo in particolare per lavorare e studiare nelle presitigiose università russe, e questo porta inevitabilmente ad un'aumento della popolazione russa in quanto oltre metà degli ucraini è di origini russe.
-La Crimea e nel 2017 anche l'Ossezia del Sud entreranno nel territorio russo grazie al consenso popolare.
-In Moldavia e Bulgaria le elezioni hanno portato al governo due Presidenti interessati a una distensione delle tensioni con la Russia e per il primo interessati a unirsi all'Unione Economica Eurasiatica.
-Nei sondaggi in Europa la maggioranza della popolazione europea è più favorevole alla politica e alla Russia di quanto lo sia per l'Unione Europea, ormai al tramonto quanto Barack Obama.
-Le restrizioni economiche UE verso la Russia hanno portato alla chiusura di migliaia di aziende in tutta la Comunità Europea, quelle della Russia hanno semplicemente incentivato la produzione interna al Paese e aperto mercati più vasti come India e Cina di oltre un miliardo di persone.
-La Thailandia e la Repubblica delle Filippine hanno allentato il loro interesse per la cooperazione americana e hanno stretto accordi di cooperazione militare ed economica nel settore degli armamenti.
-Dopo la Moldavia, anche Indonesia, Mongolia e Turchia hanno espresso interesse di unirsi all'Unione Economica Eurasiatica.
-Il governo della Georgia sta iniziando un processo di distensione delle tensioni con la Russia.
-Vietnam, Giappone, Ecuador e Serbia hanno rafforzato negli ultimi anni il commercio e la cooperazione in numerosi progetti con la Russia.
Forse su una cosa possiamo dare ragione a Barack Obama quando ha dichiarato "Senza Putin in Russia non si muove una foglia."

Dopo che il presidente russo è salito al governo il PIL della Federazione Russa è SALITO e il tenore di vita della popolazione russa è migliorato.
La Russia è l'eredità di Barack Obama.






lunedì 19 dicembre 2016

LA DESTRA NAZIONALE AUSTRIACA FA ASSE CON LA FEDERAZIONE RUSSA


VIENNA - La formazione della nuova destra austriaca Fpo, ha annunciato di aver firmato un accordo di cooperazione con il partito Russia Unita del presidente russo, Vladimir Putin. L'accordo, firmato a Mosca dal leader dell'Fpo, Heinz-Christian Strache e da dirigenti di Russia Unita, prevede una ''cooperazione a diversi livelli, dai movimenti giovanili e studenteschi alle organizzazioni regionali, passando per le questioni internazionali''. Strache ha chiesto che vengano eliminate le sanzioni internazionali nei confronti della Russia, che ha definito ''dannose economicamente e inutili''. Secondo il segretario generale di Russia Unita, Serguei Jelezniak, l'accordo ''contribuisce a rafforzare l'associazione tra i nostri due partiti e i nostri paesi'', soprattutto per quello che riguarda ''i valori tradizionali''. Ad accompagnare a Mosca il numero uno di Fpo, anche Norbert Hofer, il candidato nazionalista alle presidenziali in Austria, sconfitto di misura dal candidato dei Verdi, Alexander Van der Bellen alle elezioni di inizio dicembre.

Fonte:http://www.ilnord.it/i-5163_FPO_SI_ALLEA_CON_PUTIN

BOEING SVILUPPERA' ARMI A TECNOLOGIA LASER ENTRO IL 2021


Boeing ha ricevuto 90 milioni di $ per la ricerca di pod laser ad alta energia e sviluppo, ha dichiarato il Dipartimento della Difesa in un comunicato stampa.
"The Boeing Company di St. Louis, Missouri, è stato premiato con una cifra stimata di 90 milioni di $ di contratto per la ricerca e lo sviluppo del pod laser".
"Il contraente fornirà ricerca e sviluppo di tecnologie laser ad alta energia." I lavori per il contratto saranno eseguiti a St. Louis, nello stato americano del Missouri, e dovrebbe essere completato entro il 15 dicembre 2021. La US Air Force spera di iniziare i test per armi laser nel 2021.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201612161048627970-boeing-laser-technology/

I VELIVOLI IPERSONICI SONO DESTINATI A SOSTITUIRE LE TESTATE CONVEZIONALI


Boris Satovsky ha detto che il costante progresso tecnologico stava producendo sempre nuovi tipi di armi, tra cui quelli basati su elementi ipersonici altamente manovrabili
"Grazie alle loro caratteristiche tecniche eccezionali, tali sistemi saranno in grado di sfondare praticamente ogni sistema di difesa missilistica esistente, in modo da garantire la parità militare-strategica globale nei prossimi 30-40 anni", ha detto Boris Satovsky a RIA.
Secondo i media, quest'anno la Russia ha testato due volte un aliante ipersonico destinato a sostituire le testate tradizionali per le nuove generazioni di missili balistici intercontinentali, tra cui il pesante ICBM Sarmat.
In un'intervista con RIA, l'esperto militare Boris Litovkin ha confermato che una volta nell'atmosfera gli ultra-maneggevoli veicoli di rientro ipersonici sono in grado di spostare i loro obiettivi in volo in tal modo che li rende estremamente difficile da intercettare.
L'aereo ipersonico può viaggiare a oltre cinque volte la velocità del suono, o di 330 metri al secondo.
Il Future Research Fund è stato istituito nel 2012 con lo di sponsorizzare gli alti rischi per la ricerca scientifica e lo sviluppo di studi per la difesa, che potrebbe portare a scoperte di tecnologia di difesa per la Russia. Il Fondo sta attualmente lavorando su più di cinquanta nuovi progetti di alianti balistici ipersonici manovrabili in più di quaranta laboratori presso le università più importanti della Russia, istituti di ricerca scientifica e le imprese della difesa.

Fonte:https://sputniknews.com/russia/201612171048691795-russia-hypersonic-tests/

LA MAGGIORANZA DEGLI ELETTORI AMERICANI SONO DELL'IDEA CHE I GRANDI ELETTORI DEBBANO MANTENERE LA PAROLA DATA

La maggioranza degli elettori degli Stati Uniti non sono favorevoli che alcuni delegati del collegio elettorale debbano scegliere un presidente diverso dal presidente Donald Trump lo conferma un sondaggio raccolto.

"Una pluralità 46 per cento degli elettori dicono che gli elettori dovrebbero essere tenuti a votare per il candidato che ha vinto il loro stato, più del 34 per cento pensano che gli elettori non devono essere vincolati se hanno serie preoccupazioni circa il candidato vincente," ha dichiarato Politico. La metà degli intervistati che ha identificato come democratici, tra cui il 52 per cento di coloro che hanno votato per il candidato del partito di Hillary Clinton, ha detto che gli elettori non devono essere vincolati dai totali di voto del loro stato.
Lo affermano i 538 membri del collegio elettorale degli Stati Uniti che si incontreranno il 19 dicembre per esprimere la loro preferenza per il prossimo presidente della nazione.
Gli "elettori Hamilton," un gruppo di elettori democratici degli stati di Washington e Colorado, hanno cercato di corrompere i colleghi democratici a sostenere un altro candidato repubblicano come alternativa al Trump.
Trump si prevede di mantenere tutti i voti del 308 collegio elettorale che ha vinto nelle elezioni presidenziali dell'8 novembre battendo di Clinton di ben 232 voti e vincendo quindi i 270 voti necessari per ottenere la presidenza.

Fonte:https://sputniknews.com/us/201612191048746648-us-election-trump-vote/

LA FEDERAZIONE RUSSA DISPONE SUL TERRITORIO DEL KRASNODAR SISTEMI MISSILISTICI BUK-M2


Un nuovo sistema missilistico brigata Buk-M2 è entrato in prontezza di combattimento nel Territorio di Krasnodar in Russia, il Sud Comando Militare del Ministero della Difesa russo lo ha confermato di recente.
"La nuova brigata di missilo ha ricevuto una bandiera di battaglia ed è entrato in prontezza di combattimento nel Comando Militare Sud nel Territorio di Krasnodar", ha detto il servizio stampa del comando.
La nuova formazione si compone di tre divisioni armate di avanzati sistemi missilistici Buk-M2 e gestito da entrambi i coscritti e le truppe di contratto, ha aggiunto il comando del sud.
Il sistema missilistico superficie-aria Buk è in grado di colpire bersagli entro un raggio di 35 chilometri (115.000 piedi) e una quota di fino a 25 chilometri (82.000 piedi), a seconda della modifica. I nuovi Buks sono in grado di impegnare contemporaneamente fino a 36 bersagli.

Fonte:https://sputniknews.com/military/201612191048727903-buk-m2-russia/

L'EX SEGRETARIO DI STATO AMERICANO KISSINGER LODA IL PRESIDENTE DONALD TRUMP


L'ex segretario di Stato americano Henry Kissinger ha detto in un'intervista che il presidente Donald Trump potrebbe passare alla storia come un "considerevole presidente".
"Donald Trump è un fenomeno che i paesi stranieri non hanno visto," spiega Kissinger a CBS di "Face the Nation".
"Quindi è un'esperienza scioccante per loro che sono venuto dall'ufficio. Allo stesso tempo, una straordinaria opportunità."
Kissinger ha detto che ogni paese deve ora considerare due cose.
"Uno, la loro percezione del presidente uscente, ha sostanzialmente ritirato l'America dalla politica internazionale, nel modo che avevano di fare le proprie valutazioni delle loro necessità", ha detto.
"E in secondo luogo, che qui è un nuovo presidente sta chiedendo un sacco di domande sconosciute. E a causa della combinazione di vuoto parziale e le nuove domande, si potrebbe immaginare che qualcosa di notevole e nuovo emerge fuori da tutto ciò."
Quando è stato chiesto se ha un senso sull'emergente visione della politica estera del presidente eletto, Kissinger ha detto che lui e il miliardario sembrano funzionare in modo diverso, ma ha offerto lodi per le questioni che Trump ha sollevato.
"Penso che opera da una sorta di istinto che è una forma diversa di analisi come il mio lato accademico", ha detto Kissinger.
"Ma ha sollevato una serie di questioni che ritengo importanti, molto importanti e se sono affrontate in modo adeguato, potrebbero portare a buoni, ottimi risultati"

Fonte:http://thehill.com/homenews/310937-kissinger-trump-a-phenomenon-that-foreign-countries-havent-seen

DOPO LA BREXIT LA RIVOLUZIONE TECNOLOGICA MUTERA' IL VOLTO DI LONDRA


Il mercato degli uffici di Londra cambierà più nei prossimi cinque anni che nei 15 anni dal crollo delle Torri Gemelle del 2001, con una combinazione di fattori molto più grande dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea che entreranno in gioco in tutta la capitale.
Mentre vi è stata tanta discussione sul futuro del gruppo bancario di Londra dal referendum, questo ignora la rivoluzione nell'economia della capitale che è iniziata negli ultimi anni.
Quando ho iniziato la mia carriera nella City nel 1989, le paninoteche e pub intorno a Cannon Street sono stati inondati con le giacche multicolore di commercianti di LIFFE.
Nel il tempo che la Gran Bretagna lascia l'Unione europea, il personale di pantaloni a vita bassa con la barba di Deliveroo e Bloomberg dominerà il sushi bar in quella parte della Square Mile.
Questa replica + quello che abbiamo visto a San Francisco e New York, dove le aziende tecnologiche sono scoppiate del sud di Manhattan - o SOMA - nei distretti e l'inscatolamento della carne, rispettivamente, e invaso i quartieri finanziari vicini alla ricerca di spazi per uffici.
La tecnologia e la rivoluzione creativa che essi rappresentano è appena iniziata.
Se avete un bambino di età inferiore ai cinque anni, non potranno mai imparare a guidare.
Con il tempo che inizerà la generazione che lavora a Londra, useranno i loro smartphone per evocare veicoli Uber auto-guida, che permetterà di navigare attraverso un algoritmo, scritto da qualcuno in un avvio tech, che è attualmente in una WeWork.
A quel punto, i loro uffici saranno probabilmente in Nine Elms o in Canada Water.
Così come la Gran Bretagna si prepara a invocare l'articolo 50, i proprietari stanno diventando nervosi, ma dovrebbero ignorare il rumore della Brexit a breve termine, e concentrarsi su queste tendenze eccellenti.
Negli ultimi cinque anni, l'ufficio di adozione nel centro di Londra è stato il 55 per cento più alto per le imprese TMT di finanza.
Questa tendenza non sta per invertirsi. Si trova a fiorire, e cambierà l'ambiente di ufficio in modo irriconoscibile.
La mia opinione è che l'effetto del referendum nei prossimi 18 mesi a due anni può essere un ammorbidimento nel mercato che si mostrerà ai padroni di casa fornendo una maggiore flessibilità locazione e incentivi agli inquilini piuttosto che un calo significativo degli affitti.
Ma allo stesso tempo, gli occupanti delle proprietà nel centro di Londra devono essere consapevoli di ritardare una decisione di spostarsi troppo a lungo.
Se i loro eventi di locazione sono nel 2018, 2019 o 2020, c'è il pericolo che essi cercheranno di muoversi nel momento in cui la fornitura di uffici, anche con l'attuale domanda sommessa, sta diventando molto stretta.
Questo perché alcuni sviluppatori inevitabilmente nel prossimo anno decideranno di ritardare la costruzione di nuovi uffici con l'incertezza che continua a circondare il ruolo della città in Europa, la creazione di una quantità limitata di nuovi edifici, quando le aziende cominciano a ritrovare la fiducia, come inevitabilmente sarà, se il paesaggio economico diventerà più chiaro.
Per saperne di più: Brexit: inequivocabilmente un bene per l'economia del Regno Unito nel breve e lungo termine
Ma mentre le ricadute sul referendum interesseranno le aziende che cercano di muoversi all'interno di Londra, a breve termine, è opinione che ci sono questioni molto più grandi in gioco.
L'aumento nel co-working, guidato da artisti del calibro di WeWork, The Office Group, Neuehouse e Second Home, è un fattore enorme, con alcune delle più grandi aziende del mondo che ora utilizzano questo settore per espandersi e contrarsi rapidamente in luoghi chiave.
Vedremo molto di più di questo tipo di spazi negli uffici a Londra, in futuro, in quanto diventa una parte essenziale dei criteri di un occupante quando si sceglie un luogo o anche un edificio per uffici, e le più grandi società immobiliari del Regno Unito sono suscettibili di competere offrendo loro soluzioni.
Avanti, Crossrail avrà un ulteriore impatto drammatico sul posto di lavoro di Londra quando si apre nel 2018.

Crossrail - o la linea Elizabeth - sta già ri-plasmando Londra. Mi aspetto di vedere il triangolo creato da Farringdon, Old Street e Aldgate diventare un nesso in cui la tecnologia e mondi finanziari si fondono, cambiando completamente la città come questa tradizionale maglia di base di uffici un ore di lavoro straordinario con le nuove attività di produzione.
Il terzo grande cambiamento previsto è un ulteriore spostamento verso Est quando la demografia e i costi continuano a fare ovest di Londra e il West End un luogo costoso per vivere e lavorare.
Nel 1991, la popolazione di Londra era 6,9 milioni. Nel 2001, era cresciuta a 7,2 milioni, ed entro il 2011 a 8,2 milioni.
La popolazione della capitale è ora di 8.6 milioni, con il Piano di Londra che prevede che la capitale crescerà di 100.000 persone l'anno per i prossimi 10 anni.
Secondo Oxford Economics, l'effetto a catena è che 200.000 nuovi posti di lavoro d'ufficio sono pronti a essere creati nei prossimi cinque anni, che necessitano di altri 20 piedi quadrati di uffici.
Con l'occupazione, la terra e gli alloggi sono ancora molto più convenienti a East London rispetto a West, questo significa inevitabilmente un'ulteriore crescita per le posizioni ad est del Tower Bridge, sfruttando il rapido aumento di Canary Wharf, Stratford e North Greenwich.
La crescita demografica significa che la City e West End continuerà a prosperare, ma nell'indipendenza.

Fonte:http://www.cityam.com/255737/tech-revolution-not-brexit-reshape-face-london

venerdì 16 dicembre 2016

LONDRA ORA E' PIU' CONVENIENTE CHE BERLINO, PARIGI E BRUXELLES


Londra è il 103 ° luogo più costoso al mondo per gli espatriati, in calo di 57 posti rispetto allo scorso anno, secondo un nuovo sondaggio, con Tokyo che riprende il primo posto globale e Mosca in aumento di 50 posti a causa del rublo rafforzato.
Un rapporto di ECA International, una società che fornisce i dati sul costo della vita, stipendio, alloggio e altri fattori per assegnatari internazionali, ha mostrato che il Centro di Londra è caduto fuori dalla top delle "100 città più costose del mondo."

"Questa è la prima volta che il centro di Londra, non è caratterizzato nella top 100 della classifica Living iniziata 10 anni fa.
La sterlina debole significa che le aziende del Regno Unito stanno pagando di più per l'invio di personale per lavorare all'estero, anche se è più conveniente portare il personale per il Regno Unito ", afferma Steven Kilfedder, Direttore di Produzione, al ECA International.
"Londra è ora più conveniente di Parigi, Berlino e Bruxelles grazie alla sterlina debole", ha aggiunto Kilfedder.
Mosca è aumentata di quasi 50 posti nella classifica di quest'anno, a 118 ° nel mondo, dopo il rafforzamento del rublo.
Tuttavia, ha una lunga strada da percorrere per raggiungere le altezze di cinque anni fa, quando si è classificata 17 ° nel mondo.

Fonte:https://sputniknews.com/society/201612161048657025-london-brexit-expensive-city/

GIORNALISTA CUBANO SMONTA LA VERSIONE DEL GIORNALISMO OCCIDENTALE SU ALEPPO


La copertura dei media della Siria è una "menzogna senza precedenti su scala globale", ha detto Pedro Garcia Hernandez, giornalista cubano dell'agenzia di stampa Prensa Latina.
Secondo lui, mentre alcuni media e politici occidentali accusano il governo siriano di violazioni del cessate il fuoco, il presidente siriano Bashar Assad e i suoi alleati stanno mettendo il massimo sforzo per porre fine alla guerra. "Una campagna d'informazione lanciata contro il governo siriano e la Russia dimostra ancora una volta che gli Stati Uniti e i loro alleati sostengono il terrorismo in Medio Oriente", ha detto Hernandez.
Il giornalista ha anche suggerito che le preoccupazioni di quei "militanti patrocinatori in Siria dall'estero," è legata al fatto che, dopo che il terrorismo sarà sconfitto potrebbero dire la verità sulla situazione in Siria.
"Per quanto riguarda i videoclip dei residenti spaventati di Aleppo dell'esercito siriano, sono anche una bugia. Sto lavorando in Siria e ho visto la vita dei siriani nella parte di Aleppo controllate dalle forze governative. L'esercito ha fatto un sacco per aiutare le persone. Allo stesso tempo, nelle zone controllate dai militanti le condizioni per i civili erano insopportabili ", ha detto Hernandez.
Egli ha suggerito che i tentativi di "discriminare" il successo della Russia in Siria sono parte di questa campagna di false informazioni.
"La presenza della Russia in Siria è stata autorizzata dal governo, mentre la presenza di altri paesi, per esempio negli Stati Uniti o in Turchia, in Siria non è legittima. Stanno perseguendo i propri obiettivi lì", ha detto. "I media occidentali e politici sono ipocriti sulle vittime civili in Siria. Ho visto militanti che sparano un missile in un ospedale nel centro di Damasco. Hanno anche distrutto una scuola lì. Questi erano i distretti civili. Ma i media tradizionali tutto ciò" descrive Hernandez, Mosca ha invitato le istituzioni delle Nazioni Unite di smettere di essere parte della "campagna di propaganda occidentale" contro Mosca e Damasco.
"Riteniamo che sia una situazione completamente inaccettabile quando alcuni membri di alto livello del Segretariato delle Nazioni Unite fanno parte di una campagna di falsa informazione lanciata da alcuni paesi occidentali volti a screditare gli sforzi anti-terrorismo delle autorità siriane e le forze aerospaziali russa," lo conferma il Ministero degli Esteri russo in un comunicato.
Secondo il giornalista russo e commentatore politico Alexander Khrolenko, il motivo principale dietro i media occidentali sulla situazione in Siria è il fatto l'Occidente sta perdendo la lotta contro il governo siriano e il presidente Bashar Assad. "Una coalizione guidata dagli Stati Uniti sta perdendo terreno in Siria. Per cinque anni, Washington e i suoi alleati hanno utilizzato le forze di opposizione e jihadisti nel tentativo di rovesciare Assad," afferma Khrolenko in un pezzo per RIA Novosti.
All'inizio di questa settimana, il Ministero della Difesa russo ha detto che il video clip di presunti "attacchi aerei russi, plotoni di esecuzione, in scene di violenza" ad Aleppo sono stati fabbricati dai militanti.
"Tutte le dichiarazioni occidentali con riferimento ai 'post di attivisti' e film su presunti 'attacchi aerei russi,' 'plotoni di esecuzione' e altre scene in scena sono state girate da gruppi televisivi speciali composti dai militanti. Resta una grande domanda perché alcuni supporter utilizzano tali video senza controllare la fonte", ha detto il portavoce del Ministero della Difesa russo Maj Gen. Igor Konashenkov.
A quanto pare la Russia ha segnato un'altro successo in Siria.

Fonte:https://sputniknews.com/world/201612161048660930-west-russia-information-campaign/

I LEADER DI BRUXELLES APPROVANO PIANO PER AUMENTARE I FINANZIAMENTI ALL'OCCUPAZIONE MILITARE NATO


I leader di Bruxelles hanno approvato i piani volti a intensificare le spese militari, che hanno detto i funzionari è in parte una risposta alla pressione da parte dell'amministrazione Trump in entrata ad assumersi maggiori responsabilità per la difesa del continente.
Eppure, raggiungere un accordo finale sui dettagli nei prossimi mesi potrebbe essere difficile.
Le divisioni rimangono all'interno del blocco di come un nuovo gruppo d'acquisto alla difesa potrebbe funzionare, come i costi sarebbero divisi e che sarebbero in grado di utilizzare le nuove capacità di difesa che emergono.
Federica Mogherini, capo della politica estera dell'Unione europea, ha detto in un'intervista con il Wall Street Journal che l'Europa sa che "dobbiamo fare di più e meglio" sulle spese militari.
Ha detto che i nuovi piani di difesa del blocco, che comprendono l'istituzione di un club di paesi dell'UE per creare mezzi di difesa comuni, sarebbero più ampia di quanto molti si aspettano attualmente. Si potrebbe rivelarsi un "game-changer" che rafforzi la cooperazione militare transatlantica.
"Questo può essere parte del nuovo approccio transazionale con gli Stati Uniti, perché [il presidente eletto Donald] Trump è a verbale dicendo che gli europei hanno bisogno di fare di più sulla loro responsabilità per la difesa europea", ha detto.
I diplomatici europei hanno detto che l'UE non è progettata per competere con il ruolo dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico nella difesa dell'Europa, ma saranno entrambi ad aumentare la capacità del blocco di agire da solo militarmente senza gli Stati Uniti e permetterà all'Europa di spendere di più in fase difensiva.
"Questa collaborazione e approfondimento degli investimenti nella nostra industria della difesa non è in contraddizione e non duplicare le attività della NATO e questo è molto buono", ha detto il presidente lituano Dalia Grybauskaite.
Dopo la riunione, il presidente francese, François Hollande ha chiesto ulteriori spese per la difesa. "Gli europei devono raggiungere il 2%" del prodotto interno lordo, ha detto.
Con l'approvazione del Consiglio Europeo la signora Mogherini si sposta in avanti con i piani per creare un nuovo tipo di "cooperazione strutturata permanente" tra i membri della UE, che permetteranno loro di venire insieme per sviluppare ed acquistare nuove armi, come droni, aerei di rifornimento, elicotteri e le capacità informatiche.
Mentre alcuni diplomatici hanno detto solo una manciata di membri della UE può far parte del gruppo di cooperazione militare, conosciuto con l'acronimo Pesco, la signora Mogherini ha detto che pensava che sarebbe in definitiva un gran numero di paesi.
Il blocco di cooperazione consentirebbe agli Stati membri di acquistare capacità in grandi numeri, riducendo il costo, e quindi aiutare l'Europa a costruire più potenza militare.
Mentre la spesa militare europea è molto indietro rispetto quella di Stati Uniti, alcuni analisti della difesa dicono che il problema più grande è che la spesa militare in Europa è fatta in modo inefficiente e spesso di Paesi che duplicano le capacità di altri Paesi.
"Data la situazione della sicurezza in Europa e in giro per l'Europa tutti i paesi membri avrebbero trovato un interesse in una sorta di Pesco", ha detto la signora Mogherini. "E 'l'economia di scala che dobbiamo e possiamo avere, per gli europei. Non c'è un singolo stato membro europea che non trarrebbero beneficio da una cooperazione strutturata permanente con gli altri ".
L'approvazione dei leader dell'UE consentirà anche il blocco di cominciare a fare piani per utilizzare i loro gruppi battaglia di circa 1.500 soldati.
Le divisioni politiche all'interno del blocco hanno impedito l'uso delle unità fino ad ora, ma con la decisione di brevetto britannico di lasciare l'UE e le nuove mosse di difesa impostate per essere approvato dai leader europei, il percorso può essere in compensazione.
La signora Mogherini ha detto che se l'Unione europea non inizia a utilizzare i suoi gruppi di combattimento, è meno probabile che gli Stati membri continueranno a contribuire le forze per lo sforzo. Con il mondo in crisi, la signora Mogherini afferma che il 2017 potrebbe dare all'UE ampie possibilità di distribuire la forza.
"Non sto dicendo che dobbiamo usare i gruppi di combattimento in modo da distribuirli qualunque cosa accada. Ma le opportunità di utilizzare le forze di reazione rapida, non mancano in questo tempo di crisi ", ha detto.
"Sì, non escludo che nel 2017 ci sarà da usarli", ha detto.

Fonte:http://www.wsj.com/articles/eu-leaders-plan-military-overhaul-after-pressure-from-trump-1481804318?mod=e2fb

IL POTERE DELLE POTENZE DEL GOLFO IN EUROPA


L'autoproclamato Stato Islamico è un movimento jihadista salafita attivo in Siria e Iraq il cui capo, Abu Bakr al-Baghdadi, nel giugno 2014 ha unilateralmente proclamato la nascita di un califfato nei territori caduti sotto il suo controllo in una fascia di territorio compresa tra la Siria nord-orientale e l'Iraq occidentale.Lo Stato Islamico è composto da un'elevato di numero di membri che hanno letteralmente fin dalla sua nascita commesso le più vaste atrocità, compreso il genocidio su migliaia di uomini, donne e bambini lungo la fascia che lo comprende.

I membri dello Stato Islamico sono un qualcosa che è molto lontano dall'essere esclusivamente un gruppo terroristico, è composto da ex soldati membri dell'esercito iracheno rimasti per strada dopo la guerra a Saddam Hussein nel 2003, molti affiliati sono giunti da Paesi in tutto il mondo andando direttamente a ingrossare le sue fila e ribelli disertori della Siria che avevano lo scopo di abbattere il governo siriano di Bashar Assad.
Come descrive lo stesso presidente siriano che da anni combatte tra offensiva e resistenza all'assedio da parte dei mercenari dell'ISIS in Siria.
Quando i terroristi sono venuti in Siria, se parliamo dell'inizio del problema, nessuno stava parlando di al-Nusra o ISIS [Daesh] allora.
Erano semplicemente chiamato il Free Syrian Army, una forza presumibilmente sociale che stava combattendo contro il governo e l'esercito.
Ma in realtà ... già allora possiamo vedere la decapitazione di persone a partire dalle prime settimane.
Questo significa che è stato fin dall'inizio un movimento radicale ", ha detto Assad al quotidiano russo Komsomolskaya Pravda.
Il Free Syrian Army (FSA) è stato grande sfidante di Damasco, all'inizio del conflitto interno in Siria, quando è riuscito a unire quasi tutte le fazioni di opposizione considerate dall'Occidente di essere la cosiddetta opposizione "moderata".
Il FSA quindi si è suddiviso in vari gruppi e si è ridotto di circa 60 unità, che sono alleati a Jabhat Fatah al Sham, secondo l'intelligence siriana.
"Quando [il Free Syrian Army] ha iniziato a crescere e divenne impossibile nascondere i crimini di decapitazioni, l'Occidente è stato costretto ad accettare l'esistenza di al-Nusra [Jabhat Fatah al Sham]. Ma in realtà è il Free Syrian Army e ISIS hanno le stesse radici e si spostano da una zona all'altra ", ha confermato Assad.
La cosa più importante da sapere è che un movimento islamico che comprende un così vasto territorio come osservato nella mappa, non solo deve aver posseduto del sostegno economico e materiale da parte di uno o più Paesi, probabilmente persino qualche tipo di Corporazione, ma osservando nei dettagli molti video e l'organizzazione stessa con la quale lo Stato Islamico si comporta e addestra i suoi membri, è che non solo si tratta di membri dell'esercito di qualche Paese che a capo coperto impongono la disciplina sulle loro truppe, ma anzichè darsi alla fuga sotto la schiacciante potenza di fuoco dell'esercito siriano e della Federazione Russa, si riorganizzano in sacche di resistenza non solo ad Aleppo, ma con la riconquista seppur minima dell'antica città di Palmira.
Questo significa che stanno lottando per una causa per la quale sono disposti a morire.

Il Central Intelligence Agency degli Stati Uniti stima che più di 12.000 cittadini stranieri provenienti da almeno 81 paesi sono una parte del gruppo radicale islamico.
La maggior parte della straniera sono combattenti provengono dal Nord Africa e del Medio Oriente, con la Tunisia (3000) è il più grande esportatore di estremisti.
L'Arabia Saudita è arrivato secondo a 2.500, seguita da Jordan a 2.089 e il Marocco a 1.500.
Nonostante la coalizione degli alleati occidentali contro ISIS, un quarto dei suoi membri provengono da paesi occidentali, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Australia e Francia.
I metodi e l'organizzazione dello Stato Islamico sembrano piuttosto quelli di una legione straniera divisa di diversi Paesi arabi, in particolare si dovrebbe guardare a quelli che alimentando progetti di influenza politica in Europa come il Qatar.
Dopotutto la corrente più radicale dell'Islam è quella pratica e diffusa dalle potenze arabe del Golfo le quali hanno approffittato della massiccia immigrazione di islamici sul territorio europeo per alimentare la loro cultura straniera all'interno dell'Europa, favorendo così una forte presenza di criminali radicalizzati, specialmente sul territorio tedesco.
Agenzie di stampa tedesche stanno segnalando che il sostegno ai gruppi salafiti fondamentalisti nel paese è aumentato, indicando che ci sono almeno 10.000 aderenti alla dottrina islamica rigorosa nel paese del nord Europa.
Il Servizio Federale di Intellicence di Berlino (BND) e l'agenzia di intelligence interna, l'Ufficio Federale per la Protezione della Costituzione (BfV), stanno indicando i Paesi del Golfo che finanziano gruppi religiosi, moschee, gruppi di conversione e gli imam integralisti.
Un rapporto redatto da parte delle agenzie ha osservato che i gruppi missionari, tra cui lo sceicco Bin Eid Mohammad al-Thani Charitable Association e l'Arabia Lega Musulmana Mondiale hanno effettuato parte di una "strategia di lungo corso di esercitare un'influenza" dalle nazioni del Golfo. Il rapporto ha anche nominato il Kuwait Revival of Islamic Heritage Society (RIHS), una ONG bandito da Mosca e Washington per presunti legami con Al-Qaeda.
Il Belfast Telegraph ha citato il rapporto, dicendo che le organizzazioni citate sono "strettamente connesse con gli uffici governativi nei loro paesi d'origine."
RIHS e l'associazione Sheikh Eid hanno ovviamente negato le accuse, così come ambasciatore saudita Awwas Alawwad, che ha detto che il regno non ha "alcun legame con salafismo tedesco" e non esporta ministri o costruisce moschee.
Il rapporto è trapelata settimane dopo che Berlino vietato Die Wahre Religion (della vera religione), un gruppo che sostiene di diffondere il suo stile della religione "in una forma moderna e con l'aiuto dei nuovi media."
Dopo gli arresti in 190 sedi del Gruppo in 60 città della Germania occidentale, il ministro dell'Interno Thomas de Maiziere ha detto ai giornalisti a Berlino, "Le traduzioni del Corano vengono distribuite insieme ai messaggi di odio e di ideologie incostituzionali ... gli adolescenti vengono radicalizzati con le teorie della cospirazione".
Se l'apertura di edificio più alto dell'Europa occidentale nel 2012 - presieduta da Hamad, il cui fondo sovrano del Qatar detiene il 95% dello sviluppo - è stata una dimostrazione di rapida crescita visibilità globale del Qatar e l'influenza, qualche giorno prima, in un altrettanto vasto, ma vecchio edificio, l'influenza era stata esercitata in modo molto più discreto.
L'edificio era Palais des Nations delle Nazioni Unite a Ginevra, dove Hamad aveva incontrato il Segretario di Stato americano, Hillary Clinton, e gli altri ministri degli Esteri a premere caso del suo paese per una più solida azione internazionale sulla Siria.

Entrambe le scene sottolineano un fenomeno: la comparsa sulla scena mondiale come una notevole giocatore diplomatica, culturale e persino militare di uno stato piccolo le cui ambizioni enormi per diffondere l'influenza in tutto il mondo sono alimentate dalle enormi ricchezze e la devozione a una rigida interpretazione del Corano.
Una generazione fa il Qatar a malapena erano registrate sul radar globale.
Si tratta di un ex protettorato britannico governato dalla famiglia al-Thani dal 19 ° secolo; l'emiro, lo sceicco Hamad bin Khalifa al-Thani, prese il potere nel 1995 dal padre in un colpo di stat incruento.
Oggi è difficile evitare il suo denaro e influenza.
La Qatar Foundation sponsorizza il Barcellona football club.
Poi c'è la televisione Al-Jazeera a Doha-based, considerata il più importante canale di notizie arabo TV, di proprietà del Qatar attraverso il Qatar Media Corporation.
L'emirato ospita anche gli uffici regionali talebani e di Hamas, così come una serie di organizzazioni internazionali - Georgetown University, la British Royal United Services Institute per la Difesa e gli studi sulla sicurezza - la creazione di uno spazio in cui l'Occidente si sfrega le spalle con il mondo islamico.
Infatti, fino al 2009 il Qatar ha ospitato anche un centro commerciale di Israele, che ha chiuso i battenti dopo l'incursione israeliana a Gaza.
Dal momento che della primavera araba, il Qatar ha cercato di posizionarsi in prima linea della trasformazione della regione, dando sostegno militare all'opposizione al colonnello Muammar Gheddafi in Libia, così come il sostegno a protagonisti che hanno fratturato la politica post-rivoluzionaria del paese attraverso tattiche - alcuni diplomatici hanno sostenuto - che hanno incluso le spedizioni di armi.
E' stato accusato di rifornire armi ai gruppi di opposizione della Siria - una richiesta che il primo ministro nega, nonostante il fatto che il Qatar supporta vocalmente l'inserimento di opposizione di quel paese.
Tutto ciò porta a domande: che cosa il Qatar vuole da una politica estera che combina l'impiego di entrambi morbido e - sempre più - potere duro?
Il Qatar investe miliardidi dollari l'anno in Europa, tra cui milioni nei settori dei media immobiliari, hotel, sport e altro.
Questo piccolo Paese - con una superficie non superiore a 12.000 chilometri quadrati e 500.000 persone - è diventato uno dei più grandi investitori del mondo, e investe soprattutto pesante in Europa.
I rapporti del Qatar con la Francia però, sono un'eccezione. C'è, e mantiene una strategia "più privata".
Dato che le sue entrate di petrolio e gas sono centinaia di miliardi di dollari ogni anno, il Qatar è in grado di aspirare a grandi obiettivi.
La piccola nazione del Qatar ha sviluppato le sue capacità di soft power in Europa e in Francia, approfittando di una varietà di fattori e superando le molte barriere e pregiudizi.
Questo obiettivo è stato sintetizzato dall'ambasciatore del Qatar a Parigi, Mohammed al-Kuwari, che è stato citato dal quotidiano francese Le Monde quando diceva "le risorse finanziarie del Qatar hanno permesso di aprirsi al mondo, che è fondamentale per il suo futuro. "
Il Qatar, che ha visto una crescita importante negli ultimi 15 anni, sta cercando di migliorare la sua immagine in Europa, investendo in questo continente che soffre di una grave crisi economica e la crescita lenta.
L'influenza del stato del Golfo prima emerse nel settore bancario europeo, soprattutto in quei paesi che vivono in crisi maturate a seguito della recessione economica che tiene in mano il "vecchio" continente. E poi ampliato la propria presenza nei settori immobiliare e turistico, prima di trasferirsi in media e sport.
Il decremento dei prezzi hanno fornito molte opportunità di investimento per gli stati del Golfo in generale, e ha permesso loro entrate annuali elevate.
"Ogni passo che il Qatar ha preso, rientra in una politica deliberata progettata per rendere la nazione come una delle maggiori potenze sul panorama internazionale, attraverso l'uso del soft power", ha detto il direttore dell'Istituto Francese dell'International e Strategic Relations, Karim Bitar in un'intervista a As-Safir.
Secondo Bitar, "Questo piccolo Paese è circondato da due nazioni militarmente potenti, l'Arabia Saudita e l'Iran. Gli investimenti nei paesi occidentali, in particolare nei principali settori in Europa, servono come garanzia per tutta la vita in Qatar."
E 'chiaro che le ambizioni del Qatar non sono solo economiche, secondo Bitar. "Questi investimenti sono stati progettati per sfruttare al meglio delle entrate petrolifere e lavorare per trovare nuove fonti di diversità, per un futuro migliore", ha detto.
La crisi economica in Europa è venuto per aprire la strada gli obiettivi del Qatar, che ha approfittato della situazione per riposizionarsi a livello internazionale.
Gli investimenti del Qatar nel Regno Unito, Spagna, Germania e altri paesi europei non sono stati evidenziati nei media, non è un caso.
Tuttavia, sono stati ampiamente scritto sulla stampa francese, provocando scalpore e alzando le sopracciglia, in particolare a seguito di un annuncio da parte di questo "emirato" - come i media francesi ama definirlo - di destinare 150 milioni di euro [199 milioni di dollari] per gli investimenti in periferie francesi abitate da una maggioranza musulmana.
Doha ha anche annunciato che sta studiando un investimento del valore di circa $ 13 miliardi di dollari in società francesi.
Anche se gli investimenti nelle periferie francesi costituiscono una piccola parte degli investimenti del Qatar complessivi in ​​Francia, affermano i media francese lanciando una campagna contro di loro, citando ciò che può essere descritto come "uno stato islamico che sta cercando di predicare l'Islam politico ed economico."
In un articolo di Le Point, il filosofo francese Bernard-Henri Levy ha detto che gli investimenti di questo "emirato" sono "una fonte di carità a chi può interessare, e una fonte di umiliazione per il paese beneficiario, che appare fallito.
E' interessante come la disponibilità economica del Qatar sia diventata ancora più generosa con il passare degli anni verso l'Europa quando è iniziata la Grande Migrazione dall'Africa e dal Medio Oriente, chiaramente questo è un periodo in cui l'Islam radicale sta diventando molto forte non solo in Siria ma anche in Europa.










BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog