ATTUALE CONFIGURAZIONE PLANETARIA DEL SISTEMA SOLARE


martedì 31 luglio 2012

ENORME RILASCIO DI METANO DALL'OCEANO PACIFICO


Un gruppo di studenti dell’Istituto Oceanografico di San Diego ha scoperto una gigantesca fuga di metano sui fondali dell’Oceano Pacifico al largo della California. Se confermata, si tratterebbe della prima scoperta di questo genere in questa zona, riporta il Science Daily. I ricercatori hanno analizzato una serie di campioni raccolti ad oltre mille metri di profondità dalla superficie marina. Secondo gli oceanografi questo tipo di fughe di metano è estremamente importante per l’ecosistema degli oceani. I batteri che si nutrono di metano rappresentano l’anello iniziale di una catena alimentare complessa con ramificazioni che vanno ben oltre l’area immediatamente prossima alla fuoriuscita. Considerato l’enorme potenziale che il metano rappresenta nel processo di riscaldamento dell’atmosfera, circa 300 volte superiore all’anidride carbonica, le ricerche sulle fughe di metano sono fondamentali per i quadri di simulazione della futura evoluzione delle variazioni climatiche.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/enorme-fuga-di-metano-sul-fondale-oceanico-di-san-diego-cosa-potrebbe-provocare/146099/

ALTRI DUE GHIACCIAI IN ALASKA IN FASE DI CRESCITA


Questo può essere visto sul ghiacciaio Mendenhall in Juneau.
"L'anno scorso, il bordo d'attacco si è contratto di 450 piedi.
Quest'anno il bordo d'attacco è in crescita di 1,5 - 2 metri al giorno.
Non richiederà molto tempo per superare il declino dello scorso anno.
Il Mendenhall Glacier si trova nella Mendenhall Valley, a circa 12 miglia (19 km) dal centro di Juneau, capitale dell'Alaska.

A sud di Juneau si trova il ghiacciaio Taku, che anche questo stà avanzando.
Taku Glacier è monitorato dal Programma di Ricerca Icefield Juneau, che ha documentato la sua velocità di avanzamento dal 1988 a 56 piedi (17 metri) all'anno.
Se il progresso continuerà ciò potrebbe bloccare il fiume Taku.

Fonte:http://iceagenow.info/2012/07/alaska-glacier-advancing/

IN GROELANDIA:UN MILLIMETRO D'ACQUA SU DUE MIGLIA DI GHIACCIO


Ed è subito congelato. Interessante come la NASA viene infuocato per circa 1 mm di acqua sulla calotta glaciale della Groenlandia, ma accenna appena che il livello del mare è sceso nel 2010 e nel 2011.
In risposta all'annuncio isterico della NASA sul ghiaccio che si scioglie "senza precedenti", un commentatore su Science Junk dice che non c'era più di 1 millimetro di acqua sul ghiaccio.
Il disgelo è durato dal 8 luglio al 12 luglio ".
"Un millimetro di acqua sulla cima di due miglia di ghiaccio durante le cinque giornate estive."
"E quanto è freddo in Groenlandia nel periodo invernale?".
"Una volta Paul Driessen è andato lì durante l'inverno, scoprendo che si trattava di meno 50 gradi Celsius all'interno della sua tenda, e meno 75 gradi esterni.
I record freddi sono a Verkhoyansk e Ojmjakom.
I risultati di Paul Driessen sono dati ufficiali di temperatura."
"MSN ha pagato poca o nessuna attenzione al viaggio di Driessen.
"Ma ora, con 1 mm di acqua sulla cima di due miglia di ghiaccio per alcuni giorni, lo fanno in una storia di grande notizia."
Sembra plausibile, perché quello che è successo è che la temperatura è salita sopra lo zero.
E poi congelato nuovamente.
Interessante come la NASA viene infuocata per circa 1 mm di acqua - circa lo spessore di un'unghia - sulla calotta glaciale della Groenlandia, mentre si accenna appena al fatto che il livello del mare è sceso a circa ¼ di pollice nel 2010 e nel 2011.

Il livello del mare è inesorabilmente in declino
16 settembre 2011 - "I numeri più recenti del livello del mare sono fuori", dice Steven Goddard su Real-Science.com. "* Envisat dimostra che il calo durato due anni sta continuando, a una velocità di 5 millimetri all'anno."
(http://iceagenow.info/2011/09/sea-level-continues-inexorable-decline/)

In agosto 2011, la NASA ha annunciato che il livello globale del mare era in caduta ed era "un quarto di pollice più basso rispetto la scorsa estate."
(http://iceagenow.info/2011/09/obama-promise-sea-levels-fall/~~V)

"Lo scorso anno, è stato più come una buca", ha detto NASA. "Tra l'estate scorsa e questo, il livello globale del mare in realtà è diminuito di circa un quarto di pollice, o di mezzo centimetro."
(http://iceagenow.info/2011/08/sea-levels-dropped-2010/~~V)

La Groenlandia si estende per circa 836 mila miglia quadrate, una goccia nel mare rispetto agli oceani.
L'Oceano Pacifico si estende per circa 69.000 mila miglia quadrate, o 35% della terra.
L'Oceano Atlantico si estende per circa 41,00,000 miglia quadrate, o il 21% della terra.
L'Oceano Indiano si estende per circa 29.000 mila miglia quadrate, o il 15% della terra.
Superficie totale della terra - inclusi gli oceani - è di circa 197.000 mila miglia quadrate.
Il fatto che i livelli del mare sono in calo dovrebbe essere notizia da prima pagina.
Eppure..

Fonte:http://iceagenow.info/2012/07/1-mm-water-top-miles-ice/

TROPPA NEVE IN OREGON

"Il sentiero è del tutto scomparso sotto diversi piedi di neve per diversi chilometri."

"Le avventure sono iniziate dopo il mio 14 anno di mia figlia e ho iniziato a fare 200 miglia con lo zaino lungo il Pacific Crest Trail questo mese.
L'Ultralight backpacking è uno dei riti estivi della mia famiglia, ma questa volta ci siamo imbattuti in un manto nevoso insolitamente alto per luglio.
Per i primi 50 miglia siamo riusciti a vincolati su oltre cinque piedi di cumuli di neve e rimanere sulla pista.
Poi ci ha colpito nelle zone più elevate del complesso Three Sisters, e più tardi ad Wilderness Monte Jefferson:.
Il sentiero completamente sparito sotto molti piedi di neve,che duravano per chilometri.

Fonte:http://www.nytimes.com/2012/07/29/opinion/sunday/kristof-blissfully-lost-in-the-woods.html

lunedì 30 luglio 2012

PEG:DIFFUSIONE DELLE ALLUVIONI E DI CLIMA INSOLITAMENTE FREDDO


Diversi Stati in tutto il mondo stanno cominciando a mostrare un significativo moltiplicarsi di devastanti inondazioni portate da piogge torrenziali che in poco tempo sembrano quasi diffondersi l'uno dopo l'altro.
Dovessimo fare un elenco sono stati coinvolti:Filippine,Nuova Zelanda,Cina,Giappone,India,Russia,Corea del Nord,Svezia,Gran Bretagna,Irlanda e alcuni stati americani.
Tutti con significativi record di precipitazioni in poco tempo.
Tutto ciò sembrerebbe far parte di quella fase iniziale di inondazioni che all'inizio della scorsa Piccola Era Glaciale segno l'arrivo di un clima tipicamente rigido con record di freddo e neve durante l'invern,come spiegato qui.
Tutto ciò è connesso alla bassa attività solare nella quale da ormai diversi anni ha toccato record che non si raggiungevano da oltre due secoli e che ora stà ripetendo un evento che si verifica ciclicamente.
Intanto gli effetti di questa bassa attività nelle macchie solari si stanno ripercuotendo anche su quest'estate e sull'inverno nell'emisfero australe.
-AMSTERDAM:Al punto a metà dell'estate, la temperatura massima ha raggiunto solo un misero 15.7 gradi Celsius. Non è stato così freddo in questo periodo dell'anno dal 1987.
Nel mese di giugno, abbiamo visto una media di 94 millimetri di pioggia, 26 mm in più del normale per questo periodo dell'anno.
-"Nella regione di Puno, in provincia di San Romano, in Perù, a causa delle basse temperature ci sono 56.312 casi segnalati di infezioni respiratorie acute (ARI) e 886 per la polmonite ", dice Argiris Diamantis nei Paesi Bassi.
Il "Pedaggio di morte è salito a 31, tra i quali decine di bambini."
Un titolo del 21 giugno ha annunciato che 24 bambini sotto i cinque anni erano morta a causa dell'ondata di freddo.
"Circa 30 persone, tra cui 24 bambini sotto i cinque anni, sono morti durante l'ondata di freddo che è registrato in questa stagione in Puno."
Ora il bilancio delle vittime è salito a 31.
-SVEZIA:"Con la primavera insolitamente in ritardo, freddo e piovoso in montagna,l'allevamento delle renne è stato duramente colpito " dice questo articolo di notizie svedese Dagens Nyheter.
"Molti i vitelli appena nati sono rimasti congelato a morte, causando grandi perdite economiche per i proprietari di molte renne".
"Nel villaggio Wilhelmina meridionale, circa un terzo dei vitelli di renne sono morti assiderati. La neve è ancora lì in diverse località di montagna. "
"La neve non se ne andrà questa estate se non abbiamo un record di caldo ad agosto", dice Sami presidente del villaggio Tomas Nejne.
"Non ho mai vissuto questa primavera con estremo ritardo a mia memoria..", dice Jorgen Jonsson, presidente della Federazione svedese Sami.


Fonti:
http://blog.amsterdamcitytours.com/amsterdam/amsterdam-experiences-the-coldest-summer-in-25-years/
http://peru21.pe/2012/06/21/actualidad/puno-24-menores-cinco-anos-murieron-ola-frio-2029786
http://peru21.pe/2012/07/19/actualidad/puno-31-muertes-neumonia-2033774
http://www.flutrackers.com/forum/showthread.php?t=190064
http://www.dn.se/nyheter/sverige/renkalvar-dor-i-sommarkylan

domenica 29 luglio 2012

LE ALLUVIONI ARRIVANO ANCHE IN COREA DEL NORD


Un'intensa fase di maltempo si è abbattuta in questi giorni in Corea del Nord, uccidendo almeno 88 persone e lasciandone decine di migliaia senza tetto. E' questo al momento il bilancio attuale delle gravi inondazioni che stanno colpendo tutto il Paese, già in difficoltà per la carenza di cibo. Le piogge torrenziali, dovuto al recente passaggio del tifone Khanun, hanno colpito circa 63.000 persone.
Situazione dunque molto difficile, per un Paese che, come detto, non sta vivendo una fase positiva in questi ultimi tempi. Questa tragedia, dovuta a precipitazioni di intensità inaudita, non ha fatto altro che peggiorare ulteriormente la situazione. Moltissime strade delle città sono state allagate, i fiumi hanno straripato e le acque hanno così invaso quasi tutti i piccoli paesi del territorio.

Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/news-globali/news-globali/meteo-estero/5077-gravi-inondazioni-colpiscono-la-corea-del-nord-attualmente-sono-88-le-vittime-ecco-gli-ultimi-aggiornamenti.html#.UBWRRbQ9WqI

SPETTACOLARE ERUZIONE DELLO STROMBOLI CAUSA FRANA


Lo Stromboli è uno dei vulcani più attivi del mondo e quotidianamente manifesta la sua attività con esplosioni intense e spettacolari, seppur di breve durata. Ieri pomeriggio una di queste è stata immortalata negli scatti che pubblichiamo a corredo dell’articolo, arrivati in redazione grazie ai contributi dei nostri lettori. Nelle immagini si può notare l’esplosione dall’area “craterica” centrale del vulcano e la conseguente frana lungo la sciara del fuoco, un fenomeno che non ha provocato alcun danno e che si ripete abbastanza spesso. In queste immagini è possibile osservare tutto il fascino e la suggestione di questo vulcano circondato dalle acque del basso Tirreno.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/spettacolare-esplosione-sullo-stromboli-provoca-una-frana-lungo-la-sciara-del-fuoco-le-foto/145998/

IL MARE DI AZOV DIVENTA ROSSO


Gli scienziati e i cittadini del villaggio Berdyansk sono rimasti sconcertati alla visione delle acque del Mar d’Azov, che hanno improvvisamente assunto una colorazione rossastra. Secondo quanto riporta EnglishRussia, gli abitanti dei villaggi hanno immediatamente sospettato che la causa fosse da imputare alle vicine fabbriche, mentre i meno informati hanno creduto che fosse un segno dei prossimi eventi. In realtà i ricercatori hanno spiegato che il fenomeno è stato causato dalle alte temperature dell’acqua che ha permesso una vasta fioritura di alghe brune, guidate successivamente verso riva dal vento di Sud-ovest. L’evento preoccupa non poco, dal momento che un’ulteriore fioritura porterebbe ad una morìa di pesci di proporzioni enormi. Nonostante il direttore dell’Institute Leonid Izergin sostiene che il mare resti balneabile, gli abitanti del villaggio non gli credono. Essi sostengono che emani un odore metallico, restando dell’idea che la causa sia da imputare alle fabbriche. Berdyansk è infatti nota per il suo porto e per le sue industrie. E’ anche sede di un luogo di fanghi e trattamenti clinici.
Il mar d’Azov è il mare meno profondo del mondo, il cui punto più alto dalla superficie misura soli 13-14 metri. E’ lungo circa 340-360 chilometri, vasto circa 135 e ha una superficie di 39.000 chilometri quadrati, che lo rende il più piccolo all’interno dei paesi dell’ex Unione Sovietica. E’ in gran parte influenzato dall’afflusso di numerosi fiumi, che portano sabbia, limo e conchiglie, formando numerose baie e stretti banchi di sabbia. A causa di questi depositi, il fondo del mare è relativamente liscio e piatto con profondità progressivamente crescente verso il centro. Il Don e il Kuban sono i grandi fiumi che scorrono in esso. L’acqua ha una bassa salinità e un alto contenuto di materiale biologico, come alghe verdi, che ne influenzano il colore dalle immagini satellitari. Abbondanti i risultati in termini di produttività di plancton. Le sue rive sono basse, ricche di vegetazione e di colonie di uccelli. La costruzione di dighe, la pesca eccessiva, lo sfruttamento dovuto alla coltivazione del cotone, e l’aumento dei tassi di navigazione, hanno causato alti tassi di inquinamento. Le cale di pesce sono rapidamente diminuite e le acciughe letteralmente crollate. Il mare è caratterizzato da alte concentrazioni di materia organica e lunghi periodi di fioritura. Sono conosciute circa 600 specie di alghe planctoniche. Nel Novembre del 2007, un forte temporale causò l’affondamento di quattro navi nello stretto di Kerch, nel porto russo di Kavkaz. Come risultato, circa 1300 tonnellate di olio combustibile e circa 6800 tonnellate di zolfo caddero in mare.
La penisola di Taman dispone di circa 25 vulcani di fango, la maggior parte dei quali sono attivi. Le loro eruzioni sono solitamente tranquille, con fuoriuscite di fango e gas come metano, anidride carbonica e solfuro di idrogeno, ma a volte sono violente e assomigliano a regolari eruzioni vulcaniche. Alcuni di questi vulcani sono sottomarini, vicino alle rive della penisola. Una grande eruzione del 6 settembre 1799, nei pressi di Golubitskaya, durò circa 2 ore e formò un ‘isola di fango di 100 metri di diametro e 2 metri di altezza, distrutta poi dallo stesso mare. Eruzioni simili sono avvenute nel 1862, 1906, 1924, 1950 e 1952. Nel 1997, William Ryan e Walter Pitman della Columbia University, pubblicarono una teoria su una massiccia inondazione avvenuta in tempi antichi attraverso il Bosforo. Essi sostengono che il Mar Nero e Mar Caspio fossero grandi laghi d’acqua dolce, ma nel 5600 a.C. le acque del Mediterraneo si riversarono nel Mar Nero. Il lavoro successivo è stato fatto sia per sostenere che per screditare questa teoria, ancora oggetto di discussione da parte degli archeologi. Ciò ha portato alcuni ad associare questa catastrofe con i miti alluvionali preistorici, come il Diluvio Universale narrato nella Bibbia.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/il-mar-dazov-diviene-improvvisamente-rosso-sconcertando-la-popolazione-le-risposte-della-scienza/146002/

SCOSSA DI 6.1 TRA MESSICO E GUATEMALA


Un terremoto di magnitudo 6.0 è stato registrato nell’Oceano Pacifico al largo delle coste del Guatemala e del Messico. E’ quanto annuncia l’Istituto di geofisica degli Stati Uniti (usgs). La scossa è avvenuta alle 14:22 ora italiana, ad una profondità di 35.5 chilometri, a circa 26 chilometri a sudovest della città di Ocos (Guatemala) e 28 chilometri a sudovest della città messicana di Suchiate. Non è stata lanciata alcuna allerta tsunami a seguito del sisma, avvertito in tutta la regione del Soconusco. Fortunatamente non sono giunte notizie di vittime o di danni rilevanti. Il 20 marzo scorso un terremoto di magnitudo 7,4 causato due morti e 13 feriti e danneggiato migliaia di abitazioni.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/terremoto-di-magnitudo-6-0-al-largo-delle-coste-del-messico-e-del-guatemala/146007/

SCOSSA DI 6,6 A PAPUA GUINEA


PAPUA, NG - Un terremoto di magnitudo 6,6 ha colpito al largo delle coste di Papua Nuova Guinea presto ora locale Domenica.
Il forte sisma è stato centrato 81 miglia a est-sud-est di Rabaul, New Britain, ad una profondità di 43,5 chilometri, ha detto USGS.
Il sisma non è stato previsto generare uno tsunami, secondo il Pacific Tsunami Warning Center.

Fonte:http://www.reuters.com/article/2012/07/28/us-quake-papua-idUSBRE86R0US20120728

EPIDEMIA DI EBOLA IN CONGO


UGANDA - Un focolaio del virus mortale Ebola ha ucciso 13 persone in Uganda e gli sforzi sono in corso per contenere la febbre emorragica, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms)l'ha detto Sabato.
Non vi è alcun trattamento e un vaccino contro Ebola, che è trasmesso da stretto contatto personale e, a seconda del ceppo, uccide fino al 90 percento di coloro che contraggono il virus.
Joaquim Saweka, WHO suo rappresentante in Uganda, ha detto che, sebbene le infezioni sospette di Ebola sono emerse ai primi di luglio nel distretto di Kibale, circa 170 km (100 miglia) a ovest della capitale Kampala, l'epidemia non è stata confermata fino a Venerdì.
"Ci sono un totale di 20 persone sospettate di aver contratto Ebola e 13 di loro sono morte", ha detto Saweka.
"Un team di esperti da parte del governo, l'OMS e CDC (US Centers for Disease Control) sono in campo e in seguito su tutti i casi sospetti e coloro che sono entrato in contatto con i pazienti".
Saweka ha detto che l'origine del focolaio non era ancora stato confermata, ma 18 dei 20 casi si intendono essere collegati ad una famiglia.
Kibale è vicino alla Repubblica Democratica del Congo (RDC) dove il virus è emerso nel 1976, prendendo il nome dal fiume Ebola.
I sintomi includono l'insorgenza improvvisa di febbre, debolezza intensa, dolori muscolari, mal di testa e mal di gola, seguiti da vomito, diarrea, eruzioni cutanee, insufficienza renale e la funzione del fegato ed emorragie sia interne che esterne. L'Ebola stato comunicata l'ultimo volta in Uganda nel maggio dell'anno scorso, quando ha ucciso a una ragazza di 12 anni.
L'epidemia più devastante del paese era nel 2000 quando 425 persone sono state contagiate, più della metà dei quali sono morti.

Fonte:http://www.reuters.com/article/2012/07/28/us-uganda-ebola-idUSBRE86R0JM20120728

Notate la correlazione tra le apparizioni dell'Ebola e le fasi solari.
Nel 2000 il virus dell'ebola è apparso nella regione un anno prima del massimo solare,nel 2012,un'altro massimo solare e ora è riapparso.
Si veda qui.

ALLARME NEGLI USA:REGIONI IN STATO DI SICCITA' TRIPLICATE NEL CORSO DI UNA SETTIMANA


MIDWEST - Il Monitor siccità degli Stati Uniti ha registrato una quasi triplicazione in aree di estrema siccità la scorsa settimana nei nove stati del Midwest dove si producono tre quarti del grano del paese e le colture di soia.
"Questo ampliamento delle condizioni di D3 o estreme si è intensificato abbastanza rapidamente e siamo passati dall'11,9 per cento al 28,9 per cento in una sola settimana," dice Brian Fuchs, un climatologo e autore del monitoraggio della siccità. "Per quanto mi riguarda, studiando la siccità, è rapida. Abbiamo visto un sacco di cose in via di sviluppo con questa siccità che erano senza precedenti, in particolare la velocità.
"Quasi due terzi degli Stati Uniti continentali stanno ora soffrendo condizioni di siccità, la più grande area registrata da quando il progetto di monitoraggio della siccità è iniziato nel 1999.
"Se si sta seguendo i prezzi dei cereali qui negli Stati Uniti, questi riflettono le carenze previste con un aumento dei prezzi," ha detto Fuchs.
"Si prevede che questa siccità sta per persistere attraverso un paio di mesi almeno e le condizioni non sono troppo favorevoli per vedere un miglioramento diffuso." L'amministrazione del presidente Barack Obama ha aperto un protetto terreno degli Stati Uniti per aiutare gli agricoltori e gli allevatori colpiti dalla siccità e incoraggiato le imprese di assicurazione del raccolto a rinunciare la carica di interesse per un mese.
I funzionari hanno detto che la siccità farà salire i prezzi dei prodotti alimentari dal 78 per cento del mais statunitense e l'11 per cento delle colture di soia sono stati colpiti e gli Stati Uniti sono il più grande produttore mondiale di tali colture.
L'attuale situazione di siccità è stato confrontato a una crisi del 1988 che tagliò la produzione del 20 per cento e costando decine di economie di miliardi di dollari.

Fonte:http://phys.org/news/2012-07-extreme-drought-zones-triple-size.html

SI RIATTIVA GEYSER IN NUOVA ZELANDA DOPO 43 ANNI


NUOVA ZELANDA - Uno spettacolo geotermico a lungo dimenticato della Nuova Zelanda Isola del Nord potrebbe tornare in vita dopo oltre 40 anni,dicono gli scienziati. Nella prima metà del 20 ° secolo il Geyser Waikite nella zona geotermica Whakarewarewa vicino a Rotorua era noto per le sue spettacolari eruzioni di acqua calda arriva fino a 65 piedi, ma non aveva prodotto una significativa eruzione dal 1969,ho detto l'Istituto di scienze geologiche e nucleari.
Tuttavia, negli ultimi anni gli scienziati hanno sempre notato acque geotermiche che entrano in gola del geyser,una grande attrazione turistica,ha riferito l'agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua.
Caratteristiche geotermiche come i geyser possono essere naturalmente variabili e rimanere latente per anni,ha detto lo scienziato geotermica Ed Mroczek in una dichiarazione. "Questo rende difficile distinguere ciò che è parte di un ciclo naturale e ciò che è un disago causato dalle attività umane", ha detto.
Gli scienziati dicono di credere che un forte aumento del numero di fori praticati nella Rotorua dal 1950 dai proprietari di casa e le imprese in cerca di energia a basso costo ha causato pressioni sotterranee a goccia.
Ma la nuova ricerca suggerisce che a Whakarewarewa la pressione è aumentata e l'acqua più in profondità nella terra, è stato spinta verso la superficie,hanno detto gli scienziati.
"Non abbiamo modo di sapere se Waikite recupererà il suo antico splendore, ma i segnali che stiamo vedendo sono molto incoraggianti", ha detto Mroczek.

Fonte:http://www.terradaily.com/reports/Geothermal_activity_seen_in_New_Zealand_999.html

LA DINAMICA DEL DISLOCAMENTO DELLA CROSTA TERRESTRE


Sintesi
La teoria del Dislocamento della Crosta Terrestre è stata divulgata da Charles Hapgood, professore dell'università del New England.
Secondo la teoria infatti questo dislocamento o slittamento della crosta terrestre è dovuto principalmente da una grande differenza di pressione sulla crosta.
Nel 1852, il matematico Joseph Ademar sostenne che la formazione di uno spesso strato di ghiaccio ai poli causava la vibrazione periodica della Terra e lo spostamento dell'equatore nella direzione dei poli.
Un primo accenno riguardante uno spostamento degli assi della Terra si può trovare in un articolo del 1872 intitolato "Chronologie historique des Mexicains" di Charles Étienne Brasseur de Bourbourg, un eccentrico esperto di codici mesoamericani che interpretò degli antichi miti messicani come la prova dei quattro periodi di cataclismi globali che ebbero inizio nel 10500 a.C.
Hugh Auchincloss Brown, un ingegnere elettrico, avanzò l'ipotesi di uno slittamento polare catastrofico influenzato dal primo modello di Adhemar. Brown sostenne anche che l'accumulo di ghiaccio ai poli fu la causa dei continui cambiamenti degli assi, identificando cicli approssimativamente di 7 millenni.
Charles Hapgood è forse ad oggi il migliore dei primi sostenitori che si ricordi, autore di libri come The Earth's Shifting Crust (1958) che include anche una prefazione di Albert Einstein, scritto prima che venisse sviluppata la teoria della tettonica delle placche, e Path of the Pole (1970). Hapgood, lavorando sul primo modello di Adhemar, ipotizzò che la massa di ghiaccio presente su uno o entrambi i poli sovraccarica e destabilizza l'equilibrio rotazionale della Terra, causando lo spostamento di tutta o buona parte della crosta più esterna del pianeta intorno al suo nucleo, che invece conserva il suo orientamento assiale. Basandosi sulle sue stesse ricerche, affermò che ogni scivolamento impiegava approssimativamente cinquemila anni, seguiti da venti o trentamila anni in cui non ci sarebbero stati altri movimenti polari. Inoltre, sempre secondo i suoi calcoli, l'area interessata dallo slittamento non superava mai più di quaranta gradi. Un suo esempio di una recente localizzazione al Polo Nord include la Hudson Bay (60°N, 73°W), nell'Oceano Atlantico tra l'Islanda e la Norvegia, e gli Yukon Territory (63°N, 135°W).
Questo è un esempio di un lento movimento di slittamento polare, che ha portato ad alterazioni molto minori e a nessuna distruzione. Uno scenario più drammatico comporta cambiamenti più rapidi, con alterazioni catastrofiche della geografia e modifiche delle aree coinvolte nelle distruzioni come se fossero percorse da terremoti o da tsunami. Molti libri, anche recenti, presuppongono che i cambiamenti possano durare anche poche settimane, giorni, o persino ore, dando vita a una varietà di scenari di tipo apocalittico.
A proposito della velocità, gli effetti di uno slittamento influiscono sui principali cambiamenti climatici della maggior parte della Terra, come aree che prima formavano la zona equatoriale possono divenire più miti, e aree che prima avevano un clima più temperato possono invece divenire regioni o più equatoriali o più artiche.
Hapgood scrisse a un bibliotecario canadese, Rand Flem-Ath, incoraggiandolo nella sua ricerca di una prova scientifica delle sue affermazioni e nell'espansione delle sue ipotesi. Flem-Ath pubblicò i risultati del suo lavoro nel 1995 nel libro When the Sky Fell, scritto insieme alla moglie Rose.

Cause Reali e Conseguenze

Un punto interrogativo che sembra non essere stato preso in considerazione è il fatto se l'inversione del campo magnetico terrestre potrebbe esserne la causa scatenante dello spostamento della crosta terrestre con conserguenze catastrofiche sia sul clima che sulla geologia terrestre.
Molti ricercatori hanno attribuito l'aumento dell'attività vulcanica e sismica alla fine delle Ere Glaciali,alla diminuzione del peso sulla crosta terrestre,specie lungo le zone di faglia e nelle aree vulcaniche,tuttavia un rapido calcolo ci permette di capire che ciò è essenzialmente impossibile,le forze in gioco sono semplicemente troppo enormi,quindi il peso dei ghiacci è semplicemente troppo leggero anche per il continente dell'Antartide la cui calotta glaciale è tra i 3-5 km si spessore su un'area vasta due volte gli Stati Uniti.

Lo spessore della crosta terrestre non è uguale in tutti i punti della Terra; infatti, all’interno dei continenti, la crosta terrestre può raggiungere uno spessore di circa 70 Km mentre la crosta oceanica è molto più sottile e varia dai 3 ai 7 Km.
La crosta terrestre, quindi, ha uno spessore che varia dai 3 a circa 70 Km.
Durante l'ultimo massimo glaciale, circa 20.000 anni fa, il manto Laurentino ricopriva completamente il Canada, la Groenlandia e la parte settentrionale degli Stati Uniti ad eccezione dell'Alaska, che rimase libera dai ghiacci a causa della scarsità delle precipitazioni. La superficie coperta dai ghiacci in questa zona è stimata in 13-16 milioni di km2, con uno spessore di 4 km e un volume di 30 milioni di km3, cioè più dell'attuale Antartide.
In Eurasia, il manto Finnoscandinavo ricopriva l'Europa settentrionale includendo le Isole britanniche, il Mare del Nord, il Mar Baltico, la Germania, la Polonia, la Russia e la parte occidentale della Siberia. La parte centrale e orientale della Siberia era probabilmente libera dai ghiacci a causa della scarsità di precipitazioni. In totale la superficie coperta dai ghiacci è stimata in 6,7 milioni di km2, con uno spessore di 2 km e un volume di 7 milioni di km3, cioè circa un quarto della situazione americana.
Si può comprendere che lo spessore delle crosta terrestre è quindi fin troppo grande per poter essere soggetto all'effetto dei ghiacciai con un vago spessore da 4-2 km anche su una vasta superficie,le uniche forze in gioco quindi restano gli effetti dell'elettromagnetismo su scala planetaria.
La dinamica del Dislocamento delle Crosta Terrestre risiede nel mantello dalla quale deriva il magma vulcanico e nella polarità magnetica terrestre.
Il magma in se è un'enorme massa di roccia fusa che può contenere elevate percentuali di ferro e in se il ferro è un'ottimo conduttore di elettricità,allo stesso modo con cui il magnetismo attrae principalmente i metalli ferrosi.
-In se le tempeste magnetiche potrebbero influire sul vulcanismo tramite magnetismo,in quanto attraggono le formazioni di metalli all'interno del magma vulcanico e infatt,a riguardo dell'attività vulcanica di El Hierro,alle Canarie,in una dichiarazione, il Ministero dell'Economia, delle Finanze e la sicurezza indica che il ferro aumenta la sismicità nel processo magmatico e stabilizzazione delle deformazioni.
La conferma che questo fenomeno è confermato dai minerali ferromagnetici a polarità invertita che si rinvengono in tutto il mondo,a conferma di numerose inversioni magnetiche durante le quali i flussi di lava,eruttati da fenomeni di vulcanismo,solidificandosi hanno registrato in queste formazioni di minerali la polarità invertità della Terra in numerose epoche.
-Lo stesso fenomeno potrebbe verificarsi proprio da parte della Terra assorbendo l'energia delle tempeste solari una volta che sono reindirizzate ai poli si scarica tramite terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Anche il Sole in se contiene elevate percentuali di ferro.

Le parti in rosso sono le regioni contenenti elevate percentuali di ferro,si noti che sono perlopiù concentrate nelle zone polari del sole.
"La piu' importante scoperta riguarda le dimensioni della linea del ferro (la linea di emissione di particelle di ferro altamente ionizzate, cioe' elettricamente cariche) che si estende per almeno tre raggi solari sulla superficie del Sole. E' stato osservato, inoltre, che vi sono regioni specifiche di accrescimento della densita' degli ioni del ferro nella corona."
Se osserviamo il comportamento di un magnete con la limatura di ferro,scopriremo che quest'ultima andrà a concentrarsi effettivamente ai poli del magnete,esattamente come nell'immagine sottostante.

A mio parere le stesse elevate percentuali di ferro presenti nei minerali fusi nel mantello,sono perlopiù concentrate nelle regioni polari del nostro pianeta,e questo spiegherebbe perchè le tempeste solari,essenzialmente energia elettro-magnetica ,raggiungendo la Terra vengono reindirizzate ai poli magnetici del nostro pianeta,dal suo stesso campo magnetico.


Ora calcoliamo se il polo magnetico all'improvviso si spostasse rapidamente in poche settimane oppure si invertisse su nuove posizioni.
Se le elevate concentrazioni di ferro si trovassero in prossimità della zona tra crosta-mantello e anche la crosta ne possedesse in grandi quantità,attratti dalla nuova polarità magnetica queste elevate concentrazioni nel mantello si sposterebbero in concomitanza con il nuovo polo magnetico costringendo anche la crosta stessa a spostarsi su una nuova regione che diventerebbe una nuova regione polare.
La frizione esercitata da questo spostamento indubbiamente oltre che dar luogo a una lunga serie di terremoti lungo buona parte delle regioni del pianeta,genererebbe un'immane quantità di calore sufficiente a liquefare la porzione in prossimità del mantello della crosta terrestre e causare la risalita di magmi lungo le aree più sottili come le dorsali oceaniche,riversando enormi quantità di lava negli oceani che oltre a riscaldarli,solidificandosi i minerali ferromagnetici si riorienterebbero verso la nuova polarità magnetica.
La stessa frizione riattivarebbe una gran quantità di vulcani sottomarini e terrestri,con imponenti eruzioni,questi ultimi raffreddando il clima per decenni sarebbero capaci di dar luogo a una nuova glaciazione,il vapore esalato dagli oceani surriscaldati ricaderebbe alle alte e medie latitudini sottoforma di neve che strato su strato si ricompatterebbe dando luogo alle formazioni glaciali simili a quelle della Groelandia e dell'Antartide.

Se inoltre il calore fosse stato sufficiente avrebbe innescato fino alla superficie forti emissioni di vari tipi di gas compresi quelli del mantello.
Le sacche di gas metano sarebbero esplose in superficie rilasciandone in grandi quantità nell'atmosfera con possibili incendi in diverse regioni del pianeta,il monossido di carbonio degli incendi e intrappolato nelle profondità della crosta avrebbe causato imponenti aumenti di anidride carbonica nell'atmosfera e probabilmente soffocato diversi animali acquatici e della terraferma.
Questo spiega perchè durante altre inversioni magnetiche hanno coinciso con enormi picchi di gas nell'atmosfera.
Infatti il biossido di carbonio non è un gas serra significativo poiché rappresenta meno del 0,039 per cento dell'atmosfera in volume.
Durante l'ultima glaciazione quando il ghiaccio ricopriva il pianeta,i livelli di CO2 erano molto più elevati.
La causa dell'aumento dell'anidride carbonica non è solo antropica,ma ci sono fonti sottomarine che ne immettono di gran lunga di più,se l'anidride carbonica fosse così terribile a quest'ora il pianeta sarebbe un forno già da decenni.
Oltre tre milioni di vulcani si trovano sotto l'oceano e riscaldano le acque,quando eruttano si ha un'acidificazione delle acque con acido solforico dal mix di biossido di zolfo e acqua.
E'una coincidenza se come avvenne durante l'inversione magnetica Matuyama - Bruhnes,durante lo Younger Dryas,un'altra inversione magnetica,si sono avuti forti aumenti della percentuale di metano atmosfericodi circa -46 per mille (‰), cioè ~ 1 ‰ superiore a quello dell'ambiente moderno e che oggi in corrispondenza con un'indebolimento del campo magnetico e un'accelerazione dello spostamento del Polo Nord magnetico stiamo vivendo un'incremento sostanziale del metano nella regione artica?
Lo stesso potrebbe dirsi dell'anidride carbonica(Co2) che aumento durante l'inversione magnetica Matuyama-Bruhnes e aumentò anche durante l'inversione magnetica dello Younger Dryas e stà aumentando anche oggi con'un'accelerazione dello spostamento del campo magnetico che si stà indebolendo e un'attività vulcanica in aumento.
La stessa cosa sarebbe accaduta con i giacimenti petroliferi e di catrame nella profondità della crosta terrestre,riscaldandosi si sarebbero espansi e la crescente pressione potrebbe essere stata sufficiente per farli inondare in superficie,uccidendo piante e animali anche di grossa taglia.
L'ultimo Dryas Recente,10.000-12.000 anni fa sembra proprio corrispondere a questi fatti.

I pozzi di catrame di La Brea si sono sviluppati durante questa inversione magnetica causando la morte di una miriade di animali.
Il 18 febbraio 2009, George C. Page Museum ha formalmente annunciato nel 2006 la scoperta di 16 depositi fossili, che erano stati rimossi dal terreno durante la costruzione di un parcheggio sotterraneo per il Los Angeles County Museum of Art accanto ai pozzi di catrame.
Tra i reperti vi erano resti di un gatto dai denti a sciabola , sei terribili lupi , i bisonti , i cavalli , un gigante bradipo , le tartarughe , le lumache , i molluschi , i millepiedi , i pesci , i roditori , e un leone americano .
E stato anche scoperto un quasi intatto scheletro di mammut, soprannominato Zed; i pezzi mancanti sono solo una gamba posteriore, una vertebra e la parte superiore del cranio, che è stato tranciato dalle macchine per le costruzioni in preparazione per costruire la struttura del parcheggio.
Questi fossili sono stati confezionati in scatole di alberi in cantiere e trasferiti in un composto dietro Pit 91,in materia di proprietà del Page Museum in modo che la costruzione potesse continuare.
Ventitré grandi accumuli di catrame e di campioni sono stati portati al Museo.
Questi depositi sono lavorati in regime nominato "Progetto 23".
Quando il lavoro per il trasporto pubblico della Metro Linea Viola sarà esteso, i ricercatori museali sanno che verranno scoperti altri pozzi di catrame, ad esempio, vicino all'incrocio tra Wilshire e Curson.
Tra le specie preistoriche associati alle Brea Tar Pits vi sono mammut ,i lupi terribili e muso corto,orsi , i bradipi di terra , e il fossile dello stato della California , il gatto dai denti a sciabola , Smilodon Fatalis.
Solo un essere umano è stato trovato, uno scheletro parziale della Donna La Brea datato a circa 10.000 anni solari (circa 9.000 anni di radiocarbonio) BP , che era da 17 a 25 anni al momento della morte, e si trova associata ai resti di un cane domestico.
Il meccanismo del Dislocamento della Crosta Terrestre e lo spostamento del campo magnetico sembrano essere strettamente connessi con l'inizio di nuove Ere Glaciali e numerosi altri fatti avvenuti sul panorama preistorico del nostro pianeta.


Fonti:
http://www.nibiru2012.it/nibiru-2012/dislocamento-crosta-terrestre-o-slittamento-polare.html
http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=7111
http://it.wikipedia.org/wiki/Quaternario
http://expianetadidio.blogspot.com/2012/07/il-ferro-dei-vulcani.html
http://expianetadidio.blogspot.com/2012/07/verso-un-nuovo-dryas-moderno-ii-parte.html
http://en.wikipedia.org/wiki/La_Brea_Tar_Pits

sabato 28 luglio 2012

TEMPESTE DI GRANDINE IN SVIZZERA

L'Europa centro-occidentale sta vivendo una fase meteorologica estremamente instabile collegata alla presenza di un modesto cavo d'onda oceanico che esalta la formazione di violenti temporali soprattutto tra Francia, Germania occidentale, Paesi alpini, Spagna e Benelux, ove in talune località si sono e si stanno tutt'ora verificando rovesci di pioggia decisamente consistenti.
In particolar modo intense celle temporalesche si stanno concentrando soprattutto sui Paesi al di la delle Alpi, in particolar modo tra Svizzera e Austria, ove il flusso umido oceanico sta generando fenomeni precipitativi localmente intensi e accompagnati da diffuse grandinate, anche violente. Particolarmente colpita per l'appunto la Svizzera che, nella giornata di ieri, ha fatto fronte a delle vere e proprie tempeste di ghiaccio (i video sottostanti sono incredibili).
In alcune località svizzere, specie dell'interno, la devastante grandinata di ieri ha creato non pochi disagi tra la popolazione, colta impreparata in mezzo alle strade e subito rifugiatasi in aree coperte. Un fenomeno che è durata circa 10 minuti, ma che si è presentato incredibilmente intenso. Alcune automobili sono state danneggiate, mentre dei danni si sono verificati anche ad alcuni tetti delle abitazioni. Di seguito ecco le foto e video dello straordinario evento.






Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/news-globali/news-globali/news-temporali/5067-svizzera-la-grandine-taglia-le-gambe-alla-nazione-video-e-foto-incredibili.html#.UBQZx8U9Uk8

ALLUVIONI IN CINA:A RISCHIO LE PRODUZIONI DI TE

La Cina è in ginocchio a causa della più violenta tempesta di pioggia degli ultimi 60 anni che, nel corso degli ultimi giorni, ha già ucciso almeno 37 persone e costretto oltre 14mila ad abbandonare le proprie case.
Attualmente la zona più colpita è lo Yunnan, provincia cinese situata nell'estremo sud-ovest della nazione e particolarmente nota per la produzione di te'. E' da mercoledì 25 luglio che gli abitanti della zona devono vedersela con piogge torrenziali, colate di fango e straripamenti.
Diverse le abitazioni letteralmente sommerse dalla marea di acqua, fango e detriti: coloro che hanno avuto la prontezza, o la fortuna, di abbandonare casa prima del peggioramento meteorologico ora vivono in rifugi attrezzati dalla locale Protezione Civile.
Oltre 2000 sono, invece, le persone senza cibo ed acqua potabile, sei le vittime accertate.





Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/news-globali/news-globali/meteo-estero/5068-alluvione-cina-in-ginocchio-a-rischio-la-produzione-di-te.html

ERUZIONE STROMBOLIANA SUL VULCANO FUEGO


Una serie di esplosioni deboli ma frequenti si stanno verificando nei pressi del vulcano Fuego, in Guatemala. Dal 25 luglio pertanto queste stanno producendo lunghe colonne di cenere grigia che raggiungono un’altezza che varia dai 300 ai 600 metri.
La ventilazione alle quote medio basse permette al fumo di destreggiarsi verso tutti i quadranti occidentali. Le esplosioni che si sono verificate in loco hanno espulso anche del materiale incandescente sopra il cratere, generando una serie di valanghe sui fianchi del cratere con una serie di boati simili a rombi di tuoni.
Durante la notte sono stati inoltre intravisti un’importante quantità di bagliori provenire proprio dal cratere. Sono ben 3 i corsi infuocati segnalati nell'area del monte: Un flusso di lava verso il canyon Taniluyà raggiunge i 400mt di lunghezza. Così come verso Ceniza in queste ultime ore un altro flusso magmatico si sta espandendo verso la vegetazione. Un terzo flusso di materiale incandescente inoltre si muove lungo il canuon del Lajas con una lunghezza che supererebbe i 600mt.
Cenere e luce si intravedono durante la notte e gli esperti, secondo quanto riferisce Vulcano Discovery, avrebbero alzato repentinamente il livello di attenzione verso il Fuego.

Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/nimbologia-a-scienze/-nimbologia-a-scienze/vulcanologia/5069-vulcano-fuego-registrati-stanotte-botti-e-lampi-notturni-eruzione-stromboliana-in-atto.html#.UBQZu8U9Uk8

IL PROFESSOR FRANCO ORTOLANI SUI CAMPI FLEGREI:SOSPENDETE LE TRIVELLAZIONI


Il Geologo Franco Ortolani, intervistato questo pomeriggio da “Il mattino” si scaglia duramente contro l’iniziativa dell’INGV di trivellare l’area dei Campi Flegrei con il fine di scoprire nuove caratteristiche del super vulcano ed estrarre energia valida per il territorio.
Secondo Ortolani si tratta di “un progetto che presenta buchi da ogni parte e che viene realizzato in una terra davvero fragile come quella dei Campi Flegrei – precisando che – non sono state prese le precauzioni del caso”.
Lo stesso, intervistato da Franco Mancusi, parla anche dei rischi chiedendosi il motivo per il quale ci sia stata tanta fretta nel muoversi e cominciare le operazioni:”I promotori del programma non hanno battuto ciglio e sono andati avanti con le loro idee”.
Sulle conseguenze non si sbilancia il geologo, augurandosi che “non accada nulla di grave data la pericolosità di scavare a grandi profondità tra fluidi bollenti”. Vuole incentrare inoltre le sue attenzioni sui centri abitati che sono costretti a convivere con queste trivellazioni continue dal 7 luglio in poi:” Ci sono case a 5-600 dall’area, sono troppo pochi”.
Il professore di Geologia alla Federico II termina il suo intervento mandando un messaggio chiaro a chi sta effettuando queste operazioni pericolose a detta sua:” Bisogna sospendere subito gli scavi a seguito della prima fase di prova, così potranno essere valutati i rischi e le conseguenze che possa portare questo buco tra i fluidi caldi”.

Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/nimbologia-a-scienze/-nimbologia-a-scienze/vulcanologia/5070-trivellazioni-campi-flegrei-ortolani-lancia-l-allerta-sospendete-tutto.html#.UBQZvMU9Uk8

ANTICIPAZIONI SUI TEMI DEL MIO LIBRO

Titolo:Il Crepuscolo dei Ghiacciai
I temi trattati saranno inerenti la nuova Piccola Età del Ghiaccio:
-I cambiamenti della Corrente del Golfo.
-Il Crollo dell'attività Solare.
-La crescita dei ghiacciai.
-La motivazione per cui il Midwest degli Stati Uniti potrebbero diventare una piana arida nel prossimo futuro.
-L'aumento dell'attività vulcanica terrestre e quella sottomarina e l'aumento del fenomeno del Nino.
-Lo sconvolgimento delle correnti oceaniche.
-L'aumento della radiazione cosmica che causa un'incremento delle epidemie e l'aggravarsi di altre,l'aumento della nuvolosità e della violenza dei fenomeni atmoferici come temporali e tempeste elettriche,oltre che delle inondazioni.
-Gli effetti delle macchie solari sul clima terrestre,i cambiamenti sociali e l'attività sismica e vulcanica su vasta scala.
-Un paragone con gli inverni della Piccola Età del Ghiaccio e quelli dal 2008 in poi.
-Cosa aspettarci e come adattarsi a questo evento con le sue conseguenza sul mondo civilizzato di oggi.

IL DECLINO DELLA SUPREMAZIA DEI DINOSAURI


I termini di problemi "sono ben noti: 65 milioni di anni fa, i dinosauri morirono improvvisamente.
Questi animali sono stati signori della Terra per più di 200 milioni di anni.
La loro supremazia è stato contestata ... fino a scomparire in pochi anni!
Perché e come?
Perché, solo alcuni animali e piante - anche - come i dinosauri scomparirono?
Qquando i mammiferi, uccelli, insetti e soprattutto tutti i lotti di rettili rimasero in vita!
Perché i dinosauri scompaiono tutti in una volta?

Diverse spiegazioni ...
Tutti i tipi di spiegazioni sono state fatte per spiegare fine dei dinosauri: epidemia, cambiamenti climatici , competizione con i mammiferi
un'esplosione vulcanica . La più strampalato, amata dai media che quella di un meteorite.

Tutti i torti!
Egli è il lato debole di tutte queste ipotesi:

Perché lui rimase in vita quando i suoi cugini tirarono le cuoia?
Nessuna di queste teorie è in grado di spiegare perché solo i dinosauri scomparirono, quando nello stesso tempo i più deboli, gli animali più primitivi, come i rettili riescono a sopravvivere!
Perché gallimimus (27 kg) o wannanosaurus (60 cm) - scompaiono quando i coccodrilli e grandi squali riescono a sopravvivere?
Non vedo perché un cambiamento climatico, una rarefazione dell'alimentazione, dovrebbe essere fatale per i dinosauri piccoli e non grande squalo bianco!

Tutte queste ipotesi "in voga" circa l'estinzione dei dinosauri non sono in grado di dire perché i pesci, gli insetti e soprattutto tutti i rettili sono sopravvissuti!
Molti problemi rimangono irrisolti con queste ipotesi, in particolare come questi animali giganti avrebbero potuto essere in grado di esistere.
Perché nessun altro animale terrestre gigante ha mai vissuto dopo l'estinzione dei dinosauri? Daremo una soluzione originale a questo problema qui.

Come ottenere una soluzione?
Le ipotesi oggi non possono spiegare perché solo i dinosauri scomparirono, perché dobbiamo costruire una nuova ipotesi!
Per fare questo, si rispetterà le seguenti leggi:
1 / La nostra ipotesi deve essere un semplice!
La più semplice è l'ipotesi più realistica.
2 / La nostra ipotesi musn't essere uno strano!
Non ci sono omini verdi, dischi volanti non!
3 / La nostra ipotesi deve spiegare perché solo i dinosauri scompaiono quando i rettili rimanere in vita!
E 'l'obiettivo della nostra ipotesi!

Prendiamo il problema degli inizi!
Gli scienziati hanno il presentimento della verità sin dall'inizio!
I dinosauri scomparvero perché erano troppo pesanti!
Ma prima di questa data fatidica: 65 milioni di anni fa, i dinosauri non erano troppo pesanti!
Essi saltellavano felici,erano i dominatori della Terra!
65 milioni di anni fa, improvvisamente i dinosauri sono diventati troppo pesanti!
Nulla era stato cambiato nella loro anatomia. Proprio il loro peso era cambiato!
Come si spiega questo paradosso? La soluzione è l'ipotesi gravitazionale.

L'ipotesi gravitazionale.
65 milioni di anni fa, una cosa, una sola cosa è cambiata sulla Terra: la constante G.
Questa costante è la più studiata dai fisici, ma anche la meno conosciuta!
Durante l'età dei dinosauri, la gravitazione sulla Terra era più leggera rispetto ad oggi.
Tutti gli oggetti e esseri viventi erano più leggeri.
65 milioni di anni fa, improvvisamente, la gravitazione è aumentata ..
I Dinosauri, soni diventati troppo pesanti, incapaci di adattarsi, sono morti.
Al contrario, i mammiferi, potenti e agili, nonostante la loro piccola taglia sopravviveranno!
I rettili sono sopravvissuti anche perché sembrava molto molto tempo fa, quando la gravità era più importante che durante l'età dei dinosauri.
Gli uccelli sono sopravvissuti anche perché l'aumento della gravitazione ha reso l'atmosfera più pesante, come un paradosso era più facile per gli uccelli in fuga.

Spiegazioni:
Ricordate ciò che hanno detto i fisici da Newton ad Einstein: il tempo è imutable, Il tempo è lo stesso ovunque, Einstein ha dimostrato che era falso.
Oggi si costruisce la stessa ipotesi per la gravitazione.
La gravitazione non è immutabile,la costante gravitazionale G non è semplicemente ... un constante.
Questa "constante" è cambiata nel tempo passato!
Alcuni scienziati si accorsero subito in che modo, ma l'hanno cancellato, a torto!
Dirac pensò ad essa, nel corso dell'anno 1937.
Ma ha immaginato una transizione graduale di G, invece di un cambiamento improvviso, come nel nostro teoria!
Le nostre misurazioni della costante gravitazionale G non sono sufficientemente accurate per essere sicuri che la G è una costante.
Il valore assoluto da G è noto solo a livello di 1E-3.
La gravitazione è molto debole relativamente alle forze elettro-magnetiche o nucleari, in condizioni sperimentali, cioè con piccole distanze.
Ecco perché è molto difficile sapere il suo valore esatto con una buona precisione.
Se il valore dei cambiamenti G sono di un decimillesimo di ogni secolo - il che significa un cambiamento impercettibile dieci volte troppo piccolo per essere visto dagli strumenti di oggi!
In 65 milioni di anni G può essere diviso o moltiplicato per ... 65!
Anche se G non è cambiata per migliaia di anni non dovrebbe non dovrebbe non esserlo in 65 milioni di anni!
La G può cambiare improvvisamente! come i paesaggi durante i terremoti! o come l'elettrone nel corso di un salto quantico.
Il comportamento di G può essere la stesso comportamento dell'elettrone.

E nello spazio..

E 'semplicemente impossibile che la G abbia lo stesso valore ovunque nello spazio.
Se è così, un sacco di pianeti che sono stati scoperti attorno ad altre stelle ... non potrebbero esistere.
Se la G ha lo stesso valore in cui questi pianeti alloggiano, questi pianeti dovrebbero essere molto vicini alla loro stella, e grazie a potenti venti stellari, dovrebbero essere ... vaporizzati!

Fonti:
http://frederic.malmartel.free.fr/Fin_des_dinosaures/eedinosaures1.htm
http://frederic.malmartel.free.fr/Fin_des_dinosaures/eedinosaures2.htm

ESTREMA SICCITA' NELLO STATO DELL'ILLINOIS


CHICAGO - Più del 95 per cento dell'Illinois è in una grave siccità o, peggio, secondo una relazione nazionale Giovedi che ha aumentato le preoccupazioni su come il caldo, l'estate secca sta interessando l'agricoltura.
La maggior parte della Contea di Cook è in un periodo di siccità moderata, e in altre parti della zona di Chicago stanno soffrendo per una grave siccità.
Ma la parte centrale e meridionale dell'Illinois stanno sperimentando condizioni ancora peggiori, che sono classificati come estreme o eccezionali, secondo il Centro nazionale di mitigazione della Siccità.
"In un sacco di posti dell'Illinois, questa è la peggiore che si ricordi", ha detto Emerson Nafziger, un professore di scienze delle colture presso la University of Illinois.
Circa il 66 per cento del raccolto di mais dello Stato è in cattive a pessime condizioni, secondo un rapporto la settimana dal Dipartimento dell'Agricoltura dell'Illinois.
In Stati che sono i maggiori produttori di grano a livello nazionale, circa il 45 per cento del mais è povero o, peggio, anche se la produzione totale di quest'anno non sarà resi nota fino a dopo settembre, quando inizia la raccolta, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.
Nello stesso periodo dello scorso anno, solo il 14 per cento delle colture di mais a livello nazionale sono state considerate povere.
A livello nazionale, quasi il 40 per cento del terreno agricolo sta vivendo, almeno una grave siccità, che rende il 2012 la siccità più ampia di qualsiasi altra dal 1950, secondo l'USDA.
Nell'Illinois il climatologo Jim Angelo ha detto il calore di luglio e la mancanza di pioggia potrebbe rendere questa sua peggiore siccità mai registrata, soprattutto perché in tutto lo stato, il suolo degli agricoltori 'sta mostrando molto pochi segni di umidità , qualcosa di essenziale per la salute delle piante.
La produzione di mais in meno significa di solito aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, secondo l'USDA, anche se il pieno effetto di un raccolto di mais sparso non sarebbe mosso fino ai negozi di generi alimentari fino ad almeno 10 mesi da oggi. Ma gli acquirenti di generi alimentari potrebbero vedere il prezzo del pollo o uova e carni di altri aumentare, dato che gli agricoltori spesso ridimensionano il loro bestiame, quando il costo dei mangimi di mais è alto, il che può accadere quando la produzione di mais è bassa.

Fonte:http://www.chicagotribune.com/business/ct-biz-0727-illinois-drought-20120727,0,7434317.story

SCOSSA DI TERREMOTO IN BOSNIA

Questa notte, 12 minuti dopo l’una, una forte scossa di terremoto è avvenuta in Bosnia Erzegovina di magnitudo 4,6 ad una profondità di soli 5km. Il sisma ha avuto un epicentro non lontano dalla città di Zenica e Kakanj, dove ci sono stati alcuni danni alle abitazioni.
Nelle vicinanze vivono 140.00 persone che secondo le testimonianze si sono riversate sulle strade impaurite per il forte tremore avvertito. Diverse scosse di assestamento hanno accompagnato l’evento principale tra cui un M4,2 ed un M3,5. Il processo sembrerebbe comunque quello post-scossa intensa per cui andare a scemare nel corso dei prossimi giorni anche se l’attenzione deve rimanere alta.
Alcune immagini e alcune testimonianze delle testate locali riferiscono tuttavia che il terremoto ha causato diverse crepe alle abitazioni a causa della bassa profondità ipocentrale. Non ci sono notizie di feriti, ma a Zenica sono stati fotografate diverse aree dove si sono verificati alcuni crolli. Paura anche a Sarajevo.





Fonte:http://www.meteoportaleitalia.it/sismologia/sismologia/cronache-dal-terremoto/5059-terremoto-bosnia-ci-sono-danni-foto-e-cronaca-dopo-il-sisma.html#.UBPansU9Uk9

LA PARANOIA PER I GHIACCIAI DELLA GROELANDIA


"Senza precedenti" grida il titolo sul comunicato stampa della NASA, che va poi a contraddire se stessa dicendo, "eventi di fusione di questo tipo si verificano circa una volta ogni 150 anni in media.
Con l'ultimo accaduto nel 1889."Questo evento è in perfetto orario" La dice la NASA citando il glaciologo Lora Koenig.
L'affermazione della NASA che la Groenlandia sta vivendo una fusione "senza precedenti" non è altro che un mucchio di aria calda, dicono gli scienziati.
Gli scettici dicevano il rapporto della NASA stesso era l'unica voce "senza precedenti".

Prendere un'occhiata alla webcam Summit a partire da questa mattina, 26 luglio.
Vedrete che il ghiaccio è ancora lì.
"La temperatura era -16 C (3 F) ultima volta che ho guardato la webcam", dice Roger Oomkins.
"MENO 16 C!" "Il ghiaccio maledetto trova a 2 km di spessore!"

"La NASA può semplicemente` spegnere il BS ", dice il sito web StevenGoddard, che comprende quindi le foto satellitari non fuse di una calotta glaciale della Groenlandia.

"La NASA mente sul loro comunicato stampa del proprietario", si legge in un titolo diverso sul sito StevenGoddard.
"La NASA dovrebbe iniziare a distribuire dizionari agli autori dei suoi comunicati stampa", ha scherzato Patrick J. Michaels, un climatologo e l'autore del Rapporto mondiale sul clima blog.
E 'un po' come la corsa per la colpa di maltempo e siccità sul riscaldamento globale" dice Anthony Watts, uno scettico del clima e noto autore del sito Watts Up With That, ha detto a FoxNews.com. "Eppure, quando si guarda nel passato, si trova la precedenza per ciò che viene descritto oggi come senza precedenti".
"La convinzione che quasi ogni aberrazione oggi del tempo e del clima può essere attribuita al riscaldamento globale è pura follia", ha detto il meteorologo Anthony Watts.


Il Caldo della Groelandia e il Minimo di Maunder
Secondo F. Guimaraes il ciclo solare 24 mostra i segni che presto potremmo essere introdotti in un nuovo minimo di Maunder.
Recenti studi indicano che stiamo entrando in una fase di cicli solari molto bassi.
L'attuale ciclo 24 sta già mostrando segni di essere inferiore a C14, all'inizio del secolo XX ( http://www.leif.org/research/Polar% 20Fields% 20di% 2024.pdf% 20Cycle
e http://www.leif.org/research/SC14-and-24.png ), e il ciclo C5 al punto inferiore del minimo di Dalton ( http://www.landscheidt.info/images/sc5_sc24.png ).
Ciò significa che il C24 sta mostrando i segni che potremmo essere che entrano in un nuovo minimo di Maunder in qualunque momento presto.
I campi polari dovevano essere capovolti alla fine del ciclo 23,ma da circa il 2008-2009 hanno continuato con la stessa polarità, che mostra un modello allungato ( http://www.leif.org/research/Solar-Polar-Fields-1966 -now.png ) simile a quello che è successo alla fine del 1960, ma più pronunciato, che potrebbe portare alla rottura del campo "quadripolare" molto presto.
Questa è un'altra indicazione di intensità molto bassa del ciclo presente.
Questa bassa intensità potrebbe portare ad un periodo di assenza di macchie solari, come osservato durante il minimo di Maunder tra ~ 1640-1710 ( http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/28/Sunspot_Numbers.png ), che potrebbe essere realizzare il cosiddetto effetto "Livingston-Penn", che prevede un fenomeno simile nel prossimo futuro (
http://wattsupwiththat.files.wordpress.com/2008/06/livingston-penn_sunspots2.pdf
e http://www.leif.org/research/Livingston-Penn% 20Data% 20di% 20Findings% 20so 20far.pdf% ).
Interessante è l'analisi della Nasa delle temperature atmosferiche durante il Minimo di Maunder.

Si noti che al sud della Groelandia prevalse un sistema di temperature insolitamente alte mentre il resto del mondo mostra i chiari segni di un forte raffreddamento.
E' altamente probabile che l'attuale fenomeno che stiamo avendo sia attribuibile al nuovo Minimo di Maunder che presto rivivremo sulla nostra pelle con l'irrigidirsi degli inverni.


Fonti:
http://www.foxnews.com/scitech/2012/07/26/skeptics-put-freeze-on-nasa-hot-air-about-greenl e ghiaccio /
http://dotearth.blogs.nytimes.com/2012/07/25/unprecedented-greenland-surface-melt-every-150-years/
http://stevengoddard.wordpress.com/2012/07/25/97-of-greenland-says-that-nasa-is-fos/
http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-18978483
http://www.nasa.gov/topics/earth/features/greenland-melt.html
http://wattsupwiththat.com/2012/07/24/greenland-ice-melt-every-150-years-is-right-on-time/
http://stevengoddard.wordpress.com/2012/07/24/nasa-lying-about-their-own-press-release/
http://iceagenow.info/2012/05/doorsteps-ice-age/
http://earthobservatory.nasa.gov/IOTD/view.php?id=7122

I GHIACCI ARTICI POSSONO ESPANDERSI IN UN ISTANTE GEOLOGICO

La ricerca mostra che i ghiacciai possono espandersi "geolocicamente in un batter d'occhio."

Gli scienziati hanno scoperto che un rapido movimento del ghiacciaio sulla cappa di ghiaccio della Groenlandia è cresciuto rapidamente nel corso di un periodo in cui la Terra è stata in raffreddamento diverse migliaia di anni fa.
La scoperta indica che le lastre di ghiaccio non si riducono solo in risposta a un brusco riscaldamento, ma può anche invertire corso ed espandersi in risposta a brusco raffreddamento.

Lo studio ha rilevato che per due volte nel primo periodo dell'Olocene - 9.200 anni fa e poi 8.200 anni fa - Jakobshavn Isbrae, un ghiacciaio sulla costa occidentale della Groenlandia, ha superato un rapido ritiro espandendosi durante brevi periodi di raffreddamento che sono durati poco più di un secolo.
Il ricercatore Jason Briner, professore associato di geologia presso l'Università di Buffalo, ha detto: 'Quando guardiamo il record geologico, stiamo scoprendo che i grandi fiumi di ghiaccio che le lastre di ghiaccio di scarico sono estremamente sensibili ai cambiamenti climatici, sia per il riscaldamento e il raffreddamento.
Nel loro studio più recente, Briner ed i suoi studenti in data dei sedimenti glaciali depositati dal fondo del bacino del lago di Plutone, hanno trovato tre strati distinti: un singolo strato di materiale roccioso circa di 9.200 anni, inserita tra due strati di piante morte.
Il modello implica che Jakobshavn era in un ciclo di avanzamento e l'arretramento.
Si sarebbe bruscamente espanso al bordo del lago e avrebbe scaricato l'acqua di fusione con detriti rocciosi, formando lo strato intermedio sedimento.
Più tardi, quando la regione si è scaldata e Jakobshavn si è ritirato, la materia dell'impianto ha iniziato ad accumulare, restituendo al fondo del lago la sua composizione normale.
Oltre a Plutone Lake, gli scienziati hanno studiato una morena, una scia di detriti marcatura del percorso di Jakobshavn di anticipo nel corso di un diverso periodo di crescita.
I periodi di raffreddamento che hanno coinciso con cicli di crescita del ghiacciaio possono essere misurati su una scala centenaria - un batter d'occhio nel quadro della geologia.


Fonte:http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-2074081/Arctic-ice-melt-reversible-Glaciers-riforma-geologico-instant.html

venerdì 27 luglio 2012

L'ATTIVITA' DEL POPOCATEPETEL DELLE ULTIME ORE


Oggi, 27 Luglio, il CENAPRED ha riferito che nelle ultime 24 ore il sistema di monitoraggio del vulcano Popocatepetl ha registrato 7 esalazioni di bassa intensità accompagnati da vapore e gas, e probabilmente da piccole quantità di cenere. Sono stati registrati anche dieci eventi tettonici di bassa magnitudo, oltre ad alcuni episodi di tremore ad alta frequenza spasmodica di bassa ampiezza. Durante la maggior parte del giorno il vulcano non è stato visibile a causa di dense nubi che ne hanno coperto la sommità. Nella notte del 25 Luglio si è resa visibile un’incandescenza sul bordo del cratere. Il vulcano emette un vapore continuo e un pennacchio di gas che raggiunge 1,5 chilometri di altezza e che viaggia verso nord-nord-ovest. L’avviso è ancora di livello tre, giallo. A seconda della direzione del vento viene monitorata la possibile pioggia di cenere su alcuni villaggi limitrofi.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/vulcano-popocatepetl-lattivita-delle-ultime-ore/145846/

EMERGENZA MASSIMA PER LA SICCITA' IN USA


La siccità che sta colpendo più della metà del territorio americano potrebbe costare almeno 12 miliardi di dollari, segnando la perdita più alta dal 1988 nel settore agricolo. E’ quanto affermano meteorologi ed economisti, nonostante sia ancora presto per stabilire cifre certe sul danno che sta subendo il settore agricolo americano. Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura, i prezzi degli alimentari dovrebbero salire in media del 3-4 per cento il prossimo anno, con la carne che potrebbe costare fino al 5 per cento in più. “I consumatori sentiranno di sicuro l’aumento” ha commentato a Usa Today l’economista Richard Volpe. “Al momento è difficile stabilire se raggiungeremo i livelli di perdita del 1988 (40 miliardi di dollari) e del 1980 (20 miliardi), dato che ci vorranno diversi mesi prima che le aziende agricole realizzino pienamente la loro perdita” ha spiegato il meteorologo Steve Bowen. Tuttavia anche se iniziasse a piovere, come si spera sulla scia dei temporali localizzati di qualche giorno fa, la situazione non cambierebbe molto. Il meteorologo Paul Walker ha spiegato al quotidiano che in diverse aree della Corn Belt, la regione del Midwest chiamata così per la produzione massiccia di mais, “è ormai tardi per la stagione del raccolto”. La produzione di mais, quest’estate, potrebbe essere ridotta del 30 per cento rispetto a un anno caratterizzato da un clima “regolare”, così come quella di soia.

Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/siccita-negli-usa-e-emergenza-massima-situazione-peggiore-dal-1988-il-settore-agricolo-rischia-il-tracollo/145784/

MALTEMPO DEVASTANTE IN USA:FOTO DALL'OHIO,NEW YORK,PENNSYLVANIA


Una violenta ondata di maltempo ha colpito gli Stati Uniti nord/orientali nelle scorse ore, imperversando in modo particolare sugli stati di Ohio, Pennsylvania e New York. Circa 300.000 abitazioni sono state danneggiate e centinaia di voli sono stati cancellati a causa dei forti temporali, dei venti impetuosi, della pioggia torrenziale e della grandine. Non sono mancati i tornado, che hanno strappato tetti degli edifici e intrappolato tanti automobilisti all’interno delle loro auto. Centinaia di migliaia di case hanno subito un grave blackout elettrico che è durato ore, e in tutto i voli cancellati sono stati ben 842! A Williamstown sono caduti 315mm di pioggia in appena 25 minuti (!!!). E’ stata una tempesta davvero incredibile che ha devastato alberi e linee elettriche. Il fronte freddo s’è esteso da New York al Texas, interessando gran parte del Paese nei suoi settori centro/orientali. Fortunatamente non sono segnalate vittime.





Fonte:http://www.meteoweb.eu/2012/07/maltempo-devastante-nella-costa-orientale-degli-usa-foto-mozzafiato-dagli-stati-di-ohio-pennsylvania-e-new-york/145820/

BENVENUTI!!!



LIBRI LETTI
TEMPESTA GLOBALE,ART BELL,WHITLEY STRIEBER;LA PROSSIMA ERA GLACIALE,ROBERT W.FELIX;ARCHEOLOGIA PROIBITA,STORIA SEGRETA DELLA RAZZA UMANA,MICHAEL A.CREMO,RICHARD L. THOMPSON;MONDI IN COLLISIONE,IMMANUEL VELIKOVKY;LE CICATRICI DELLA TERRA,IMMANUEL VELIKOVSKY;HO SCOPERTO LA VERA ATLANTIDE,MARCO BULLONI;GLI EREDI DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;IL PIANETA DEGLI DEI,ZACHARIA SITCHIN;IMPRONTE DEGLI DEI,GRAHAM HANCOCK;LA FINE DI ATLANTIDE,RAND FLEM ATH;I MAYA E IL 2012,SABRINA MUGNOS;LA VENDETTA DEI FARAONI,NAUD YVES,L'EGITTO DEI FARAONI,NAUD YVES;LA STORIA PROIBITA,J.DOUGLAS KENYON;SOPRAVVIVERE AL 2012,PATRICK GERYL;STATO DI PAURA,MICHAEL CHRICHTON;APOCALISSE 2012,JOSEPH LAWRENCE;I SERVIZI SEGRETI DEL VATICANO,DAVID ALVAREZ;GENGIS KHAN E L'IMPERO DEI MONGOLI,MICHAEL GIBSON;SCOPERTE ARCHEOLOGICHE NON AUTORIZZATE,MARCO PIZZUTI;UNA SCOMODA VERITA',AL GORE;ECC..
(NON TUTTI GLI ARGOMENTI O TALVOLTA I LIBRI STESSI SONO DA ME CONDIVISI)

INDIRIZZO E-MAIL

Per contattarmi:

angelfallendark@hotmail.it


Cerca nel blog

Lettori fissi

Archivio blog