L'ATTIVITA' SOLARE INIZIA A RALLENTARE E PRESTO POTREBBE INIZIARE UNA NUOVA CRISI VULCANICA


IL SOLARE CICLO SI ARRESTA: Chiunque si starà chiedendo perché il sole è stato così tranquillo ultimamente?
Il motivo viene mostrato nel grafico sottostante.
Il ciclo delle macchie solari di 11 anni si sta indebolendo:

Negli ultimi due anni, il numero delle macchie solari è calato con le transizioni della fase di Solar Max a Solar minimum.
Meno macchie solari significa che ci sono meno brillamenti solari ed espulsioni di massa coronale (CME).
Quando le esplosioni diminuiscono, il sole di classifica "tranquillo".
Ma quanto tranquillo è, davvero?
Un errore largamente diffusa è che l'attività solare diventi poco interessante durante i periodi di basso numero delle macchie solari.
Infatti vediamo che Solar Minimum porta molti cambiamenti interessanti.
L'atmosfera superiore della Terra crolla, consentendo ai detriti spaziali di accumulars intorno al nostro pianeta.
L'eliosfera si restringe, portando lo spazio interstellare più vicino alla Terra.
E la Radiazione Cosmica penetra nel sistema solare interno con relativa facilità.
In effetti, un aumento dei raggi cosmici è già in corso.
Gli effetti della Radiazione Cosmica sull'atmosfera terrestre è quello di portare ad un'aumento della nuvolosità ma si ritiene possa per esempio anche portare ad un'aumento dell'attività vulcanica.
La spiegazione per questo processo è la seguente.

La Terra ha un cuore radioattivo e caldo.
Sotto la crosta terrestre si trova un'oceano di uranio e torio che riscalda il pianeta e che in parte è responsabile dei terremoti, delle eruzioni vulcaniche e della formazione dei fondali marini.
Finora la composizione del mantello e’ stata un enigma, ma adesso le particelle che arrivano dal cuore della Terra indicano che in esso si trovano immense quantità di elementi radioattivi che appartengono alla famiglia dell’Uranio-238 e a quella del Torio-232.
Grazie a queste informazioni diventa possibile valutare quale sia la continua produzione di energia termica nella Terra.
I reattori nucleari sfruttano la fissione di un nucleo pesante per produrre energia.
La reazione di fissione viene provocata da una particella nucleare, tipicamente un neutrone, che colpendo il nucleo pesante ne provoca la scissione in due nuclei più leggeri.
Se potessimo in qualche modo misurare la massa del nucleo prima della fissione e quelle dei frammenti prodotti (così vengono tipicamente chiamati i prodotti di fissione generati) si troverebbe che, alla fine della reazione, manca della massa, ossia la somma delle masse dei prodotti è inferiore a quella del nucleo madre.
La quantità di energia derivante dalla perdita di massa è enorme: ogni kg di massa convertito in energia è equivalente all’energia ottenibile bruciando 3 milioni di tonnellate di carbone!
In un tipico reattore nucleare comunque solo una piccola frazione di massa è convertita in energia (dell’ordine di qualche percento)
Le reazioni di fissione in un reattore vengono dunque innescate e sostenute dal bombardamento di neutroni inizialmente rilasciati nel processo di decadimento radiaoattivo di qualche nucleo e successivamente prodotti nella reazione di fissione stessa.
Ora torniamo alla Radiazione Cosmica e leggiamo quanto segue.
La Terra è bombardata ogni giorno da una pioggia di particelle (raggi cosmici) di origine extraterrestre: questa radiazione è formata da protoni (86%), He (13%), elettroni (2%), nuclei (1%) e pochissimi raggi.
Quando i raggi cosmici arrivano nell’atmosfera urtano contro i nuclei degli atomi dell’aria e li frantumano formando protoni e neutroni, antiprotoni e antineutroni, mesoni.
E' possibile che l'aumento della Radiazione Cosmica, con il declino del flusso del vento solare sarà la causa di un'aumento dei neutroni che raggiungeranno la superficie terrestre che penetrando nella crosta terrestre e raggiungendo il mantello porteranno ad un'aumento del decadimento radioattivo degli elementi radioattivi di questo strato del pianeta, di conseguenza ad una maggiore energia termica.
E' effettivamente dimostrata una forte correlazione tra i Minimi Solari e le fasi di intensa attività vulcanica.






Fonti:
http://www.spaceweather.com/archive.php?view=1&day=27&month=03&year=2016
http://nuovaeraglaciale.blogspot.it/2014/11/un-mondo-sconosciuto-sotto-un-sole.html

Commenti